Connect with us
Pubblicità

Trento

Oltre duemila firme a difesa degli hobbisti creativi

A palazzo Trentini sono depositate da stamattina 2.212 firme di cittadini, in calce a una petizione che chiede al governo provinciale di ripensare le annunciate, nuove regole per la pratica dell’hobbismo nei mercatini del Trentino. 

Pubblicato

-

A palazzo Trentini sono depositate da stamattina 2.212 firme di cittadini, in calce a una petizione che chiede al governo provinciale di ripensare le annunciate, nuove regole per la pratica dell’hobbismo nei mercatini del Trentino. 

Com’è noto, l’assessore Alessandro Olivi ha già sottoposto alla II Commissione consiliare lo schema di delibera con cui si intende contrastare il fenomeno del “falso hobbismo”, ossia di chi col paravento dell’attività puramente dilettantistica fa in realtà del commercio, fa concorrenza sleale ai negozianti e non paga le tasse.

Oggi dal presidente Bruno Dorigatti si sono presentati Fernando De Paoli e Marta Giovannini, dell’Associazione hobbisti trentini, con il testo che chiede di non mortificare l’attività degli “o.p.i.”, gli operatori del proprio ingegno che frequentano le centinaia di mercatini regionali semplicemente proponendo manufatti realizzati personalmente.

Pubblicità
Pubblicità

“La norma che limita a 10 giornate annuali l’attività hobbisticaha spiegato De Paoli, presidente dell’associazione trentina – ci penalizza ingiustamente e non centra l’obiettivo, che è quello di scoprire i furbi”.

Giovannini ha citato il decreto legge Bersani, che dal 1998 esenta gli hobbisti creativi dall’ordinaria normativa sul commercio. E ha detto che la soluzione del problema starebbe semplicemente in un sistematico programma di controllo dei mercatini da parte dei vigili urbani, che potrebbero agevolmente verificare la merce esposta e distinguere chi fa vero hobbismo e chi invece commercia articoli acquistati e fa diretta concorrenza ai negozi.

Noi o.p.i. – hanno aggiunto De Paoli e Giovannini, il primo artigiano del legno, la seconda abile nella filatura a telaio – siamo una risorsa per tanti piccoli Comuni, perché diamo vita a mercatini che sono un valore per la socialità e per il turismo. Con la regola delle dieci giornate annuali molti mercati verrebbero meno, a partire da quello di recente avviato alla Portéla di Trento, dove noi siamo presenti non certo per fare i soldi. Sia chiaro: anche se un o.p.i. frequenta qualche decina di mercatini in un anno, non può ugualmente essere paragonato nemmeno da lontano a un vero e proprio commerciante, perché il giro d’affari è modestissimo e perché si trattano articoli prodotti da sé, nelle proprie case”.

Pubblicità
Pubblicità

La richiesta è allora di esentare gli o.p.i. dal nuovo regolamento per gli hobbisti, oppure di sostituire per tutti la regola delle dieci giornate con un sistema di controllo sulle merci trattate. Si chiede anche di ripensare alla regola del tesserino familiare per gli hobbisti, che penalizza i nuclei in cui più di una persona fa dell’artigianato e poi va nei mercatini.

Gli o.p.i. chiedono più in generale una maggiore attenzione alla loro realtà, citando città come Torino e Genova, che hanno varato dei registri di questi operatori, valorizzandone il ruolo sociale.

Il presidente Dorigatti stamane ha ricevuto ufficialmente la petizione assieme al dirigente del Servizio legislativo del Consiglio, Camillo Lutteri, spiegando che se ne occuperà la II Commissione presieduta da Luca Giuliani.

Dorigatti ha anche consigliato ai proponenti di cercare un’intesa con le categorie dei commercianti, perché una soluzione condivisa potrebbe essere molto utile anche per il legislatore e per l’esecutivo provinciali.  

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Criptovalute paragonate ai mutui subprime del 2008: l’allarme della Consob
    Il fenomeno criptovalute è così attuale e crescente, tanto da spingere il numero uno della Consob, Paolo Savona a lanciare un’allarme sulla situazione. La similitudine tra criptovalute e mutui subprime Savona infatti, ha dedicato un... The post Criptovalute paragonate ai mutui subprime del 2008: l’allarme della Consob appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus Irpef 2021, 100 euro in più in busta paga: a chi spetta
    Il vecchio Bonus Renzi da 80 euro si evolve e diventa un Bonus Irpef da 100 euro. Con l’ultima legge di Bilancio infatti, vengono riviste le regole e il nome del vecchio bonus. A chi... The post Bonus Irpef 2021, 100 euro in più in busta paga: a chi spetta appeared first on Benessere Economico.
  • Imu 2021: esenzioni ed agevolazioni previste
    Il Governo potrebbe estendere l’esenzione Imu, ampliando la categoria di soggetti che non saranno tenuti a versare la prima rata. Imu 2021, chi rientra nell’esenzione Un nuovo emendamento al Decreto Sostegni Bis potrebbe andare incontro... The post Imu 2021: esenzioni ed agevolazioni previste appeared first on Benessere Economico.
  • P. A, lo Stato dice addio ai ritardi e paga in anticipo i suoi debiti
    I ritardi, tipici della Pubblica Amministrazione potrebbero presto diventare un lontano ricordo. La notizia è stata raccontata dai dati diffusi dal Ministero dell’Economia e delle Finanze riguardo i tempi medi impiegati durante l’anno 2020 dallo... The post P. A, lo Stato dice addio ai ritardi e paga in anticipo i suoi debiti appeared first on […]
  • Ritorna il Bonus Sanificazione: tutti i dettagli e le novità
    Con le riaperture torna anche il Bonus Sanificazione e DPI anche per il 2021 per una ripartenza in sicurezza. Il Decreto Sostegni bis ripropone l’agevolazione per i titolari di partita Iva, seppur in una percentuale... The post Ritorna il Bonus Sanificazione: tutti i dettagli e le novità appeared first on Benessere Economico.
  • Nuove P.Iva: le regole per i contributi a fondo perduto
    Con l’arrivo delle nuove agevolazioni a fondo perduto per le partite Iva, scattano anche le regole per l’accesso al contributo. Le agevolazioni Le nuove attività ed imprese economiche hanno diritto ad un contributo a fondo... The post Nuove P.Iva: le regole per i contributi a fondo perduto appeared first on Benessere Economico.
  • Nasce il primo superstore senza casse: Amazon conquista con l’innovazione
    All’interno dell’immensa panoramica della distribuzione organizzata, mette piede con estrema originalità il colosso Amazon che, potenziando ulteriormente la sua offerta apre il primo negozio senza cassa. Dall’idea senza dubbio originale e molto innovativa nasce un Fresh store in cui i clienti possono fare comodamente la spesa e uscire direttamente dalla corsia dedicata: “ senza pagare”. […]
  • Valentino dice addio alle pellicce e corre alla ricerca di nuovi materiali
    Mentre a Parigi sfila l’alta moda,  la maison di Valentino si esibisce virtualmente a Roma a Galleria Colonna. Il contrasto tra sontuosità del luogo ed il minimalismo della collezione è netto e per la prima volta uomo e donna sfilano insieme, una moda che non ha bisogno di definizione. Una sfilata che racconta la celebrazione […]
  • Il futuro del mercato immobiliare passa dalla casa in legno: un’abitazione con molti vantaggi
    Il futuro del mercato immobiliare potrebbe spostarsi dal mattone ad un materiale tanto semplice quanto resistente e sostenibile, come il legno. In particolare, il legno è il materiale per eccellenza alleato della sostenibilità ambientale perché aiuta a raggiungere al meglio l’autosufficienza energetica, permettendo di ridurre gli sprechi. Infatti, grazie alla sua elevata capacità di isolare […]
  • Hotel Chalet Mirabell: lo spirito di Merano!
    Nell’esclusivo Hotel a 5 stelle Chalet Mirabell ad Avelengo vicino Merano è possibile trascorrere le giornate più belle dell’anno tra lusso e naturalezza alpina, ampi spazi aperti e natura incontaminata. “Qualche anno fa la nostra passione ci ha portati a trasformare il nostro residence alpino da 16 camere nell’hotel 5 stelle Mirabell in Alto Adige. Abbiamo […]

Categorie

di tendenza