Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Eraclea: profughi protestano per il cibo e lo buttano in mezzo alla strada

Una protesta scoppiata ieri a ora di cena. I profughi ospiti al residence Mimose di Eraclea (Venezia) hanno lanciato in strada i vassoi con il cibo, iniziando a protestare con urla di rabbia per il trattamento riservato loro.

Pubblicato

-

Una protesta scoppiata ieri a ora di cena. I profughi ospiti al residence Mimose di Eraclea (Venezia) hanno lanciato in strada i vassoi con il cibo, iniziando a protestare con urla di rabbia per il trattamento riservato loro.

L'obiettivo della sollevazione dei profughi era la cooperativa Solaris che gestisce il residence di accoglienza e che percepisce 35 euro per ogni profugo presente nel residence, cioè circa 7mila euro al giorno.

Il tutto è successo ieri sera, in una città che ospita numerosi profughi e che da tempo si sta opponendo all'arrivo di ulteriori immigrati. Il sindaco di Eraclea, Giorgio Talon, è stato avvertito della protesta e la polizia si è recata sul posto per evitare che la situazione degenerasse.

Pubblicità
Pubblicità

Commenti sulla vicenda sono arrivati anche dalla leader di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni, che su Facebook ha scritto: "A chi si lamenta e nel 90% dei casi non ha diritto all’asilo politico e alle ”solidali” cooperative che hanno trasformato l’immigrazione un business, ricordo che lo Stato italiano spende 35 euro al giorno per immigrato. Soldi che l’Italia non prevede invece per i suoi anziani, per i disoccupati, per le famiglie che non ce la fanno ad arrivare alla fine del mese e a mettere in tavola la cena". Poi ha lanciato un appello contro Matteo Renzi: "Al Governo invece chiedo: avete già messo in ginocchio Eraclea, la sua immagine di località turistica e gli operatori del settore con le vostre folli politiche sull’immigrazione. Dopo l’ennesima protesta di ieri continuerete a dormire o vi svegliate?".

Anche il Coisp (sindacato di polizia) ha voluto – in una nota – esprimere sdegno per quanto successo. «Cibo negato ai veri poveri che fra le loro sofferenze devono annoverare anche questa insopportabile ingiustizia!»
 
«Nuovamente chiamati a intervenire per sedare una rivolta messa in atto da clandestini che, se possibile, è stata anche più assurda delle altre cui abbiamo assistito centinaia e centinaia di volte. Normalmente, infatti, ci troviamo di fronte a persone che violano palesemente la legge, che ci aggrediscono, che ci insultano, che spaccano tutto, che mettono a ferro e fuoco le strutture in cui si trovano, ben consci del loro comportamento completamente fuori dalle regole oltre che assolutamente vergognoso e non concepibile per chi ha veramente bisogno di aiuto e, ricevendolo, non sfodera certamente tanta arroganza e tanta mancanza di rispetto. Ma ad Eraclea l’immagine di quei vassoi colmi di cibo gettati in terra ha materializzato come nessuna fino ad oggi la sostanziale gravissima ingiustizia cui assistiamo attoniti, senza che nessuno si decida a intervenire seriamente per far cessare questo abominio che è diventato il business della gestione dei clandestini, mentre in tanti muoiono veramente di fame in ciascuna delle città italiane soffocate dalla crisi e dall’incuria»questo parte del contenuto del comunicato del Coisp
 
Una delle tante proteste che si sovrappongono e si rincorrono da una città all’altra. Ed infatti, nelle stesse ore, ad Este, trenta immigrati ospiti di una comunità hanno bloccato la strada regionale 10 chiedendo pasti caldi ed ambienti più confortevoli in cui essere ospitati, causando lunghe code di auto e gravi disagi alla circolazione.
 
«Fra i tanti che arrivano in Italia senza avere il diritto di asilo, e quelli che sono palesemente e concretamente dediti alla delinquenza se non peggio – si infuria Maccari presidente del Coisp -, e gli sprechi e gli sforzi immani che la gestione di tutto ciò implica per il Paese (leggi per le Forze dell’Ordine), non osiamo pensare cosa possano provare i veri poveri cui è stato negato quel cibo sdegnosamente buttato via. Gente che davvero vive nella disperazione, e che fra le tante sofferenze deve sopportare anche questa insopportabile ingiustizia. Gente che conosciamo, persone che magari siamo costretti a denunciare perché tentano di procurarsi qualche tozzo di pane sottraendolo dove riescono, salvo poi fare la colletta per far loro la spesa prima di mandarli a casa una volta espletato il nostro lavoro. Un lavoro che poi, magari, ci porta ad assistere a scene vergognose come quella di Eraclea, dovendo accorrere per evitare guai peggiori, ma senza che possiamo realmente fare nulla di fronte a situazioni frutto di scelte scellerate, di superficialità, di incompetenza, di menefreghismo, di pura apparenza ipocrita di chi parla di solidarietà negando aiuto a chi ne ha davvero bisogno e lasciando che chi non ne ha, ma anzi lucra e sfrutta la situazione, abbia ciò che spetterebbe ad altri e lo getti anche via».
 
Nella  foto i vassoi pieni di cibo buttati dalle finestre dell'albergo dove sono stati accolti gli immigrati. 
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Prima lo adotti poi raccogli i suoi frutti, a Milano nasce la Food Forest, la foresta edibile
    Oltre 2.000 tra piante, ortaggi, piante officinali, alberi, arbusti da frutto e da legno ospitati nel cuore dell’immensa città metropolitana di Milano, con l’obbiettivo di ristabilire il rapporto primitivo tra l’uomo e i prodotti che Madre Natura gentilmente offre. Questo, starà alla base della nuova Food Forest, la foresta edibile  che in autunno prenderà vita all’interno […]
  • Ponte Tibetano e Cascate di Saent: che bella la Val di Rabbi!
    Costruito nel 2016 sopra il torrente Ragaiolo in Val di Rabbi, il ponte tibetano è ormai diventato una tappa fissa per tutti coloro che amano la montagna e la Val di Rabbi. Costruito in ferro e con una pavimentazione di grate di ferro, il ponte tibetano è adatto a grandi e piccini grazie anche alle […]
  • Si allunga la lista delle preziose aree naturali del Pianeta: l’Unesco aggiunge altri 15 Geoparchi da tutelare
    Riconosciuto a livello internazionale come un territorio che possiede un patrimonio geologico particolare e una strategia di sviluppo sostenibile, il Geoparco deve comprendere un certo numero di siti geologici di particolare importanza in termini di rarità, qualità scientifica e rilevanza estetica o valore educativo per essere definito tale. In particolare, si tratta di aree in […]
  • Samsung lancia l’idea: Prevenire gli incidenti grazie ad un camion attrezzato con schermi LCD
    Visibilità azzerata, traffico intenso, grandi mezzi e sorpassi azzardati sono tutti problemi autostradali che potrebbero trovare soluzione grazie ad un “camion trasparente” con grandi schermi LCD: Un‘ idea tanto semplice quanto potenzialmente utile che potrebbe facilitare le manovre di sorpasso dei grandi mezzi riducendo i rischi di incidenti. L’idea è stata presentata da Samsung con […]
  • Trentino Wild Park: il parco avventura più grande d’Italia
    Affrontare situazioni che non appartengono alla vita normale percorrendo una realtà diversa da quella urbana, attraversando ponti tibetani, liane e guardando il bosco tra le chiome degli alberi, sono la base di un intrigante situazione, lontana dalla vita cittadina ma alternativa ad un classico tour. La possibilità di vivere forti emozioni e sentirsi veramente immerso […]
  • Perserverance, la missione Nasa in cerca di vita su Marte
    Fa parte della natura umana esplorare, conoscere e spingersi sempre oltre i limiti terrestri, fino a Marte ad esempio, diventata ormai una delle migliori alternative alla Terra. Trovare tracce di una vita passata o presente sul pianeta rosso, raccogliendo campioni di suolo e studiando la superficie di Marte. Questo è il motivo che ha spinto […]
  • Dalla Francia all’Italia:nel 2020 Il cinema estivo cambia forma e approda in acqua
    L’esigenza di migliorare sfruttando al meglio il nostro ambiente e il nostro territorio unito alla voglia di scongiurare l’arrivo di una prossima pandemia, ha spinto e obbligato molti organizzatori di eventi e molte aziende a ripensare gli spazi e quindi le attività dedicate al pubblico rispetto al distanziamento sociale. Dopo l’esperimento dal sapore vagamente vintage […]
  • Dall’America arriva lo “specchio della verità”, racconta quanto sei dimagrito e quanto sei in forma
    “Specchio spettro delle mie brame.”: iniziava così la celebre frase della matrigna di Biancaneve che intimava il suo specchio interrogandolo per assicurarsi ogni giorno il primato di più bella del reame nella nota favola. Se questa è la fantasia, uno strumento simile è ora disponibile anche nella realtà, dando un supporto concreto e mirato alla […]
  • Dall’amore per il bello alla passione per l’antico e il moderno: il mondo di Zanella Arredamenti
    Esistono alcuni luoghi agli angoli delle strade o nei piccoli borghi cittadini in cui la sola visita equivale sempre ad un’esperienza piena di ricordi, emozioni vissute e storia. Entrare in un negozio di antiquariato infatti, è un po’ come viaggiare nel tempo: scoprire un mondo di oggetti che non esiste più per qualcuno ma che […]

Categorie

di tendenza