Connect with us
Pubblicità

Sport

PintaRally Motorsport gioca in casa alla Trento Bondone 2015

Trento (TN) – Ricorre il 90° anniversario per la salita Trento Bondone giunta quest’anno alla 65° edizione. 

Pubblicato

-

Trento (TN) – Ricorre il 90° anniversario per la salita Trento Bondone giunta quest’anno alla 65° edizione. 

Considerata l’ “Università della salita“ con i suoi 17,3 Km di tornanti, una pendenza media del 8,88% e ben 1350 m di dislivello, è la gara più attesa dalla scuderia Pintarally Motorsport: la gara di casa, in cui i piloti di tutte le categorie si daranno filo da torcere per arrivare con il miglior tempo all’arrivo a Vason.  

Ben 12 sono i piloti della scuderia iscritti alla gara, sotto la supervisione del titolare della scuderia Silvano Pintarelli che per l’occasione salirà come lo scorso anno nelle vesti di apripista: per lui super vettura, unica nella sua categoria a questa manifestazione: una Citroen DS3 R5 preparata dalla Delta Rally Team.

PubblicitàPubblicità

Stesso preparatore ma auto diversa per Maurizio Pioner: dopo lo sfortunato ritiro nell’edizione 2014 il pilota trentino salirà sulla potentissima Ford Fiesta WRC  pronto al riscatto e per puntare alla vittoria.

Il campione del Targa Tricolore Porsche 2014, Giuseppe Ghezzi, dopo i recenti podi ad inizio 2015 in pista ad Imola, Monza e Misano,  sarà al via a Montevideo con una potentissima Porsche 997 GT3R della Autorlando, mentre Dario Baruchelli, che nel 2014 salì sul secondo gradino del podio di S1600 ( Renault Clio S1600 ) a Vason, salirà con una Porsche 997 GT3 RS RGT sempre della Autorlando.

Fulvioed Alessio Bolfelli si sfideranno in gruppo A con le Renault Clio Williams gr.A delTeamPascoli, mentre Maurizio Capuzzo ripeterà l’esperienza del 2014 sempre su Renault Clio S1600 ( Team Pascoli ). Cambio di vettura per Roberto Parisi che per l’occasione salirà con la Renault Clio S1600 ( Team Pascoli ) dopo il podio di E3 con la Clio Williams Gr.A ottenuto lo scorso anno.

Renato Paissan, recente vincitore della 2° edizione di TALENTI AL VOLANTE, organizzato dalla PintaRally a maggio, prenderà il via per la sua prima gara ufficiale con una Peugeot 106 Gr.N messa a disposizione dalla De.Mi Racing.

Pubblicità
Pubblicità

Andrea Scoz, dopo il buon piazzamento nell’edizione 2014 ripeterà l’esperienza  su Peugeot 106 Gr.N ( De.Mi Racing ).

Michele Debiasi salirà i tornanti del Bondone sulla sua personale Peugeot 106 Gr.N come nel 2014, mentre la new entry Loris Marchi, alla sua prima esperienza, correrà con una Peugeot 106 Gr.N della Almiracing.

La Pintarally Motorsport con i suoi 12 piloti, testerà le vetture venerdì 3 Luglio dalle ore 9 alle 14 presso Fai della Paganella ( TN ): occasione per testare le vetture pre-gara ed apportare le ultime modifiche in vista delle verifiche tecniche in programma nel pomeriggio dalle 13 alle 19:30 a Piazza Dante a Trento.

Si prosegue poi nella giornata di Sabato 4 Luglio quando la SPn°85 che sale da Montevideo fino a Vason verrà chiusa per i due turni di qualifica,  in vista della gara di Domenica 5 Luglio che in questa edizione viene anticipata alle ore 10. La premiazione è fissata invece per le ore 17 presso Area Zuffo a Trento.

Pubblicità
Pubblicità

Sport Trentino

Il blackout nella ripresa costa caro al Trento: k.o. al Venezia

Pubblicato

-

Il Trento inciampa nella trasferta di Venezia e, dopo aver disputato un buon primo tempo, si ritrova sotto per tre a zero in un quarto d’ora dall’inizio della ripresa. Il goal di Daprà, a dieci minuti dal termine della gara, non basta alle gialloblù per evitare la sconfitta.

Per la trasferta di Venezia, mister Pavan ripropone il consueto 4-3-1-2 con Varrone, Ruaben, Linda Tonelli e Lucin a difendere Valzolgher; Fuganti, Rovea e capitan Torresani a comporre la linea di centrocampo, mentre Rosa, Poli e Alessandra Tonelli hanno il compito di svariare sul fronte offensivo dando pochi riferimenti alle avversarie.

Dopo solamente cinque minuti dal fischio d’inizio, il Trento si rende pericoloso e il calcio di punizione dalla trequarti battuto da Alessandra Tonelli diventa facile preda per Torresani che si libera e calcia mancando di poco lo specchio.

PubblicitàPubblicità

Il secondo acuto di una prima frazione altrimenti avara di emozioni è ancora di marca trentina: Tonelli lancia a rete Poli, che sterza e serve a sua volta Rosa.

Il trequartista gialloblù arma il destro dai sedici metri ma Pinel si distende in tuffo e devia in corner la conclusione. La restante mezz’ora della prima frazione risulta invece molto combattuta a metà campo ed entrambe le squadre mancano di precisione nell’ultimo passaggio per andare al tiro.

La ripresa si apre con il vantaggio del Venezia, siglato da Zuanti in girata, abile a spedire in rete il pallone servitole sulla corsa da una compagna.

Quattro minuti più tardi, le leonesse raddoppiano e Tosatto è brava a scattare sul filo del fuorigioco sorprendendo la difesa, prima di concludere con un diagonale che non lascia scampo a Valzolgher.

Pubblicità
Pubblicità

Il tris lo sigla ancora l’attaccante veneziano, che, favorita dall’ottima pressione delle compagne, riceve palla in area e batte Valzolgher con il destro.

In meno di un quarto d’ora, il Venezia approfitta dunque del blackout gialloblù per mettere la gara in cassaforte ela reazione trentina non basa per evitare la sconfitta.

Al 26’ Tonelli scuote le compagne con un tiro dalla distanza che impegna Pinel in corner, mentre Daprà riesce a sfruttare al meglio l’assist servitole dalla stessa Tonelli, dieci minuti più tardi, spedendo il pallone alle spalle del portiere arancioneroverde. Poco dopo, l’arbitro manda le squadre negli spogliatoi e decreta la

 per la squadra di mister Pavan che dovrà provare a riprendere il cammino nella prossima partita con il Brescia davanti ai propri tifosi.

VENEZIA: Pinel, Sabbadin, Zuanti, Camilli, Baldassin, Tasso, Bellemo, Tosatto, Ruggiero, Dal Ben.
A disposizione: Centasso, Quaglio, Celegato, Tonon, Milanese
Allenatore: Alessandro De Bortoli
TRENTO (4-3-1-2): Valzolgher, Varrone (36’st Maurina), L. Tonelli, Lucin (7’st Daprà), Ruaben, Fuganti, Torresani, Rovea (27’st Chierchia), Poli, A. Tonelli, Rosa.
A disposizione: Callegari, Tononi, Antolini.
Allenatore: Libero Pavan
ARBITRO: Beltrano di Rimini
RETI: 2’st Zuanti (V), 6’st e 16’st Tosatto (V), 35’st Daprà (T).

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Sport Trentino

Aaron Craft: «A Gdynia partita da dentro o fuori, ci faremo trovare pronti»

Pubblicato

-

Il playmaker americano e coach Nicola Brienza presentano il decisivo Round 9 di 7DAYS EuroCup che porta i bianconeri in Polonia, ospiti dell’Asseco Arka Gdynia: palla a due mercoledì sera alle 20.00, diretta Eurosport Player anche in Club House.

AARON CRAFT (Playmaker DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): «Mi sento bene, sia dal punto di vista fisico che mentale mi sento ristabilito e pronto a tornare sul campo e giocare al massimo: nei dieci minuti al PalaDozza mi sono sentito bene, ovviamente la partita non è andata come avremmo voluto ma per me è stato bello ritornare in campo e in questi giorni spero di fare altri passi in avanti per essere di nuovo al massimo della condizione. Sono contento di esserci per questa partita decisiva contro Gdynia perché per noi è davvero un match da dentro o fuori che dovremo vivere con la massima concentrazione e la massima voglia di vincere: non stiamo facendo grandi partite e non abbiamo mostrato la giusta consistenza e continuità in questa prima parte della stagione, ma abbiamo nelle mani il nostro destino e non vogliamo farci scivolare via l’occasione di andare al prossimo turno di 7DAYS EuroCup. Sono convinto che saremo pronti. Il prossimo passo? Non è facile trovare delle cose buone nella nostra prestazione di Bologna, dobbiamo ripartire dalle cose facili, dalle basi, e giocare di squadra in attacco e in difesa, assieme».

NICOLA BRIENZA (Allenatore DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): «Per noi quella con l’Arka Gdynia è una partita importante, fondamentale per il nostro cammino in 7DAYS EuroCup: dovremo interpretarla con la massima attenzione, mettendo in campo una prestazione di alto livello e di cura dei dettagli sui due lati del campo. I polacchi hanno un’ottima organizzazione difensiva e in attacco giocano al loro ritmo, mettendo in condizione i loro leader tecnici Szubarga e Bostic di avere impatto e di prendersi tante responsabilità. Sarà importante riuscire, per quanto possibile, a non adattarci ai loro ritmi ma a giocare la nostra pallacanestro con carattere, qualità e voglia di riscatto».

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Sport Trentino

Braccio di Ferro: gli atleti trentini vincono 5 medaglie a Gardone Riviera

Pubblicato

-

Ottimo bottino per gli atleti della società di Braccio di Ferro Armwrestling  di Trento che nella coppa Italia – gara internazionale con 190 atleti iscritti svoltasi a Riviera Gardone il 7 dicembre 2019  – vincono ben 3 medaglie d’oro e 2 di bronzo.

Il team Trentino era composto dal fondatore della società Livio Tomasi, da Mattia vezzola ragazzo di 15 anni con una predisposizione eccezionale a questo tipo di sport che ha ottenuto due medaglie d’oro nella categoria juniores 18 anni open e da Fabrizio Marocchi di Riva del Garda.  Mattia Vezzola ha vinto la categoria esordienti 100 kg braccio destro mentre la squadra ha ottenuto la medaglia di bronzo nella categoria gran master open  braccio sinistro. La squadra chiude il 2019 con un bilancio molto positivo dove ha partecipato a 7 competizioni vincendo 5 medaglie d’oro, 20 medaglie d’argento, e 8 medaglie di bronzo più due coppe vinte a gennaio 2019 alla competizione a squadre.

PubblicitàPubblicità

rpt

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • PubblicitàPubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza