Connect with us
Pubblicità

Trento

Guardie mediche: via ai tagli, da 35 passeranno a 20

​​​​​​L'Azienda provinciale per i servizi sanitari individuerà nei prossimi mesi le nuove sedi della continuità assistenziale, cioè del servizio di guardia medica notturno e festivo, "che, è verosimile pensare, passeranno dalle attuali 35 postazioni a circa 20 postazioni"

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

​​​​​​L'Azienda provinciale per i servizi sanitari individuerà nei prossimi mesi le nuove sedi della continuità assistenziale, cioè del servizio di guardia medica notturno e festivo, "che, è verosimile pensare, passeranno dalle attuali 35 postazioni a circa 20 postazioni"
 
Ad annunciare il cambiamento è l'assessora alla salute e solidarietà sociale Donata Borgonovo Re nella sua risposta a due interrogazioni dedicate a questo argomento, presentate entrambe il 4 maggio scorso da Chiara Avanzo del Patt, in questo caso sulla chiusura della guardia medica notturna nel Tesino, e da Gianfranco Zanon di Progetto Trentino, in merito al numero delle guardie mediche previste dalla Giunta per garantire la continuità assistenziale. 
 
La riduzione delle sedi della continuità assistenziale è motivata dall'assessora con l'esigenza di attenersi ad alcuni parametri: la posizione baricentrica rispetto al territorio delle Comunità di valle comprese nei nuovi ambiti assistenziali (che coincideranno con i distretti sanitari, con un medico di continuità assistenziale ogni 5.000 abitanti residenti come previsto dall'Accordo collettivo nazionale per la disciplina dei medici di medicina generale); la distanza dalle strutture ospedaliere; la funzionalità logistica "rispetto alla potenziale statuizione di aggregazioni funzionali territoriali di medici di medicina generale"; il numero di prestazioni erogate storicamente nelle sedi attuali.
 
Nella sua risposta solo a domande del consigliere Zanon, Borgonovo Re precisa anche che la nuova riorganizzazione della continuità assistenziale non modificherà le finalità del servizio, che sarà sempre il punto di riferimento principale per l'assistenza territoriale notturna e festiva anche nei confronti degli ospiti delle Rsa. "Anzi – prosegue l'assessora – ritengo che tale servizio sarà maggiormente qualificato, tenuto conto delle azioni che saranno messe in campo, quali la convergenza su di un unico numero di chiamate riferite alla continuità assistenziale, nonché la stabilizzazione e la formazione dei medici addetti alla continuità assistenziale". Borgonovo Re informa infine Zanon che "attualmente un ampio numero di medici addetti alla continuità assistenziale non ha un incarico a tempo indeterminato e che pertanto la riorganizzazione in oggetto non comporterà la gestione di esuberi di professionisti".
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento2 settimane fa

Continuano le truffe del reddito di cittadinanza. Ecco quanti lo ricevono in Trentino

Trento1 giorno fa

È finita la storia d’amore tra Ignazio Moser e Cecilia Rodriguez

Valsugana e Primiero4 settimane fa

Nuovo lutto per la famiglia Cantaloni, dopo la figlia Chiara muore anche il papà Giorgio

Offerte lavoro2 settimane fa

Cercasi commessa/o per nuova apertura negozio centro storico di Trento

Trento3 settimane fa

Condominio da incubo, pluripregiudicato tiene in ostaggio i residenti da anni. Il giudice: «Non si può sfrattare perchè è ai domiciliari»

Vista su Rovereto3 settimane fa

Spazi vuoti e serrande abbassate: la desolazione di Rovereto

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Tragico incidente in Vallagarina, auto contro un Tir: 37 enne muore sul colpo

Trento2 settimane fa

Dalla Security ai set cinematografici: la storia del trentino Stefano Mosca

Trento4 settimane fa

Morto Marco Dorigoni, storico Dj di Studio uno. Aveva 57 anni

Trento4 settimane fa

60 enne denunciato per bracconaggio e per distillazione illegale di grappa

Trento3 settimane fa

Condominio da incubo via Perini: il soggetto entrerà in comunità alla fine del mese

Giudicarie e Rendena6 giorni fa

Non ce l’ha fatta Luigi Poli: il gestore del Palaghiaccio di Pinzolo è morto ieri

Trento3 settimane fa

«Soliti noti», abusivismo a Villazzano: una storia tutta trentina

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Sviluppo turistico di Coredo, un gruppo di esercenti (e non) chiama a raccolta i cittadini: «Ora tocca a noi darci da fare»

Rovereto e Vallagarina5 giorni fa

Trovato morto in casa un 60 enne di Rovereto

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza