Connect with us
Pubblicità

Trento

Pianto greco, dolore europeo

Da una parte ci sono i poteri forti della finanza, dall'altra un Paese che non si piega all'Europa ma non riesce nemmeno a rompere il circolo vizioso della corruzione e a fare riforme serie. 

Pubblicato

-

Da una parte ci sono i poteri forti della finanza, dall'altra un Paese che non si piega all'Europa ma non riesce nemmeno a rompere il circolo vizioso della corruzione e a fare riforme serie. 

È questo lo scontro che sta dietro la giornata di passione vissuta ieri in Europa guardando alla Grecia. I greci hanno votato senza paura, esasperati da un trattamento che non ritenevano poter dare più speranze dopo cinque anni di continui peggioramenti.

Di fronte a una situazione ormai drammatica, hanno optato per un segnale estremo di cambiamento. Ma ora è chiaro che un accordo andrà comunque trovato, e le dimissioni del ministro dell'economia Varoufakis dovrebbero favorire il dialogo. È abbastanza evidente infatti che una discussione sterile sui numeri non può portare a una soluzione del problema, mentre è possibile che l'esito del referendum possa indurre ragionevolmente tutti a fare un passo indietro, prendere la rincorsa e salire un po' più in alto.

Pubblicità
Pubblicità

Sarebbe la presa di coscienza necessaria per uscire dall'impasse in cui è precipitata l'Europa. La Grecia ha ottenuto dall'esito del referendum la legittimazione a porre il problema della ristrutturazione del debito pubblico ai partner europei. Se vorrà strappare qualche concessione, tuttavia, Tsipras dovrà anche mettere sul piatto la volontà di non dire sempre no al cambiamento e alla modernizzazione del Paese. Un Paese in cui i più ricchi non pagano le tasse o lo fanno meno dei poveri, in cui gli armatori sono privilegiati secondo Costituzione, in cui le riforme della macchina pubblica sono state solo annunciate.

Dall'altra parte però il voto greco mette drammaticamente a nudo l'assenza di una leadership politica dell'Europa, la mancanza di una classe dirigente degna di questo nome. I padri fondatori del disegno europeo si staranno rivoltando nella tomba, ma è evidente anche lo scarto con la generazione che ha portato alla creazione della moneta unica. Il risultato di tanta indolenza è che dopo il no greco le opinioni pubbliche dei Paesi del Sud Europa, tra cui l'Italia, si dicono solidali con Atene.

E sono sempre più lontani dalla linea dei Paesi del Nord Europa, che insistono sulla politica del rigore come se nulla fosse avvenuto. Senza una risposta politica comunitaria, che si occupi non solo di debito pubblico ma anche di nuovi investimenti, di assorbimento dell'immigrazione, di integrazione economica e di prospettive per i giovani, l'Europa avrà buttato via l'ultima occasione per riportarsi sui binari della sua missione originaria. Dopo la Grecia, altre vittime verranno.

Pubblicità
Pubblicità
Soddisfazione da parte dei comitati trentini per l'altra Europa con Tsipras che in una nota «ringraziano il popolo greco per aver difeso la democrazia, per aver intrapreso una lotta che è per tutte e tutti noi, rendendo più solida la soggettività nuova che da circa due anni lavora in Italia per ricostruire l'unità della sinistra, nonostante il massiccio oscuramento mediatico. Oggi è stata scritta una nuova bellissima pagina di storia ed è stata scritta in greco».
 
E ancora: «Il voto di oggi spezza l'assedio che la Grecia subiva da settimane con minacce,  disinformazione e terrorismo psicologico da parte di oligarchie tecnocratiche affamatrici di popoli  e ladre di democrazia. Il sogno dell'Europa di Ventotene è ora possibile realizzarlo. Costruiremo insieme un'Europa realmente unita,  di popoli e non solo di banche, accogliente e solidale, con corridoi umanitari per migranti che fuggono da condizioni disperate e da guerre, fondata su un'economia sostenibile che si basa sulla ricostruzione di un welfare europeo. Un'Europa delle persone e non solo della moneta, dove la vita vale molto di più della Borsa».
 
«La vittoria del no – conclude la nota – è la vittoria di tutte le persone che credono che la dignità possa battere la paura e rompe un pericoloso embargo di democrazia. Grazie a Tsipras e a Varoufakis il re è nudo ed è un nano politico. Da stasera nulla potrà più essere come prima neanche da noi. Avanti tutta»!
 
Soddisfazione anche da parte del segretario della Lega nord Trentino Maurizio Fugatti, «La vittoria democratica della Grecia segna la sconfitta dell’Europa dei burocrati, della troika e dei sodali della signora Angela Merkel che governano il nostro Paese senza alcun mandato popolare – afferma Fugatti – L’austerità imposta dalla Germania ha fallito, ed è arrivato il momento che anche nel nostro Paese la parola torni al popolo».
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Isole Borromee: le tre incredibili ‘perle’ del lago Maggiore
    Incastonato tra i rilievi collinari e montuosi delle terre svizzere e quelle italiane, nelle regioni di Lombardia e Piemonte si aprono le meravigliose acque del Lago Maggiore, rese spettacolari dai tratti di costa punteggiata di castelli, ville monumentali e circondate dai rigogliosi e coloratissimi giardini. Dal favoloso clima, alle bellezze architettoniche, alla ricca eredità archeologica, […]
  • Eco Bonus 110% esteso anche alle seconde case
    Nonostante il tanto desiderato Super Eco Bonus del 110 %, il pacchetto di incentivi fiscali relativi alle detrazioni per le riqualificazioni energetiche e misure antisismiche sia entrato ufficialmente in vigore dal mese di luglio 2020, si pensa già ad un allargamento della platea per la super detrazione. È stata presentata infatti, una riformulazione di un […]
  • Ghiaccioli fatti in casa: mille gusti di golosità!
    Quando arriva l’estate nei nostri congelatori non mancano mai alcune scatole di ghiaccioli. Golosi, gustosi, colorati e adatti a tutti i gusti: i ghiaccioli possono essere l’ingrediente perfetto per una merenda tra amici, fresca e rigorosamente instagrammabile. Ma è davvero così complicato prepararli? Gli ingredienti per preparare i ghiaccioli sono davvero semplici e pochi: i […]
  • Garda See Charter: tra l’arte del navigare e un’avventura sportiva
    Venti che soffiano costanti e regolari, onde perfette e mai eccessivamente abbondanti, acqua celeste e leggermente illuminata dai caldi raggi del sole che rendono il clima mite tutto l’anno: queste sono solo alcune delle condizioni ideali per un’esperienza in barca a vela sulle acque del Lago di Garda. Quello del Lago di Garda, tra il […]
  • “Vivi internet, al meglio”: la piattaforma di Google per aiutare gli adulti a guidare i ragazzi sul web
    Dalla sua nascita l’immenso mondo del web ha concretizzato le necessità in facili possibilità ma con la sua inarrestabile evoluzione sta offrendo, sopratutto al pubblico più giovane, altrettante insidie e minacce. Secondo una ricerca commissionata da Google, nonostante l’85% degli insegnanti italiani intervistati non abbia i mezzi sufficienti per affrontare questo tipo di problematiche, il […]
  • Sacro Bosco di Bomarzo: un luogo tra sogno e realtà
    Non tutti sanno che nel cuore della Tuscia Laziale, in provincia di Viterbo, si trova un bosco dove immaginazione e paure prendono forma: il Sacro Bosco di Bomarzo, noto ai più come Parco dei Mostri di Bomarzo. In letteratura e nell’arte, il bosco è spesso visto come metafora di caos, turbamento, inquietudine, vita, perdita della […]
  • Arredare green: la scelta di vivere sostenibile
    La connessione fondamentale tra essere umano e natura trova forte legame e accordo con un incredibile risultato in molti settori: dall’abbigliamento, alla arte culinaria fino all’arredamento di spazi interni ed esterni. Per gli appassionati di aree verdi e naturali, la nuova tendenza che guarda al futuro del design è uno sguardo verso Madre Natura, composto […]
  • “ Sentiero dei Parchi”: presto anche l’Italia avrà il suo Cammino di Santiago italiano
    Dai Tg flash, ai treni velocissimi ai fast food fino ai pranzi al volo: viviamo in un mondo in cui la velocità è diventata una dote essenziale e molto ricercata, ma esiste un’alternativa che cerca di promuovere il valore della lentezza e della scoperta. Esistono infatti, diversi modi di viaggiare e dopo lo slow food […]
  • “Regalati il Molise”:case vacanze gratis per rilanciare turismo e piccoli borghi
    Nell’anno in cui l’emergenza sanitaria ha rotto tutti gli schemi del classico turismo legato alle grandi mete e alle vacanze tradizionali, una delle regioni più piccole d’Italia ha deciso di riaprire i confini del turismo con una particolare iniziativa aperta al mondo: “ Regalati il Molise perché il Molise è un regalo speciale”. L’annuncio arriva […]

Categorie

di tendenza