Connect with us
Pubblicità

Arte e Cultura

Delta Informatica sconfitta da Neruda. Via ai Playoff contro Club Italia

Si chiude con una sconfitta nel derby contro il Neruda il primo campionato di serie A2 della Delta Informatica Trentino Rosa, che al Sanbàpolis cede per tre set a uno contro le campionesse bolzanine.

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Si chiude con una sconfitta nel derby contro il Neruda il primo campionato di serie A2 della Delta Informatica Trentino Rosa, che al Sanbàpolis cede per tre set a uno contro le campionesse bolzanine.

Una bella partita in un Sanbàpolis vestito a festa, con oltre settecento spettatori presenti nell’impianto di via Malpensada ad applaudire le due grandi protagoniste del volley femminile regionale.

Pubblicità
Pubblicità

La Delta ora deve concentrarsi sui playoff promozione, che la vedranno protagonista già mercoledì sera (ore 20.30) in casa del Club Italia, avversaria – battuta in campionato sia all’andata che al ritorno – nel quarto di finale dopo i risultati dell’ultimo turno di regular season, con la gara di ritorno prevista per domenica (ore 18) a Trento.

Aldilà della sconfitta nel derby resta un campionato da incorniciare per la Delta, capace al primo anno di A2 di chiudere al quarto posto a quota quarantasei punti, frutto di sedici vittorie e otto sconfitte, oltre ad arrivare fino in semifinale di Coppa Italia, facendo soffrire il Neruda nelle due partite.

Il tecnico gialloblù Marco Gazzotti ha fatto ruotare tutte le sue giocatrici ad eccezione di Marchioron, tenuta ancora a riposo, in modo da premiare le atlete che nel corso della stagione hanno giocato meno: positive le prove di Fondriest, Cardani e Lamprinidou, così come Paoloni e Pucnik quando sono state chiamate in causa. Nel Neruda strepitosa prova di Lucia Bacchi, che ha trascinato la squadra con ventuno punti e la sua solita grande grinta agonistica.

Pubblicità
Pubblicità

La Delta scende in campo con Demichelis palleggiatrice, Martini opposto, Pirv e Bezarevic schiacciatrici, Candi e Fondriest centrali e Cardani libero; dall’altra parte della rete Bonafede schiera Mollers palleggiatrice in diagonale con Kajalina, Papa e Bacchi in banda, Gabrieli e Repice centrali e Trevisan libero.

Nel primo set la Delta esce bene dai blocchi, mettendo subito sotto il Neruda e costringendo sul 10-6 Bonafede al primo time-out discrezionale, il quale tuttavia non porta benefici perché le gialloblù sono scatenate e allungano ancora (16-9); il finale è ancora di marca trentina, e il set si conclude velocemente per 25-16 con l’errore di Papa.

Nel secondo parziale la Delta comincia con Paoloni e Lamprinidou per Bezarevic e Candi, ma le bolzanine tirano fuori l’orgoglio e iniziano a giocare come sanno: Papa, Bacchi e Repice martellano con regolarità, la Delta fatica a mettere palloni a terra e pian piano il Neruda allunga (8-12, 10-17), andando a vincere agevolmente il set 13-25.

Il terzo parziale vede ancora qualche cambio, con la Delta che inserisce Morolli al palleggio per Demichelis, mentre il Neruda sostituisce Mollers e Kajalina per Bonafini e Bertolini. Le gialloblù iniziano ottimamente (7-3), venendo però recuperate in fretta dal Neruda (10-12); si procede all’incirca punto a punto fino al 18-18, quando le altoatesine piazzano un break importante che vale poi la vittoria del set, chiuso dal muro di Bertolini per il 20-25 finale.

La squadra di mister Bonafede vuole chiudere con un altro successo il campionato, per cui partono a razzo nel quarto e ultimo parziale (3-8); la Delta, in campo con Pucnik al posto di Pirv (e Martini tornata in banda) ha la bravura di rientrare in contatto (13-16), non riuscendo però a completare la rimonta a causa degli attacchi di una scatenata Bacchi (13-21), che coadiuvata da Papa e Gabrieli porta il Neruda sul 18-25, vincendo così la ventunesima gara su ventiquattro match disputati.

A fine gara il tecnico della Delta Marco Gazzotti commenta così la partita e il turno di playoff contro il Club Italia: «Sarà un turno difficile e impegnativo, contro una squadra giovane dalla grande qualità tecnica e fisica, che farà di tutto per vincere e approdare in semifinale. Contro il Neruda ho preferito far riposare qualche giocatrice titolare che soffre ancora di qualche acciacco, anche perché era giusto dare spazio a quelle ragazze che durante la stagione hanno giocato meno, ma che comunque si sono sempre impegnate al massimo come le titolari; devo dire che ho visto anche delle buone cose dalle cosiddette “riserve”, che hanno giocato con grinta mettendo a tratti in difficoltà il Neruda».

DELTA INFORMATICA TRENTINO ROSA – NERUDA VOLLEY 1-3
(25-16, 13-25, 20-25, 18-25)

DELTA INFORMATICA TRENTINO ROSA: Demichelis 2, Martini 12, Pirv 8, Bezarevic 4, Candi 3, Fondriest 11, Cardani (L); Pucnik 4, Paoloni 5, Morolli 1, Lamprinidou 8, Candio (L2), Marchioron ne. All. Marco Gazzotti.
NERUDA VOLLEY: Mollers 0, Kajalina 5, Papa 13, Bacchi 21, Gabrieli 9, Repice 10, Trevisan (L); Veglia 0, Bonafini 0, Bertolini 7, Filippin (L2). All. Fabio Bonafede.
ARBITRI:  Walter Stancati e Antonio Licchelli.
DURATA SET: 22’, 23’, 28’, 26’ (tot. 1h39’)
NOTE: Spettatori 700 circa. Delta (err.az. 18, err.batt. 5, ace 1, muri 11); Neruda (err.az. 10, err.batt. 3, ace 2, muri 10).

{loadposition POS-TrentinoRosa} {facebookpopup}
 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Io la penso così…4 settimane fa

«Il Trentino Alto Adige, un luogo da sogno con persone (spesso turisti) da incubo»

Trento3 settimane fa

Dramma a Trento: ricercatrice muore a 42 anni per un malore improvviso

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Torna in Val di Non la grande “Festa di San Romedio”

Valsugana e Primiero2 settimane fa

Nuovo lutto per la famiglia Cantaloni, dopo la figlia Chiara muore anche il papà Giorgio

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Tragedia di Capodanno: è morta la 25 enne roveretana Valentina Vallenari Benedetti, troppo gravi le ferite riportate nell’incidente lo scorso 31 dicembre

Vista su Rovereto2 settimane fa

Spazi vuoti e serrande abbassate: la desolazione di Rovereto

Trento1 settimana fa

Condominio da incubo, pluripregiudicato tiene in ostaggio i residenti da anni. Il giudice: «Non si può sfrattare perchè è ai domiciliari»

economia e finanza3 settimane fa

Il colosso Amazon licenzia 18 mila dipendenti

Rovereto e Vallagarina2 settimane fa

Tragico incidente in Vallagarina, auto contro un Tir: 37 enne muore sul colpo

Valsugana e Primiero3 giorni fa

Dopo il caos attorno al video, arriva la risposta dell’APT Valsugana

Trento2 settimane fa

Morto Marco Dorigoni, storico Dj di Studio uno. Aveva 57 anni

Trento6 giorni fa

Dalla Security ai set cinematografici: la storia del trentino Stefano Mosca

Trento3 settimane fa

60 enne denunciato per bracconaggio e per distillazione illegale di grappa

Valsugana e Primiero4 giorni fa

San Valentino col bacio Gay, bufera sull’Apt della Valsugana

Offerte lavoro1 giorno fa

Cercasi commessa/o per nuova apertura negozio centro storico di Trento

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza