Connect with us
Pubblicità

Trento

Endometriosi, ministro Lorenzin: «Ecco tutte le novità»

Nell'ultimo periodo sono state molte le azioni intraprese dal Ministero per questa patologia capace di alterare in maniera profonda la qualità di vita di chi ne soffre.

Pubblicato

-

Nell'ultimo periodo sono state molte le azioni intraprese dal Ministero per questa patologia capace di alterare in maniera profonda la qualità di vita di chi ne soffre.
 
“Sono molto vicina a tutte le donne che ogni giorno devono confrontarsi con una malattia come l’endometriosi che solo in Italia colpisce circa tre milioni di donne e che è causa del 30-40% dei casi di infertilità femminile»spiega il ministro Beatrice Lorenzin«Una malattia con un impatto personale e sociale alto, sia in termini di riduzione della qualità della vita di coloro che ne sono colpite, sia in termini di costi diretti e indiretti».
 
15 MILIONI DI EURO PER L'ENDOMETRIOSI «Sin dall’inizio – afferma Lorenzin – del mio mandato alla Salute ho prestato grande attenzione a questa patologia che ho posto al centro dell’agenda dedicata alla salute della donna anche nel corso del semestre di presidenza italiana dell’UE. Nel 2014 ho inoltre vincolato 15 milioni di euro per consentire alle Regioni di sviluppare specifici progetti finalizzati al miglioramento delle condizioni di vita e di salute delle donne affette da questa malattia attraverso l’implementazione di percorsi diagnostico­ assistenziali e di supporto. Al fine poi di migliorare la conoscenza epidemiologica sull’endometriosi, sui relativi accertamenti diagnostici e sui trattamenti terapeutici adottati, il Ministero ha previstol’istituzione di un Registro nazionale che si avvarrà di Registri e Osservatori regionali sulla patologia, già realizzati in alcune Regioni». 
 
INSERIMENTO NELLA PATOLOGIE CRONICHE«Inoltre, in considerazione delle profonde ripercussioni cui vanno incontro le pazienti nelle forme cliniche più gravi e diffuse abbiamo riconosciuto il diritto ad usufruire in regime di esenzione  di alcune prestazioni specialistiche di controllo nell’ambito di percorsi di follow-up. Pertanto, all’interno dell’aggiornamento complessivo dei Livelli essenziali di assistenza (LEA), previsti dal Patto per la Salute 2014-2016, è stato proposto l’inserimento della endometriosi nell’elenco delle patologie croniche ed invalidanti per gli stadi clinici III e IV della classificazione ASRM.
Tanto è stato fatto dal ministero della Salute ora auspico che si risolvano al più presto i problemi di valutazione della compatibilità finanziaria dell’aggiornamento dei nuovi Lea da parte del ministero dell’Economia e delle Regioni»termina così la nota del Ministro Lorenzin. 
 
Edometriosi? Sarebbe? Questo è l’approccio medio di fronte ad una malattia che colpisce 3 milioni di donne italiane, più del 50% delle donne fra i 29 e i 39 anni. Forse. Diciamo forse, perché ancora un vero registro nazionale che tenga monitorato l’andamento della malattia, in Italia, non lo abbiamo. E quindi questa stima potrebbe essere in difetto.
 
Che cos’è l’endometriosi? È una malattia cronica, ormono – dipendente, che colpisce le donne in età fertile (dall’adolescenza alla menopausa). Come dice chi è affetto da questa patologia: “spiegarla è complicato, ci vogliono troppe parole. Chi ci ha fatto la domanda si pente dopo un paio di minuti di aver chiesto approfondimenti, e smette di ascoltare”. 
 
Così proviamo con un esercizio d’immaginazione: pensiamo di avere una tela davanti a noi, ed un pennello imbevuto di colore – scegliete pure quello che preferite. Ora immaginiamo di schizzare il colore sulla tela con un movimento deciso del polso.
 
Bene: pensate che la tela siano gli organi interni di un corpo femminile, e le macchie di colore l’endometrio. L’endometrio – per chi non lo sapesse – è la mucosa che riveste internamente la cavità interna dell’utero.
 
Nelle donne malate di endometriosi questo tessuto è impiantato in sede anomala (a livello di ovaie, tube, utero, ma anche vescica, retto, reni, intestino). 
 
Fate ancora uno sforzo: quel dolore da ciclo che le donne ben conoscono – chi in forma lieve chi più intensa – provate a immaginarlo sparso in tutti gli organi in cui è presente il tessuto endometrioso “fuori posto”, consapevoli che ogni particella di endometrio subisce gli stessi influssi ormonali di quello presente nell’utero: tutti i mesi il tessuto impiantato in sede anomala si sfalda e sanguina, come avviene per le mestruazioni. Ma, non avendo una via d’uscita, questo sangue irrita. E mese dopo mese provoca infiammazioni, noduli, cisti. E, nel tempo, le lesioni proliferano e creano aderenze che finiscono con il “legare” fra loro i vari organi, irrigidendoli e ostacolandone le funzionalità. 
 
Nel 60% dei casi circa l’endometriosi è dolorosa. I sintomi sono molteplici. Fra i più comuni: dolore pelvico cronico, dolore ovarico tra un ciclo e l’altro, dolore all’evacuazione, dolore lombare, dolore nei rapporti sessuali.
 
Spesso una febbriciola accompagna chi soffre di endometriosi, assieme a un senso cronico di stanchezza e a problemi di diarree o stitichezza, cistiti, ecc… Ed ecco i rapporti sociali sono compromessi, così come la possibilità di lavorare serenamente, perché con dolori di questo genere è normale dover stare a casa almeno 3 giorni al mese, nel migliore dei casi. E spesso senza comprensione da parte di colleghi e datori di lavoro. 
 
I sintomi sono dolorosi fino ad essere invalidanti, fino a non riuscire a fare qualcosa per stare meglio, arrivando ad attaccarsi a flebo di antidolorifici potentissimi per trarre un po’ di sollievo, o fino a dover andare in bagno con i polsi sotto l’acqua fredda per non svenire (non vi ho detto che il dolore si prova sparso un po’ ovunque? Ecco, anche questo per certe donne è una vera fatica). 
 
altri articoli che parlano dell'argomento: 
 
{facebookpopup}

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Vado a vivere in un faro!
    Quante volte, leggendo Virginia Woolf o Jules Verne, avete fantasticato su come potrebbe essere vivere in un faro con la sola compagnia del vento e del mare? I fari, nell’immaginario collettivo, sono luoghi straordinari al confine fra mito e realtà, unico baluardo di salvezza per i navigatori durante le notti di tempesta. In realtà, senza […]
  • Hotel e Ristorante Villa Madruzzo: dove ricaricare le batterie a pochi chilometri da Trento
    A quattro chilometri dal centro di Trento si trova uno degli hotel più gettonati del momento: Villa Mandruzzo. Complici anche il ristorante e la meravigliosa area benessere, Villa Mandruzzo è presto diventato uno degli hotel più raccomandati tra coloro che vogliono venire a Trento per godersi alcuni giorni di meritato relax o anche solo per […]
  • Viaggio in Grecia, scegli il fascino mistico di Rodi
    La Grecia è uno di quei luoghi da sogno che tutti dovremmo visitare almeno una volta nella vita. Uno di quei paradisi terrestri neanche troppo lontani dall’Italia che con la sua storia, la sua cultura, il paesaggio naturale, incanta tutti, senza distinzione. Dalle città che hanno fatto la storia come la capitale Atene, simbolo dei […]
  • HP Reinvent: arrivano i nuovi PC per lo smart working
    Grandi novità in arrivo da parte di HP, azienda leader nel settore tecnologico. Durante l’attesissimo evento HP Reinvent dedicato ai propri partner, l’azienda ha lanciato nuovi Pc destinati allo smart working. Ma non solo: l’evento è stato utile per svelare tanti nuovi dispositivi e soluzioni per aiutare le aziende ed i professionisti a migliorare la […]
  • Abbigliamento casual uomo, tutte le dritte per non sbagliare
    Tutti pazzi per l’abbigliamento casual che non è solo comodo ma è anche fashion. Non bisogna confondere, infatti, che casual non è il sinonimo di trasandato e di un abbigliamento approssimativo. Non c’è pensiero più sbagliato perché oggi indossare abiti casual vuol dire vestirsi alla moda, in chiave moderna e innovativa, con uno stile senza […]
  • Isola in Irlanda cerca custodi: l’occasione per cambiare stile di vita per sei mesi
    La meta ideale per chi vuole entrare a contatto con la natura più incontaminata, allontanarsi dai ritmi frenetici della città, godendosi contemporaneamente un’esperienza di vita unica, si trova a Great Blasket Island, al largo della costa irlandese, dove è stata data l’opportunità attraverso un annuncio di lavoro, di cambiare stile di vita per sei mesi. […]
  • Illuminazione stradale accesa dal vento delle auto con l’innovativa di Turbine Light
    Con l’aumento di strade, autostrade e di reti viarie che necessitano di essere illuminate l’intera giornata, il fabbisogno energetico risulta essere in continuo aumento, costringendo a cercare diverse alternative per soddisfare e integrare le mutevoli esigenze di mercato. Uno dei problemi principali nel coprire la gestione territoriale urbana di reti periferiche e di grandi autostrade, […]
  • Auto elettriche, ricarica rapida: arriva la batteria del futuro che “fa il pieno” in cinque minuti
    I veicoli elettrici con tutti i loro vantaggi legati ai livelli di prestazioni e di emissioni, stanno diventando una componente essenziale per affrontare la crisi climatica internazionale. Un passo da compiere quasi inevitabile e già avviato in molti Paesi con l‘avvio di sussidi per l’acquisto di veicoli elettrici, ma ancora scoraggiato dai lunghi tempi di […]
  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]

Categorie

di tendenza