Connect with us
Pubblicità

Trento

Donne che in silenzio sostengono il cielo. Candles in the wind di Nondan Saxena

Si vive. A volte si sopravvive. Il bel documentario di Nondan SAXENA è ambientato nel Punjab indiano, ma offre uno spaccato globale di cruda attualità: crescita produttiva, conseguente indebitamento, default, morte.

Pubblicato

-

Si vive. A volte si sopravvive. Il bel documentario di Nondan SAXENA è ambientato nel Punjab indiano, ma offre uno spaccato globale di cruda attualità: crescita produttiva, conseguente indebitamento, default, morte.
 
La regista avrebbe potuto girarlo in Grecia, in Portogallo, in Italia. E' un film sulla globalizzazione da vedersi con occhio critico che introduce nei devastanti effetti di una rivoluzione economica senza preventivare delle regole, solo il puro profitto. Così, la microeconomia rurale del Punjab, per effetto del traino inarrestabile del colosso India, si apre ad una "rivoluzione verde" con l'introduzione di pesticidi e fertilizzanti in larga scala, e la produzione entra in un ottica macroeconomica.
 
La massiccia crescita produttiva ha i suoi costi, cancro compreso, e nel film della Saxena vengono drammaticamente raccontati dalle testimonianze di tante donne. L'assenza di intervistati maschili è presto spiegata: i diretti interessati si sono suicidati, a parlare sono le vedove. Il ciclo di vita e morte è spietato: i fertilizzanti come i pesticidi costano, i contadini si indebitano con le banche per aumentare la produzione, aumentando l'offerta i prezzi si abbassano, i contadini non riescono a far fronte ai debiti agricoli e ripartono con nuovi aumenti di produzione che comportano altri debiti e via così, fino alla resa. Non avendo scampo molti cercano un'uscita onorevole facendola finita. Resta il problema delle vedove.
 
Le consuetudini nel Punjab prevedono che la vedova non possa vivere sola e nemmeno camminare per strada da sola, ma almeno non deve suicidarsi per seguire il marito come in altre regioni indiane. Deve comunque farsi carico di tutti i debiti e mandare avanti la famiglia.
 
Nel documentario si capisce subito una cosa: le donne del Punjab sono tostissime. Si sono organizzate iniziando già nel 2002 un titanico braccio di ferro con il governo, che dapprima ha negato la correlazone dei suicidi con l'indebitamento dei contadini, poi, viste le spaventose statistiche, ha ha ammesso il collegamento ma ha rifutato di intervenire con le banche per sanare i debiti.
 
Facendo rete le vedove hanno iniziato a protestare bloccando i binari dei treni per 72 ore, poi bloccando i furgoni della polizia che aveva arrerstato le loro leaders. Per pagare i debiti lasciati dai mariti hanno credato una catena (semi illegale) di distribuzione per la vendita di liquori nei villaggi, ed hanno iniziato a pretendere pensioni dignitose. Il film racconta di questa drammatica fierezza, con primi piani di volti indomabili e poco o nulla rassegnati alla malasorte.
 
Sono queste stesse donne che ci propongono un modello di coesione insospettabile per il luogo geografico, ovvero creare una rete solidale con gli uomini e premere sul governo per abbattimento dei debiti e la cessazione dei suicidi in massa. Il governo indiano non ha risposto per ora, ma ha accusato il timore per le proteste delle vedove e non le perseguita più.
 
Il film documentario è prezioso per la comprensione dello stretto legame tra vita, natura, progresso e morte, un processo in cui la donna ha il ruolo della vita, è un essere che, come recita una poesia indiana, "in silenzio sostiene il cielo", e la loro determinazione è racchiusa in una frase recitata da una di esse: "La mia testa è un carro, i miei arti le ruote, il mio cuore è di pietra. Solo così sopravvivo".
 
Raffaella Prandi – raffaella.prandi@hotmail.it

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Spotify crea playlist personalizzate per i propri animali domestici: l’obiettivo è alleviare stress e ansia
    A casa durante le pulizie o sotto la doccia, in palestra mentre ci si allena e si fatica, ed in macchina alla radio con i brani preferiti: la musica sembra accompagnare e addolcire da sempre le giornate, diventando spesso colonna sonora di momenti importanti ed indimenticabili della nostra vita. In molti casi, le canzoni a […]
  • “Glamping”: la nuova alternativa glamour e chic al campeggio
    La natura con la sua bellezza ha la straordinaria capacità di avere una forte reazione ed un effetto diretto sulle nostre emozioni invitando ogni anno molti viaggiatori a viverla appieno per migliorare i propri momenti di pausa dalla vita frenetica, attraverso una semplice passeggiata all ombra delle fronde di un bosco o meglio, trascorrendo un’intera […]
  • Profumi funzionali: in arrivo nuove fragranze per diminuire lo stress ed aumentare il benessere
    I ricordi e le emozioni sono unite da un profondo e stretto legame con l‘olfatto che lo rendono come il gusto, uno dei sensi più potenti e straordinari arrivando ad influenzare molte volte anche i nostri comportamenti. L’olfatto è quel senso che non solo riesce a collegare i ricordi, gli attimi e addirittura i sapori […]
  • Svizzera: dal 2020 il tragitto casa – lavoro viene considerato orario d’ufficio
    In metropolitana, in autobus o in treno: tutti i giorni durante il tragitto che da casa porta al lavoro si risponde a numerose telefonate, si inviano e ricevono sollecitazioni, informazioni o delucidazioni sia via mail che attraverso social riguardo gli impegni lavorativi della giornata e della settimana. Dal primo gennaio 2020, in Svizzera, il tragitto […]
  • “Cortex Cast”: il gesso del futuro direttamente dalla stampante 3D
    Il gesso è da sempre stato l’irritante, ingombrante e pesante compagno di molte convalescenze, accompagnando e terrorizzando per settimane milioni di persone in tutto il mondo. Molto presto tutto questo potrebbe diventare soltanto ricordo molto lontano; a rimpiazzare con notevole onore il vecchio gesso sarebbe “Cortex Cast”: un esoscheletro stampato in 3D, composto da nylon […]
  • Formaggella della Solidarietà: il Caseificio Val di Fiemme ed il successo del volontariato d’impresa
    Le aziende hanno diversi sistemi e modi per creare valore, ma soltanto uno riesce a generare opportunità ed importanza contribuendo con successo al benessere del territorio e della società: Il volontariato sociale d’impresa. Il Caseificio della Val di Fiemme è entrato e si è distinto in questo importante mondo, creando e dedicando ad ogni anno […]
  • Affitti troppo alti: Berlino impone con legge un tetto massimo ai prezzi
    In tutta Italia, le cifre da capogiro degli appartamenti in affitto colpiscono direttamente ragazzi, studenti universitari ed intere famiglie che, costretti a scontrarsi con le difficoltà lavorative e la mancanza di un capitale iniziale per acquistare una casa di proprietà, devono a ripiegare sull’appartamento in affitto. Nonostante le cifre improponibili, il profondo cambiamento della società […]
  • Bhutan: l’incredibile fascino del Paese più felice del mondo
    Incastonato tra le rocce dell’immensa catena montuosa Himalayana, tra Cina e India, la natura lascia spazio al piccolo ma affascinate Stato monarchico del Bhutan. Nonostante sia uno dei paesi più poveri dell’Asia, qui si registra il tasso di felicità più elevato di tutto il continente e l’ottavo nella classifica mondiale. Infatti, oltre agli incredibili paesaggi, […]
  • Mobili fonoassorbenti per eliminare i rumori da casa e dagli uffici
    Il rumore del traffico esterno, il calpestio proveniente dal piano superiore, la televisione del vicino a volume troppo alto: questi sono solo alcuni dei rumori che possono infastidire l’ambiente domestico. Il mercato offre moltissimi sistemi per ottimizzare, migliorare e molte volte eliminare il problema: dai blocchi di muratura, applicati sopratutto nelle nuove costruzioni, ai feltri […]

Categorie

di tendenza