Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Il Fronte della discordia: Marine Le Pen mette a tacere il padre

 

La misura è colma. “Jean-Marie Le Pen non deve più potersi esprimere a nome del Front National, le sue affermazioni sono contrarie alla linea del partito”, ha sentenziato Marine Le Pen, erede del padre alla guida del movimento di estrema destra francese, intervistata dall'emittente radiofonico Europe 1.

Pubblicato

-

La misura è colma. “Jean-Marie Le Pen non deve più potersi esprimere a nome del Front National, le sue affermazioni sono contrarie alla linea del partito”, ha sentenziato Marine Le Pen, erede del padre alla guida del movimento di estrema destra francese, intervistata dall’emittente radiofonico Europe 1.

Lunedì, il Comitato esecutivo del Front National si riunirà per decidere se adottare delle sanzioni disciplinari contro il suo fondatore, colpevole, a detta della figlia, di “tenere il partito in ostaggio con le sue provocazioni ricorrenti”. Non si tratta di una semplice ramanzina. Jean-Marie Le Pen, fondatore, presidente d’onore e padre-padrone del Front National fino al 2011, anno in cui lasciò le redini del partito alla figlia, si è reso protagonista di un aprile coi fuochi d’artificio.

Dall’inizio del mese, Le Pen, ormai ottantaseienne, ha rispolverato tutti i suoi odiosi “cavalli di battaglia”, ripetendo per l’ennesima volta che “le camere a gas sono state un dettaglio della storia” e difendendo il maresciallo Petain, capo del governo collaborazionista di Vichy, complice dei nazisti tra il 1940 e il 1944. Per finire in bellezza, il primo maggio, il vecchio leader si è lasciato andare a un’apparizione fuori programma, salendo, senza essere invitato, sul palco dove sua figlia stava per cominciare a parlare.

Pubblicità
Pubblicità

Marine non sa più come tenere a bada il padre, che sembra fare di tutto per intralciare i suoi sforzi per trasformare il Front National in un partito “più presentabile”, in grado di intercettare i voti di ampie fasce della popolazione. L’anziano Jean-Marie, infatti, non perde occasione per ricordare le sue posizioni razziste e antisemite, che hanno segnato i quarant’anni durante i quali ha guidato il movimento di estrema destra.

Ora, tra padre e figlia è giunto il momento della resa dei conti. “I suoi ultimi comportamenti sono inammissibili – ha denunciato Marine – penso che oltrepassino completamente le prerogative del suo status personale. Ho la sensazione che non sopporti che il Front National continui a esistere anche ora che non lo dirige più”. E aggiunge: “Mi dispiace, è ovvio che mi dispiace”.

È lei ora a comandare e il padre deve sbrigarsi a farsene una ragione. “Quello che mi auguro, è che la volontà degli iscritti al Front National sia rispettata. Gli iscritti al Front National mi hanno eletta con il 100% dei voti su una linea politica estremamente chiara che è la mia, quella che vogliono veder applicata. Non si può immaginare che questo venga modificato da delle azioni che finiscono per essere in maniera ricorrente quasi degli atti di malafede”, prosegue Marine.

La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata l’entrata in scena (foto), completamente fuori programma, del primo maggio, con cui Jean-Marie si è concesso un lungo saluto ai militanti frontisti, salendo sul palco dove la figlia stava per prendere la parola. Pochi passi dietro di lui, Marine aspettava silenziosa che il padre si decidesse a scendere dal palco.

Penso che l’abbia fatto in malafede, penso che si tratti gesto cattivo nei miei confronti – ha denunciato Marine – confesso che questa vicenda mi ha fatto sprofondare in un abisso di perplessità”. Sembra proprio che questa volta l’anziano Jean-Marie pagherà a caro prezzo le sue provocazioni.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • “Glamping”: la nuova alternativa glamour e chic al campeggio
    La natura con la sua bellezza ha la straordinaria capacità di avere una forte reazione ed un effetto diretto sulle nostre emozioni invitando ogni anno molti viaggiatori a viverla appieno per migliorare i propri momenti di pausa dalla vita frenetica, attraverso una semplice passeggiata all ombra delle fronde di un bosco o meglio, trascorrendo un’intera […]
  • Profumi funzionali: in arrivo nuove fragranze per diminuire lo stress ed aumentare il benessere
    I ricordi e le emozioni sono unite da un profondo e stretto legame con l‘olfatto che lo rendono come il gusto, uno dei sensi più potenti e straordinari arrivando ad influenzare molte volte anche i nostri comportamenti. L’olfatto è quel senso che non solo riesce a collegare i ricordi, gli attimi e addirittura i sapori […]
  • Svizzera: dal 2020 il tragitto casa – lavoro viene considerato orario d’ufficio
    In metropolitana, in autobus o in treno: tutti i giorni durante il tragitto che da casa porta al lavoro si risponde a numerose telefonate, si inviano e ricevono sollecitazioni, informazioni o delucidazioni sia via mail che attraverso social riguardo gli impegni lavorativi della giornata e della settimana. Dal primo gennaio 2020, in Svizzera, il tragitto […]
  • “Cortex Cast”: il gesso del futuro direttamente dalla stampante 3D
    Il gesso è da sempre stato l’irritante, ingombrante e pesante compagno di molte convalescenze, accompagnando e terrorizzando per settimane milioni di persone in tutto il mondo. Molto presto tutto questo potrebbe diventare soltanto ricordo molto lontano; a rimpiazzare con notevole onore il vecchio gesso sarebbe “Cortex Cast”: un esoscheletro stampato in 3D, composto da nylon […]
  • Formaggella della Solidarietà: il Caseificio Val di Fiemme ed il successo del volontariato d’impresa
    Le aziende hanno diversi sistemi e modi per creare valore, ma soltanto uno riesce a generare opportunità ed importanza contribuendo con successo al benessere del territorio e della società: Il volontariato sociale d’impresa. Il Caseificio della Val di Fiemme è entrato e si è distinto in questo importante mondo, creando e dedicando ad ogni anno […]
  • Affitti troppo alti: Berlino impone con legge un tetto massimo ai prezzi
    In tutta Italia, le cifre da capogiro degli appartamenti in affitto colpiscono direttamente ragazzi, studenti universitari ed intere famiglie che, costretti a scontrarsi con le difficoltà lavorative e la mancanza di un capitale iniziale per acquistare una casa di proprietà, devono a ripiegare sull’appartamento in affitto. Nonostante le cifre improponibili, il profondo cambiamento della società […]
  • Bhutan: l’incredibile fascino del Paese più felice del mondo
    Incastonato tra le rocce dell’immensa catena montuosa Himalayana, tra Cina e India, la natura lascia spazio al piccolo ma affascinate Stato monarchico del Bhutan. Nonostante sia uno dei paesi più poveri dell’Asia, qui si registra il tasso di felicità più elevato di tutto il continente e l’ottavo nella classifica mondiale. Infatti, oltre agli incredibili paesaggi, […]
  • Mobili fonoassorbenti per eliminare i rumori da casa e dagli uffici
    Il rumore del traffico esterno, il calpestio proveniente dal piano superiore, la televisione del vicino a volume troppo alto: questi sono solo alcuni dei rumori che possono infastidire l’ambiente domestico. Il mercato offre moltissimi sistemi per ottimizzare, migliorare e molte volte eliminare il problema: dai blocchi di muratura, applicati sopratutto nelle nuove costruzioni, ai feltri […]
  • Stop agli oggetti smarriti: Google Tile aiuta a trovare le chiavi di casa
    Perdere oggetti e non riuscire più a ritrovarli è diventato un fenomeno talmente comune e frequente dall’essere d’ispirazione a numerose ricerche scientifiche per riuscire a determinarne le cause e i motivi. Secondo alcuni ricercatori, oltre allo stress e la fretta, sarebbero le attività inconsce ad allargare le possibilità di perdita. Infatti, senza volerlo spostiamo gli […]

Categorie

di tendenza