Connect with us
Pubblicità

La Sfera e lo Spillo

Vola l’aquila nel golfo di Napoli (2-4), Toni e Icardi attaccanti di stagione

 

La squadra del sodalizio di Castel Volturno porta nel cuore il ricordo di Bruno Pesaola recentemente scomparso all’età di ottantanove anni. Il “petisso” (ovvero il piccolo) nasce il 28 luglio 1925 a Buenos Aires.

Pubblicato

-

 

La squadra del sodalizio di Castel Volturno porta nel cuore il ricordo di Bruno Pesaola recentemente scomparso all’età di ottantanove anni. Il “petisso” (ovvero il piccolo) nasce il 28 luglio 1925 a Buenos Aires.

Il dribbling da funambolo e i cross precisi sono le qualità oggettive riconosciute al giocatore oriundo; a bordo campo furbo e sagace come un sudamericano, vivace e pungente come un italico del sud.

Pubblicità
Pubblicità

E’ un grande personaggio dell’amarcord: eccentrico e stravagante, disinvolto, talvolta velatamente impertinente, abile e disponibile alla battuta pungente. Celebre è il suo cappotto color cammello che indossa come portafortuna anche in primavera inoltrata.

L’argentino, naturalizzato italiano, gioca ai piedi del Vesuvio dal 1952 al 1960 collezionando 240 presenze, segnando 27 reti.

Nella veste di coach guida i Partenopei nelle stagioni 1962-63, 1976-77 e 1982-83. Vince il tricolore alla guida della Fiorentina, nel campionato del 1968-69 e due Coppe Italia con Napoli (1961-62) e Bologna (1973-74).

Pubblicità
Pubblicità

Per la terza volta nella storia il match Napoli e Lazio diventa il crocevia per l’approdo in Champions League, sfida decisiva dopo quelle del 1972-73 e 1989-90.

Per gli amanti delle statistiche è la partita numero 72 tra i campani e i laziali (tra serie A, cadetti e Coppa Italia) a Fuorigrotta: 32 sono i successi degli azzurri, 15 quelli dei biancocelesti, 24 sono i pareggi.

I Partenopei si presentano sul green domestico dopo tre gare a intermittenza (un pareggio, una vittoria, una sconfitta), gli aquilotti sono reduci da una vittoria e due sconfitte, l’ultima nel derby di lunedì scorso contro la Roma (1-2).

Il successo più recente degli ospiti (0-1) risale all’aprile dello scorso anno (semifinale di Coppa Italia) con la rete realizzata dal bosniaco Senad Lulic; ultimo pareggio, senza reti (0-0), tra le due contendenti, risale, al novembre 2011.

La squadra di Rafa Benitez possiede il secondo migliore attacco del torneo, dopo i Campioni d’Italia, sessantotto sono le reti realizzate e cinquanta quelle subite dagli azzurri.

Gli undici di Stefano Pioli registrano il terzo attacco e la terza miglior difesa, dopo Juventus e Roma, sessantasette sono quelle all’attivo e trentasei quelle al passivo per i biancocelesti.

Le due compagini si presentano rispettivamente al quarto (a quota 63 punti) e al terzo posto (66 punti) nella volata degli ultimi 90 minuti.

Il percorso della squadra dello spagnolo è caratterizzato da diciotto vittorie, nove pareggi e dieci sconfitte; per gli undici del tecnico di Parma sono venti gli incontri vincenti, sei sono i pareggi e undici le disfatte.

Il migliore realizzatore del Napoli è l’argentino Gonzalo Higuain con sedici centri, per la Lazio è il tedesco Miroslav Klose con dodici timbri.

Nella disputa del girone d’andata giocata, in riva al Tevere, è vittoria azzurra (0-1) con la rete del “Pipita”.

Domenica 31 maggio ore 20.45 si gioca allo stadio San Paolo l’incontro di cartello tra Napoli e Lazio, posticipo sotto i riflettori della trentottesima giornata di serie A.

La serata meteo nel golfo è gradevole, il cielo parzialmente sereno e la temperatura misurata è di venti gradi centigradi.

Il fischietto dell’incontro è affidato al quarantunenne fiorentino, Gianluca Rocchi. Scopriamo in archivio che l’arbitro toscano esercita la professione di agente di commercio.

Sul rettangolo verde, gli assistenti del “rappresentante” sono Cariolato e Padovan. Il quarto uomo è Marzaloni. I giudici di linea sono Mazzoleni e Irrati.

Il tecnico di Madrid schiera il modulo 4-2-3-1 con Andujar tra i pali. Difesa schierata con Maggio, Albiol, Koulibaly e Ghoulam; la mediana composta da David Lopez e Inler; il trittico, formato da Callejon, Hamsik e Martens, che supporta la punta centrale Higuain.

La guida tecnica di Formello disegna il modulo 3-4-3 con Marchetti tra i pali.Il pacchetto arretrato è composto da De Vrij, Basta e Gentiletti; il centrocampo con Basta, Parolo, Cataldi e Lulic; il tris offensivo con Candreva, Djordjevic e Felipe Anderson.

La sfida tra Napoli e Lazio termina con la vittoria degli aquilotti (2-4).

I ragazzi di Pioli superano lo shock della doppia delusione (sconfitta nella finale di Coppa Italia e il derby) ed espugnano il San Paolo con una gara perfetta dal punto di vista tattico e mentale.

La squadra di Benitez, probabilmente alla sua ultima esibizione al San Paolo, allunga il silenzio stampa dopo aver fallito l’ingresso ai preliminari di Champions League.

Gli ospiti passano con la marcatura di Marco Parolo che trafigge Andujar con un tiro mancino (al minuto 33): il raddoppio è segnato da Antonio Candreva servito da Lulic (al minuto 45+1).

La rimonta napoletana porta la firma di Gonzalo Higuain che concreta la doppietta; prima è abile a sfruttare l’assist di Callejon (al minuto 55), poi, un passaggio di Martens (al minuto 64).

Il definitivo sorpasso capitolino con le reti vincenti di Ogenyi Onazi (al minuto 85) e Miroslav Klose che insacca un cross del compagno Ledesma (al minuto 90+2).

Annotiamo sul taccuino del cronista le espulsioni di Parolo (al minuto 62) e Ghoulam (al minuto 70) entrambe scaturite per somma di ammonizioni e il rigore sbagliato da Higuain (al minuto 76) decretato dall’arbitro Rocchi per un fallo di Maggio su Lulic.

Quarantasette sono le reti realizzate nella giornata calcistica della massima serie. Cinque sono le vittorie tra le mura amiche (Fiorentina, Inter, Torino, Sassuolo e Cagliari), tre sono quelle in trasferta (Lazio, Milan e Palermo), due sono i pareggi (Verona-Juventus e Sampdoria-Parma).

Per la classifica marcatori vincono (ex aequo) Luca Toni (all’età di 38 anni) e Mauro Icardi con ventidue timbri, podio d’argento per Carlos Tevez con venti centri, piazza di bronzo per Higuain con diciotto reti.

Sassuolo-Genoa (3-1). Si registra la quarta vittoria consecutiva per gli emiliani di Eusebio Di Francesco.

Le segnature sono realizzate da Domenico Berardi (quota 15 reti) e Simone Zaza in doppietta (11 reti). Per il grifone accorcia le distanze l’ex di turno Leonardo Pavoletti.

 Sampdoria-Parma (2-2). I blucerchiati finiscono il campionato al settimo posto, i Ducali chiudono come fanalino di coda con la posizione societaria ancora tutta da definire.

Alessio Romagnoli e Lorenzo De Silvestri siglano il vantaggio per i liguri, mentre Raffaele Palladino e il portoghese Silvestre Varela pareggiano la sfida dello stadio Luigi Ferraris.

 Fiorentina-Chievo (3-0). La squadra di Vincenzo Montella liquida la pratica con i clivensi di Rolando Maran.

I gialloblù veneti confezionano una discreta esibizione ma devono soccombere sotto i colpi dei viola: Josip Ilicic, Federico Bernardeschi e Milan Badelj realizzano il tris vincente che spinge la Viola al quarto posto. 

Torino-Cesena (5-0). I granata abbattono il muro romagnolo predisposto da Domenico Di Carlo.

Josef Martínez, la doppietta di Maxi Lopez, Marco Benassi ed Emiliano Moretti piegano la resistenza bianconera; una pesante cinquina che chiude con amarezza il travagliato torneo di Defrel e compagni.

Inter-Empoli (4-3). I nerazzurri vincono il match del congedo dai propri tifosi superando i toscani dell’ottimo Maurizio Sarri. Le reti di Rodrigo Palacio e Marcelo Brozovic, la doppietta di Mauro Icardi regalano tre punti dal sapore amaro a Roberto Mancini.

Agli azzurri non bastano le marcature di Manuel Pucciarelli e la doppietta del georgiano Levan Mch'edlidze a evitare la sconfittanel catino milanese.

Roma-Palermo (1-2). Gli isolani battono la seconda forza del campionato con le segnature di Franco Vazquez (su rigore) e Andrea Belotti; i giallorossi segnano con il capitano, Francesco Totti.

Cagliari-Udinese (4-3). I sardi salutano la serie A con la vittoria casalinga contro i bianconeri di Andrea Stramaccioni.

Le reti di Marco Sau, Joao Pedro, Paul-Jose M'Poku e l’autogol di Bruno Fernandes concedono l’onore delle armi alla squadra di Gianluca Festa.

Per i friulani segnano Rodrigo Aguirre, Bruno Fernandes e Cyril Thereau.

Atalanta-Milan (1-3). E’ la seconda vittoria consecutiva per il Diavolo, dopo il successo di domenica scorsa contro il Torino.

La Dea passa in vantaggio con il goal di Daniele Baselli. In seguito i rossoneri ribaltano lo score con il rigore trasformato da Giampaolo Pazzini e la doppietta di Giacomo Bonaventura.

Verona-Juventus (2-2). In attesa della finale di Champions League (6 giugno a Berlino) la Juventus pareggia contro i gialloblù di Andrea Mandorlini.

I bianconeri segnano con la prodezza dell’argentino Roberto Pereyra e il colpo di Fernando Llorente: i veneti acciuffano il pareggio con l’ex Luca Toni e Juanito Gomez nei minuti di recupero.

Emanuele Perego             www.emanueleperego.it              www.perego1963.it

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Bonus Partite Iva, fino al 13 dicembre la presentazione delle domande
    Bonus Partite Iva Il bonus, messo a disposizione del Governo è un sussidio erogato a favore dei soggetti esercenti di titolari di partita Iva, soggetti esercenti di attività di impresa che hanno subito perdite a... The post Bonus Partite Iva, fino al 13 dicembre la presentazione delle domande appeared first on Benessere Economico.
  • Cambia la lotteria degli scontrini, ipotesi estrazione istantanea dal 2022
    Il programma lotteria degli scontrini che ha accompagnato molti italiani per tutto il 2021, potrebbe subire dei cambiamenti a partire dal 2022. A differenza del cashback, la lotteria degli scontrini infatti, è stata confermata anche... The post Cambia la lotteria degli scontrini, ipotesi estrazione istantanea dal 2022 appeared first on Benessere Economico.
  • P. Iva, quando arrivano i contributi fondo perduto fino a 150 mila euro
    Dopo l’ok ufficiale da parte dell’Unione Europea, i contributi a fondo perduto per le P.Iva disposti dal Decreto Sostegni Bis vengono sbloccati e arriveranno entro l’anno. I dettagli della misura Il sostegno finanziato con 4,5... The post P. Iva, quando arrivano i contributi fondo perduto fino a 150 mila euro appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus Natale, a dicembre voucher e bonus per pensionati e categorie meno abbienti
    Con l’avvicinarsi delle festività si incomincia a parlare di Bonus Natale, una misura di sostegno al reddito introdotta dalla legge finanziaria del 2001 e rifinanziata nell’ultimo decreto legge. Si tratta quindi di un voucher, erogato... The post Bonus Natale, a dicembre voucher e bonus per pensionati e categorie meno abbienti appeared first on Benessere Economico.
  • Il ritmo dell’inflazione preoccupa, aumentano anche i prezzi del carrello della spesa
    Anche nel mese di ottobre il tasso di inflazione ha continuato a salire. In particolare, per il quarto mese consecutivo l’ISTAT ha registrato una crescita più alta di quanto previsto in precedenza. L’aumento del prezzo... The post Il ritmo dell’inflazione preoccupa, aumentano anche i prezzi del carrello della spesa appeared first on Benessere Economico.
  • Cybersicurezza, forte carenza nel settore: i profili più richiesti
    L’accelerazione verso un mondo sempre più digitalizzato ha portato come conseguenza anche ad un aumento della criminalità online. Nei primi mesi del 2021 l’Italia è stata uno dei Paesi al mondo più colpito dalle minacce... The post Cybersicurezza, forte carenza nel settore: i profili più richiesti appeared first on Benessere Economico.

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Categorie

di tendenza