Connect with us
Pubblicità

Trento

Il decreto pensioni è legge.

Con il voto finale del Senato e senza modifiche rispetto al testo già approvato dalla Camera si è concluso, ieri, l’iter di conversione del decreto pensioni da parte del Parlamento. Il decreto (in scadenza al 20 luglio) è stato varato dal Governo Renzi dopo la sentenza della Corte Costituzionale Italiana che ha dichiarato l’illegittimità del blocco della rivalutazione automatica delle pensioni di importo superiore a tre volte il trattamento minimo Inps per il 2012 e 2013 previsto dal Governo Monti.

Pubblicato

-

Con il voto finale del Senato e senza modifiche rispetto al testo già approvato dalla Camera si è concluso, ieri, l’iter di conversione del decreto pensioni da parte del Parlamento. Il decreto (in scadenza al 20 luglio) è stato varato dal Governo Renzi dopo la sentenza della Corte Costituzionale Italiana che ha dichiarato l’illegittimità del blocco della rivalutazione automatica delle pensioni di importo superiore a tre volte il trattamento minimo Inps per il 2012 e 2013 previsto dal Governo Monti.

Il rimborso degli arretrati, che in alcuni casi è solamente parziale, è previsto già con l’inizio di agosto.

Pubblicità
Pubblicità

Ecco i punti salienti della legge:

RIVALUTAZIONE PER FASCE – Per il 2012 e il 2013 saranno rivalutate al 100% le pensioni fino a tre volte il minimo, al 40% quelle tra tre e quattro volte il minimo, al 20% quelle tra quattro e cinque volte il minimo, al 10% quelle tra cinque e sei volte il minimo. Le pensioni superiori a sei volte il minimo non riceveranno alcun adeguamento. Per il 2014 ed il 2015 la rivalutazione è fissata al 20% e dal 2016 al 50%.

DATA UNICA DI PAGAMENTO– Pensioni, rendite vitalizie e indennità, già dal primo giugno, vengono pagate il primo giorno di ciascun mese o il giorno successivo se festivo. Dal 2017 i pagamenti saranno effettuati invece il secondo giorno, non festivo, di ciascun mese.

Pubblicità
Pubblicità

CIG IN DEROGA – L’importo a disposizione del Fondo sociale per l’occupazione e la formazione viene aumentato per il 2015 di 1 miliardo di euro, per il finanziamento degli ammortizzatori sociali in deroga. Vengono rifinanziati anche gli ammortizzatori sociali in deroga per il settore della pesca per 35 milioni di euro.

CONTRATTI DI SOLIDARIETA' – Dagli iniziali 70 milioni di euro per l'anno 2015, previsti dal decreto, l'importo è stato incrementato a 290 milioni dal Parlamento, di cui 150 milioni per l'innalzamento dal 60 al 70% dell'integrazione salariale per i contratti di tipo A (imprese con accesso alla cassa integrazione) e 140 milioni per i contratti di tipo B (imprese senza accesso alla cassa integrazione) per ridurre gli esuberi di personale. Ulteriori 20 milioni per il 2015 sono stati stanziati per il finanziamento del secondo anno degli accordi di crisi aziendale per cessazione di attività che prevedono la rioccupazione dei lavoratori sospesi, passando così da 115 a 135 milioni.

TFR IN BUSTA PAGA – Approvate anche le misure, previste dal decreto, che facilitano i finanziamenti bancari per i datori di lavoro che non possono corrispondere, con risorse proprie, il Tfr in busta paga ai dipendenti. Tali operazioni saranno esentate da oneri fiscali e semplificate nella procedura di garanzia con il ricorso ad un privilegio speciale sul credito specifico.

A cura di Mario Amendola

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Piccoli angoli di paradiso immersi nella natura incontaminata, una perfetta alternativa al mare
    La bellezza incontaminata della natura fatta di scrigni selvaggi e posti da favola, accende la passione per l’Italia e per le sue straordinarie mete che spesso, nascondono scenari incredibili. Non solo acqua di mare, ma anche fiumi, cascate e canyon diventano un luogo ed un’alternativa perfetta per fare il bagno e rilassarsi. Infatti, per chi vuole […]
  • Nuotare nel Reno: un’esperienza unica nel suo genere
    Dalle montagne spettacolari, agli immensi boschi fino alle gole selvagge, la Svizzera circondata dalla sua natura incontaminata diventa inevitabilmente sinonimo di sostenibilità. Questa attenzione si riflette sui consumi, sulla lungimiranza nel riciclaggio della popolazione, ma anche sul turismo. Infatti, il turismo svizzero spinge i suoi visitatori ad entrare quanto più possibile a contatto con l’ambiente […]
  • Kylie Skin, la linea beauty di Kylie Jenner
    “La cura della pelle e il trucco vanno di pari passo e Kylie Skin è qualcosa che ho sognato subito dopo Kylie Cosmetics. Ci ho lavorato per quella che sembra una vita, quindi non posso credere che sia finalmente arrivato! Costruire la mia linea di trucco da zero mi ha insegnato molto e sono così […]
  • The Ordinary – The Balance Set: la skin care di qualità adatta a tutte le tasche
    The Ordinary è un marchio di DECIEM (società ombrello di brand focalizzati su trattamenti avanzati di bellezza) in continua evoluzione di trattamenti per la skin care. The Ordinary offre trattamenti clinici elettivi di cura per la pelle a prezzi onesti. The Ordinary è “Formulazioni cliniche con onestà”. Tutti i prodotti DECIEM,  compresi quelli del brand The Ordinary, […]

Categorie

di tendenza