Connect with us
Pubblicità

Trento

Porfido: Nuovo super blitz della Guardia di Finanza nelle cave.

Sono arrivati nelle cave tutti insieme, una sessantina di militari della Guardia di Finanza di Trento, che hanno compiuto un vero e proprio mega blitz setacciando una quindicina di aziende del comparto del porfido tra Lona Lases, Baselga e Fornace.

Pubblicato

-

Sono arrivati nelle cave tutti insieme, una sessantina di militari della Guardia di Finanza di Trento, che hanno compiuto un vero e proprio mega blitz setacciando una quindicina di aziende del comparto del porfido tra Lona Lases, Baselga e Fornace.
 
I controlli, effettuati con l'aiuto dei funzionari Inps, Inail, Servizio Lavoro della Provincia, Appa e Servizio Minerario, hanno riguardato fisco e lavoratori sottopagati o in nero.
 
I finanzieri hanno sequestrato una montagna di documenti e hanno raccolto numerose testimonianze che saranno vagliate nei prossimi giorni. La situazione nelle cave di porfido è ormai risaputa da oltre 25 anni, ma forse in parte è rimasta celata fino alla fine degli anni 2000, cioè fino a quando i ricavi erano ancora molto importanti.
 
Negli anni 90', quando il comparto del porfido era al terzo posto come fatturato della regione era chiamato «oro rosso», e pur essendo un settore che dava lavoro a moltissime persone era già pieno di incongruenze e contraddizioni. Da allora i fatturati si sono compressi di oltre il 60%, l'impiego delle forze lavoro si è dimezzato e molte aziende piccole, ma anche molto importanti hanno chiuso i battenti o sono fallite. Rimangono in piedi, ma con grosse difficoltà, le aziende che hanno le cave di proprietà, che in questi anni hanno investito accuratamente nell'innovazione e che hanno avuto la capacità di conquistare i mercati esteri, il resto è alla canna del gas.
 
A suo tempo l'associazione artigiani si era interessata attraverso il suo direttore Gianni Benedetti dei numerosi problemi a cui giornalmente erano sottoposte le piccole aziende artigiane del porfido, spesso composte da un solo lavoratore. Già allora erano emerse situazioni spiacevoli legate al «caporalato» e alla difficile convivenza dei cavatori con gli artigiani, ai quali veniva venduto il materiale grezzo in cambio del prodotto finito, creando così di fatto dei rapporti sub alterni molto pericolosi. 
 
Da ricordare anche che nella maggior parte dei casi le cave erano pubbliche, cioè di proprietà dei comuni che erano date in concessione alle aziende a prezzi francamente «politici», con la possibilità dell'eventuale passaggio della concessione fra padre e figlio in automatico. Poi è arrivata la crisi, in un settore che ha fatto molta fatica a rinnovarsi e globalizzarsi grazie alla presenza all'interno della aziende di poche competenze strutturali legate al marketing e alla visione di nuove proposte. E allora sono cominciate le scie di sangue lasciate da aziende importanti che sono fallite o hanno chiuso in fretta. 
 
Proprio questa situazione di crisi profonda ha portato al blitz della guardia di finanza che su alcune segnalazione si è mossa con l'obiettivo di capire se vi fossero dipendenti pagati in nero e aziende non in regola con il pagamento dei contributi. Un fenomeno che va a danno sia dei lavoratori stessi che dello Stato, che a causa delle violazioni in ambito contributivo introita meno del dovuto.
 
Non si ha ricordo di un'operazione simile nella storia trentina, anche se sono state molte le contestazioni e le irregolarità riscontrate negli ultimi anni e molte legate all'impiego di risorse umane, (cinesi, immigrati, clandestini, giovani del sud) con stipendi giornalieri anche di otto euro al giorno, cose insomma del «terzo mondo» 
 
Un quadro drammatico che ha contribuito a creare le condizioni favorevoli per lo sfruttamento e per le irregolarità fiscali.
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Sconti e voli gratis ai viaggiatori se bambini piangono o disturbano in aereo, l’idea di una compagnia aerea americana
    Sembra incredibile, ma il binomio aereo – neonato, si posiziona tra i primi posti come motivo di fastidio e disturbo per molti viaggiatori, portando una compagnia area alla decisione di far volare gratis i passeggeri che si trovavano a viaggiare con bambini piangenti a bordo. Ad ovviare questo il problema è JetBlue Airways la compagnia aerea […]
  • Russia registra il primo vaccino al mondo contro il coronavirus
    Dopo mesi di test e di attesa è la Russia a battere tutti e registrare Sputnik il primo vaccino al mondo contro il Coronavirus. Sputnik, il vaccino sviluppato dall’Istituto Gamaleya di Mosca ha ricevuto il via libera dal Ministero della Sanità russo. Citando i media russi, Putin avrebbe rivelato che anche alla figlia è stata […]
  • Piccoli sottomarini privati, il nuovo sogno degli esploratori
    Dalle tranquille avventure sulla superficie dell’acqua all’eccitante esplorazione delle profondità dei fondali marini a bordo dell’ultimo e più sensazionale giocattolo marino: il sottomarino personale. Leggero da trasportare in macchina e comodo da tenere nei garage dei superyatch, il nuovo trend subacqueo prenderà il posto dei numerosi sport d’avventura fin’ora sperimentati. Costruito per esplorare i fondali […]
  • Prima lo adotti poi raccogli i suoi frutti, a Milano nasce la Food Forest, la foresta edibile
    Oltre 2.000 tra piante, ortaggi, piante officinali, alberi, arbusti da frutto e da legno ospitati nel cuore dell’immensa città metropolitana di Milano, con l’obbiettivo di ristabilire il rapporto primitivo tra l’uomo e i prodotti che Madre Natura gentilmente offre. Questo, starà alla base della nuova Food Forest, la foresta edibile  che in autunno prenderà vita all’interno […]
  • Ponte Tibetano e Cascate di Saent: che bella la Val di Rabbi!
    Costruito nel 2016 sopra il torrente Ragaiolo in Val di Rabbi, il ponte tibetano è ormai diventato una tappa fissa per tutti coloro che amano la montagna e la Val di Rabbi. Costruito in ferro e con una pavimentazione di grate di ferro, il ponte tibetano è adatto a grandi e piccini grazie anche alle […]
  • Si allunga la lista delle preziose aree naturali del Pianeta: l’Unesco aggiunge altri 15 Geoparchi da tutelare
    Riconosciuto a livello internazionale come un territorio che possiede un patrimonio geologico particolare e una strategia di sviluppo sostenibile, il Geoparco deve comprendere un certo numero di siti geologici di particolare importanza in termini di rarità, qualità scientifica e rilevanza estetica o valore educativo per essere definito tale. In particolare, si tratta di aree in […]
  • Samsung lancia l’idea: Prevenire gli incidenti grazie ad un camion attrezzato con schermi LCD
    Visibilità azzerata, traffico intenso, grandi mezzi e sorpassi azzardati sono tutti problemi autostradali che potrebbero trovare soluzione grazie ad un “camion trasparente” con grandi schermi LCD: Un‘ idea tanto semplice quanto potenzialmente utile che potrebbe facilitare le manovre di sorpasso dei grandi mezzi riducendo i rischi di incidenti. L’idea è stata presentata da Samsung con […]
  • Trentino Wild Park: il parco avventura più grande d’Italia
    Affrontare situazioni che non appartengono alla vita normale percorrendo una realtà diversa da quella urbana, attraversando ponti tibetani, liane e guardando il bosco tra le chiome degli alberi, sono la base di un intrigante situazione, lontana dalla vita cittadina ma alternativa ad un classico tour. La possibilità di vivere forti emozioni e sentirsi veramente immerso […]
  • Perserverance, la missione Nasa in cerca di vita su Marte
    Fa parte della natura umana esplorare, conoscere e spingersi sempre oltre i limiti terrestri, fino a Marte ad esempio, diventata ormai una delle migliori alternative alla Terra. Trovare tracce di una vita passata o presente sul pianeta rosso, raccogliendo campioni di suolo e studiando la superficie di Marte. Questo è il motivo che ha spinto […]

Categorie

di tendenza