Connect with us
Pubblicità

Sport

Trentino Volley: da Città di Castello arriva Daniele Mazzone

La Trentino Volley completa il parco centrali della rosa 2014/15 ingaggiando Daniele Mazzone. 

Pubblicato

-

La Trentino Volley completa il parco centrali della rosa 2014/15 ingaggiando Daniele Mazzone. 

Sarà il giovane centrale di origine piemontese, ventitrè anni compiuti meno di un mese fa, l’alternativa in posto 3 a Sebastian Solé e Simon Van De Voorde; con il Club Campione d’Italia ha sottoscritto un accordo biennale, che scadrà quindi solo il 30 giugno 2017.

Atleta dotato di ottimi mezzi fisici (207 centimetri di altezza per 88 chilogrammi), arriva a Trento dopo aver disputato da titolare le sue prime due stagioni nel massimo campionato nazionale, prima a Molfetta e poi a Città di Castello – squadra con cui nella scorsa regular season ha totalizzato 168 punti (di cui 52 a muro e 17 in battuta) col 51% a rete in ventiquattro gare complessivamente disputate.

Pubblicità
Pubblicità

Proprio le ottime prestazioni proposte nei due fondamentali di prima linea hanno fatto intravedere interessanti potenzialità in un ruolo che, a livello di giocatori italiani, sta offrendo pochi volti nuovi e che quindi ha portato Trentino Volley a sceglierlo per il presente ma anche per il futuro al centro della rete.

Cresciuto nel settore giovanile della Pallavolo Torino, dove Cuneo lo notò portandolo subito nel proprio vivaio, Mazzone ha spiccato il volo nella pallavolo che conta passando poi al Club Italia (tre stagioni fra B2 e A1, assieme anche a Lanza) e successivamente maturando ulteriore esperienza nel secondo campionato nazionale grazie ad una annata da protagonista a Sora.

Nel suo curriculum trovano spazio anche otto partite con la Nazionale Maggiore, con cui ha vinto la Medaglia d’Argento agli Europei 2013 (vissuti da quarto centrale dietro Birarelli, Beretta e Piano) e la Medaglia d’Oro ai Giochi del Mediterraneo 2013 disputati in Turchia.

Vestirà la maglia di Trentino Volley numero 18 su cui verrà riportato non solo il cognome ma anche la prima lettera del nome essendoci in rosa anche un altro Mazzone: lo schiacciatore Tiziano, con cui però non c’è nessun tipo di parentela.
 

Pubblicità
Pubblicità

“Scegliendo Trento ho deciso di operare una scelta differente rispetto a quelle che avevo fatto nel recente passato – ha rivelato Daniele Mazzone. Ho preferito firmare per un Club in cui non avrò la certezza del posto da titolare ma che mi possa far crescere e maturare in prospettiva. Arrivo in una Società che per storia e risultati recenti può essere senza dubbio considerata una delle migliori al mondo. Potrò imparare molto da due compagni di reparto con esperienza internazionale come Solé e Van de Voorde e soprattutto da un allenatore come Stoytchev, tecnico vincente e che chiede molto in allenamento. C’è tutto quello che mi serve per poter dimostrare le mie potenzialità.Sono rimasto stupito della chiamata della Società perché nelle quattro gare ufficiali in cui ho giocato contro Trento ho sempre faticato molto ad esprimermi. Mi ha fatto quindi particolarmente piacere essere ugualmente scelto per far parte di questa rosa”.

“Daniele Mazzone è un centrale giovane, dotato di ottime potenzialità, che risponde al profilo di giocatore che volevamo per questo ruolo – ha spiegato Radostin Stoytchev. Studiandolo a video come avversario nelle ultime due stagioni e ascoltando le impressioni di chi lo ha avuto in squadra posso dire che siamo di fronte ad un grande talento, che dovremo essere bravi a far crescere ed esprimere. Sono molto soddisfatto del suo arrivo”.
 

La scheda

DANIELE MAZZONE
nato a Chieri (Torino), il 4 giugno 1992
207 cm, ruolo centrale
2007/08 Pallavolo Torino D e giov.
2008/09 Pallavolo Cuneo B2
2009/10 Club Italia B2
2010/11 Club Italia A2
2011/12 Club Italia A2
2012/13 Globo Banca del Frusinate Sora A2
2013/14 Exprivia Molfetta A1
2014/15 Altotevere Città di Castello San Sepolcro A1
2015/17 Trentino Volley A1

Palmares

1 Campionato Italiano Under 19 (2012)

In nazionale

8 presenze con l’Italia
Medaglia d'Oro ai Giochi del Mediterraneo 2013
Medaglia di Argento Europei 2013
Medaglia di Bronzo World League 2013

Pubblicità
Pubblicità

Sport Trentino

Aaron Craft: «A Gdynia partita da dentro o fuori, ci faremo trovare pronti»

Pubblicato

-

Il playmaker americano e coach Nicola Brienza presentano il decisivo Round 9 di 7DAYS EuroCup che porta i bianconeri in Polonia, ospiti dell’Asseco Arka Gdynia: palla a due mercoledì sera alle 20.00, diretta Eurosport Player anche in Club House.

AARON CRAFT (Playmaker DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): «Mi sento bene, sia dal punto di vista fisico che mentale mi sento ristabilito e pronto a tornare sul campo e giocare al massimo: nei dieci minuti al PalaDozza mi sono sentito bene, ovviamente la partita non è andata come avremmo voluto ma per me è stato bello ritornare in campo e in questi giorni spero di fare altri passi in avanti per essere di nuovo al massimo della condizione. Sono contento di esserci per questa partita decisiva contro Gdynia perché per noi è davvero un match da dentro o fuori che dovremo vivere con la massima concentrazione e la massima voglia di vincere: non stiamo facendo grandi partite e non abbiamo mostrato la giusta consistenza e continuità in questa prima parte della stagione, ma abbiamo nelle mani il nostro destino e non vogliamo farci scivolare via l’occasione di andare al prossimo turno di 7DAYS EuroCup. Sono convinto che saremo pronti. Il prossimo passo? Non è facile trovare delle cose buone nella nostra prestazione di Bologna, dobbiamo ripartire dalle cose facili, dalle basi, e giocare di squadra in attacco e in difesa, assieme».

NICOLA BRIENZA (Allenatore DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): «Per noi quella con l’Arka Gdynia è una partita importante, fondamentale per il nostro cammino in 7DAYS EuroCup: dovremo interpretarla con la massima attenzione, mettendo in campo una prestazione di alto livello e di cura dei dettagli sui due lati del campo. I polacchi hanno un’ottima organizzazione difensiva e in attacco giocano al loro ritmo, mettendo in condizione i loro leader tecnici Szubarga e Bostic di avere impatto e di prendersi tante responsabilità. Sarà importante riuscire, per quanto possibile, a non adattarci ai loro ritmi ma a giocare la nostra pallacanestro con carattere, qualità e voglia di riscatto».

PubblicitàPubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Sport Trentino

Braccio di Ferro: gli atleti trentini vincono 5 medaglie a Gardone Riviera

Pubblicato

-

Ottimo bottino per gli atleti della società di Braccio di Ferro Armwrestling  di Trento che nella coppa Italia – gara internazionale con 190 atleti iscritti svoltasi a Riviera Gardone il 7 dicembre 2019  – vincono ben 3 medaglie d’oro e 2 di bronzo.

Il team Trentino era composto dal fondatore della società Livio Tomasi, da Mattia vezzola ragazzo di 15 anni con una predisposizione eccezionale a questo tipo di sport che ha ottenuto due medaglie d’oro nella categoria juniores 18 anni open e da Fabrizio Marocchi di Riva del Garda.  Mattia Vezzola ha vinto la categoria esordienti 100 kg braccio destro mentre la squadra ha ottenuto la medaglia di bronzo nella categoria gran master open  braccio sinistro. La squadra chiude il 2019 con un bilancio molto positivo dove ha partecipato a 7 competizioni vincendo 5 medaglie d’oro, 20 medaglie d’argento, e 8 medaglie di bronzo più due coppe vinte a gennaio 2019 alla competizione a squadre.

PubblicitàPubblicità

rpt

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Sport Trentino

Basket serie D: Rovereto batte Pergine nell’unica partita giocata

Pubblicato

-

E’ il posticipo il protagonista assoluto dell’ottava giornata del campionato di serie D di basket.

Nel fine settimana si è infatti giocata solo una partita: Junior Basket Rovereto – Basket Pergine che è finita con la vittoria dei padroni di casa allenati da coach Fumagalli.

Un successo che proietta lo Junior Basket ad un temporaneo quarto posto condiviso col Gs Riva.

PubblicitàPubblicità

L’ottava giornata andrà a completarsi tra venerdì e lunedì prossimi, mentre la nona giornata la si giocherà tra il 20 ed 22 dicembre per due turni ravvicinati che potrebbero cambiare di molto la classifica.

Lo Junior Basket Rovereto ha vinto una partita che lo aveva visto tranquillamente in vantaggio per entrambe le prime frazioni, dopo l’intervallo però è arrivato un inatteso calo di rendimento che ha favorito Pergine.

Pergine che quando può far giocare Xuasa diventa tutta un’altra squadra.

Finale con gli ospiti in rimonta che non riescono a piazzare l’affondo vincente.

Pubblicità
Pubblicità

RISULTATI; Piani Junior Bolzano – Paganella-Lavis 16 dicembre. Junior Basket Rovereto – Basket Pergine 74 – 71. Tecnisan Gs Riva 2018 – Gardolo 15 dicembre. Cus Trento – Europa Bolzano 13 dicembre. Gardascuola Virtus Altogarda – Psg Villafranca 14 dicembre.

CLASSIFICA: Gardolo 12. Cus Trento e Gardascuola Virtus Altogarda 10. Tecnisan Gs Riva e Junior Basket Rovereto 8. Piani Junior Bolzano, Pergine Audace, e Psg Villafranca 6. Paganella-Lavis 4. Europa Bolzano e Basket Pergine 0.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • PubblicitàPubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza