Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Senza sosta gli sbarchi di migranti. Così come le discussioni e le divisioni in Europa

La scorsa settimana abbiamo assistito impotenti  all’ultima di una terribile serie di naufragi in mare, nel Canale di Sicilia, proprio nel cuore del Mediterraneo.

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

La scorsa settimana abbiamo assistito impotenti  all’ultima di una terribile serie di naufragi in mare, nel Canale di Sicilia, proprio nel cuore del Mediterraneo.

I morti sono stati oltre 800 secondo le ultime stime delle Nazioni Unite, i dispersi forse sono anche di più, solo ventotto le persone portate in salvo e sopravvissute all’ennesima tragedia. Dall’inizio dell’anno i migranti morti nel Mediterraneo durante il loro tentativo disperato di raggiungere le coste italiane, e non solo, sono stati oltre 1600.

Le cifre sono destinate a salire ancora soprattutto con l’avvicinarsi della stagione estiva e con l’aggravarsi della situazione in molti Paesi dell’Africa e del vicino Medio Oriente. La gente, disperata, fugge. Fugge dalle guerre civili, dalla violenza e dal caos che attanaglia i loro Paesi. E fugge dalla povertà, dalla miseria e dalla fame.

Pubblicità
Pubblicità

E nel loro viaggio verso la speranza quasi sempre trovano la morte. Sì, perché i migranti che riescono a sopravvivere e a raggiungere il nostro Paese sono una cifra irrisoria rispetto alle migliaia di persone che sono partite insieme a loro.

Tutta l’attenzione sembra essere concentrata in questi giorni sul Mediterraneo e sul problema quanto mai difficile della gestione di simili tragedie, su come poterle evitare, su come punire chi abusa e lucra sulla disperazione, su come impedire che sia e rimanga soltanto un problema degli Stati costieri.

L’Italia si trova nella posizione più scomoda e, come nelle migliori commedie all’italiana, sta gestendo tutto nel peggior modo possibile, nonostante i ringraziamenti che il Segretario generale dell’ONU Ban Ki Moon ha rivolto al nostro Paese.

Pubblicità
Pubblicità

A farsi sentire è stato anche il Presidente degli Stati Uniti Barack Obama, che ha posto l’accento sull’importanza di intervenire in Libia, Paese dal quale parte la stragrande maggioranza dei migranti che sbarcano sulle coste italiane.

“Il problema dei rifugiati è il risultato di conflitti tribali e differenze religiose in Africa, che stanno creando il caos”, ha dichiarato il presidente statunitense, affermando la necessità di combattere contro l’ISIS e l’estremismo islamico, prime fonti di instabilità nella regione.

Ma i migranti non sono libici. La Libia è una sorta di terra di mezzo dove confluiscono i profughi che fuggono dai Paesi dell’Africa centrale attanagliati dalle guerre civili e le lotte tra bande. In Libia arrivano egiziani, siriani, etiopi, sudanesi e nigeriani.

Libici sono invece gli scafisti che sfruttano la disperazione di chi fugge dall’inferno con la speranza di trovare una vita migliore e non consci del fatto che vanno soltanto incontro alla morte. Della lotta contro i trafficanti di esseri umani dalla Libia si sta occupando in queste ultime ore anche l’Europa.

L’Unione Europea ha infatti indetto un Vertice lo scorso 23 aprile proprio per discutere su quando e quali misure intraprendere contro i trafficanti ma ancora una volta sono emerse le divisioni tra i Paesi europei. Disposti ad intervenire si sono dimostrati gli italiani, primi fra tutti come primi siamo a risentire delle conseguenze di tali traffici.

Ma anche i britannici, tramite il Premier David Cameron, hanno dato pieno appoggio ad una vasta operazione di contrasto all’immigrazione illegale e di respingimento dei barconi carichi di migranti già sulle coste della Libia.

E il governo di Londra è pronto ad inviare nel Mediterraneo navi di assalto. Il sostegno navale è stato assicurato anche da altri Stati membri, tra i quali Francia, Germania, Finlandia e Svezia. Ma alla prova dei fatti nulla è stato concluso in merito a come affrontare la situazione una volta che i migranti riescono a sbarcare sulle coste dei Paesi costieri.

Discussioni ci sono state infatti anche sull’operazione Triton che ha in parte sostituito Mare Nostrum e che presumibilmente verrà estesa, prolungata e finanziata maggiormente per far fronte all’emergenza di queste ultime settimane ma che di fatto rischia di essere anch’essa un enorme buco nell’acqua. O forse è meglio dire nel mare.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Bolzano2 ore fa

Era scomparsa nel 1990: risolto dopo 32 anni il giallo dell’altoatesina Evi Rauter

Trento2 ore fa

Il sindaco Ianeselli e il commissario del Governo Bernabei hanno firmato questa mattina il “Patto sicurezza Trento”

Trento2 ore fa

7 consiglieri della maggioranza chiedono un Consiglio straordinario per l’esame del ddl di Masè sulla terza preferenza

Trento3 ore fa

Il vicesegretario generale dell’Ocse Yoshiki Takeuchi, in visita in Trentino, è stato ricevuto stamani dal presidente Fugatti

Trento3 ore fa

Sono gravissime le condizioni della bimba investita da un’auto a Mezzolombardo

Trento3 ore fa

Coronavirus: 284 nuovi positivi, 55 il totale dei ricoverati di cui 4 in rianimazione

Val di Non – Sole – Paganella3 ore fa

Furioso incendio a Segno

Valsugana e Primiero4 ore fa

Fiamme avvolgono un macchinario nello stabilimento industriale: molte le squadre di vigili del fuoco per spegnere le fiamme

Trento5 ore fa

Tutti gli inquinanti sotto i limiti previsti: ad Aprile in Trentino è buona la qualità dell’aria

Trento5 ore fa

Ancora attivi i contributi provinciali cumulabili a quelli statali per l’acquisto di auto elettriche

Alto Garda e Ledro5 ore fa

Scoperta a Mori una rarissima orchidea

Val di Non – Sole – Paganella5 ore fa

Francesco Antonio Ciarleglio è il nuovo direttore di chirurgia a Cles

Musica6 ore fa

Rovereto rende omaggio a Jan Novák

Italia ed estero6 ore fa

Hacker russi KIlnet di nuovo in azione: bloccati diversi siti ufficiali italiani

Val di Non – Sole – Paganella7 ore fa

A Taio è tornata la “Festa degli alberi”

Trento1 settimana fa

Mauro Ottobre perde anche in appello con La Voce del Trentino. Dovrà pagare altri 22 mila euro

Trento4 settimane fa

Coronavirus in Trentino: un decesso e salgono contagi e ricoveri nelle ultime 24 ore

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 170 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. Salgono ancora i ricoveri

Trento3 settimane fa

Coronavirus: contagi contenuti e nessun decesso nelle ultime 24 ore

Politica3 settimane fa

Nella prossima seduta consiliare in discussione 6 ddl, compreso quello sulla terza preferenza

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Orso a spasso tra i meleti di Mechel – IL VIDEO

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 107 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. Balzo in avanti dei ricoveri

Val di Non – Sole – Paganella4 settimane fa

Fiamme in centro storico a Denno – IL VIDEO

Italia ed estero4 settimane fa

L’ultima gaffe di Joe Biden: stringe la mano ai fantasmi. Il mondo s’interroga sullo stato di salute del presidente Usa

Trento3 settimane fa

Concerto Vasco Rossi: ecco la viabilità alternativa per minimizzare i disagi

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 156 contagi e nuovo balzo in avanti dei ricoveri nelle ultime 24 ore

Telescopio Universitario3 settimane fa

Ricerca, l’Europa premia ancora l’Università di Trento

Trento5 giorni fa

Coronavirus: un decesso e 326 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento6 giorni fa

Coronavirus: contagi e ricoveri in calo nelle ultime 24 ore

Spettacolo4 settimane fa

Lutto nel mondo dello spettacolo, è morta Catherine Spaak

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza