Connect with us
Pubblicità

Trento

Renzi in sofferenza, exploid di Salvini. La sorpresa Berlusconi

La sinistra vice bene nella Marche, in Puglia e in Toscana perdendo comunque molti volti. Berlusconi vince in Liguria da sempre feudo della sinistra, sfiora la vittoria clamorosa in Umbria e perde per solo il 2% in Campania.

Pubblicato

-

La sinistra vice bene nella Marche, in Puglia e in Toscana perdendo comunque molti volti. Berlusconi vince in Liguria da sempre feudo della sinistra, sfiora la vittoria clamorosa in Umbria e perde per solo il 2% in Campania.
La Lega domina in Veneto doppiando la candidata del centro sinistra che crolla. Ma il vero vincitore, ancora una volta è l'astensionismo, la percentuale dei votanti infatti è stata del 53%

Renzi perde la Liguria da sempre feudo della sinistra e vedere Raffaella Paita dietro ad un sorprendente Toti e poco sopra alla giovanissima Alice Salvatore del M5S, fino a qualche tempo sarebbe sembrato possibile solo alla Playstation. Il risultato è indiscutibilmente un grande successo per Berlusconi, che Matteo Renzi s’era illuso di aver seppellito da tempo. 

In generale Renzi non può dire di avere vinto. Certo il premier avrebbe buon gioco a dire che in Liguria il pasticcio l’ha combinato la vecchia sinistra, quella che quasi si compiace di perdere sempre. Spaccando il partito e candidando Pastorino, i «civatiani» (e, più in generale, tutti quelli della minoranza Pd) hanno complicato la vita alla Paita. È vero: c’è una sinistra che conferma la sua tendenza diremmo bertinottiana, o tafazziana: meglio far vincere la destra che vincere noi con un capo che non ci piace. 
 
Però questa spaccatura nel Pd Renzi un po’ se l’è cercata. Con i suoi modi, più che con la sua politica. È passato come una ruspa salviniana su tutto ciò che era rimasto del vecchio partito, s’è attorniato solo di fedelissimi, è salito al governo con metodi diciamo così un po’ risoluti: insomma era inevitabile che il Pd implodesse, o esplodesse. Renzi dunque non ha vinto, nonostante la probabile conferma di De Luca in Campania e nonostante il 5-2. La sua è un vittoria guastata dai cocci lasciati dal Pd in Liguria e, probabilmente, non solo in Liguria. Anche il risultato della da sempre rossa Umbria è per il premier un motivo di grande preoccupazione. 
 
Berlusconi, ancora una volta resuscita e smentisce i molti che ormai la davano in pensione. Certo la Lega ha superato Forza Italia, ed è un dato storico ma questo si sapeva. Però Toti è un capolavoro personale dell’ex Cavaliere: una sua creatura. Fino all’una di notte le notizie davano il coordinatore di Forza Italia davanti alla Paita. E poi c’è l’Umbria. Neanche ai tempi d’oro l’allora Cavaliere avrebbe mai pensato di poter essere testa a testa in Umbria. 
 
Chi lo avrebbe detto? Queste regionali non restituiscono alla politica il Berlusconi vincente del mitico ventennio, anzi ci consegnano un Berlusconi quarto classificato tra i leader. Però un Berlusconi ancora vivo, un Berlusconi con cui pure Salvini dovrà fare i conti, se vorrà guidare un centrodestra nuovamente unito. 
 
La nuova ascesa di Salvini non era in discussione, la Lega Nord. Lui è un vincitore chiaro e indiscutibile del centro destra. Forse «il» vero vincitore di ieri. Intanto, il Veneto. Ora la vittoria di Zaia viene registrata come un fatto scontato. Però si dimentica che un anno fa, alle Europee, in Veneto – per la prima volta nella storia dell’Italia – aveva vinto la sinistra. E aveva vinto perché molti leghisti e berlusconiani delusi avevano votato per Renzi, un uomo di centrosinistra che parla un linguaggio molto gradito alle orecchie degli elettori di centrodestra. Dopo dodici mesi, quei voti sono tornati tutti a casa. 
 
Poi si dimentica che c’era stata la scissione di Flavio Tosi, il sindaco leghista di Verona. Salvini, nel trattare Tosi come l’ha trattato, ha rischiato tutto. Perfino di far vincere la Moretti. Ma alla fine ha avuto ragione. 
 
I risultati di ieri dimostrano anche che Salvini ha ormai trasformato la Lega da movimento locale a partito nazionale. In Liguria ha doppiato Forza Italia; in Toscana e Umbria ha toccato percentuali straordinarie. La Lega è ormai un partito che può trattare da una posizione di forza in una futura alleanza di centrodestra. Certo anche per Salvini adesso arriva il momento più difficile, quello in cui si deve gestire la vittoria: e per lui gestire vorrà dire, paradosalmente, doversi moderare per poter convincere tutti gli elettori di centrodestra. 
 
Infine, Grillo. Il suo Movimento è andato molto bene. Era sparito un anno fa, ora è risorto. Non sappiamo quanto abbia da rallegrarsi personalmente, Grillo, di questa resurrezione, perché questa volta i suoi ragazzi hanno giocato senza di lui. Il comandante sembra stanco, svogliato, defilato, la campagna elettorale è stata fatta quasi esclusivamente dalle truppe. Da una parte, insomma, Grillo potrebbe subire la sindrome che provano i direttori di giornali quando vedono che le copie sono aumentate quando loro erano in ferie. Però dall’altra parte Beppe può così smentire coloro che dicevano che il M5S viveva sulle sue gag. No, il risultato di ieri dimostra invece che è una cosa seria. Certo va bene per colpa degli altri partiti, che gli offrono constantemente formidabili assist. Ma questo è un vecchio discorso. 
 
Inizia ora lo spoglio delle elezioni comunali che potranno dare maggiore completezza ai risultati finali. 
Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Negozi online, come aprirli e gestirli
    Ad oggi, il commercio online è diventato un’abitudine sempre più consolidata, portandolo ad essere un settore un forte espansione. Di conseguenza aprire un negozio online potrebbe essere una buona occasione imprenditoriale e di auto impiego.... The post Negozi online, come aprirli e gestirli appeared first on Benessere Economico.
  • Legge di Bilancio 2022, qualche anticipazione delle misure
    Da pochi giorni è stato approvato il documento programmatico di bilancio che definisce le linee di intervento che verranno inserite nella manovra finanziaria, incidendo sui principali indicatori macroeconomici e di finanza. Legge di Bilancio 2022,... The post Legge di Bilancio 2022, qualche anticipazione delle misure appeared first on Benessere Economico.
  • RIPARTE L’ECONOMIA MA MANCA IL PERSONALE!
    Le soluzione di YWN – la rete nazionale delle imprese Il mondo del lavoro è oggi tormentato da una miriade di problemi ulteriormente aggravati dalla pandemia che ci accompagna ormai da quasi due anni. La... The post RIPARTE L’ECONOMIA MA MANCA IL PERSONALE! appeared first on Benessere Economico.
  • IL TEAM BUILDING AZIENDALE MOTORE DELLA RIPARTENZA
    La motivazione del personale strategia centrale nel business plan della ripresa. Condividere sorrisi, esperienze, riflessioni per consolidare lo spirito di squadra e la voglia di normalità negli ambienti di lavoro diventa oggi la leva principale... The post IL TEAM BUILDING AZIENDALE MOTORE DELLA RIPARTENZA appeared first on Benessere Economico.
  • Caro bollette, tutti gli aiuti approvati per contare gli aumenti
    Dal 1 ottobre, come annunciato, sono scattati gli aumenti in bolletta per gas ed elettricità rispettivamente del 14,4% e del 29,8% per la famiglia tipo. Per contenere l’emergenza, il Governo ha stanziato oltre 3 miliardi... The post Caro bollette, tutti gli aiuti approvati per contare gli aumenti appeared first on Benessere Economico.
  • Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero
    Il Ministero ha pubblicato le linee guida per accedere ai ristori riservati agli operatori del turismo. L’obiettivo del Ministero è quello di informare i potenziali beneficiari al fine di produrre la documentazione necessaria per fare... The post Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero appeared first on Benessere […]
  • Il potenziale benefico delle piante da arredamento
    Oltre ad essere decorative, le piante in casa aiutano a migliorare il benessere psicofisico. Infatti, predisporre degli spazi verdi tra le mura domestiche significa contribuire positivamente sull’aspetto estetico degli ambienti, ma anche alla salute. In particolare, le piante interagiscono con l’ambiente diminuendo la presenza di polvere in casa, favorendo la rimozione delle tossine e assicurando […]
  • Appartamenti moderni fatti in tubi di cemento, Hong Kong trova la soluzione per la crisi immobiliare
    L’improvviso aumento della popolazione, ha portato Hong Kong ad attraversare una crisi immobiliare dettata proprio dalla crescita della domanda di alloggi. Di conseguenza, con i prezzi immobiliari alle stelle e i sempre più scarsi spazi disponibili, l’architetto James Law ha trovato una soluzione davvero innovativa per risolvere il problema della carenza di appartamenti. L’architetto ha […]
  • Verso una caricabatterie universale per tutti i dispositivi mobili, la proposta dell’UE
    Da una proposta presentata dalla Commissione Europea, spunta la possibilità di un carica batterie universale e utilizzabile per qualsiasi dispositivo mobile. Con l’obiettivo di ridurre i rifiuti, la proposta punta quindi ad armonizzare i cavi di ricarica su una serie di dispositivi elettronici venduti nell’Unione Europea. In particolare, è stato proposto di puntare sull’utilizzo del […]
  • In Cile, il meraviglioso hotel interamente ecologico costruito con container ricilati
    Negli ultimi anni, il mondo dei viaggi tende sempre di più verso la sostenibilità e il rispetto per l’ambiente tanto che la ricerca di spostamenti meno inquinanti, i cottage o le casette in legno immerse nella natura, sono diventate una vera e propria tendenza. La ricerca di alloggi in strutture sempre più originali è in […]

Categorie

di tendenza