Connect with us

Trento

«Matisse Al bar»: sabato 18 Il rione di Cristo Re festeggia la sua storia

«I era quei de Cristo Re» si ritroveranno il giorno 18 aprile al «Matisse Al Bar» a Pergine Valsugana. Un altro momento revival, ma che questa volta non riguarda un momento musicale, o un periodo ben definito, ma la vita e i protagonisti di un intero rione.

Pubblicato

-

«I era quei de Cristo Re» si ritroveranno il giorno 18 aprile al «Matisse Al Bar» a Pergine Valsugana. Un altro momento revival, ma che questa volta non riguarda un momento musicale, o un periodo ben definito, ma la vita e i protagonisti di un intero rione.
 
Ideatore dell'evento/raduno è stato Stefano Miorandi, un vecchio residente del rione, e l'organizzazione è a cura del «Carrozzone Eventi 70 80 & Live Music» di Chiara Mazzalai, esperta in questo genere di eventi. L'iscrizione, per chi vuole partecipare al Buffet, va fatta presso il Bar Randrè in largo Carducci (qui tutte le informazioni)g.
 
Di solito il proprio rione, dove sei nato e hai vissuto la tua adolescenza non si scorda mai, è un connubio che dura per sempre, un'amore nostalgico che ti rimane nel cuore, tanti ricordi, tristi, felici, spesso lontani che sai che non ritorneranno mai più. 
 
E anche dopo anni, quando magari a piedi ripassi in quelle strade dove da piccolo hai giocato, hai sorriso, hai baciato la tua prima ragazza, sei andato al cinema per la prima volta, o sei stato sgridato dai genitori ti vengono i brividi e subito la tua mente vola indietro di 20, 30, 40, anche di 50 anni, ed è come tu fossi li, come allora. Poi svanisce tutto improvvisamente, e allora torna la nostalgia e la tristezza per la giovinezza persa o per tante altre occasioni o treni che non passeranno mai più. 
 
Ma Cristo re, che ricordiamo è il più popoloso quartiere del capoluogo, forse è un rione più speciale di tanti altri. Un rione che nasce come agglomerato urbano formatosi attorno ad una chiesa il 23 novembre 1941, data in cui fu ufficialmente celebrata la "posa della prima pietra" dell'erigendo tempio religioso.
 
La storia racconta che la chiesa fu costruita interamente grazie alle offerte dei residenti e alla vendita di centinaia di torte, il cui devoluto ben amministrato da don Guido Avi (detto appunto don Torta) permise la fine dei lavori.
 
Ma quel rione nasce soprattutto grazie alle prime case popolari che ospiteranno tutte le famiglie degli operai impegnati nelle fabbriche Sloi e Caproni e per merito della ricostruzione delle caserme militari Battisti in via Maccani.
 
Poi nel 1945 aprì il bar Zinzorla destinato ad entrare nella storia del rione a cui nel 1960 segui un'altra apertura importante, il bar Cristallo. Questi due locali sono stati i due punti di riferimento del rione per tutti, e questo fino alla metà degli anni 90.
 
La vera vita del rione ruotava intorno a questi due bar, divisi anche in taluni momenti storici da rivalità ed invidie, sia da parte dei gestori di allora che dei propri clienti. 
 
In quegli anni non esistevano i cellulari, e l'appuntamento serale era un classico, tutti sapevano che li potevi trovare quella che un tempo era «la compagnia».
 
Ma fra le due aperture il rione di Cristo Re cominciava a prendere forma, nel 1952 il cinema Astra accendeva il proiettore e spegneva le luci in sala, e il giorno 26 ottobre 1954 si svolse l'inaugurazione intitolata al beato Stefano Bellesini, già, il rione aveva la sua prima scuola.
 
L'alluvione del 1966 crea disastri, ma dalle sue ceneri nasce l'hotel Everest che nato come trattoria nel 1954 ora, nel 1969 diventa un vero e proprio hotel.
 
Poi arrivano il campo sportivo e il campo Coni meta di interminabili giornate dove i ragazzi si dilettavano a scalpitare dietro un pallone oppure a correre nella pista di atletica adiacente, il rifacimento del ponte di San Giorgio (rifatto solo in 2 mesi), la costruzione dell'autostrada, della tangenziale e di tante opere urbanistiche che hanno poi rivalutato tutto il rione, fino a farlo diventare per metà, parte del centro storico di Trento.
 
Probabilmente anche di questo parleranno i tanti residenti e ex residenti del rione sabato prossimo, e siamo sicuri che i valori dell'amicizia vinceranno ancora, nel nome di un tempo dove si era amici per davvero, dove aiutare qualcuno del tuo rione diventava un obbligo, un valore, una soddisfazione, dove tutto era più facile, dove i sorrisi non mancavano mai e ogni giorno era diverso dall'altro. 
 
La serata è solo un'anticipazione della storia del rione che verrà presentata il giorno 30 maggio 2015 attraverso una mostra presso il campo sportivo all'interno della quale si potranno ammirare ben 1.200 foto dell'epoca che ritraggono tutta la storia del rione. La mostra è parte della grande festa, dove saranno intitolati il campo Coni, il campo sportivo e il piazzale adiacente alla presenza delle autorità comunali al gran completo. Grande festa che continuerà il sabato e la domenica con musica dal vivo con alcuni protagonisti/musicisti del rione degli anni 70, cucina e altre sorprese
 
Un rione quindi pronto a ripercorrere la sua storia e quella dei suoi grandi protagonisti che forse non sarebbero stati egualmente "grandi", se non avessero fatto parte in quel preciso periodo di quella ineguagliabile comunità del rione di Cristo Re. Altri tempi, altre persone, altre vie, altri modi di vivere, probabilmente altri valori, e un amore, quello per il tuo rione che non muore mai, che non tradisce mai…..
 
Appuntamento al «Matisse Al Bar» di Pergine Valsugana sabato 18 aprile alle ore 20.00 – 
 
a cura di Roberto Conci
 
Le caserme Battisti in via Maccani – una delle prime costruzioni del rione di Cristo Re 
 
Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Coronavirus e stampanti 3D: Mercedes Benz pronta alla produzione di dispositivi medici
    Un periodo così instabile ed incerto come quello del recente allarme sanitario da Covid- 19, costringe ad una stretta coalizione internazionale che riesca a coinvolgere ed unire il maggior numero di forze e di aiuti possibili per riuscire contenere l’emergenza. Per questo, la nota casa automobilistica tedesca Mercedes Benz scende da protagonista in campo, mettendo […]
  • Fratellini soli a casa in quarantena: il Paese li aiuta “adottandoli”
    L’allarme sanitario che da settimane sta lasciando dolorose ferite, obbligando l’isolamento e la distanza dalle persone care, sta facendo riscoprire all’Italia un senso di vicinanza ed un’insaziabile bisogno di aiutarsi per riuscire ad arrivare il più velocemente possibile alla fine di un’emergenza che sta attraversando senza freni l’intero territorio nazionale. A confermare e dimostrare l’estrema […]
  • Dalle piume d’oca ai petali di fiori: La prima produzione di giacconi 100% naturali
    Esisteranno sempre alcuni capi di cui non se ne potrà mai fare a meno, e come non non si può affrontare il caldo estivo senza occhiali da sole e bermuda, così non si può superare il freddo invernale senza, il protagonista indiscusso dei mesi più gelidi: il piumino. Dalle classiche piume d’oca, alla più recente […]
  • Coronavirus: molto richiesti i saturimetri, a qualcuno servono davvero
    Dall’inizio dell’allarme coronavirus la corsa ai principali dispositivi di protezione individuale sembrava inizialmente limitarsi alle mascherine ed ai gel disinfettanti per le mani, diventati poi introvabili sia nelle farmacie che sui portali online, ma ultimamente il fenomeno parrebbe essersi allargato anche a strumenti prettamente sanitari come il saturimetro. Infatti, il particolare dispositivo a pinzetta facilmente […]
  • Coronavirus: L’Italia spegne i motori e i delfini tornano nei porti italiani
    La recente emergenza sanitaria ha reso l’Italia, Paese noto per la sua vivacità e il suo calore una penisola pressoché deserta obbligando negozi, centri commerciali e molte aziende a bloccarsi per intere settimane e costringendo milioni di italiani a guardare l’arrivo della primavera unicamente dalla finestra della propria abitazione. All’ombra di tutto questo, Madre Natura […]
  • Coronavirus: dalla Cina arrivano i caschi termoscanner per la polizia
    Da qualche mese, partendo dalla Cina e allargandosi come una macchia d’olio fino all’Italia, il mondo intero si è trovato improvvisamente a combattere una guerra contro un nemico veloce ed invisibile che non sta risparmiando niente e nessuno, colpendo non solo persone ma l’economia di interi Paesi, costringendo l’unione e l’impegno di tutte le forze […]
  • Coronavirus: 3 fasi per sanificare correttamente casa
    Candeggina, gel disinfettanti, alcol e spray si stanno rivelando i migliori alleati, nonché le armi più utilizzate in questo periodo per riuscire a combattere l’invisibile nemico che da settimane sta costringendo a casa milioni di italiani. Oltre alle ormai note raccomandazione di igiene emanate dal Governo, ai dispositivi di protezione individuale come le introvabili mascherine […]
  • Cascata “rosso sangue” in Antartide, uno spettacolo della natura
    Sono passato 109 anni dal primo avvistamento di questo macabro fenomeno situato nei pressi del lago (ovviamente ghiacciato) di Bonney, in Antartide. Nonostante questa cascata dal colore ramato fosse stata avvistata per la prima volta nel 1911 dal geologo Griffith Taylor durante una spedizione, soltanto qualche anno fa alcuni studiosi sono riusciti a risalire all’origine […]
  • Cenare sotto il mare: “Under” il primo ristorante sott’acqua d’Europa
    Attraversando i quattro angoli del mondo, sono molte sono le eccentricità dal punto di vista architettonico che si incontrano, ma pochi hanno lo stile e l’originalità del primo ristorante subacqueo di Baly, lungo le coste della Norvegia, candidato a diventare uno dei più spettacolari progetti architettonici mai concepiti in fondo al mare. “Under”si presenta come […]

Categorie

di tendenza