Connect with us
Pubblicità

Trento

Civettini chiede le dimissioni dell’Assessora Borgonovo Re

Claudio Civettini ha maturato la decisione dopo aver partecipato al Consiglio della Salute nella Comunità di Valle delle Giudicarie, svoltosi il 17 giugno scorso e dopo aver sentito le posizioni dei territori, ma anche le argomentazione dei vertici della sanità trentina, (anche se l'Assessora era assente assolutamente giustificata). 

Pubblicato

-

Claudio Civettini ha maturato la decisione dopo aver partecipato al Consiglio della Salute nella Comunità di Valle delle Giudicarie, svoltosi il 17 giugno scorso e dopo aver sentito le posizioni dei territori, ma anche le argomentazione dei vertici della sanità trentina, (anche se l'Assessora era assente assolutamente giustificata). 
 
La convinzione del consigliere di Civica Trentina è che, per il bene della Sanità trentina l'assessora Borgonovo Re debba dimettersi, per così poter attuare quel cambio di marcia necessaria a ridare la credibilità alle scelte, alle Istituzione e al rispetto della partecipazione costruttiva. Per questo ha presentato una proposta di mozione alla giunta perchè si ritirino le deleghe alla sanità pubblica all'assessora Borgonovo Re
 
Nella premessa Civettini non usa mezze misure e affonda pesantemente sulla gestione del consiglio della salute del 17 giugno, «Un Consiglio della Salute, ottimamente gestito dalla Presidente Ballardini e dall’assessore Olivieri, dove il clima di perplessità costruttiva era palpabile, con la palese richiesta, di quale sia realmente il progetto per la sanità territoriale ma anche, come si intendano mantenere le promesse fatte, di trasformare ogni ospedale periferico, in una eccellenza specialistica, promessa ad oggi totalmente disattesa in ogni dove».
 
E ancora: «Un Consiglio della Salute, dove i primari, forse forzatamente silenziati per ovvi e comprensibili motivi, nel loro scalpitio professionale, a fronte di precise domande, non hanno potuto trattenere che, ad esempio, la gestione in orario d’ufficio dei reparti, porterà ad una diminuzione dei posti letto in medicina, da 50 a 30,pur essendo ad oggi tutti necessari e occupati; da ortopedia, ad esempio, il lamento delle richieste inascoltate, per arrivare al paradosso che la istanza di un trapano professionale di servizio, giace inascoltata da oltre due anni»
 
«Tutto questo – incalza ancora Civettini – a fronte di una delibera emessa e ritirata in 48 ore che vedeva il ridimensionamento delle prestazioni erogate a partire dal 1 luglio e con la improbabile garanzia che nessun posto di lavoro sarebbe stato messo in discussione, senza spiegare minimamente come ciò sia possibile. Anzi, in modo subdolo, si è cercato di dare le colpe di tali scelte, alla forte richieste di part time o congedi straordinari per motivi familiari che colpirebbe l’Ospedale nei mesi estivi: una posizione ridicola, che se confermata, è stata creata ad arte per avere qualche argomentazione in assenza di altre».
 
Civettini critica le scelte sulla Spending Review, «Scelte, –  spiega – supportate dalla necessita di far quadrare i conti del risparmio richiesto da Roma, senza entrare nel merito dei veri sprechi e penalizzando totalmente una sistema provinciale delle periferie che non sono in realtà tali, ma punti di incontro nelle valli, vista la conformazione orografica del nostro territorio. Da tutto ciò, quanto emerge in modo inequivocabilmente chiaro, è la mancanza reale di una progettualità ma anche di un criterio di collegialità delle scelte, che non devono passare solo per la testa di qualche zelante funzionario in carriera (non trattasi del dott. Flor!), ma devono essere tessute responsabilmente da ogni territorio, zone urbane come Trento e Rovereto comprese».
 
Nella mozione si legge che Civettini chiede al Presidente della Giunta e alla Giunta provinciale di «di assumere adeguati provvedimenti per una revisione sostanziale delle deleghe oggi affidate all’assessora di merito,affinche,dopo aver concordato un piano sanitario provinciale con le amministrazioni locali, responsabilmente coinvolte, si possa dar corso ad un percorso di riforme strutturali,tendendi a dare risposte reali dei territori, senza campanilismi di sorta, ma nella consapevolezza che le vallate, come i centri urbani,necessitano,al di là dei diritti, di percorsi certi sulla tutela della salute».
 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • “Cortex Cast”: il gesso del futuro direttamente dalla stampante 3D
    Il gesso è da sempre stato l’irritante, ingombrante e pesante compagno di molte convalescenze, accompagnando e terrorizzando per settimane milioni di persone in tutto il mondo. Molto presto tutto questo potrebbe diventare soltanto ricordo molto lontano; a rimpiazzare con notevole onore il vecchio gesso sarebbe “Cortex Cast”: un esoscheletro stampato in 3D, composto da nylon […]
  • Formaggella della Solidarietà: il Caseificio Val di Fiemme ed il successo del volontariato d’impresa
    Le aziende hanno diversi sistemi e modi per creare valore, ma soltanto uno riesce a generare opportunità ed importanza contribuendo con successo al benessere del territorio e della società: Il volontariato sociale d’impresa. Il Caseificio della Val di Fiemme è entrato e si è distinto in questo importante mondo, creando e dedicando ad ogni anno […]
  • Affitti troppo alti: Berlino impone con legge un tetto massimo ai prezzi
    In tutta Italia, le cifre da capogiro degli appartamenti in affitto colpiscono direttamente ragazzi, studenti universitari ed intere famiglie che, costretti a scontrarsi con le difficoltà lavorative e la mancanza di un capitale iniziale per acquistare una casa di proprietà, devono a ripiegare sull’appartamento in affitto. Nonostante le cifre improponibili, il profondo cambiamento della società […]
  • Bhutan: l’incredibile fascino del Paese più felice del mondo
    Incastonato tra le rocce dell’immensa catena montuosa Himalayana, tra Cina e India, la natura lascia spazio al piccolo ma affascinate Stato monarchico del Bhutan. Nonostante sia uno dei paesi più poveri dell’Asia, qui si registra il tasso di felicità più elevato di tutto il continente e l’ottavo nella classifica mondiale. Infatti, oltre agli incredibili paesaggi, […]
  • Mobili fonoassorbenti per eliminare i rumori da casa e dagli uffici
    Il rumore del traffico esterno, il calpestio proveniente dal piano superiore, la televisione del vicino a volume troppo alto: questi sono solo alcuni dei rumori che possono infastidire l’ambiente domestico. Il mercato offre moltissimi sistemi per ottimizzare, migliorare e molte volte eliminare il problema: dai blocchi di muratura, applicati sopratutto nelle nuove costruzioni, ai feltri […]
  • Stop agli oggetti smarriti: Google Tile aiuta a trovare le chiavi di casa
    Perdere oggetti e non riuscire più a ritrovarli è diventato un fenomeno talmente comune e frequente dall’essere d’ispirazione a numerose ricerche scientifiche per riuscire a determinarne le cause e i motivi. Secondo alcuni ricercatori, oltre allo stress e la fretta, sarebbero le attività inconsce ad allargare le possibilità di perdita. Infatti, senza volerlo spostiamo gli […]
  • Parco giochi per anziani: l’incredibile idea per che unisce il gioco alla salute
    All’arrivo della terza età troppo spesso si tende ad uscire e socializzare meno, con risultati non completamente positivi sulla salute. Una delle soluzioni insieme alle tante attività può essere lo sport: una perfetta occasione di interazione e socializzazione che permette di mantenersi attivi non solo nel corpo ma anche nello spirito. Per aiutare gli anziani […]
  • Il dipinto ritrovato: torna a casa il “ritratto di signora” di Klimt
    22 febbraio 1997: presso la Galleria Ricci Oddi di Piacenza scompare il “Ritratto di Signora”, una delle opere dell’artista austriaco Gustav Klimt risalente al 1916/17. La cornice abbandonata sul tetto dopo il furto era tutto ciò che restava di una delle splendide e più discusse opere di Gustav Klimt. La tela originale, si suppone infatti […]
  • Regno Unito: dal 2035 vietata la vendita di auto diesel e benzina
    Il settore delle auto elettriche è nella sua piena espansione, sebbene le quote di mercato rimangono ancora a livelli inconsistenti. Infatti, i principali costruttori stanno investendo cifre immense per crescere ulteriormente ed accompagnare la produzione verso uno sviluppo ed un acquisto di massa. Il problema delle emissioni derivanti dalle automobili, è stato preso di petto […]

Categorie

di tendenza