Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Il Fronte della discordia: Marine Le Pen mette a tacere il padre

 

La misura è colma. “Jean-Marie Le Pen non deve più potersi esprimere a nome del Front National, le sue affermazioni sono contrarie alla linea del partito”, ha sentenziato Marine Le Pen, erede del padre alla guida del movimento di estrema destra francese, intervistata dall'emittente radiofonico Europe 1.

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

La misura è colma. “Jean-Marie Le Pen non deve più potersi esprimere a nome del Front National, le sue affermazioni sono contrarie alla linea del partito”, ha sentenziato Marine Le Pen, erede del padre alla guida del movimento di estrema destra francese, intervistata dall’emittente radiofonico Europe 1.

Lunedì, il Comitato esecutivo del Front National si riunirà per decidere se adottare delle sanzioni disciplinari contro il suo fondatore, colpevole, a detta della figlia, di “tenere il partito in ostaggio con le sue provocazioni ricorrenti”. Non si tratta di una semplice ramanzina. Jean-Marie Le Pen, fondatore, presidente d’onore e padre-padrone del Front National fino al 2011, anno in cui lasciò le redini del partito alla figlia, si è reso protagonista di un aprile coi fuochi d’artificio.

Dall’inizio del mese, Le Pen, ormai ottantaseienne, ha rispolverato tutti i suoi odiosi “cavalli di battaglia”, ripetendo per l’ennesima volta che “le camere a gas sono state un dettaglio della storia” e difendendo il maresciallo Petain, capo del governo collaborazionista di Vichy, complice dei nazisti tra il 1940 e il 1944. Per finire in bellezza, il primo maggio, il vecchio leader si è lasciato andare a un’apparizione fuori programma, salendo, senza essere invitato, sul palco dove sua figlia stava per cominciare a parlare.

Marine non sa più come tenere a bada il padre, che sembra fare di tutto per intralciare i suoi sforzi per trasformare il Front National in un partito “più presentabile”, in grado di intercettare i voti di ampie fasce della popolazione. L’anziano Jean-Marie, infatti, non perde occasione per ricordare le sue posizioni razziste e antisemite, che hanno segnato i quarant’anni durante i quali ha guidato il movimento di estrema destra.

Ora, tra padre e figlia è giunto il momento della resa dei conti. “I suoi ultimi comportamenti sono inammissibili – ha denunciato Marine – penso che oltrepassino completamente le prerogative del suo status personale. Ho la sensazione che non sopporti che il Front National continui a esistere anche ora che non lo dirige più”. E aggiunge: “Mi dispiace, è ovvio che mi dispiace”.

È lei ora a comandare e il padre deve sbrigarsi a farsene una ragione. “Quello che mi auguro, è che la volontà degli iscritti al Front National sia rispettata. Gli iscritti al Front National mi hanno eletta con il 100% dei voti su una linea politica estremamente chiara che è la mia, quella che vogliono veder applicata. Non si può immaginare che questo venga modificato da delle azioni che finiscono per essere in maniera ricorrente quasi degli atti di malafede”, prosegue Marine.

Pubblicità
Pubblicità

La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata l’entrata in scena (foto), completamente fuori programma, del primo maggio, con cui Jean-Marie si è concesso un lungo saluto ai militanti frontisti, salendo sul palco dove la figlia stava per prendere la parola. Pochi passi dietro di lui, Marine aspettava silenziosa che il padre si decidesse a scendere dal palco.

Penso che l’abbia fatto in malafede, penso che si tratti gesto cattivo nei miei confronti – ha denunciato Marine – confesso che questa vicenda mi ha fatto sprofondare in un abisso di perplessità”. Sembra proprio che questa volta l’anziano Jean-Marie pagherà a caro prezzo le sue provocazioni.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Italia ed estero1 ora fa

Clamoroso ai mondiali del Qatar: fermati per corruzione quattro italiani a Bruxelles

Valsugana e Primiero1 ora fa

Viabilità, revocato ad Ospedaletto il divieto di transito dei mezzi superiori a 7,5 tonnellate diretti verso Trento

Trento2 ore fa

Morto Eugenio Tani, l’imprenditore diventato leggenda

Musica2 ore fa

Terzo appuntamento jazzistico al Museo Diocesano Tridentino dedicato a Chick Corea

Val di Non – Sole – Paganella2 ore fa

La Fondazione Cassa Rurale Val di Non premia gli studenti meritevoli: in palio 9 borse di studio per le tesi di laurea magistrale sulla valle

Italia ed estero2 ore fa

Prevenzione, la Francia annuncia: “Preservativi gratuiti per i ragazzi”

Spettacolo4 ore fa

È in arrivo “Avatar, la via dell’Acqua”, uno dei titoli più attesi dell’anno

Rovereto e Vallagarina4 ore fa

A Rovereto la povertà preoccupa: numerose le famiglie in difficoltà

Le ultime dal Web4 ore fa

Celine Dion: “sono affetta da un raro problema neurologico”

SALUTE4 ore fa

Allarme influenza stagionale: quanto dura e i sintomi

Vita & Famiglia5 ore fa

Cappato si autodenuncia per morte di un 44enne. Pro Vita & Famiglia: «Giustizia faccia suo dovere, punisca chi promuove morte a fragili»

Val di Non – Sole – Paganella15 ore fa

Andalo, cambia il sistema di conferimento dei rifiuti da parte delle aziende

Italia ed estero16 ore fa

Addio al bonus 18enni, i fondi a spettacoli ed editoria

Val di Non – Sole – Paganella18 ore fa

L’intera Val di Non imbiancata: Vigili del Fuoco al lavoro

Trento18 ore fa

Ordine Infermieri: «Restituire ai pazienti la vicinanza dei familiari significa restituire un diritto umano»

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Monica Cadau perde il ricorso al TAR e dovrà risarcire il comune di Borgo e il Ministero

Trento3 settimane fa

A Trento è arrivata “Pokè Monade”, la Poke trentina!

Io la penso così…1 settimana fa

Coredo: «I maiali che mangiavano fango: il veterinario si dimetta»

Trento2 settimane fa

Avvistato un branco di lupi tra Centa San Nicolò e Caldonazzo

Io la penso così…5 giorni fa

Sono fan dei Maneskin…ma quando si esagera non va bene

Trento3 giorni fa

Circonvallazione ferroviaria Trento: pian piano la verità viene a galla

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Morte neonato a Cles: era già successo 42 anni fa

Trento3 settimane fa

I pendolari della sanità trentina: «È l’unico modo per curarsi e rimanere in vita»

Trento1 settimana fa

Gallerie Martignano: da dicembre saranno attivi gli autovelox

Val di Non – Sole – Paganella4 settimane fa

Massimiliano Lucietti è morto mentre era a terra per sparare

Le ultime dal Web4 settimane fa

Tesla Model Y impazzita uccide due persone – IL VIDEO

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Non più lezioni, ma esperienze in montagna. A Molveno apre la nuova «Non scuola di sci»

Meteo3 giorni fa

Da giovedì sera sul Trentino torna la neve anche a quote basse

Trento4 settimane fa

Non poteva essere l’avvocato della Provincia di Trento. La corte dei Conti chiede 113 mila euro di risarcimento a Giacomo Bernardi

Val di Non – Sole – Paganella6 giorni fa

Paura nella notte a Cles: a fuoco un’abitazione in zona Spinazzeda

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza