Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

L’arte di perdere: 3 storie d’oltremanica per la classe politica italiana

Guai ai vinti, dicevano gli antichi romani, perché la storia la scrivono i vincitori. Lo sanno bene Ed Miliband, Nick Clegg e Nigel Farage, messi al tappeto da David Cameron, che, dopo le elezioni di giovedì scorso, è riuscito a conservare la carica di primo ministro britannico.

Pubblicato

-

Guai ai vinti, dicevano gli antichi romani, perché la storia la scrivono i vincitori. Lo sanno bene Ed Miliband, Nick Clegg e Nigel Farage, messi al tappeto da David Cameron, che, dopo le elezioni di giovedì scorso, è riuscito a conservare la carica di primo ministro britannico.

 La vittoria del leader conservatore è stata schiacciante: il suo partito ha ottenuto 331 seggi sui 650 totali della Camera dei Comuni. Un numero addirittura superiore a quello che serviva per conquistare la maggioranza assoluta.

 Il grande sconfitto è Ed Miliband, leader del partito laburista e unico vero avversario di Cameron  per la poltrona di primo ministro. “Questo non è il discorso che avrei voluto pronunciare”, confessa Miliband nella sala gremita di giornalisti. È venerdì, ora di pranzo, e per il giovane leader è giunto il momento di dire addio al sogno di una vita.

Pubblicità
Pubblicità

 Figlio di una coppia di ebrei  polacchi trasferiti in Inghilterra, Miliband si iscrisse al Partito laburista all’età di quindici anni. Crebbe politicamente all’ombra dell’ex-cancelliere dello Scacchiere e primo ministro britannico, Gordon Brown, per il quale fu prima collaboratore e speechwriter e poi ministro dell’Energia, incarico che ricoprì tra il 2008 e il 2010. Erede designato di Brown, Miliband ne prese il posto alla guida del partito nel 2010, dopo la sconfitta dei laburisti alle elezioni politiche. In questa occasione, nella corsa per diventare segretario del partito, Ed superò proprio il fratello David, già ministro con Tony Blair e altro astro nascente del Labour.

 “Ed il rosso”, soprannominato così per il sostegno di cui godeva tra i sindacati e per la sua volontà di rompere con “l’eccessivo liberismo” di Tony Blair, ha perso in maniera umiliante: il Labour ha conquistato 232 seggi, 26 in meno che nella passata legislatura. “Mi assumo tutta la responsabilità della sconfitta”, ha dichiarato Miliband, prima di abbandonare formalmente la guida del partito, riconoscendo che “la Gran Bretagna  ha bisogno di un partito laburista forte ed è il momento che qualcun altro assuma la sua leadership”.

Molto ha influito sul risultato finale l’exploit dei nazionalisti scozzesi, con i quali Miliband ha rifiutato di scendere a patti fino all’ultimo. Forse, anche perché intimoriti da quello che si presentava come uno scenario politico estremamente incerto, gli inglesi hanno votato in massa per David Cameron, il male minore.

Brutta batosta anche per Nick Clegg, candidato dei liberal-democratici: il suo partito ha conquistato solo otto seggi, una cifra di sette volte inferiore rispetto alle precedenti legislative, nonché il peggior risultato negli ultimi ventisette anni. Questo era il prezzo da pagare per cinque anni al governo insieme ai conservatori di David Cameron.

 Dopo aver parlato davanti alla dirigenza del partito, Clegg è stato visto andarsene con le lacrime agli occhi. “Ha perso il liberalismo ­‒ ha commentato Clegg prima di dimettersi dei Lib Dem ‒ che però è più prezioso che mai e per il quale dobbiamo continuare a lottare. Sarebbe facile immaginare che non si può più tornare indietro. Non è così. È un’ora molto buia per il nostro partito, ma non possiamo permettere e non permetteremo che i valori liberali evaporino con questa notte”.

Pubblicità
Pubblicità

 Un addio che suona più come un arrivederci è, invece, quello di Nigel Farage, leader del partito indipendentista Ukip. Ricordando di aver promesso agli elettori che si sarebbe dimesso in caso di mancata conquista del seggio a South Thanet, l’uomo simbolo del partito anti-Ue e anti-immigrazione ha precisato che deciderà a settembre se tornare in campo per riprendere in mano le redini del partito.

 L’uscita di scena di Miliband, Clegg e Farage priva il panorama politico britannico di tre dei suoi pezzi da novanta. Ma apre anche la scena a nuovi protagonisti, in grado di infondere speranza e coraggio a dei partiti in profonda crisi di identità. Probabilmente i tre leader finiranno nel dimenticatoio della storia. Non conta. L’importante è che abbiano avuto il buon senso di farsi da parte, per consentire alla dirigenza dei loro partiti di rinnovarsi. Un gesto che lascia probabilmente sbigottiti molti dei politici nostrani, gelosamente affezionati alle loro poltrone.

 In Inghilterra, i due maggiori partiti, quello conservatore e quello laburista, esistono da più di cent’anni. In Italia, invece, i nostri leader sono soliti sopravvivere ai loro partiti, che cambiano nome e organizzazione in base alle mode del momento, ma che in realtà non sono altro che vuoti contenitori di plastica. Da riciclare.

Pubblicità
Pubblicità

  • PubblicitàPubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Covid19: L’isola di Cipro paga le vacanze ai turisti contagiati e ai loro famigliari
    Nonostante Cipro abbia avuto poco meno di 1.000 casi di contagi e 17 vittime da Coronavirus, non vuole rinunciare all’attesissimo nonché molto importante traffico turistico estivo dando così il benvenuto a qualsiasi viaggiatore. A differenza di altri Stati, Cipro si sta infatti attrezzando per non ostacolare gli arrivi nei luoghi di villeggiatura sull’isola mediterranea attraverso […]
  • Giappone propone vacanze quasi gratis per rilanciare il turismo
    Negli ultimi mesi, il Giappone come tutti gli altri Stati del mondo, ha subito un forte rallentamento dal punto di vista turistico a causa dell’emergenza sanitaria da Covid – 19, arrivando ad un calo del 99.9% del turismo locale con neanche 3 mila arrivi durante il mese di aprile. Inoltre, considerando che il 2020 avrebbe […]
  • Coronavirus: distributori automatici di mascherine gratuite
    Nel periodo in cui la massima attenzione all’igiene e al distanziamento sociale sono la priorità principale per ogni Governo del mondo, la città di Singapore in stato di lockdown fino a giugno, ha deciso di contenere la diffusione da Covid – 19, garantendo a tutti i cittadini mascherine gratuite attraverso particolari distributori automatici. La caratteristica […]
  • NASA, progetta il sistema per prevedere alluvioni e siccità fino a 60 giorni prima
    Vista dallo spazio la Terra appare come un Pianeta Blu grazie alle grandi distese di acqua in continuo movimento che ricoprono il 70% dell’intera superficie. Da quando evapora, fino a quando cade pioggia alimentando le falde acquifere, l’intero ciclo dell’acqua dolce è così importante da essere al centro di alcuni programmi di ricerca internazionali volti […]
  • Borghi italiani dimenticati: incentivi, bonus e aste a partire da 1 euro per ripopolarli
    Da nord a sud l’Italia intera è costellata di Borghi che conservano, identità, mestieri e saperi di un patrimonio immateriale e materiale di una storia unica al mondo certificata dall’Unesco. Alcuni di questi, vengono chiamati “comuni a rischio scomparsa” a causa delle loro ridottissime dimensioni, eppure fanno parte del patrimonio storico e artistico italiano, rappresentando […]
  • Covid, oltre 60.000 perdono il lavoro: lo Stato li assume per un importante progetto
    L’emergenza sanitaria da Coronavirus con le misure preventive, indubbiamente necessarie al fine di contrastare la pandemia, hanno gravemente frenato i consumi mondiali, con pensanti ripercussioni sull’intero tessuto imprenditoriale. Tutto questo, ha portato inevitabili e devastanti conseguenze non solo per le abitudini sociali, ma anche e sopratutto per il settore produttivo ed economico. Nel mondo infatti, […]
  • Coronavirus: da nord a sud l’Italia ringrazia con vacanze gratis ai sanitari impegnati nella battaglia
    Nonostante l’emergenza sanitaria, lo abbia pesantemente logorato, esiste un pezzo del settore turistico italiano che vuole ringraziare tutti i medici, operatori sanitari e ausiliari che, durante questi mesi sono stati impegnati, spesso senza tregua per salvare le vite di moltissime persone affette da Coronavirus dedicando loro una splendida ed esclusiva vacanza gratuita. Infatti, in vista […]
  • Civita Bagnoregio: l’incredibile borgo sospeso sulla Valle dei Calanchi
    Tra il lago Bolsena e la Valle del Tevere, nel Comune di Bagnoregio in provincia di Viterbo, si estende un’ immensa area lunare che regala un paesaggio davvero particolare caratterizzato da una successione di rocce argillose in erosione per effetto degli agenti atmosferici detti “calanchi”. Quello dei calanchi è un ambiente decisamente unico che offre […]
  • La Vespa Samurai usata in agricoltura contro il “nemico”, la cimice asiatica
    Arrivata in Italia nel 2012, la cimice marmorata (Halyomorpha halys) detta anche cimice asiatica, è una specie invasiva aliena proveniente dalla Cina che, nel corso del 2015 dopo una rapida e capillare diffusione in quasi tutte le Regioni italiane, ha causato ingenti danni sopratutto alle produzioni ortofrutticole concentrandosi su meli, peri, peschi e ciliegi. A seguito […]

Categorie

di tendenza