Connect with us
Pubblicità

Trento

Orso: boschi deserti e tutti i Trentini al mare. Parte l’interrogazione della Lega Nord

In questi giorni, con sensibile ritardo, sono stati affissi lungo i sentieri e i boschi del Trentino dei cartelli nei quali si elencano i vari comportamenti da tenere in caso di avvistamento di un orso.

Pubblicato

-

In questi giorni, con sensibile ritardo, sono stati affissi lungo i sentieri e i boschi del Trentino dei cartelli nei quali si elencano i vari comportamenti da tenere in caso di avvistamento di un orso.
 
Si tratta di nove semplici (anche troppo) punti che dovrebbero salvarci la vita in caso di incontro fortuito con l'orso, ecco l'elenco:
 
1. Non attirare l'orso in alcun modo
2. Non lasciare mai cibo o rifiuti organici a disposizione dell'orso
3. In caso di avvistamento a distanza non avvicinarsi e godersi il raro incontro
4. In caso di incontro ravvicinato non correre e non muoversi con concitazione e allontanarsi lentamente
5. Segnalare per tempo la propria presenza facendo del rumore (per esempio:
    parlando a voce alta)
6. Nel caso l'orso mostri segni di aggressività rimanere fermi con attegiamento passivo
7. Tenere i cani al guinzaglio
8. Comunicare eventuali segni di presenza al 3357705966
9. Per le emergenze chiamare il numero 115
 
Alcuni di questi punti fanno riflettere, perchè o si pensa di vivere sulla luna oppure davvero c'è da cominciare a preoccuparsi degli «esperti» trentini nel settore dei grandi carnivori. 
 
Sembra che oltre a numerosi cittadini la pensi così anche la lega Nord che ha presentato un'interrogazione alla giunta nella quale chiede in quali luoghi sono stati posizionati i cartelli; Qual è il costo relativo alla stesura e alla stampa dei cartelli; Se, giunti a questo punto, sarà l’uomo a non poter più circolare tranquillamente in montagna e nel bosco; Se la presenza di questi cartelli non serva in verità a “scagionarsi” nel caso in cui avvenisse un altro attacco.
 
«Tralasciando il fatto che risulta alquanto difficile mantenere un atteggiamento passivo nel caso in cui una persona si trovasse a tre metri da un esemplare adulto e quasi sicuramente, dalla paura, non riuscirebbe a comporre il numero di cellulare sopra indicato (prima di digitarlo sarebbe certamente aggredita), manca soltanto che la Provincia inserisca nell’elenco “non fare selfie con l’orso”» – affonda ironicamente il segretario della Lega Nord Maurizio Fugatti.
 
Fugatti teme senza mezzo misure che a questo punto sarà l’uomo a non poter più essere libero di camminare sulle proprie montagne; cosa che peserà anche sul turismo e sulle attività legate all’alpeggio e alla pastorizia. «Una scelta obbligata data dalla volontà di reintrodurre un animale senza tener conto delle conseguenze della sua presenza. Così, se l’uomo verrà aggredito, sarà soltanto colpa del mancato rispetto delle regole; un modo forse per lavarsene le mani» – dichiara ancora Fugatti che conclude, «sappiamo bene come la colpa non sia da attribuire all’orso, visto che il suo atteggiamento è un istinto naturale, ma a coloro che lo hanno introdotto con un investimento economico importante ma che ora parrebbero averne perso il controllo».
 
A onor del vero dopo le aggressioni di Zambana e di Cadine i boschi sono rimasti desolatamente vuoti, e in questa stagione suona  sicuramente come un campanello d'allarme per il nostro turismo di montagna. Ma poco male, perchè i Trentini si trasferiranno tutti al mare, nella speranza che qualche creativo e fantasioso politico non decida che è arrivato il momento di rintrodurre lo squalo bianco nelle acque del mediterraneo.
 
La foto del titolo è stata estrapolata dalla 3° puntata di TrentinoWeb.News – il format prodotto dal nostro editore Roberto Conci e messo in onda su RTTR nel quale è possibile vedere un servizio davvero ironico e divertente nel quale Maurizio Fugatti ha fatto pace con l'orso e si è gentilmente prestato allo scherzo. qui potete vedere il servizio a partire dal minuto 24.40
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento3 settimane fa

Nel 2021 su «La Voce del Trentino» lette oltre 30 milioni di pagine da 8 milioni di lettori

Trento2 settimane fa

Coronavirus: una vittima e 972 nuovi contagi nelle ultime 24 ore

Trento2 settimane fa

Coronavirus: nuovo record di contagi nelle ultime 24 ore. Sempre stabili i ricoveri

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 2.372 contagi e due morti nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Coronavirus: due morti e 2.290 contagi nelle ultime 24 ore. Calano sensibilmente i ricoveri

Trento3 settimane fa

Coronavirus: due vittime e 807 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 408 nuovi casi e nessun decesso nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Coronavirus: record di contagi in Trentino nelle ultime 24 ore. Morta una donna di 55 anni

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 1.307 nuovi contagi in Trentino nelle ultime 24 ore. Superato il milione di vaccinazioni

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 1 decesso e 938 contagi nelle ultime 24 ore. Calano i ricoveri in terapia intensiva

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 894 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. C’è anche una vittima. Stabili i ricoveri

Trento4 settimane fa

Coronavirus: altri 3 morti nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento4 settimane fa

Fugatti: «Lupi grave problema di sicurezza, attendiamo l’approvazione del piano di gestione guida costruito per il Trentino»

Trento4 settimane fa

Coronavirus: nessun decesso e 139 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 3 vittime e 502 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Unico&Bello

La miniera di diamanti aperta al pubblico: l’incredibile esperienza di scavare e tentare la fortuna

Un’esperienza indimenticabile, ricca e fruttuosa: sono le caratteristiche principali della “Creater of Diamonds”, l’unica miniera di diamanti al mondo aperta al pubblico. Si tratta di un grande parco…

Orient Express la Dolce Vita: in Italia un nuovo modo di vivere il Paese

A breve in Italia arriverà un nuovo modo di vivere e conoscere il Paese, in carrozze di lusso ispirate al design degli anni ‘60/’70. L’Italia si presenta al…

Vaia Cube e Vaia Focus: nuova vita agli alberi abbattuti da Vaia

Sono numerose le aziende ed i privati che hanno deciso, negli ultimi anni, di donare nuova vita e dignità ai 42 milioni di alberi abbattuti dalla tempesta Vaia…

2050: come ci arriviamo? Mobilità sostenibile, più pulita, più veloce, più sicura e per tutti

Dal 22 dicembre 2021 al MUSE – Museo delle Scienze di Trento, la mostra “2050: COME CI ARRIVIAMO? Mobilità sostenibile, più pulita, più veloce, più sicura e per…

Necrologi

Categorie

di tendenza