Connect with us
Pubblicità

Trento

Ancora scintille tra la maggioranza: Walter Kaswalder attacca Fravezzi e Olivi

Con la chiamata in causa qualche giorno del vice presidente Olivi che allertava  la coalizione rispetto ad un eccessiva crescita del Patt, e le dichiarazioni di ieri del senatore Fravezzi che parla di mutazione genetica dell’ attuale alleanza di governo, il Patt sembra sotto processo per una sorta di colpa da prestazione.

Pubblicato

-

Con la chiamata in causa qualche giorno del vice presidente Olivi che allertava  la coalizione rispetto ad un eccessiva crescita del Patt, e le dichiarazioni di ieri del senatore Fravezzi che parla di mutazione genetica dell’ attuale alleanza di governo, il Patt sembra sotto processo per una sorta di colpa da prestazione.
 
In questo frangente è Walter Kaswalder a rispondere per le rime ad Olivi e Fravezzi, «quasi che il tentare di bene operare, di evitare polemiche sterili, di mantenere attenti riferimenti al Nord più che a Roma, di puntare ad una sorta di nuovo ordine delle cose e magari vincere gli appuntamenti elettorali costituisca un demerito» affonda subito il consigliere autonomista. 
 
Walter Kaswalder, in qualità di Presidente del Patt, ma anche di consigliere regionale e quindi di partecipe e testimone in prima persona del lavoro  di palazzo del Patt, suggerisce – attraverso una breve nota – sommessamente al senatore Fravezzi alcuni brevissimi ragionamenti.
 
«Il Patt era e continua ad essere una forza popolare e territoriale – afferma Kaswalder – si trova in area di governo con responsabilità diverse da più di vent’anni; è, dopo Andreotti, alla seconda guida autonomista del governo provinciale. La logica del “blockfrei” è per quanto mi riguarda appartenente ad un’altra era geologica, cioè quella cui fa riferimento il senatore Fravezzi, della fine degli anni ’90, che vedeva Margherita e Ds motore di una locomotiva con un Patt in funzione di indispensabile comprimariato. In tale periodo il “blockfrei” del Patt fu più una condizione che una scelta».
 
PATT COME RIFERIMENTO DEGLI SFIDUCIATI DELLA POLITICA«Oggi gli equilibri, – continua il consigliere – figli anche di una crescita qualitativa del Patt, hanno spinto gli Autonomisti a rappresentare  una realtà consolidata che funge  essa stessa da polo e quindi, per quanto riguarda il quadro provinciale, da precisa area politica di approdo. Il Patt è oggi  riferimento per un’intera comunità politica sfiduciata da un disordine partitico all’interno del quale,  e proprio lì tra queste citate forze, qualcuno vorrebbe seduttivamente proporre soluzioni federative nazionali in risposta a mancanze di progettualità politica proprie».
 
Poi rivolgendosi in prima persona a Fravezzi lo attacca senza mezze misure «mi permetta, e qui il tono non riesco proprio a silenziarlo, respingo seccamente al mittente l’accusa di localismo e chiusura che ci rivolge, proprio perché noi sì ed in tempi non sospetti parlammo ed agimmo da europeisti convinti e da ferrei euroregionalisti. Veda, confondere la tradizione col localismo, lo sviluppo economico e sociale sostenibile cui noi tendiamo con la chiusura significa non comprendere quello che lentamente  invece tanta gente comincia a recepire del nostro messaggio.  Abbandoni, almeno per quanto riguarda il Patt, l’idea  che la dimensione nazionale ed europea di non si capisce quale costruendo  fantomatico progetto tra Pd e Upt possa contribuire ad un’azione virtuosa per il Trentino. Il Patt trae dal decentramento e dalla valorizzazione della propria vocazione mitteleuropea un’energia vitale. Certo, lo strumento romano rimane normativamente imprescindibile, ma non rappresenta che una scelta obbligata al banchetto dell’Autonomia che noi immaginiamo, non sicuramente il padre tutelare del nostro agire politico.  Il Patt che oggi sta sorprendendo gli analisti sul piano delle conferme elettorali, non può essere interessato per sua natura  ad una politica autonomista romanocentrica. E i riscontri che noi incontriamo tra la gente e  girando sul territorio, stimolandoci  ad andare avanti su questa strada,  dimostrano ancora una volta che forse  il pensiero comune della gente, in questo  senso,  precede quello dei tecnocrati della politica».
 

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Una notte tra le Dolomiti e le stelle a 2055 metri di quota
    A pochi chilometri da Cortina tra cieli sconfinati e cattedrali rocciose esiste una camera che regala l’insolita emozione di ritrovarsi a dormire avvolti dall’affascinante magia di un paesaggio unico al mondo. La starlight Room, inclusa tra i dieci hotel più spettacolari del mondo, si trova infatti sopra al rifugio Col Gallina a 2055 metri in […]
  • “Vuoi costruire una piscina di pregio ma non sai bene da dove iniziare?” Comincia da qui
    Immagina un angolo di vacanza nel tuo giardino o terrazza, uno spazio accogliente e riservato dove poter dimenticare i problemi quotidiani e immergerti in momenti di benessere e relax da solo o con i tuoi cari. Magari è da un po’ che ci pensi ma qualcosa ti frena. Domande del tipo: “Da dove inizio? Mi […]
  • L’idea di rifugio si evolve in sostenibilità, design e tradizione
    Il giusto equilibrio tra sostenibilità, design e tradizione prende forma grazie all’innovativo progetto di due architetti italiani che, reinterpretando l’idea tradizionale di rifugio hanno progettato e realizzato “ The Mountain Refuge”. Si tratta di una piccola capanna modulare dalla forma semplice e minimale che vuole rievocare l’archetipo tradizionale mediante composizioni innovative e contemporanee. La struttura […]
  • Lindt realizza il sogno di ogni bambino: apre in Svizzera la Home of Chocolate
    La Lindt Home of Chocolate, in italiano “Casa del Cioccolato“, avrebbe dovuto aprire le porte al pubblico lo scorso maggio ma, a causa della pandemia di Covid-19 che sta ancora affliggendo la popolazione mondiale, Lindt ha dovuto rimandare questo dolce e atteso appuntamento al 10 settembre 2020. Questa Casa del Cioccolato, situata nella sede di Lindt& Sprüngli […]
  • Internet supera i confini del deserto con 30 palloni aerostatici
    Dal mondo della tecnologia arriva il primo passo verso una società più equa. Il 4G supera i confini del deserto e arriva in Kenya grazie a 30 palloni aerostatici alimentati ad energia solare per garantire una copertura di rete a 14 contee keniote altrimenti isolate. L’iniziativa è frutto di un accordo tra la compagnia telefonica […]
  • Percorso Kneipp: concludere le vacanze in Trentino in totale relax
    La strana e tanto discussa estate 2020 sta per giungere al termine. E, se ci si trova in Trentino Alto-Adige, cosa si può fare per concludere al meglio la propria vacanza? Una delle tappe da non perdere è sicuramente il Percorso Kneipp, Centro situato in Val di Rabbi, per la precisione nella Frazione S. Bernardo. Il […]
  • In Giappone trionfano le vacanze covid – Free, di girare il mondo su un aereo ma con la realtà virtuale
    Per ottemperare alle rigide restrizioni imposte per abbattere la pandemia da Coronavirus garantendo contemporaneamente l’emozione del viaggio in aereo, una compagnia aerea giapponese ha riconvertito la propria offerta proponendo ai clienti  eccentriche vacanze virtuali a bordo di aerei finti con occhiali per la realtà virtuale. L’ideatrice di questo stravagante progetto è la Tokyo First Airlines, che permette […]
  • Si viaggerà ad idrogeno anche in Italia: dal 2021 al via i nuovi treni
    Negli ultimi anni, le soluzioni green per il trasporto pubblico si sono moltiplicate e concretizzate sempre di più attraverso la produzione di treni riciclabili a basse emissione oppure con l’entrata in servizio di Bus ibridi. A questo si aggiunge l’ultimissimo accordo siglato tra uno dei maggiori colossi di infrastrutture energetiche, Slam e una delle più […]
  • La Nasa riprogramma la strada verso la Luna testando “il razzo più potente di sempre”
    Dopo l’ultima missione di Apollo del 1972, l’agenzia aerospaziale americana Nasa si prepara a riportare l’uomo sulla Luna, testando nel deserto di Utah quello che ha definito “ il razzo più potente di sempre”, lo Space Launch System. Questo razzo farà parte della missione Artemide che in un solo lancio riuscirà a portare l’equipaggio insieme […]

Categorie

di tendenza