Connect with us
Pubblicità

Trento

Viaggio nell’Euregio Tirolo con… la Landesrätin Beate Palfrader.

La terza tappa del nostro viaggio virtuale nell’Euregio Tirolo abbiamo deciso di compierla in compagnia dell’assessora Beate Palfrader (ÖVP – Österreichische Volkspartei) responsabile nella Giunta Regionale (Regierung) del Land Tirol dell’assessorato competente in materia di istruzione, cultura, salvaguardia del patrimonio culturale, nonché delle politiche giovanili, per la famiglia e per gli anziani.

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

La terza tappa del nostro viaggio virtuale nell’Euregio Tirolo abbiamo deciso di compierla in compagnia dell’assessora Beate Palfrader (ÖVP – Österreichische Volkspartei) responsabile nella Giunta Regionale (Regierung) del Land Tirol dell’assessorato competente in materia di istruzione, cultura, salvaguardia del patrimonio culturale, nonché delle politiche giovanili, per la famiglia e per gli anziani.

Gli ambiti che l’Euregio tende a sviluppare maggiormente sono quelli della cultura, dell’istruzione e della ricerca poiché costituiscono i settori chiave per un corretto sviluppo della società del futuro.

Pubblicità
Pubblicità

Investire in modo mirato in questi ambiti, infatti, sarà il fattore che consentirà all’Euregio ed all’Europa di affermarsi come società della conoscenza e competere efficacemente nell’economia globalizzata.

Pertanto, lo sforzo comune dei tre territori è quello di condividere l’impegno in tale direzione per contribuire a migliorare fattivamente il nostro presente, ma soprattutto per costruire un solido futuro alle nuove generazioni.

Compito dell’Euregio, attraverso il coinvolgimento massivo delle nuove generazioni, sarà proprio quello di rafforzare il senso di comunità tra le popolazioni dei tre territori, offrire nuove possibilità di scambio e di incontro, creare una vera e propria rete culturale tra Innsbruck, Bolzano e Trento.

Pubblicità
Pubblicità

Questi i principi messi nero su bianco dagli assessori alla cultura del Tirolo (Beate Palfrader), dell’Alto Adige/Südtirol (Christian Tommasini, Philipp Achammer, Florian Mussner) e Trentino (Tiziano Mellarini).

Dalle linee guida di questo accordo è nato un gruppo di lavoro comune sulla cultura con il compito principale di elaborare i criteri da rispettare affinché i singoli progetti culturali possano avere accesso al sostegno finanziario dell’Euregio.

L’Euregio interviene a sostegno dei progetti culturali, la cui pianificazione finanziaria deve essere attendibile e ragionevole e le cui attività devono svolgersi all'interno dei territori dell'Euregio, in due modalità differenti: diretta o coordinata.

Per progetti diretti, si intendono i progetti nei quali il GECT partecipa finanziariamente pagando una parte dei costi di realizzazione, mentre per i progetti coordinati il ruolo del GECT è limitato ad un supporto organizzativo che ne esclude la partecipazione finanziaria.

In entrambi i casi, però, è necessario che il progetto abbia una dimensione transfrontaliera, coinvolga due o più partner e venga promosso nei tre territori che compongono il GECT.

Le molteplici iniziative messe in campo dall’Euregio in ambito di cultura, istruzione e ricerca (Fondo Euregio per la mobilità, Accademia dell’Euregio, Euregio Science Fund, le giornate dei musei del Tirolo Storico, le notti della cultura, nonché innumerevoli mostre, workshop e forum) sono dedicate principalmente, ai giovani ed agli studenti di tutti i cicli.

Un esempio tra tanti “La settimana d'azione dell'Euregio nelle scuole del Tirolo” intende promuovere e rendere concreta l’Euroregione Tirolo-Alto Adige-Trentino nelle scuole dal settimo al tredicesimo livello nel Bundesland Tirolo (studenti compresi tra i 12 e i 18 anni), proponendo agli studenti informazioni di prima mano dagli esperti dell’Euregio sulla costituzione, l’organigramma e le concrete iniziative del GECT a titolo gratuito (si tratta di moduli della durata di circa due ore con contenuti multimediali, gioco quiz e discussione finale).

Per meglio comprendere la visione dell’Euregio Tirolo, da Innsbruck, sotto l’aspetto dell’integrazione linguistico-culturale con la Provincia Autonoma di Bolzano, ma soprattutto con quella di Trento, abbiamo posto un paio di domande alla dottoressa Beate Palfrader (vedi scheda personale a questo link) titolare dell’assessorato competente del Land Tirolo.

Assessora Palfrader, l'aspetto culturale è senza ombra di dubbio quello più importante da sviluppare per favorire l'integrazione e la sinergia tra i cittadini dell'Euregio.

A parte le azioni comuni messe in campo dalle tre province, esistono iniziative supplementari che il Tirolo ha adottato in maniera autonoma per agevolare la convergenza tra le culture austriaca ed italiana come, ad esempio, è avvenuto nella Provincia Autonoma di Trento con il programma di trilinguismo,  fortemente voluto dal Presidente Ugo Rossi, per l'insegnamento scolastico delle materie curricolari in italiano, tedesco ed inglese (metodo CLIL) per tendere al superamento del gap linguistico?

«In Tirolo esistono molte scuole dove si insegna la lingua italiana, in parte già a partire dalla scuola elementare fino ad arrivare alla maturità.

Come già constatava Frank Harris (1856-1931), circa cento anni fa, ogni nuova lingua è comparabile ad una finestra aperta, la quale permette la visione del mondo secondo una nuova prospettiva ed allarga la visione stessa della vita.

Proprio in questo senso colgo il contributo della lingua italiana nelle nostre scuole, anche per il semplice motivo, che ci porta a conoscere e comprendere la cultura del Paese nostro vicino.

Già da parecchi anni esiste una cooperazione di successo nell’ambito della scuola elementare tra il Land Tirol e la Provincia Autonoma di Trento, che è stata allargata nel giugno 2014 anche al settore delle scuole superiori.

A questo fine è stato stipulato dal Presidente di Giunta Ugo Rossi e dal Capitano Günther Platter un “Accordo programmatico per intensificare e promuovere in particolar modo programmi di scambio per studenti e per insegnanti, collaborazioni scolastiche e progetti interscolastici tra scuole”, che apre nuove possibilità di scambio e cooperazione.

A parte questi accordi istituzionali esistono però anche altre scuole del Tirolo che autonomamente mantengono ottimi contatti diretti con le scuole in Trentino.»

Secondo la sua esperienza personale, come giudica la partecipazione e la percezione dell’Euregio tra gli studenti tirolesi? E tra la popolazione adulta?

«Sono convinta che l’Euregio nella maggior parte viene percepito sia dai giovani che dagli studenti, nonché dagli adulti in modo positivo.

Però è necessario e importante cementare nell’opinione e nella percezione pubblica, ancora più profondamente, i vantaggi della cooperazione regionale e transfrontaliera.

Dobbiamo avere un comune obiettivo, e cioè quello di mettere in primo piano tutti gli elementi che ci collegano e allo stesso tempo di far venire meno tutto quello che ci separa, soprattutto gli ostacoli nelle teste delle persone anziane che purtroppo sussistono ancora, conseguentemente dobbiamo individuare e rafforzare le opportunità di collaborazione.

Ripongo grandi speranze, particolarmente, nelle nuove generazioni dell’Euregio.

Accanto alle già menzionate cooperazioni nel settore della formazione esistono ormai delle iniziative transfrontaliere di gran successo nell’ambito della cultura giovanile, quali per esempio il concorso di musica per giovani del Tirolo Storico “Prima la Musica”, o anche il concorso per giovani band di musica “Uploadsounds”.

Tutte queste attività contribuiscono a riempire l’Euregio di vita e di valori ed a creare sin da giovani la consapevolezza dell’importanza della cooperazione transfrontaliera con l’obiettivo di cementare sempre  più la messa in rete oltre i confini nazionali.»

Photographs courtesy of Land Tirol/Aichner

Altri articolo sull'Euregio:

Viaggio nell’Euregio Tirolo con… l’assessora Martha Stocker.

Convegno OSAR ad Aldeno: Conoscere l’Euregio.

Viaggio nell’Euregio Tirolo con… il senatore Franco Panizza.

 

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento6 ore fa

Scuola, stop all’obbligo di indossare le mascherine per personale e alunni

Val di Non – Sole – Paganella6 ore fa

“Quello che possiamo imparare in Africa”: Cavareno incontra don Dante Carraro

Trento6 ore fa

Sanità trentina: 4,5 milioni di euro per abbassare le liste di attesa

Valsugana e Primiero8 ore fa

Era evaso dai domiciliari, 25 enne del Burkina Faso arrestato a Levico Terme

Val di Non – Sole – Paganella8 ore fa

La Pro Loco di Tassullo si rinnova: Luca Pilati è il nuovo presidente

Arte e Cultura8 ore fa

Il Mart a Palazzo Libera e al Parco Guerrieri Gonzaga di Villa Lagarina

Trento10 ore fa

Coronavirus in Trentino: un decesso e 324 contagi nelle ultime 24 ore

Trento10 ore fa

Ancora un incidente nei boschi dell’Altipiano di Brentonico: ferito un boscaiolo 72 enne

Fiemme, Fassa e Cembra10 ore fa

Maltempo in Alta Val di Fassa, dichiarato lo stato di calamità

Val di Non – Sole – Paganella10 ore fa

Anche il Comune di Spormaggiore è “cardioprotetto”

Val di Non – Sole – Paganella12 ore fa

L’Asuc di Tuenno sistema la strada forestale, il consigliere Santini si complimenta col direttivo

fashion12 ore fa

Ecco la donna più desiderata dagli italiani per una «scappatella»

Italia ed estero12 ore fa

Lancia pietre sulle macchine in autrostrada e minaccia di tagliarsi la gola: bloccato col taser 22 enne egiziano

Alto Garda e Ledro12 ore fa

A Ferragosto la solenne celebrazione votiva di Santa Maria Assunta

Rovereto e Vallagarina13 ore fa

Violento scontro tra un furgone e una corriera a Santa Lucia di Ala, ferito un 48 enne

Val di Non – Sole – Paganella2 giorni fa

Mamma orsa in giro con i cuccioli a Spormaggiore – IL VIDEO

Fiemme, Fassa e Cembra4 settimane fa

Trentasette anni fa la tragedia di Stava: per non dimenticare!

Trento2 giorni fa

Mega rissa tra stranieri in centro storico nella notte – IL VIDEO

Trento1 giorno fa

Tutti animalisti con gli orsi degli altri

Rovereto e Vallagarina1 giorno fa

Ritrovato dopo due giorni il corpo di Willy, il ragazzo annegato nel lago di Lavarone

Trento1 giorno fa

Morì durante una pratica sadomaso a Trento: assicurazioni condannate a risarcire la famiglia

Val di Non – Sole – Paganella3 giorni fa

Per ferragosto a Cles quattro giorni di eventi ‘fantastici’

Val di Non – Sole – Paganella1 giorno fa

Escono di strada con la moto, deceduti due motociclisti

Trento2 giorni fa

Grosso incendio presso la discarica Podetti. In azione decine di vigili del fuoco

Rovereto e Vallagarina2 giorni fa

Lavarone: anche oggi si cerca senza sosta il corpo di Willy

Rovereto e Vallagarina1 giorno fa

“Ciao Willy, avrai un intera comunità che pregherà e si ricorderà di te, buon viaggio” il saluto del Comune di Lavarone

fashion12 ore fa

Ecco la donna più desiderata dagli italiani per una «scappatella»

Trento3 giorni fa

1.000 euro ad una famiglia trentina: l’Hotel dovrà risarcire il 50% della vacanza

eventi3 giorni fa

Miss Italia: ad Andalo vince la 18 enne Isabel Vincenzi

Italia ed estero1 giorno fa

29 enne austriaca rifiuta un’eredità di 4 miliardi di euro

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza