Connect with us
Pubblicità

Arte e Cultura

La sessualità degli adolescenti e Internet

Siete preoccupati per la prima volta che vostro figlio andrà a scuola da solo, ma non vi chiedete cosa faccia tre ore ogni giorno chiuso nella sua stanza? Forse state puntando l’attenzione delle vostre ansie di genitore sull’obiettivo sbagliato.

Pubblicato

-

Siete preoccupati per la prima volta che vostro figlio andrà a scuola da solo, ma non vi chiedete cosa faccia tre ore ogni giorno chiuso nella sua stanza? Forse state puntando l’attenzione delle vostre ansie di genitore sull’obiettivo sbagliato.

Questo quanto emerso in una recente conferenza tenuta a Milano dal dott. Alberto Pellai.

Medico, psicoterapeuta dell'età evolutiva, specialista in Igiene e Medicina Preventiva, autore di numerose ricerche e di diversi libri sull'infanzia, sull'adolescenza e sulla genitorialità, nei sui suoi ultimi lavori “Baciare fare dire. Cose che ai maschi nessuno dice”, “Questa casa non è un albergo! Adolescenti: istruzioni per l'uso” e “Tutto troppo presto. L'educazione sessuale dei nostri figli nell'era di internet” si è occupato di un tema di grande attualità: l’adolescenza e la fase di sviluppo sessuale fra i 10 e 12 e 13 e 14 anni nell’era di Internet.

PubblicitàPubblicità

Una fase assolutamente naturale e normale, in cui è giusto che la sessualità venga fantasizzata, esplorata e conosciuta dai ragazzi, ed educata e supportata da noi genitori.

Pare, però, che oltre il 90% dei figli maschi non riceva dai papà un’educazione sessuale, con la naturale conseguenza che – come hanno fatto le generazioni precedenti – questi ragazzi cerchino risposte altrove.

I ragazzi usano la rete come noi, una volta, usavamo il vocabolario per comprendere parole che non conoscevamo – dice il prof. Alberto PellaiSolo che nella rete, Google risponde senza distinguere l’età di chi lo sta consultando”.

E le conseguenze non sono banali. L’esposizione di un ragazzino di 10 – 12 anni a siti pornografici per adulti è – per usare l’esempio dell’autore – come cercare di mettere un elefante in una 500.

“lo stimolo dovrebbe essere adeguato all’età e lasciare posto all’immaginazione” afferma.

“Ma la pornografia uncina i ragazzi, snaturando le loro fantasie con contenuti lontani anni luce dalla realtà; e se nessuno gli spiega che ciò che vedono non è la norma, il rischio è che ne restino turbati."

Turbati al pensiero della sessualità dei genitori (“Ma anche mamma e papà lo fanno così?”), da ansia da prestazione e timore della prima volta (“Ma quando sarà il momento, dovrò fare anch’io così?”), e da problemi di performance, che nei film è sempre al top ma, soprattutto nelle prime esperienze, la realtà dei fatti potrebbe essere ben diversa.

Se nessuno spiega ai ragazzi come stanno le cose, per loro la sessualità rischia di ridursi ad un mero strumento di possesso; uno stato poco evoluto della sessualità, ben lontana dall’idea di costruzione e crescita di un rapporto.

E le femmine?

Il 95% di esse è preparata al menarca dalla madre. Pare infatti sia più facile per le mamme entrare in empatia con le figlie e trovare il momento e il modo di parlare con loro.

Ma questo non le mette necessariamente al riparo da potenziali rischi.

Caratteristica delle giovani ragazze è una grande attività sulle immagini dei loro profili social, che cambiano con grande frequenza nel tentativo di essere notate e apprezzate.

Per questo, fin dai 13 anni, appaiono nelle loro fotografie con atteggiamenti ammiccanti, quando non addirittura sexy.

“Fra le ragazze si attiva un’implicita competizione e spesso, in camera, fanno cose che non farebbero mai altrove” precisa il dott. Pellai.

Manca in loro la consapevolezza della permanenza dell’immagine, e non sanno quindi cosa possa comportare un suo uso errato.

“In giovane età – prosegue Pellai – commettere errori è naturale. Ma è fondamentale che mamma e papà presidino le attività dei figli on line.”

Si, dunque, all’amicizia fra genitori e figli su Facebook: “Molti lo considerano uno spazio privato dei figli. Ma risulta difficile considerarlo “privato” quando hanno oltre 500 contatti. Il genitore ha il dovere di esserci, seppure negoziando le modalità.”

A fronte di quanto detto fino ad ora sul comportamento dei ragazzi, alcune cose vanno dette anche sull’atteggiamento dei genitori all'interno delle nuove tecnologie.

Fra i ragazzi che si rivolgono al prof. Alberto Pellai, non è raro che emerga disagio per aver scoperto materiale pornografico nel computer del papà, o per il profilo aggressivo o eccessivo della mamma sui social.

Quindi, anche noi genitori, prima di postare qualcosa, dovremme chiederci sempre: “Se mio figlio entrasse nel mio profilo, gli piacerebbe? Mi sento tranquillo per come sono sui social nel mio ruolo di genitore?”.

In un’epoca in cui è doveroso essere genitori off line, ma anche on line, non possiamo permetterci di non considerare i rischi del web per mancanza di competenze e conoscenze.

Prima di regalare ai nostri figli di dieci anni uno smartphone, dovremmo avvicinarci a loro e parlare, spiegare, educare.

Così saremo forse in grado di anticipare – quando possibile – potenziali esposizioni a materiale non adatto, o evitare loro di compiere leggerezze che potrebbero avere conseguenze pesanti sulla loro reputazione e sul loro futuro.

Pubblicità
Pubblicità

  • PubblicitàPubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • “CrowdWine”, l’originale sistema per sostenere le piccole cantine italiane
    In un momento storico in cui l’intero settore del vino italiano ed internazionale sta vivendo un profondo cambiamento strutturale, relazionale e sopratutto commerciale è nata un’idea per sostenere le piccole e medie cantine italiane. L’idea prende spunto direttamente dal più noto crowdfunding, tentando di avvicinare i consumatori con i produttori attraverso l’ormai utilizzatissimo sistema di […]
  • Coronavirus: un team di giovani donne progetta ventilatori polmonari con ricambi di automobili
    L’emergenza sanitaria da Coronavirus ha colpito anche angoli di mondo già molto fragili come L’Afghanistan, Paese precedentemente dilaniato da decenni da guerre e dittature che, dopo l’arrivo del Coronavirus rischia di mettere definitivamente in ginocchio il fragile sistema sanitario. Nonostante il Governo di Kabul abbia adottato i più noti sistemi prevenzione, come il distanziamento sociale […]
  • Beer SPA, una tappa imperdibile nella splendida Praga
    Ti piacciono la birra e le belle città d’Europa? Allora una tappa alla Beer SPA delle capitale Ceca è d’obbligo. Aperta nel 2013, la Original Beer SPA, negli anni, ha riscosso un grande successo soprattutto tra coloro che amano il connubio tra belle città, relax e attrazioni peculiari o comunque diverse dal solito. Ma cos’è […]
  • Covid19: L’isola di Cipro paga le vacanze ai turisti contagiati e ai loro famigliari
    Nonostante Cipro abbia avuto poco meno di 1.000 casi di contagi e 17 vittime da Coronavirus, non vuole rinunciare all’attesissimo nonché molto importante traffico turistico estivo dando così il benvenuto a qualsiasi viaggiatore. A differenza di altri Stati, Cipro si sta infatti attrezzando per non ostacolare gli arrivi nei luoghi di villeggiatura sull’isola mediterranea attraverso […]
  • Giappone propone vacanze quasi gratis per rilanciare il turismo
    Negli ultimi mesi, il Giappone come tutti gli altri Stati del mondo, ha subito un forte rallentamento dal punto di vista turistico a causa dell’emergenza sanitaria da Covid – 19, arrivando ad un calo del 99.9% del turismo locale con neanche 3 mila arrivi durante il mese di aprile. Inoltre, considerando che il 2020 avrebbe […]
  • Coronavirus: distributori automatici di mascherine gratuite
    Nel periodo in cui la massima attenzione all’igiene e al distanziamento sociale sono la priorità principale per ogni Governo del mondo, la città di Singapore in stato di lockdown fino a giugno, ha deciso di contenere la diffusione da Covid – 19, garantendo a tutti i cittadini mascherine gratuite attraverso particolari distributori automatici. La caratteristica […]
  • NASA, progetta il sistema per prevedere alluvioni e siccità fino a 60 giorni prima
    Vista dallo spazio la Terra appare come un Pianeta Blu grazie alle grandi distese di acqua in continuo movimento che ricoprono il 70% dell’intera superficie. Da quando evapora, fino a quando cade pioggia alimentando le falde acquifere, l’intero ciclo dell’acqua dolce è così importante da essere al centro di alcuni programmi di ricerca internazionali volti […]
  • Borghi italiani dimenticati: incentivi, bonus e aste a partire da 1 euro per ripopolarli
    Da nord a sud l’Italia intera è costellata di Borghi che conservano, identità, mestieri e saperi di un patrimonio immateriale e materiale di una storia unica al mondo certificata dall’Unesco. Alcuni di questi, vengono chiamati “comuni a rischio scomparsa” a causa delle loro ridottissime dimensioni, eppure fanno parte del patrimonio storico e artistico italiano, rappresentando […]
  • Covid, oltre 60.000 perdono il lavoro: lo Stato li assume per un importante progetto
    L’emergenza sanitaria da Coronavirus con le misure preventive, indubbiamente necessarie al fine di contrastare la pandemia, hanno gravemente frenato i consumi mondiali, con pensanti ripercussioni sull’intero tessuto imprenditoriale. Tutto questo, ha portato inevitabili e devastanti conseguenze non solo per le abitudini sociali, ma anche e sopratutto per il settore produttivo ed economico. Nel mondo infatti, […]

Categorie

di tendenza