Connect with us
Pubblicità

La Sfera e lo Spillo

La Sampdoria mantiene il Milan a distanza, Inter a tutta forza, Juve rallenta

 

“Le città di mare. Sono i punti del mondo dove vanno a finire. I rumori di fondo delle autostrade. Le città di mare. Che fanno pensare. Ad un girotondo”.

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

 

“Le città di mare. Sono i punti del mondo dove vanno a finire. I rumori di fondo delle autostrade. Le città di mare. Che fanno pensare. Ad un girotondo”.

E’ la canzone, una poesia dei fratelli Bennato, il testo e le parole sono di Eugenio, la voce miscelata con il tono inconfondibile di Edoardo. Rappresenta un componimento, una dedica speciale agli scenari, litorali baciati dall’acqua salata, insenature mozzafiato che lambiscono le terre nostrane.

Pubblicità
Pubblicità

Le strofe e i suoni possono rappresentare le tracce di un borgo, dei caruggi, i vicoli stretti dai vividi ricordi d’invasioni e conquiste.  

Nel calcio la città di mare, Genova, vive un momento magico e incantato con i colori blucerchiati e quelli rossoblù.

La squadra del sodalizio di Piazza Borgo Pila può annoverare nella sua bacheca un memorabile scudetto, quattro coppe Nazionali, una super Coppa italiana e una Coppa delle Coppe.

Pubblicità
Pubblicità

La prima storica vittoria in Coppa Italia si celebra nel 1985 proprio contro il Diavolo allenato da Nils Liedholm.

I blucerchiati capeggiati a bordo campo dal “sergente di ferro” Eugenio Bersellini e in campo dal valoroso capitano Alessandro Scanziani espugnano Milano (0-1) con la rete dello scozzese Graeme Souness; nella partita di ritorno nella città della “Superba” finisce (2-1) con le reti Mancini (su rigore), Vialli e Virdis.

Nella stagione 1990-1991 la valorosa truppa all’epoca allenata dal “maestro e filosofo” Vujadin Boskov vince dopo una splendida cavalcata, il tricolore guidati dai gemelli del goal, Gianluca Vialli e Roberto Mancini.

E’ amaro, invece, l’epilogo della stagione successiva nella finale di Coppa Campioni persa contro il Barcellona di Johan Crujiff degli ottimi Josep Guardiola e Michael Laudrup nel catino londinese del Wembley Stadium.

Il sogno di salire sul tetto d’Europa s’infrange al minuto 112, nei tempi supplementari, quando l’olandese Ronald Koeman infila su punizione Gianluca Pagliuca. Nell’occasione 30.000 tifosi doriani seguono la squadra nel centro della “city”.

Domenica 12 aprile ore 20.45 si gioca allo stadio Giuseppe Meazza l’incontro di cartello tra Milan e Sampdoria, posticipo serale della trentesima giornata di serie A.

Per gli amanti delle statistiche, si son giocati 129 incontri tra i lombardi e i liguri nel campionato di serie A. I rossoneri possono vantare 63 vittorie, i blucerchiati 30, mentre i pareggi sono 36.

Quarantatré sono le reti realizzate e trentasei quelle subite dai rossoneri. Trentasette sono quelle all’attivo e trenta quelle al passivo per i blucerchiati. Le due compagini si presentano rispettivamente all’ottavo (a quota 41 punti) e al quinto posto (48 punti) con rinnovate ambizioni di ritagliarsi un posto di prestigio nella nobiltà europea.

Il percorso della squadra di Filippo Inzaghi è caratterizzato da dieci vittorie, undici pareggi e otto sconfitte; per gli undici di Sinisa Mihajlovic sono dodici gli incontri vincenti, dodici sono i pareggi e cinque le disfatte.

Il migliore realizzatore del Milan è il francese Jeremy Menez con sedici centri, per il Doria è l’oriundo Eder con nove timbri.

Nella disputa del girone d’andata giocata nel golfo genovese, è pareggio (2-2) con le reti di El Shaarawy, Okaka, Eder e Menez.

La serata meteo a San Siro è primaverile, il cielo è parzialmente coperto e la temperatura misurata di venti gradi centigradi.

Il fischietto dell’incontro è affidato al quarantunenne fiorentino, Gianluca Rocchi. Scopriamo in archivio che l’arbitro toscano esercita la professione di agente di commercio.

Sul rettangolo verde, gli assistenti del “rappresentante” sono Giallatini e Di Fiore. Il quarto uomo è Paganessi. I giudici di linea sono Giacomelli e Fabbri.

Lo staff tecnico di Milanello disegna il modulo 4-3-3 con Diego Lopez in porta. Il pacchetto difensivo schierato con Abate, Paletta, Mexes e Antonelli; la mediana organizzata da Van Ginkel, De Jong e Bonaventura; il trittico d’attacco assortito con Cerci, Destro e Menez.

La guida tecnica di Bogliasco schiera il rodato modulo 4-2-3-1 con Viviano tra i pali. La linea difensiva composta da De Silvestri, Silvestre, Romagnoli e Mesbah; la cerniera bassa formata da Palombo e Obiang; il trittico, con Eder, Soriano e Eto’o che sostiene il puntello Okaka.

L’incontro tra Milan e Sampdoria termina in parità (1-1).

I rossoneri non riescono a vincere la terza partita consecutiva (dopo Cagliari e Palermo).

Un pareggio senza vincitori né vinti che allontana il Diavolo dalla zona Europa a otto turni dall’epilogo del torneo. La Samp esce indenne, mantiene sette punti di vantaggio sui rossoneri e aggancia la Fiorentina a quota 49.

Nel complesso un risultato giusto con la squadra di Sinisa ordinata e pungente che imbriglia il Milan per buona parte dei novanta minuti.

Blucerchiati che sbloccano lo score nella ripresa con la rete di Roberto Soriano che buca la difesa di Inzaghi dopo una magia, un tocco stregato di Eto’o (al minuto 58).

Menez e compagni acciuffano il pareggio in rimonta con la sfortunata autorete di Alfred Duncan sugli sviluppi di una rovesciata dell’olandese De Jong (al minuto 74).

Annotiamo sul taccuino il black-out elettrico dell’impianto di San Siro attorno alla mezz’ora, l’infortunio al ginocchio di Destro dopo uno scontro fortuito con Mesbah. A una manciata di minuti dal triplice fischio il palo colpito da Suso (al minuto 82) certifica la divisione della posta in palio.

Venticinque sono le reti realizzate nella giornata calcistica della massima serie. Cinque sono le vittorie tra le mura amiche (Lazio, Napoli, Genoa, Atalanta e Parma), tre sono quelle in trasferta (Inter, Palermo e Chievo), due sono i pareggi (Torino-Roma e Milan-Sampdoria).

Lazio-Empoli (4-0). Allo stadio Olimpico si celebra il festival del goal della giornata; un confronto pirotecnico tra i biancazzurri di Stefano Pioli e i toscani di Maurizio Sarri.

La vittoria degli aquilotti consente di scavalcare la Roma al secondo posto.

Ottima gara dei capitolini che abbattono la difesa azzurra ripetutamente; i padroni di casa calano il tris nella prima frazione di gioco con il brianzolo Stefano Mauri, il tedesco Miroslav Klose e il nostrano Antonio Candreva.

Nel secondo tempo la squadra laziale dilaga con la marcatura di Felipe Anderson con la complicità di Klose.

Torino-Roma (1-1). I giallorossi perdono l’occasione di avvicinarsi alla capolista battuta in terra emiliana.

Gli undici di mister Garcia segnano da calcio di rigore decretato dal direttore di gara e trasformato da Alessandro Florenzi.

Maxi Lopez ristabilisce le distanze sette minuti dopo un cross di Vives.

Napoli-Fiorentina (3-0). I Partenopei di Rafa Benitez piegano la resistenza dei viola di Vincenzo Montella.

E’ una prestazione convincente quella messa in scena dagli azzurri al San Paolo.

Driens Mertens segna il vantaggio dei campani con un tiro che s’infila nell’angolino della porta difesa da Neto (al minuto 23).

Nei secondi quarantacinque minuti Marek Hamsik e Jose Maria Callejon (alla decima rete stagionale) allargano lo score, con gli ospiti che palesano una chiara difficoltà dopo la sconfitta di Coppa Italia (semifinale) con la Juventus.

Atalanta-Sassuolo (2-1). Sono tre punti pesanti per la squadra di Edoardo Reja in chiave salvezza.

Dopo otto giornate di astinenza la Dea torna alla vittoria contro i neroverdi di Eusebio Di Francesco.

La doppietta di German Denis spiana la strada agli orobici.

La prima rete dell’argentino con una splendida rovesciata dopo un colpo di tacco di Cigarini e la spizzata di testa di Moralez (al minuto 42).

Il momentaneo pareggio emiliano con una magia di Domenico Berardi che batte Sportiello (al minuto 59).

La rete della vittoria è su calcio di rigore trasformato dal già citato Denis. Il penalty è decretato dall’arbitro Doveri di Roma per un fallo di Brighi su Moralez (al minuto 63).

Udinese-Palermo (1-3). E’ una vittoria esterna caratterizzata da forza e freschezza per gli undici di Giuseppe Iachini.

Bella prestazione degli isolani che segnano con Achraf Lazaar, Luca Rigoni e Ivajlo Atanasov Cocev. La rete della bandiera è siglata da Antonio Di Natale con un tiro forte e preciso.

Cesena-Chievo (0-1). I clivensi sbancano la terra romagnola nella sfida per non retrocedere.

L’intramontabile Sergio Pellissier regala la vittoria a Rolando Maran. Nel giorno del suo compleanno (36 anni) l’attaccante valdostano si regala la rete numero 90 nella massima serie.

Verona-Inter (0-3). La Beneamata ritrova la vittoria esterna dopo il pareggio interno con il Parma.

I nerazzurri liquidano la pratica in riva all’Adige con le marcature di Mauro Icardi e Rodrigo Palacio nella prima frazione e con l’autorete di Moras nel finale di match.

Parma-Juventus (1-0). I Campioni d’Italia escono sconfitti dal confronto con il fanalino di coda al Tardini.

La segnatura della vittoria dei Ducali è segnata da José Mauri con un fendente mancino che infila Storari (al minuto 60). Nella circostanza la difesa bianconera denuncia smarrimento, in evidente difficoltà nella veloce ripartenza gialloblù.

Genoa-Cagliari (2-0). Al Luigi Ferraris il Grifone liquida la ciurma di Zdenek Zemancon un risultato “all’inglese”.

I rossoblù sbloccano l’equilibrio con la rete M'Baye Babacar Niang assistito da Roncaglia (al minuto 52).

Il raddoppio dei padroni di casa nel secondo tempo dopo una progressione di Perotti è Iago Falque a trafiggere il portiere sardo Brkic (al minuto 58).

Emanuele Perego             www.emanueleperego.it             www.perego1963.it

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Giudicarie e Rendena7 ore fa

Scontro moto – vettura sulla statale 237, feriti padre e figlia

Val di Non – Sole – Paganella7 ore fa

Parapendio precipita in valle dei Laghi, 28 enne di Ville d’Anaunia elitrasportato al santa Chiara

Trento10 ore fa

Praga e Trento: un gemellaggio che cammina da vent’anni

Trento10 ore fa

Coronavirus: 2 morti e 331 nuovi contagi. Boom di ricoveri nelle ultime 24 ore in Trentino

Vita & Famiglia11 ore fa

Oggi Giornata contro la droga. Pro Vita e Famiglia: no alla cannabis legale

Ambiente Abitare16 ore fa

Monitoraggio genetico dell’orso in Trentino, premiata tesista FEM

Valsugana e Primiero16 ore fa

Malattie renali: nuovo ambulatorio nefrologico all’ospedale di Borgo Valsugana

Riflessioni fra Cronaca e Storia16 ore fa

Grandi scienziati contro l’atomica e la manipolazione della vita

Trento16 ore fa

Kids Go Green: piccoli passi di mobilità sostenibile per 1.800 bambine e bambini di scuola primaria

Politica16 ore fa

6 italiani su 10 dice che il M5stelle sparirà presto. Per Di Maio il consenso è solo all’1%

Val di Non – Sole – Paganella17 ore fa

Nazareno Molesini dice addio alla lega: «Non mi riconosco più nei suoi ideali»

Trento17 ore fa

Pieve Tesino e Pellizzano vincitori del bando PNRR sui borghi, le congratulazioni di Bisesti e del Sottosegretario alla cultura Borgonzoni da Roma

Trento17 ore fa

Circonvallazione ferroviaria di Trento, firmata l’intesa per ottimizzare il cantiere

Trento18 ore fa

Arresto Mines Hodza: l’attentato era previsto in agosto a Riva del Garda

Trento18 ore fa

I presidenti dei Consigli comunali chiedono di contare di più e di poter portare la fascia

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 83 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 121 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 99 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. Calano i ricoveri

eventi3 settimane fa

Dal 17 al 26 giugno tornano a Trento le Feste Vigiliane

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 166 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Alto Garda e Ledro3 settimane fa

Stop alla viabilità a Riva del Garda: si girano le scene di un film americano

Valsugana e Primiero2 settimane fa

Sbanda, va in contromano e rischia di scontrarsi con altre auto prima di entrare in statale – IL VIDEO

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 49 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino con nessun positivo al molecolare

Trento3 settimane fa

Attimi di paura alla stazione delle corriere di Trento!

Società3 settimane fa

L’impresa di Melissa Mariotti tra lavoro in Germania e progetti turistici in Valbrenta

Trento2 settimane fa

Coronavirus: 267 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Le Vignette di Fabuffa3 settimane fa

Il 51% degli adolescenti italiani non capisce un testo scritto. Una scuola che fa acqua da tutte le parti

Politica2 settimane fa

Referendum, vittoria dei sì ma niente quorum. Amministrative: nei grandi comuni avanti il centro destra

Io la penso così…4 settimane fa

Protesta pronto soccorso di Arco: dov’erano i manifestanti quando governava il centro sinistra?

Rovereto e Vallagarina3 settimane fa

Rovereto, continuano gli atti vandalici: prese di mira le auto parcheggiate

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza