Connect with us

Trento

Arno e Ugo in guerra per difendere l’autonomia

Sono passati i tempi in cui Arno Kompatscher si faceva buggerare da Bruno Vespa a Porta a Porta, in collegamento da Bolzano.

Pubblicato

-

Sono passati i tempi in cui Arno Kompatscher si faceva buggerare da Bruno Vespa a Porta a Porta, in collegamento da Bolzano.

Ogni volta che iniziava a parlare a difesa dell'autonomia speciale, gli toglievano l'audio: la prossima volta, giurò, andrò in studio. Ebben, ieri sera il salotto era quello di Lilli Gruber, su La 7, e il tema sempre quello: la casta delle autonomie speciali.

In studio, oltre a Kompatscher, anche il governatore toscano Enrico Rossi, feroce paladino del fronte che vorrebbe eliminare la specialità di Trento, Bolzano, Trieste, Aosta, oltre alle sgangherate gestioni autonome di Sicilia e Sardegna. Rossi contro Kompatscher? No. Rossi contro Rossi.

Pubblicità
Pubblicità

Perché Ugo, il presidente della Provincia di Trento, anche se parlava dal Trentino in collegamento, è stato il vero picchiatore. A volte partire svantaggiati (non essere in studio) moltiplica le forze. E Rossi (Ugo) si è infilato in ogni pertugio dialettico che Rossi (Enrico) ha lasciato aperto. Nemmeno il tempo di prendere fiato e il governatore, da Piazza Dante, gli aveva già soffiato la parola. "Noi qua ci paghiamo tutto e amministriamo bene".

E giù l'elenco della spesa: sanità, lavori pubblici, competenza sulle strade, scuola, università, energia. "L'autonomia dovete chiederla anche voi, non toglierla a noi. In un gruppo industriale che funziona non si chiudono gli stabilimenti che funzionano, si migliorano quelli che non vanno", è stato uno dei ritornelli del governatore trentino. Che aveva preparato bene la lezione, essendo ormai molto scafato sulle regole dei dibattiti tv; pochi concetti, ma chiari, e il rintuzzare sistematico delle argomentazioni altrui.

Kompatscher è stato più soft, pur sedendo a un metro dall'avversario. Se Ugo fosse un cantante, sarebbe un urlatore; Arno, invece, un melodico. Ha preso le cifre e le ha fischiettate tutte al presidente toscano. Una in particolare: il saldo procapite a favore del sistema pubblico di un cittadino di Bolzano è superiore a quello di Firenze. Entrambi danno più di quanto ricevono, ma l'altoatesino in proporzione paga di più. Rossi (Enrico) non ha avuto troppi elementi per controbattere. Uno, molto stagionato, è che "se tutta l'Italia fosse ad autonomia speciale lo Stato sparirebbe". Ma questo punto forse meriterebbe una nuova puntata, perché sull'efficienza della macchina pubblica statale nessuno, nemmeno Rossi (Enrico), è pronto a difese d'ufficio.

A cura di Eleonora Angelini

Pubblicità
Pubblicità

Click to comment

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Torino: l’evento è annullato, ma la primavera regala i 100 mila protagonisti
    Da nord a sud l‘effetto del Coronavirus in Italia e, quindi, delle misure restrittive adottate dal Governo per contenere la pandemia, mostrano intere città, strade, paesi e stazioni completamente deserte, costringendo a casa milioni di persone e lasciando la primavera l’unica ad essere libera di proseguire indisturbata il suo naturale percorso. Come molte attività commerciali, […]
  • Ricette di Pasqua semplici e veloci, da fare in compagnia!
    Pasqua si avvicina e, molto probabilmente, in questo 2020 non ci saranno grandi ritrovi tra amici e parenti. Tuttavia, questo non è un valido motivo per impigrirsi e non cucinare niente di particolare. Soprattutto in queste giornate, per chi ha dei figli piccoli la vita non è proprio semplice: come far passare, quindi, il tempo […]
  • Coronavirus e stampanti 3D: Mercedes Benz pronta alla produzione di dispositivi medici
    Un periodo così instabile ed incerto come quello del recente allarme sanitario da Covid- 19, costringe ad una stretta coalizione internazionale che riesca a coinvolgere ed unire il maggior numero di forze e di aiuti possibili per riuscire contenere l’emergenza. Per questo, la nota casa automobilistica tedesca Mercedes Benz scende da protagonista in campo, mettendo […]
  • Fratellini soli a casa in quarantena: il Paese li aiuta “adottandoli”
    L’allarme sanitario che da settimane sta lasciando dolorose ferite, obbligando l’isolamento e la distanza dalle persone care, sta facendo riscoprire all’Italia un senso di vicinanza ed un’insaziabile bisogno di aiutarsi per riuscire ad arrivare il più velocemente possibile alla fine di un’emergenza che sta attraversando senza freni l’intero territorio nazionale. A confermare e dimostrare l’estrema […]
  • Dalle piume d’oca ai petali di fiori: La prima produzione di giacconi 100% naturali
    Esisteranno sempre alcuni capi di cui non se ne potrà mai fare a meno, e come non non si può affrontare il caldo estivo senza occhiali da sole e bermuda, così non si può superare il freddo invernale senza, il protagonista indiscusso dei mesi più gelidi: il piumino. Dalle classiche piume d’oca, alla più recente […]
  • Coronavirus: molto richiesti i saturimetri, a qualcuno servono davvero
    Dall’inizio dell’allarme coronavirus la corsa ai principali dispositivi di protezione individuale sembrava inizialmente limitarsi alle mascherine ed ai gel disinfettanti per le mani, diventati poi introvabili sia nelle farmacie che sui portali online, ma ultimamente il fenomeno parrebbe essersi allargato anche a strumenti prettamente sanitari come il saturimetro. Infatti, il particolare dispositivo a pinzetta facilmente […]
  • Coronavirus: L’Italia spegne i motori e i delfini tornano nei porti italiani
    La recente emergenza sanitaria ha reso l’Italia, Paese noto per la sua vivacità e il suo calore una penisola pressoché deserta obbligando negozi, centri commerciali e molte aziende a bloccarsi per intere settimane e costringendo milioni di italiani a guardare l’arrivo della primavera unicamente dalla finestra della propria abitazione. All’ombra di tutto questo, Madre Natura […]
  • Coronavirus: dalla Cina arrivano i caschi termoscanner per la polizia
    Da qualche mese, partendo dalla Cina e allargandosi come una macchia d’olio fino all’Italia, il mondo intero si è trovato improvvisamente a combattere una guerra contro un nemico veloce ed invisibile che non sta risparmiando niente e nessuno, colpendo non solo persone ma l’economia di interi Paesi, costringendo l’unione e l’impegno di tutte le forze […]
  • Coronavirus: 3 fasi per sanificare correttamente casa
    Candeggina, gel disinfettanti, alcol e spray si stanno rivelando i migliori alleati, nonché le armi più utilizzate in questo periodo per riuscire a combattere l’invisibile nemico che da settimane sta costringendo a casa milioni di italiani. Oltre alle ormai note raccomandazione di igiene emanate dal Governo, ai dispositivi di protezione individuale come le introvabili mascherine […]

Categorie

di tendenza