Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Scuola: Gli insegnanti «schizzati» e torturatrici

Non pochi insegnanti esauriti o "schizzati", negli ultimi anni, sono finiti nel mirino, per maltrattamenti, insulti e schiaffi sonori nei confronti di bambini più o meno vivaci.

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Non pochi insegnanti esauriti o "schizzati", negli ultimi anni, sono finiti nel mirino, per maltrattamenti, insulti e schiaffi sonori nei confronti di bambini più o meno vivaci.

Insomma, scene poco edificanti ma reali, che, purtroppo, si riferiscono a docenti, ormai stanche, stressate, talvolta inconsapevoli "torturatrici" (mi si perdoni l'utilizzo del sostantivo al femminile, calcolata la percentuale che sale fino a quasi il 100% nelle scuole dell’infanzia, al 95% nella scuola primaria e all’85% nella scuola secondaria di primo grado, ma non mancano anche le criticità al maschile)incapaci, probabilmente, di confrontarsi con un mestiere complesso, nel tempo logorante.

Del resto questa è stata spesso definita, anche in buona parte dell'immaginario collettivo, una professione-missione che richiede grande senso di compartecipazione, che non può essere affrontato con frustrazione, con disagio e con assenza di "energie". Non ti consente, oltretutto, di abbassare mai la guardia!

Pubblicità
Pubblicità

Richiede un'elevata dose di "costruttiva" sopportazione e pazienza, che, peraltro, si acquisiscono anche attraverso una maturazione del proprio percorso professionale. Tale attività, se non viene vissuta quotidianamente con passione e con "responsabile" altruismo, rischia di diventare un calvario e cagionare danni irreversibili alle più giovani generazioni.

Certo, qualcuno potrebbe affermare: "E' facile parlare, bisogna trovarsi nelle situazioni!". Senz'altro è un mestiere difficilissimo e non sempre si è adeguatamente supportati. Tuttavia proprio perchè non si tratta di mettere insieme semplicemente dei bulloni (con tutto il rispetto), devi essere in grado,"volente o nolente",di costruire, di promuovere significative relazioni umane e formative con soggetti in crescita, che devono essere aiutati a diventare persone autonome e sicure.

Ben sappiamo come il lavoro di docente sia molto impegnativo, come rientri nella categoria delle cosiddette "helping professions", ossia delle "professioni d'aiuto",che espongono ad una indiscutibile usura psicofisica. Oggi, peraltro, lo scarso riconoscimento sociale ed economico, la crescente pressione esercitata da famiglie e da dirigenti, la richiesta di un intervento sempre più "totalizzante" (che va ben oltre la pura sfera didattica) ingenerano nel docente un "carico psicologico",un disarmante senso di impotenza-smarrimento, una "perdita di senso nel proprio lavoro", che possono determinare vere e proprie patologie mediche.

Pubblicità
Pubblicità

Negli ultimi anni si è parlato frequentemente di burnout, che colpisce soggetti impegnati in campo sociale, tra cui educatori-insegnanti. Il lavoratore "colpito" tende a sfuggire all'ambiente lavorativo, comincia ad assentarsi in modo frequente e abituale, lavorando con sempre minore entusiasmo e a provare frustrazione e insoddisfazione, nonché azzerando la necessaria empatia nei confronti delle persone di cui dovrebbe occuparsi. Il burnout si associa, in misura progressiva, ad un deterioramento del benessere fisico, a sintomi psicosomatici come l'insonnia e psicologici come la depressione. Tuttavia, ovviamente, nulla può giustificare gli emblematici episodi riferiti nella parte introduttiva.

Comunque sta di fatto che, come fa notare anche l'articolo 28 del "Testo unico per la tutela della salute nei posti di lavoro"del 2008, anche l'età del lavoratore costituisca un allarmante fattore di debolezza, specialmente nel campo della docenza. Infatti, pensare di trovarti a 65-67 anni, ad un'età da nonno, discoletti della prima infanzia, risulta forse "una costrizione innaturale". Pensiamo ad una nonnina che, non raramente, si trova in difficoltà a gestire lo spavaldo nipotino per qualche ora. Che pretendiamo da una signora, ben oltre la mezza età! Che riesca "a contenere" il vigore di tumultuosi e superenergici ragazzini? O che abbia la forza, quando necessario, di separare alunni indisciplinati, mentre, magari, si stanno azzuffando (anzi, meglio di no, visto qualche clamoroso precedente!)?

Il legislatore non dovrebbe fermarsi a riflettere, favorendo "l'opportuna rottamazione",o meglio l'indispensabile ricambio generazionale? Se pensiamo alla voce "anagrafe",i docenti italiani sono in media i più vecchi al mondo: il 52% supera i 50 anni (e una parte consistente supera i 60,l’11% alle elementari, il 13 alle superiori e il 15 alle medie), con una percentuale che si attesta attorno al misero 0,27% per quanto concerne gli under 30. Con un disarmante 10,3% siamo ultimissimi per quanto concerne gli over 40. A questo riguardo, Austria e Germania ne hanno due volte e mezzo più di noi, Spagna e Francia il triplo abbondante, il Belgio il quadruplo, la Gran Bretagna il quintuplo.

Insomma insegnare, che proprio nel suo significato etimologico e cioè "imprimere dei segni nella mente",implica responsabilità altissime! Tuttavia si possono lasciare indelebilmente, nel bene o nel male, "impronte" significative…

Ovviamente il plauso meritato ai tanto docenti, la maggioranza per fortuna, che tanto si prodiga in questa delicata professione!

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento4 ore fa

Ancora un incidente mortale sulla strade del Trentino. Muore centauro 31 enne

Trento5 ore fa

Soccorso alpino sotto pressione: oggi numerosi infortuni in montagna

Trento5 ore fa

Vola con la moto per 30 metri nella scarpata, muore donna 29 enne

Valsugana e Primiero8 ore fa

Aspettando il Giro in Valsugana col presidente Fugatti in testa al gruppo

Trento10 ore fa

Coronavirus: 106 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Piana Rotaliana10 ore fa

«Prestazione d’eccellenza»: a Mezzocorona premiati 19 singoli e 7 progetti del volontariato targato Euregio

Alto Garda e Ledro11 ore fa

Perde il controllo della vettura e finisce contro delle rocce, feriti i due occupanti

Trento12 ore fa

Occupato l’ex ostello di san Martino: i residenti segnalano episodi inquietanti su una ragazzina

Val di Non – Sole – Paganella14 ore fa

Tragedia sulla Presenella, muore 55enne di Contà

Trento18 ore fa

Malamovida, notte da incubo. I residenti: «Adesso basta! Non ne possiamo più»

Arte e Cultura19 ore fa

Orchidarium: da ieri al Muse la mostra delle Orchidee tropicali

Valsugana e Primiero19 ore fa

Passeggiate alla scoperta della storia di Levico Terme e Castel Selva, ogni giovedì pomeriggio da maggio a settembre

Val di Non – Sole – Paganella19 ore fa

Molte occasioni per riflettere grazie al corso di sensibilizzazione al “Ben-Essere” nella comunità organizzato a Tuenno

Italia ed estero19 ore fa

Medicina, dal 2023 stop al test di ingresso unico. Messa: “Il percorso inizierà dal liceo”

Alto Garda e Ledro20 ore fa

Parcheggio e percorso pedonale a Tiarno di Sopra. 235 mila euro per 44 nuovi posti auto

Trento2 settimane fa

Mauro Ottobre perde anche in appello con La Voce del Trentino. Dovrà pagare altri 22 mila euro

Politica4 settimane fa

Nella prossima seduta consiliare in discussione 6 ddl, compreso quello sulla terza preferenza

Val di Non – Sole – Paganella4 settimane fa

Orso a spasso tra i meleti di Mechel – IL VIDEO

Trento4 settimane fa

Coronavirus: contagi contenuti e nessun decesso nelle ultime 24 ore

Trento1 settimana fa

Coronavirus: un decesso e 326 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento2 settimane fa

Coronavirus: contagi e ricoveri in calo nelle ultime 24 ore

Trento4 settimane fa

Concerto Vasco Rossi: ecco la viabilità alternativa per minimizzare i disagi

Telescopio Universitario4 settimane fa

Ricerca, l’Europa premia ancora l’Università di Trento

Trento2 settimane fa

Coronavirus: 426 contagi nelle ultime 24 ore. In salita i ricoveri

Trento2 settimane fa

Coronavirus: 66 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Politica3 settimane fa

Anche una delegazione Trentina alla conferenza di Fratelli d’Italia, Meloni: «E’ arrivato il nostro tempo»

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 156 contagi e nuovo balzo in avanti dei ricoveri nelle ultime 24 ore

Trento3 settimane fa

Vasco diffonde la prime foto del grande palco del Concerto di Trento. Saranno 11 i musicisti impegnati nel live

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

In fiamme un camioncino nel parcheggio del Rovercenter – IL VIDEO

Trento4 settimane fa

Concerto di Vasco Rossi: tutto quello che è meglio sapere il 20 maggio

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza