Connect with us
Pubblicità

Trento

Un test sull’olfatto per scoprire l’autismo.

Uno studio mostra che i bambini con disturbi dello spettro autistico percepiscono in maniera diversa gli odori, suggerendo di utilizzare l’olfatto come un marcatore del disturbo.

Pubblicato

-

Uno studio mostra che i bambini con disturbi dello spettro autistico percepiscono in maniera diversa gli odori, suggerendo di utilizzare l’olfatto come un marcatore del disturbo.

I bambini con autismo sentirebbero gli odori in maniera diversa. Così diversa che, forse, un test dell’odore potrebbe essere utile a indicare la presenza del disturbo neurologico già in bambini piccolissimi. Si tratta però, ancora, solo di una possibilità, precisano gli autori dello studio pubblicato su Current Biology, aggiungendo che il test non è ancora pronto e che ulteriori studi serviranno a confermare quanto osservato.

L’idea di un’alterazione nella percezione degli odori nell’autismo non è così improbabile dal momento che l’odore ha un ruolo importante nelle relazioni sociali e chi soffre di autismo ha difficoltà nelle interazioni con gli altri e nella comunicazione, verbale e non. Inoltre, l’ipotesi che l’odore potesse essere un indicatore dei disturbi dello spettro autistico (Dsa) nasce da alcune osservazioni e studi precedenti che suggerivano un’alterazione, a livello cerebrale, del modo in cui le persone con autismo coordinano e processano azioni e informazioni sensoriali, compreso l’olfatto appunto.

PubblicitàPubblicità

Il team di Noam Sobel del Weizmann Institute of Science di Israele ha voluto indagare meglio le alterazioni olfattive nei bambini con Dsa, per capire se e quanto fossero presenti e se fosse possibile usarle come strumento di supporto diagnostico. Per scoprirlo i ricercatori hanno arruolato un gruppo di 36 bambini (età media 7 anni), metà con Dsa e metà senza, e hanno analizzato le loro risposte a diversi odori.

Gli scienziati hanno così utilizzato un dispositivo a due tubicini: uno inalava nel naso degli odori (piacevoli o sgradevoli) l’altro analizzava cambiamenti nel pattern di respirazione. L’idea di base, infatti, è che se sentiamo un odore piacevole, quale quello emanato da una rosa, respireremo più a lungo per assaporarlo tutto, mentre in presenza di una puzza (quale può essere per esempio quella presente in un bagno pubblico) cercheremo di odorare il meno possibile.

I ricercatori hanno scoperto che mentre nei bambini senza Dsa l’aggiustamento ai diversi odori, cambiando pattern di respirazione, avveniva velocemente, nei bimbi con Dsa non si osservavano cambiamenti in risposta ai diversi odori (una tendenza ancor più spiccata all’aumentare della severità dei sintomi di autismo).

Pubblicità
Pubblicità

In altre parole i bambini con autismo odoravano allo stesso modo fragranze più o meno piacevoli. Queste differenze, continuano i ricercatori, erano così evidenti che, istruendo un computer ad elaborare le risposte al test olfattivo, era possibile identificare i bambini con Dsa con un’accuratezza dell’81%.

Siamo capaci di identificare l’autismo e il suo grado di gravità con un’accuratezza significativa in meno di 10 minuti con un test completamente non-verbale e che non necessita di compiti da fare”, conclude Sobel. “Tutto questo dà la speranza che simili risultati potrebbero costituire la base per lo sviluppo di uno strumento diagnostico che possa essere applicato molto presto, già nei bambini di pochi mesi di età. Una diagnosi precoce permetterebbe così un intervento più efficace”.

a cura di Anna Lisa Bonfranceschi

 {facebookpopup2}
 

 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Coronavirus: Paziente Virtuale evita i test sugli animali
    Grazie alle diverse ricerche ed ai numerosi studi dell’Università di Catania, si rafforza il filo della comunicazione tra il clinico e il laboratorio, dando vita al progetto del Paziente Virtuale. Un progetto completamente italiano che potrebbe finalmente evitare la sperimentazione animale, necessaria per testare farmaci e vaccini anche contro il più recente Coronavirus. Infatti, per […]
  • Sconti e voli gratis ai viaggiatori se bambini piangono o disturbano in aereo, l’idea di una compagnia aerea americana
    Sembra incredibile, ma il binomio aereo – neonato, si posiziona tra i primi posti come motivo di fastidio e disturbo per molti viaggiatori, portando una compagnia area alla decisione di far volare gratis i passeggeri che si trovavano a viaggiare con bambini piangenti a bordo. Ad ovviare questo il problema è JetBlue Airways la compagnia aerea […]
  • Russia registra il primo vaccino al mondo contro il coronavirus
    Dopo mesi di test e di attesa è la Russia a battere tutti e registrare Sputnik il primo vaccino al mondo contro il Coronavirus. Sputnik, il vaccino sviluppato dall’Istituto Gamaleya di Mosca ha ricevuto il via libera dal Ministero della Sanità russo. Citando i media russi, Putin avrebbe rivelato che anche alla figlia è stata […]
  • Piccoli sottomarini privati, il nuovo sogno degli esploratori
    Dalle tranquille avventure sulla superficie dell’acqua all’eccitante esplorazione delle profondità dei fondali marini a bordo dell’ultimo e più sensazionale giocattolo marino: il sottomarino personale. Leggero da trasportare in macchina e comodo da tenere nei garage dei superyatch, il nuovo trend subacqueo prenderà il posto dei numerosi sport d’avventura fin’ora sperimentati. Costruito per esplorare i fondali […]
  • Prima lo adotti poi raccogli i suoi frutti, a Milano nasce la Food Forest, la foresta edibile
    Oltre 2.000 tra piante, ortaggi, piante officinali, alberi, arbusti da frutto e da legno ospitati nel cuore dell’immensa città metropolitana di Milano, con l’obbiettivo di ristabilire il rapporto primitivo tra l’uomo e i prodotti che Madre Natura gentilmente offre. Questo, starà alla base della nuova Food Forest, la foresta edibile  che in autunno prenderà vita all’interno […]
  • Ponte Tibetano e Cascate di Saent: che bella la Val di Rabbi!
    Costruito nel 2016 sopra il torrente Ragaiolo in Val di Rabbi, il ponte tibetano è ormai diventato una tappa fissa per tutti coloro che amano la montagna e la Val di Rabbi. Costruito in ferro e con una pavimentazione di grate di ferro, il ponte tibetano è adatto a grandi e piccini grazie anche alle […]
  • Si allunga la lista delle preziose aree naturali del Pianeta: l’Unesco aggiunge altri 15 Geoparchi da tutelare
    Riconosciuto a livello internazionale come un territorio che possiede un patrimonio geologico particolare e una strategia di sviluppo sostenibile, il Geoparco deve comprendere un certo numero di siti geologici di particolare importanza in termini di rarità, qualità scientifica e rilevanza estetica o valore educativo per essere definito tale. In particolare, si tratta di aree in […]
  • Samsung lancia l’idea: Prevenire gli incidenti grazie ad un camion attrezzato con schermi LCD
    Visibilità azzerata, traffico intenso, grandi mezzi e sorpassi azzardati sono tutti problemi autostradali che potrebbero trovare soluzione grazie ad un “camion trasparente” con grandi schermi LCD: Un‘ idea tanto semplice quanto potenzialmente utile che potrebbe facilitare le manovre di sorpasso dei grandi mezzi riducendo i rischi di incidenti. L’idea è stata presentata da Samsung con […]
  • Trentino Wild Park: il parco avventura più grande d’Italia
    Affrontare situazioni che non appartengono alla vita normale percorrendo una realtà diversa da quella urbana, attraversando ponti tibetani, liane e guardando il bosco tra le chiome degli alberi, sono la base di un intrigante situazione, lontana dalla vita cittadina ma alternativa ad un classico tour. La possibilità di vivere forti emozioni e sentirsi veramente immerso […]

Categorie

di tendenza