Connect with us
Pubblicità

Trento

Assassini su quattro ruote: non è forse l’ora di fermarli?

20% di rischio, tanto si concedeva il Campione Mondiale di Formula 1 Niky Lauda: se le probablità di fare un incidente grave erano superiori, non correva. E' stato così fedele a questa sua regola, da rinunciare ad un titolo mondiale a favore di James Hunt, l'amico/rivale, da cui Ron Howard ha tratto il film Rush. Purtroppo, se noi motociclisti dovessimo applicare la stessa regola del 20%, non usciremmo più di casa.{facebookpopup}

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

20% di rischio, tanto si concedeva il Campione Mondiale di Formula 1 Niky Lauda: se le probablità di fare un incidente grave erano superiori, non correva. E' stato così fedele a questa sua regola, da rinunciare ad un titolo mondiale a favore di James Hunt, l'amico/rivale, da cui Ron Howard ha tratto il film Rush. Purtroppo, se noi motociclisti dovessimo applicare la stessa regola del 20%, non usciremmo più di casa.{facebookpopup}

Il tremendo incidente di ieri pomeriggio ne è la prova: due persone, marito e moglie, con la passione delle due ruote, di certo non dei pazzi scatenati che si credono il Valentino Rossi del paese, hanno perso la vita e tutto perché una donna di cinquant'anni, con il suo bel SUV, se ne viaggiava beatamente contro mano in una strada a senso unico con una serie di curve cieche.

Immaginate di essere uno dei due sfortunati coniugi: una domenica mattina decidete di prendere la moto, in compagnia di altri due amici, anche loro in moto, e andare al Lago di Garda, per passare una giornata di relax. Caricate gli asciugamani, un cambio che non si sa mai, indossate le vostre protezioni, giacca, pantaloni e casco e vi mettete in strada; in quel momento non lo sapete, non sapete che la follia di una donna, positiva all'alcool test, farà si che state salutando i vostri figli per l'ultima volta.

Pubblicità
Pubblicità

Dopo una giornata divertente con gli amici, vi rimettete in sella, tranquilli, rilassati, tenendo una velocità di sicurezza, affrontando curva dopo curva quella strada che sapete essere a senso unico, che non ha pericoli, quando all'improvviso ecco, appena prima di affrontare una curva cieca, vi trovate di fronte il muso di un SUV, quel bestione che probabilmente il marito della signora le ha comprato perché "Se fa un incidente non si fa male", ed è così, LEI non si fa male, ma i motociclisti no, loro muoiono, probabilmente guardando dritto negli occhi quella donna, lui che era alla guida della moto lo ha capito, noi motociclisti capiamo le cose, sappiamo quali sono i nostri punti deboli, in quella frazione di secondo avrà forse anche provato a scartare o frenare, lo sguardo dritto verso il parabrezza di quel SUV, che proteggerà con cura l'assassina che lo ucciderà, che ucciderà sua moglie e che rovinerà la vita ai suoi figli.

Credete che sia un caso isolato? Che capiti solo una volta ogni tanto? No, non è così: quanti svoltano a sinistra pensando "Tanto ce la faccio a tagliare la strada a quella moto che mi viene incontro"? E' successo ad una signora di 51 anni a Bassano, "Tanto ce la faccio a passare" e ha svoltato, uccidendo così l'uomo di 46 anni in sella alla sua moto.

E di esempi così ne leggiamo sui giornali oramai quasi tutti i giorni. Certo che ci sono motociclisti che si credono Valentino Rossi, che non hanno il senso della misura e il rispetto per se stessi e per gli altri, ma non è una questione di essere motociclisti o automobilisti, è una questione di persone e chi si comporta in maniera sconsiderata lo fa sia sulle due che sulle quattro ruote, la differenza è che nella maggior parte dei casi, gli sconsiderati su due ruote fanno del male solo a se stessi, mentre quelli sulle quattro no.

Pubblicità
Pubblicità

E in tutto questo come si sente un motociclista? Protetto dalle forze dell'ordine? Purtroppo no: chiunque salga in sella, la domenica in particolar modo, sa che prima o poi troverà una pattuglia di qualche forza dell'ordine appostata, non per controllare l'enorme massa di automobilisti della domenica, distratti e spesso inetti al volante, ma al contrario, li ignoreranno, perché hanno l'ordine di fermare le motociclette, di controllare che le frecce e gli specchietti siano a norma, che i pneumatici siano della misura giusta etc etc, tutte cose che sicuramente fanno la differenza tra la vita e la morte vero?

Capiamo l'accanimento di certi Comuni verso i motociclisti: vedono quasi esclusivamente i pazzi che sfrecciano ben oltre il limite, ma non tolleriamo che si pensi sempre e solo a perseguitarli in ogni modo con controlli assurdi, fatti appositamente per scoraggiare l'uso della moto, mentre non ci si impegna minimamente a difenderli, controllando meglio le strade, punendo in modo severo i comportamenti scorretti degli automobilisti, migliorando le condizioni di sicurezza delle nostre strade e chi ha avuto un incontro ravvicinato con un guard rail, ve lo può spiegare cosa voglia dire.

Anche l'assassina di ieri la passerà liscia: forse le ritireranno la patente, ma si guardano bene dal dire il suo nome, dal pubblicare la sua foto, dal dare insomma il giusto rilievo al gesto che ha fatto e che solo pochi sapranno che ha fatto e allora diciamo "No! Non ci stiamo!": vogliamo vedere il volto di quella donna, vogliamo sapere il nome di quella donna, vogliamo che affronti lo sguardo dei due ragazzi che ha reso orfani, vogliamo che tutti vedano cosa si prova ad essere degli assassini su quattro ruote, di modo che se lo ricordino la prossima volta che si mettono al volante, perché noi ci mettiamo in sella pensando a quel 20% di rischio di Lauda, ma tanti, troppi, si mettono al volante pensando a qualsiasi cosa, tranne che alla strada che percorrono, al pericolo che possono essere per gli altri e ai danni che potrebbero fare: la macchina non è un diritto, è un privilegio che va guadagnato, fin tanto che non sarà così, ci saranno sempre troppi morti sulle strade di tutti i giorni.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Alto Garda e Ledro47 minuti fa

Varone: ecco le istruzioni sulla nuova viabilità

economia e finanza47 minuti fa

Assicurazioni on line moto: ricerche in aumento sui portali comparatori

Trento2 ore fa

S.P. 90 “Destra Adige” – II° tronco, chiusura temporanea in località Ravina

Italia ed estero11 ore fa

Auto si schianta contro il muro, si ribalta e prende fuoco: due morti e due feriti gravi

economia e finanza11 ore fa

Pensplan: oltre 280 mila posizioni presso i fondi pensione istituiti in Regione

Val di Non – Sole – Paganella11 ore fa

Studenti qualificati e diplomati all’UPT di Cles: ecco l’elenco

Val di Non – Sole – Paganella12 ore fa

Pellizzano vince il Bando borghi del Pnrr puntando sulla frazione di Termenago

Val di Non – Sole – Paganella13 ore fa

Carenza idrica, Andalo fa la sua parte

Giudicarie e Rendena13 ore fa

Ponte dei Servi: finisce a terra con la moto, 56 enne finisce in ospedale

Vita & Famiglia13 ore fa

Usa. Storica decisione contro sentenza sull’aborto. Pro Vita: «ora tocca all’Italia»

Val di Non – Sole – Paganella14 ore fa

Sorpasso suicida nella galleria di Taio – IL VIDEO

Telescopio Universitario14 ore fa

UniTrento – Pnrr, 50 milioni all’Università di Trento

Bolzano15 ore fa

Alto Adige, ritrovato il corpo senza vita dell’escursionista disperso a Racines: precipitato a Malga Calice a 1.500 m slm

Trento15 ore fa

Coronavirus: nessun decesso oggi in Trentino, 33 i pazienti ricoverati

Spettacolo15 ore fa

Con Jurassic World – Il dominio si chiude una saga durata quasi 30 anni

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 83 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento4 settimane fa

Frana il terreno vicino a Malga Andalo – IL VIDEO

Val di Non – Sole – Paganella4 settimane fa

I 12 giorni di Vasco Rossi all’Hotel Solea di Fai della Paganella: «Persona di livello umano altissimo»

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 121 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 99 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. Calano i ricoveri

Telescopio Universitario4 settimane fa

In 440 oggi alla cerimonia di laurea, il rettore: «Scommetto su di voi»

Telescopio Universitario4 settimane fa

All’Università di Trento il fondo Feierabend sull’arte italiana del ‘900

Arte e Cultura4 settimane fa

Mario Giordano in Trentino con i «Tromboni. Tutte le bugie di chi ha sempre la verità in tasca»

eventi3 settimane fa

Dal 17 al 26 giugno tornano a Trento le Feste Vigiliane

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 166 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Alto Garda e Ledro3 settimane fa

Stop alla viabilità a Riva del Garda: si girano le scene di un film americano

Valsugana e Primiero2 settimane fa

Sbanda, va in contromano e rischia di scontrarsi con altre auto prima di entrare in statale – IL VIDEO

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 49 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino con nessun positivo al molecolare

Trento2 settimane fa

Attimi di paura alla stazione delle corriere di Trento!

Società3 settimane fa

L’impresa di Melissa Mariotti tra lavoro in Germania e progetti turistici in Valbrenta

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza