Connect with us
Pubblicità

Trento

Ecco le scuole che educheranno alla cultura Gender. Fratelli d’Italia: «È un cavallo di Troia»

Sono 21 le scuole che a settembre hanno deciso di attivare dei percorsi alla relazione di genere. 

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Sono 21 le scuole che a settembre hanno deciso di attivare dei percorsi alla relazione di genere. 
 
Tutti i 21 istituti a settembre, faranno firmare alle famiglie e agli studenti il patto di corresponsabilità con il quale si svincoleranno dall’obbligo di dare puntuali comunicazioni alle famiglie sull’attività extracurricolare che ognuno di questi potrà intraprendere. Non è dato per il momento di sapere cosa succederà se qualche genitore deciderà di non far aderire il figlio a questo progetto. E crediamo che questo potrà succedere vista la netta frattura della comunità sul tema. 
 
A Trento città le scuole che hanno fatto domanda per attivare il percorso sono solo cinque, l'istituto comprensivo 3 di via Vittorio Veneto, L'Enaip, l'istituto di formazione professionale S.Pertini, l'Istituto della Arti "Vittoria, Depero, Bomporti"e L'istituto tecnico tecnologico M.Buonarroti.
 
Le altre scuole sono: Istituto Comprensivo di Arco, Istituto Comprensivo Aldeno-Mattarello, Istituto Comprensivo di Mezzolombardo, Istituto tecnico economico e tecnologico "Carlo Antonio Pilati"(Cles), Istituto Comprensivo Valle dei Laghi, Istituto di istruzione Superiore "Don Milani", Istituto di istruzione "Guetti" (Tione), Istituto Comprensivo Levico Terme, Istituto Comprensivo Alta Val di Sole Istituto Comprensivo Dro, Istituto Comprensivo Isera-Rovereto, Istituto Comprensivo Bassa Val di Sole "G. Ciccolini", Istituto Comprensivo Altopiano di Piné, Istituto Marie Curie (Pergine), Istituto Comprensivo Trento 3, Istituto Comprensivo Giudicarie esteriori
 
La cultura Gender insegnata negli istituti scolastici sta creando in Trentino e in tutta Italia un aspro confronto dialettico e di ideologia. 
 
Da una parte le associazioni e le potenti lobby di lesbiche, gay, bisessuali, e transessuali che intendono portare dentro la scuola, e alla società in genere, i valori che l’hanno fin qui guidata. Mentre dall'altra la famiglia tradizionale formata da padre, madre e relativa prole è il nucleo fondante della nostra società e si vorrebbe da parte di LGBT chiamare famiglia qualunque tipo di unione: uomo-donna, uomo-uomo, donna-donna, uomo con due donne ecc ecc.
 
È uno scontro sociale importante che per alcuni mina e mette in dubbio la nostra stessa storia e cultura.
 
Baluardo che da sempre è attivo per la difesa estrema del valore della famiglia naturale è il movimento Fratelli d'Italia che da tempo a Trento e in tutta la provincia combatte «l'invasione Gender». Dopo la pubblicazione della lista delle scuole che intendono attivare il percorso della cultura Gender, il movimento si è subito messo a disposizione di tutti i cittadini per fornire tutto il materiale necessario per una migliore valutazione della proposta scolastica, mettendosi a disposizione – anche attraverso degli incontri – per chiarire qualsiasi dubbio e per far sì che la scelta che la famiglia opererà sia consapevole, qualunque essa sia.(tel per info 0461 262334)
 
«E’ del tutto evidente che questo attacco deve essere fermato e lo si può fare solamente attraverso la conoscenza di una teoria farneticante, – scrive Fratelli d'Italia in una nota – costruita sul nulla ed al solo scopo di garantire ad una minoranza, a volte sparuta, dei diritti che, secondo lo scrivente, la società trentina non è disposta a concedere. La famiglia tradizionale formata da padre, madre e relativa prole è il nucleo fondante della nostra società e si vorrebbe da parte di LGBT chiamare famiglia qualunque tipo di unione: uomo-donna, uomo-uomo, donna-donna, uomo con due donne e chi più ne ha più ne metta. Fratelli d’Italia – AN desidera contribuire a fermare quest’ondata di follia, che sta pervadendo il nostro tempo, e difende con forza la famiglia tradizionale ed il diritto sacrosanto del bambino ad avere un padre ed una madre. Invitiamo tutti i genitori, e gli studenti stessi, a valutare attentamente i documenti che la scuola proporrà di firmare rifiutando tale firma se si avrà sentore che nel documento di corresponsabilità si celino aperture a fini educativi diversi da quelli approvati dalla famiglia». 
 
Fratelli d'Italia parla anche di atteggiamento riconoscibile come “Cavallo di Troia“ che intende diffondere nella scuola la teoria del Gender che, in breve, vuole destrutturare la famiglia tradizionale asserendo che il genere biologico è secondario e che ognuno è come si sente di essere. Il movimento fa sapere che nei prossimi giorni è intenzionato ad intensificare il lavoro di volantinaggio e di sensibilizzazione della problematica. 
 
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento5 ore fa

Giovedì 7 luglio a Pergine la grande festa per i 10 anni di Aluray

Val di Non – Sole – Paganella5 ore fa

Val di Sole: volano per 50 metri in una scarpata, miracolati

Giudicarie e Rendena5 ore fa

Frana sulla ss 421 tra San Lorenzo in Banale e Nembia, strada chiusa

Giudicarie e Rendena5 ore fa

Salvato dal soccorso alpino sul ghiacciaio della Vedretta degli Sfulmini

Piana Rotaliana6 ore fa

Mezzolombardo, un aiuto ad anziani e persone in difficoltà per lo smaltimento dei rifiuti: l’ultima proposta del consigliere Giorgio Devigili

Trento7 ore fa

Fugatti: “Risorse umane centrali per l’attuazione del PNRR”

Trento8 ore fa

Distretto Trentino Digitale 2026, Spinelli: «Nel documento le azioni della Provincia sul digitale, anche con le risorse PNRR»

Arte e Cultura8 ore fa

Il rinoceronte tra passato, presente e futuro: l’ombra dell’unicorno

Val di Non – Sole – Paganella8 ore fa

Dalla Polonia a Cles grazie al gemellaggio con il Liceo Russell

Trento8 ore fa

Avviato il progetto “spazzino di quartiere” con la sperimentazione a Gardolo

Trento8 ore fa

La mostra sull’Autonomia diventa itinerante

Trento8 ore fa

Coronavirus: 565 contagi e rianimazioni vuote nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento10 ore fa

Kanova Playground, domani alle 18 l’inaugurazione del rinnovato campo di pallacanestro

Trento11 ore fa

Via libera alla riforma delle Comunità di Valle, Gottardi: «Una riforma che rimette al centro i Comuni e i Sindaci»

Valsugana e Primiero11 ore fa

Al Pergine Festival, il femminile senza tempo della “Penelope” di Martina Badiluzzi

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 99 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. Calano i ricoveri

eventi3 settimane fa

Dal 17 al 26 giugno tornano a Trento le Feste Vigiliane

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Sbanda, va in contromano e rischia di scontrarsi con altre auto prima di entrare in statale – IL VIDEO

Trento2 settimane fa

Coronavirus: 267 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Alto Garda e Ledro3 settimane fa

Stop alla viabilità a Riva del Garda: si girano le scene di un film americano

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 166 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Politica3 settimane fa

Referendum, vittoria dei sì ma niente quorum. Amministrative: nei grandi comuni avanti il centro destra

Telescopio Universitario3 settimane fa

UniTrento: da vent’anni il mondo fa tappa qui

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 49 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino con nessun positivo al molecolare

Trento3 settimane fa

Attimi di paura alla stazione delle corriere di Trento!

Valsugana e Primiero2 settimane fa

Trovato morto in piscina Stefano Lorenzini di Levico Terme

Le Vignette di Fabuffa4 settimane fa

Il 51% degli adolescenti italiani non capisce un testo scritto. Una scuola che fa acqua da tutte le parti

Società4 settimane fa

L’impresa di Melissa Mariotti tra lavoro in Germania e progetti turistici in Valbrenta

Politica2 settimane fa

L’abbraccio mortale col PD affonda definitivamente il M5stelle

Italia ed estero3 settimane fa

Crolla un ponte sospeso durante l’naugurazione: 25 feriti – IL VIDEO

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza