Connect with us
Pubblicità

Trento

Scuola: no ai tagli dei progetti ponte

Antonia Romano (l'altra Trento a sinistra) e Filippo Degasperi (M5S) reagiscono all'«attacco» portato dalla PAT al sistema scolastico trentino.

Pubblicato

-

Antonia Romano (l'altra Trento a sinistra) e Filippo Degasperi (M5S) reagiscono all'«attacco» portato dalla PAT al sistema scolastico trentino.

«I progetti ponte di orientamento tra la scuola secondaria di I grado e la scuola secondaria di II grado oppure tra la scuola secondaria di I grado e gli istituti/centri di formazione professionale sono previsti dalla legge n.5 del 7 agosto 2005 e sono riservati a studenti e studentesse che hanno bisogno di specifiche iniziative di orientamento, generalmente alunne e alunni con bisogni educativi speciali (BES), ma anche alunni e alunne a rischio abbandono oppure non italofoni e non italofone»dichiara Antonia Romano.

Secondo l'esponente dell'altra Trento a Sinistra, la giunta provinciale prosegue nella politica dei tagli alle risorse per la scuola pubblica, senza alcuna interazione con le addette e gli addetti ai lavori, taglia tutte le risorse destinate ai progetti ponte, danneggiando soprattutto le studentesse e gli studenti con bisogni educativi speciali, impoverendo l’offerta educativa e formativa, annullando i molteplici tentativi che da anni si attuano per contrastare l’abbandono scolastico.

Pubblicità
Pubblicità

«In questo scenario,  – continua Romano – l’unica possibilità che viene lasciata alle scuole le scuole avranno per continuare ad attivare questo tipo di progetti è quella di ricorrere all'utilizzo dei sempre più poveri fondi interni oppure al Fondo Sociale Europeo (FSE). Il servizio, quindi, non sarà garantito dal da un finanziamento provinciale specifico e l'attivazione dei progetti rischia di essere subordinata alla gestione del FSE da parte di singoli istituti o di reti di istituti oppure, peggio ancora, di strutture funzionali al Palazzo della Conoscenza».

«I comitati trentini per l’Altra Europa con Tsipras, l’Altra Trento a sinistra e l’Altra Rovereto a sinistra denunciano, ancora una volta ,la gravità della situazione scolastica trentina, schiacciata dalle imposizioni (a suon di circolari e direttive) di un governo provinciale che dimostra di avere un'idea di scuola piuttosto limitata e che, privilegiando le questioni economico – finanziarie rispetto a quelle educative e formative, penalizza ancora una volta la scuola pubblica e, in questa, le persone più bisognose e di interventi mirati» – termina Romano

Sull'ennesimo taglio dei fondi alla scuola il consigliere provinciale Filippo Degasperi ha precisato: «Si tratta, o meglio, si trattava, di iniziative previste dalla legge Salvaterra e intese a fornire supporto agli studenti in difficoltà (per condizioni personali o sociali) degli ultimi anni di medie, accompagnandoli nel passaggio al secondo ciclo in modo da contenere i rischi di abbandono scolastico. Progetti pensati per aiutare i più deboli e bisognosi che, vista la carenza di risorse nella quale versa il mondo della scuola si è ben pensato di tagliare del 100%. E ad aggiungere danno alla beffa la circolare esorta quegli istituti che non vogliano abbandonare gli studenti a loro stessi o ad appellarsi al buon cuore degli insegnanti, che dovrebbero lavorare gratis (trattandosi secondo gli uffici di "funzioni istituzionali"), oppure ad attrezzarsi per reperire risorse tramite il fondo sociale europeo. Peccato che questo approccio renda evidente la contraddizione: o si tratta di funzioni istituzionali e quindi dovute, oppure no. E quindi è legittimo il ricorso al Fondo sociale europeo che non può evidentemente essere impiegato per coprire le attività scolastiche ordinarie».
 
Degasperi entra ancora più nel dettaglio:«I motivi per i quali questa scelta è scandalosa sono essenzialmente due: in primo luogo perché, come abbiamo detto, si vanno a colpire gli studenti i più deboli e marginali condannandoli di fatto al rischio di abbandono scolastico in base ad un cinico calcolo economico, e in barba a tutto il buonismo di facciata che questa amministrazione spande a piene mani a uso e consumo dei media. In secondo luogo perché ancora una volta si sceglie di agire in maniera subdola, provvedendo a smantellare per via amministrativa un altro pezzo della Legge Salvaterra senza investire della questione il Consiglio Provinciale. Il M5S non permetterà che questo genere di scelte, contro lo spirito della Costituzione e le finalità della Legge provinciale sulla scuola, passino sotto silenzio. Che Rossi e i suoi abbiano almeno il coraggio di assumersi la responsabilità delle loro politiche scellerate».

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Piccoli angoli di paradiso immersi nella natura incontaminata, una perfetta alternativa al mare
    La bellezza incontaminata della natura fatta di scrigni selvaggi e posti da favola, accende la passione per l’Italia e per le sue straordinarie mete che spesso, nascondono scenari incredibili. Non solo acqua di mare, ma anche fiumi, cascate e canyon diventano un luogo ed un’alternativa perfetta per fare il bagno e rilassarsi. Infatti, per chi vuole […]
  • Nuotare nel Reno: un’esperienza unica nel suo genere
    Dalle montagne spettacolari, agli immensi boschi fino alle gole selvagge, la Svizzera circondata dalla sua natura incontaminata diventa inevitabilmente sinonimo di sostenibilità. Questa attenzione si riflette sui consumi, sulla lungimiranza nel riciclaggio della popolazione, ma anche sul turismo. Infatti, il turismo svizzero spinge i suoi visitatori ad entrare quanto più possibile a contatto con l’ambiente […]
  • Kylie Skin, la linea beauty di Kylie Jenner
    “La cura della pelle e il trucco vanno di pari passo e Kylie Skin è qualcosa che ho sognato subito dopo Kylie Cosmetics. Ci ho lavorato per quella che sembra una vita, quindi non posso credere che sia finalmente arrivato! Costruire la mia linea di trucco da zero mi ha insegnato molto e sono così […]
  • The Ordinary – The Balance Set: la skin care di qualità adatta a tutte le tasche
    The Ordinary è un marchio di DECIEM (società ombrello di brand focalizzati su trattamenti avanzati di bellezza) in continua evoluzione di trattamenti per la skin care. The Ordinary offre trattamenti clinici elettivi di cura per la pelle a prezzi onesti. The Ordinary è “Formulazioni cliniche con onestà”. Tutti i prodotti DECIEM,  compresi quelli del brand The Ordinary, […]

Categorie

di tendenza