Connect with us
Pubblicità

Trento

Giunta Andreatta: per i nomadi stanziati 6,2 milioni di euro

Una voragine che costa ai contribuenti trentini centomila volte di più dell'accoglienza dei 500 migranti, una spesa che i cittadini trentini sono obbligati a sostenere, spesso a propria insaputa, per il mantenimento dei campi rom e sinti a Trento, con un risultato a livello di integrazione pari a zero.

Pubblicato

-

Una voragine che costa ai contribuenti trentini centomila volte di più dell'accoglienza dei 500 migranti, una spesa che i cittadini trentini sono obbligati a sostenere, spesso a propria insaputa, per il mantenimento dei campi rom e sinti a Trento, con un risultato a livello di integrazione pari a zero.
 
Dal 1993 ad oggi, sono stati impegnati oltre 6,2 milioni di euro (€ 6.239.249,71) sotto diverse voci per accogliere i sinti e i rom sul nostro territorio. 1,1 Milione di euro sono stati spesi per la costruzione del campo sosta di Ravina, e un altro milione di euro è stato impiegato per incentivare le famiglie a mandare a scuola i loro figli, mentre 3,1 milioni sono quelli corrisposti per progetti aventi come obiettivo la loro l’integrazione, lo studio dei figli e via dicendo.
 
Negli ultimi 12 anni sui banchi delle scuole superiori si sono seduti solo 15 studenti Rom e sinti, dei quali non si hanno notizie in merito a possibili diplomi o quant'altro. Non solo, risulta uno scoperto di oltre 43mila euro nelle casse del comune,(vedi allegato) infatti i rom residenti che avrebbero dovuto accollarsi una piccola parte di spese non hanno mai pagato nulla.
 
E appare anche difficile credere che siano impossibilitati a farlo, visto che posseggono autovetture nuove fiammanti che spesso costano un occhio della testa. Solo per le spese di luce, gas e riscaldamento i cittadini trentini hanno speso per i campi rom 701mila euro in 12 anni, quasi 60mila euro ogni anno, quasi come un intero rione di Trento.  
 
L'unico risultato ottenuto dalla tanto auspicata integrazione è quello di aver aumentato e istituzionalizzato “sine die” la dipendenza dai servizi sociali, creato aspettative di ulteriori interventi pubblici e alimentato il disagio sociale che espone ad una crescente percezione di trovarsi di fronte a provvedimenti senza sbocco.
 
Questo fa si che crescano sfiducia e diffidenza nei confronti di chi ne beneficia, nonostante la stragrande maggioranza dei cittadini di Trento sia per natura e cultura aperta all’ accoglienza. Se poi a questo aggiungiamo furti, rapine e truffe di cui spesso i nomadi sono protagonisti ce nè abbastanza per capire che il modello integrativo va quanto meno rivisto in parte. 
 
Accettiamo la realtà e limitiamoci ad investire per garantire a tutti loro un punto d’approdo dignitoso dove, nel pieno rispetto delle regole di convivenza che come comunità ci siamo imposte, poter sostare e ripartire liberi come fanno le rondini del cielo.Già, perchè non dimentichiamo che il popolo Rom è nomade, quindi viaggia in continuazione, o almeno così dovrebbe fare. 
 
Se invece qualcuno di loro in questa città vorrà integrarsi, diventando stanziale, nessuno gl’impedisce di farlo, le opportunità e gli strumenti non mancano ma è bene che si sappia che sono e devono essere gli stessi per tutti perché l’integrazione vera ha origine e si concretizza solo nella volontà di voler partecipare appieno alla vita sociale di questa terra e non in altro.
 
Per essere più chiari, se i nomadi vogliono fermarsi per sempre sul nostro territorio, benvengano, ma per essere aiutati  devono seguire le regole come le seguono i residenti trentini.
 
La domanda che ormai più spesso i cittadini trentini si pongono è:«oggi l'amministrazione comunale di Trento può permettersi di sostenere una simile spesa»? «e lo può fare a fronte di nessun risultato ottenuto»? e ancora:«può dimenticare, cassaintegrati, dissoccupati, disabili, anziani e famiglie sull'orlo del baratro per aiutare chi di aiuto davvero non ha bisogno»?  Ai posteri (forse) l'ardua sentenza
 
Sotto gli estratti del comune di Trento che dimostrano le cifre impiegate per il sostentamento dei campi Rom a Trento
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • RIPARTE L’ECONOMIA MA MANCA IL PERSONALE!
    Le soluzione di YWN – la rete nazionale delle imprese Il mondo del lavoro è oggi tormentato da una miriade di problemi ulteriormente aggravati dalla pandemia che ci accompagna ormai da quasi due anni. La... The post RIPARTE L’ECONOMIA MA MANCA IL PERSONALE! appeared first on Benessere Economico.
  • IL TEAM BUILDING AZIENDALE MOTORE DELLA RIPARTENZA
    La motivazione del personale strategia centrale nel business plan della ripresa. Condividere sorrisi, esperienze, riflessioni per consolidare lo spirito di squadra e la voglia di normalità negli ambienti di lavoro diventa oggi la leva principale... The post IL TEAM BUILDING AZIENDALE MOTORE DELLA RIPARTENZA appeared first on Benessere Economico.
  • Caro bollette, tutti gli aiuti approvati per contare gli aumenti
    Dal 1 ottobre, come annunciato, sono scattati gli aumenti in bolletta per gas ed elettricità rispettivamente del 14,4% e del 29,8% per la famiglia tipo. Per contenere l’emergenza, il Governo ha stanziato oltre 3 miliardi... The post Caro bollette, tutti gli aiuti approvati per contare gli aumenti appeared first on Benessere Economico.
  • Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero
    Il Ministero ha pubblicato le linee guida per accedere ai ristori riservati agli operatori del turismo. L’obiettivo del Ministero è quello di informare i potenziali beneficiari al fine di produrre la documentazione necessaria per fare... The post Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero appeared first on Benessere […]
  • Fondo impresa donna: tutti i dettagli per accedere ai finanziamenti agevolati ed ai contributi a fondo perduto
    Da pochi giorni è stato firmato il decreto per sbloccare gli aiuti del Fondo impresa donna. Fondo impresa donna, cos’è Il decreto firmato dal Mise, rende completamente operativo il Fondo Impresa Donna che sblocca una... The post Fondo impresa donna: tutti i dettagli per accedere ai finanziamenti agevolati ed ai contributi a fondo perduto appeared […]
  • Le mance dovrebbero essere tassate, la sentenza della Cassazione
    Una recente sentenza della Cassazione cambia in una parte dei redditi dei lavoratori dipendenti, inserendo la possibilità di tassare le mance. Perchè le mance si possono tassare Infatti, secondo la sentenza 26512, il pagamento delle... The post Le mance dovrebbero essere tassate, la sentenza della Cassazione appeared first on Benessere Economico.
  • Appartamenti moderni fatti in tubi di cemento, Hong Kong trova la soluzione per la crisi immobiliare
    L’improvviso aumento della popolazione, ha portato Hong Kong ad attraversare una crisi immobiliare dettata proprio dalla crescita della domanda di alloggi. Di conseguenza, con i prezzi immobiliari alle stelle e i sempre più scarsi spazi disponibili, l’architetto James Law ha trovato una soluzione davvero innovativa per risolvere il problema della carenza di appartamenti. L’architetto ha […]
  • Verso una caricabatterie universale per tutti i dispositivi mobili, la proposta dell’UE
    Da una proposta presentata dalla Commissione Europea, spunta la possibilità di un carica batterie universale e utilizzabile per qualsiasi dispositivo mobile. Con l’obiettivo di ridurre i rifiuti, la proposta punta quindi ad armonizzare i cavi di ricarica su una serie di dispositivi elettronici venduti nell’Unione Europea. In particolare, è stato proposto di puntare sull’utilizzo del […]
  • In Cile, il meraviglioso hotel interamente ecologico costruito con container ricilati
    Negli ultimi anni, il mondo dei viaggi tende sempre di più verso la sostenibilità e il rispetto per l’ambiente tanto che la ricerca di spostamenti meno inquinanti, i cottage o le casette in legno immerse nella natura, sono diventate una vera e propria tendenza. La ricerca di alloggi in strutture sempre più originali è in […]
  • Arriva la sedia per sedersi a gambe incrociate ed evitare fastidiosi mal di schiena
    Nonostante la frenesia che caratterizza ogni città, lo stile di vita sedentario di molte persone è piuttosto comune, visto che la maggior parte delle ore si passa fermi e seduti davanti alla scrivania. Questo con il tempo può portare danni più o meno seri al fisico. Infatti, il rischio di incorrere in spiacevoli mal di […]

Categorie

di tendenza