Connect with us
Pubblicità

Trento

Carlo Daldoss: “Le nuove sfide impongono ai territori di montagna di fare rete sui valori comuni”

 “Se un tempo la montagna ha rappresentato un elemento di divisione, oggi la stessa montagna può rappresentare un’opportunità per territori seppur diversi ma limitrofi di sviluppo economico e sociale".

Pubblicato

-

 “Se un tempo la montagna ha rappresentato un elemento di divisione, oggi la stessa montagna può rappresentare un’opportunità per territori seppur diversi ma limitrofi di sviluppo economico e sociale".

"Questa sfida è possibile vincerla se i territori fanno rete, mettendo a fattor comune le proprie eccellenze ed i propri elementi di forza”. Questo, in sintesi, il messaggio che l’assessore provinciale alla coesione territoriale, Carlo Daldoss, ha portato al convegno sullo sviluppo economico e sociale nelle realtà alpine di confine che si è tenuto ieri a Belluno presso il Centro Giovanni XXIII.

L’assessore Daldoss ha indicato i possibili elementi di coesione dei territori alpini: infrastrutture, conoscenza, settori economici quali il turismo, cura del territorio, innovazione tecnologica e reti digitali. Con un’avvertenza: “Solo investendo sui giovani, vero capitale umano e sociale, i territori di montagna sapranno garantire una prospettiva futura e contrastare fenomeni negativi quali lo spopolamento e il pendolarismo”.

Pubblicità
Pubblicità

L’appuntamento di Belluno sulle prospettive delle aree montane è stato organizzato dal Consiglio sindacale interregionale delle Alpi Centrali (Csir), realtà transfrontaliera che raccoglie le diverse sigle sindacali delle aree alpine tra cui i sindacati trentini che ieri erano presenti all’incontro. 

L’esperienza del Trentino in tema di sviluppo economico delle zone realtà alpine di confine è stata portata dall’assessore provinciale alla coesione territoriale, Carlo Daldoss. “I giovani – ha esordito Daldoss – costituiscono il vero patrimonio su cui costruire il futuro dei nostri territori. Il capitale sociale e umano è fondamentale per garantire ai territori alpini un futuro. L’investimento sui giovani deve rimanere al centro del nostro agire che ha l’obiettivo di costruire reti tra i territori per affrontare in maniera efficace le sfide future. Se ai giovani non offriamo l’opportunità di rimanere e vivere un’esistenza dignitosa, dovremo affrontare altri problemi quali lo spopolamento e il pendolarismo”.
Daldoss ha ricordato l’esperienza di Vermiglio, suo paese natale, come territorio di confine: “Oggi Vermiglio è confine tra due Provincia di Trento e Regione Lombardia, ieri è stato confine del vecchio impero austroungarico e teatro di guerra di montagna. Le Alpi sono state quindi un fattore geografico di divisione e di confine, ma oggi, costruita la pace, abbiamo l’opportunità di trasformare le Alpi in un’opportunità”. 

Le Alpi rappresentano un territorio basato su equilibri naturali delicati ma allo stesso tempo rappresentano caratteristiche comuni che possono facilitare la creazione di aggregazioni transfrontaliere. Daldoss ha elencato i possibili elementi di coesione, ad incominciare dagli investimenti strutturali: “Progetti comuni quali il tunnel ferroviario del Brennero possono unire nord e sud Europa, e garantire una mobilitàsostenibile”. 
Altro elemento di coesione e crescita dei territorio viene dalla conoscenza e dalla formazione dei giovani: “L’università e conoscenza innescano fenomeni di interscambio in grado di abbattere confini, soprattutto mentali dovuti alla non conoscenza delle diversità positive altrui”. Secondo Daldoss è opportuno offrire ai giovani opportunità di esperienze in altri contesti ma “dobbiamo vigilare affinché i giovani trovino elementi di richiamo nei territori d’origine”.

Pubblicità
Pubblicità

L’economia, soprattutto il settore manifatturiero e turistico, è un’altra risorsa su cui i territori di montagna devono investire: “Gli imprenditori turistici devono trasmettere al turista anche il senso di appartenenza culturale e territoriale. La diversità è una risorsa”.

Nel suo intervento al convegno sindacale di Belluno, l’assessore Daldoss ha rimarcato l’importanza della salvaguardia di territorio, ricordando la prossima legge urbanistica del Trentino che ha come obiettivo “2020 consumo zero del suolo”. Ancora Daldoss: “Le regole e le linee guida della gestione del territorio sono state scritte scegliendo il coinvolgimento partecipativo di tecnici e cittadini. Abbiamo scelto il metodo di partecipazione dal basso perché crediamo che la responsabilitàdel cittadini sia valore necessario all’innovazione e alla crescita dei territori”. 

Altro tema ha riguardato la banda larga e le nuove tecnologie: Le nuove autostrade saranno le reti tecnologiche. La Provincia autonoma di Trento ha stanziato 70 milioni di euro per portare internet veloce ad aziende e cittadini delle vallate periferiche perché riteniamo che la coesione sociale tra centro e periferia passi anche attraverso l ‘opportunità offerta a tutti di accedere ai servizi essenziali. I territori di montagna – ha concluso l’assessore Daldoss – sono in Italia un esempio di buone pratiche. In prospettica dobbiamo quindi fare rete e lavorare per realizzare un modello di montagna digitale, dove nuove generazioni e aziende abbiamo reali opportunità di crescita in un contesto sociale responsabile ed etico”.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento3 settimane fa

Nel 2021 su «La Voce del Trentino» lette oltre 30 milioni di pagine da 8 milioni di lettori

Trento2 settimane fa

Coronavirus: una vittima e 972 nuovi contagi nelle ultime 24 ore

Trento2 settimane fa

Coronavirus: nuovo record di contagi nelle ultime 24 ore. Sempre stabili i ricoveri

Trento2 settimane fa

Coronavirus: 2.372 contagi e due morti nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento2 settimane fa

Coronavirus: due morti e 2.290 contagi nelle ultime 24 ore. Calano sensibilmente i ricoveri

Trento2 settimane fa

Coronavirus: due vittime e 807 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento2 settimane fa

Coronavirus: 408 nuovi casi e nessun decesso nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento2 settimane fa

Coronavirus: record di contagi in Trentino nelle ultime 24 ore. Morta una donna di 55 anni

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 1.307 nuovi contagi in Trentino nelle ultime 24 ore. Superato il milione di vaccinazioni

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 1 decesso e 938 contagi nelle ultime 24 ore. Calano i ricoveri in terapia intensiva

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 894 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. C’è anche una vittima. Stabili i ricoveri

Trento3 settimane fa

Coronavirus: altri 3 morti nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Fugatti: «Lupi grave problema di sicurezza, attendiamo l’approvazione del piano di gestione guida costruito per il Trentino»

Trento3 settimane fa

Coronavirus: nessun decesso e 139 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 3 vittime e 502 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Unico&Bello

Orient Express la Dolce Vita: in Italia un nuovo modo di vivere il Paese

A breve in Italia arriverà un nuovo modo di vivere e conoscere il Paese, in carrozze di lusso ispirate al design degli anni ‘60/’70. L’Italia si presenta al…

Vaia Cube e Vaia Focus: nuova vita agli alberi abbattuti da Vaia

Sono numerose le aziende ed i privati che hanno deciso, negli ultimi anni, di donare nuova vita e dignità ai 42 milioni di alberi abbattuti dalla tempesta Vaia…

2050: come ci arriviamo? Mobilità sostenibile, più pulita, più veloce, più sicura e per tutti

Dal 22 dicembre 2021 al MUSE – Museo delle Scienze di Trento, la mostra “2050: COME CI ARRIVIAMO? Mobilità sostenibile, più pulita, più veloce, più sicura e per…

L’Altopiano Tibetano e Nepal in due splendide mostre fotografiche virtuali

L’Altopiano Tibetano noto per alcuni dei pascoli più grandi al mondo, non consente lo sviluppo di una vera e propria attività agricola. Anche per questo le popolazioni dell’Altopiano…

Necrologi

Categorie

di tendenza