Connect with us
Pubblicità

La Sfera e lo Spillo

Milan e Roma risorgono, Inter a digiuno

 

La ventinovesima giornata di campionato della massima serie si gioca sabato 04 aprile in occasione della festività di Pasqua; evento calcistico nel quale sono realizzate ventisei reti.

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

 

La ventinovesima giornata di campionato della massima serie si gioca sabato 04 aprile in occasione della festività di Pasqua; evento calcistico nel quale sono realizzate ventisei reti.

Tre sono le vittorie esterne (Lazio, Torino e Milan), quattro sono i successi casalinghi (Juventus, Roma, Fiorentina e Sassuolo), tre sono i pareggi (Genoa-Udinese, Inter-Parma e Verona-Cesena).

Pubblicità
Pubblicità

In classifica la Vecchia Signora mantiene il primato con quattordici punti di vantaggio sulla Roma di Rudi Garcia.

I giallorossi e i laziali, rispettivamente secondi e terzi, conservano un discreto bottino sulle aspiranti inseguitrici, Fiorentina, Sampdoria e Napoli per un piazzamento in Champions League della prossima stagione.

Juventus-Empoli (2-0). I Campioni d’Italia s’impongono contro gli azzurri dell’ottimo Maurizio Sarri con un risultato all’inglese.

Pubblicità
Pubblicità

La prima rete è realizzata dall’apache, Carlos Tevez, nella fase finale del primo tempo trasformando una punizione magistrale che batte l’estremo difensore empolese Sepe (al minuto 43).

Il bis bianconero è servito nei minuti di recupero del match con Roberto Pereyra, pratico a riprendere una corta respinta dal portiere toscano su tiro dell’indemoniato Tevez (al minuto 90+4).

Fiorentina-Sampdoria (2-0). Tre punti fondamentali per la Viola che ora si colloca al quarto posto in classifica scavalcando i liguri di Sinisa Mihajlovic e il Napoli di Rafa Benitez.

Si decide tutto nella ripresa nel giro di una manciata di minuti.

I gigliati sbloccano l’equilibrio con Alessandro Diamanti autore di un tiro a giro che s’infila nell’angolino della porta difesa da Viviano (al minuto 61).

Il raddoppio dei padroni di casa con Mohamed Salah che sfodera il suo miglior repertorio, supera Romagnoli e Silvestre e scarica la sfera nel sacco doriano (al minuto 64). Un goal di rara bellezza dell’egiziano che mostra la raffinata tecnica, la velocità di esecuzione e una precisione chirurgica.

Roma-Napoli (1-0). I giallorossi allungano e staccano i Partenopei di nove punti nel tabellone tornando alla vittoria casalinga che mancava da diversi mesi.

Gli azzurri partono bene finiscono in forcing ma i tre punti vanno ai capitolini che interpretano meglio l’andamento e l’inerzia della gara.

E’ la quarta sconfitta esterna consecutiva per gli undici del patron De Laurentiis che nel frangente vedono allontanarsi l’obiettivo del terzo posto.

La segnatura vincente è realizzata da Miralem Pjanic che chiude un’azione travolgente corale organizzata dal tandem Iturbe e Florenzi (al minuto 25).

Da segnalare il ritorno sul green di Lorenzo Insigne dopo cinque mesi di stop a seguito del grave infortunio; è inserito da Benitez al posto di De Guzman nei minuti finali.

Cagliari-Lazio (1-3). Gli aquilotti di Stefano Pioli sbancano in terra sarda con una prestazione convincente.

I biancazzurri liquidano la pratica con gli undici di Zdenek Zeman proseguendo il loro cammino con un passo deciso e vigoroso.

Gli ospiti segnano con Miroslav Klose che sfrutta un cross di Mauri dopo una giocata preziosa di Felipe Anderson (al minuto 31).

Nella ripresa il momentaneo pareggio rossoblù è siglato da Marco Sau (al minuto 49), prima del rigore concesso dal direttore di gara e trasformato da Lucas Biglia (al minuto 60)e il tris di Marco Parolo con un fendente su punizione, centrocampista con il fiuto del goal (al minuto 90+2).

Atalanta-Torino (1-2). Buona prova esterna del Toro contro una “Dea” combattiva.

I granata piegano la resistenza bergamasca con un doppio colpo. Fabio Quagliarella inventa una traiettoria violenta che sorprende il portiere Sportiello (al minuto 20). Poi è il difensore goleador, Kamil Glik a raddoppiare con la complicità della difesa orobica (al minuto 39).

Mauricio Pinilla accorcia le distanze con una prodezza, una rovesciata spettacolare che finisce nel sacco di Padelli (al minuto 74).

Palermo-Milan (1-2). Il Diavolo espugna il Renzo Barbera e sogna ancora un posto in Europa.

Secondo successo consecutivo per i rossoneri di mister Inzaghi che conquistano una vittoria sofferta sul difficile campo degli isolani.

La squadra milanese passa in vantaggio con la segnatura di Alessio Cerci dopo una carambola con Sorrentino su un cross propiziato da Van Ginkel (al minuto 37).

A riequilibrare la disputa ci pensa Paulo Dybala che trasforma il penalty assegnato dall’arbitro Daniele Doveri per un fallo di Paletta ai danni di Belotti (al minuto 72).

A sette minuti dal novantesimo una magia di Jeremy Menez riporta in vantaggio gli ospiti con un’azione di contropiede spietata ed efficace.

Genoa-Udinese (1-1). Il Grifone e i friulani si dividono la posta in palio nel golfo ligure.

Il rossoblù Sebastian De Maio corregge in rete un cross del compagno Costa (al minuto 19) in un confuso frangente in piena area ospite, il pareggio degli undici di Andrea Stramaccioni con Cyril Thereau che ben appostato devia un assist di Widmer (al minuto 68).

Inter-Parma (1-1). Al Giuseppe Meazza i nerazzurri guadagnano un punto che ha il sapore della resa.

La Beneamata è avanti con un bolide di Fredy Guarin deviato da Mauri (al minuto 25). E’ la sesta marcatura stagionale del colombiano, rigenerato dalla cura di Roberto Mancini.

Nella fase finale del primo tempo i Ducali pervengono al pareggio con Andi Lila lesto a deviare un cross di Varela e trafiggere lo sloveno Handanovic (al minuto 44).

L’Inter appare in caduta libera, dopo i miglioramenti sul piano del gioco e i piccoli miglioramenti tattici notati sino a qualche mese fa la squadra del tecnico jesino sprofonda al decimo posto (a quota 38) lontana dalle posizioni nobili della graduatoria.

Sassuolo-Chievo (1-0). Gli emiliani vincono di rigore contro la squadra allenata dal trentino Rolando Maran.

Domenico Berardi trasforma dagli undici metri il penalty fischiato da Luca Pairetto di Nichelino a favore dei neroverdi (al minuto 23).

Verona-Cesena (3-3). Allo stadio Marcantonio Bentegodi si celebra il festival del goal della giornata; un confronto pirotecnico tra i gialloblù di Andrea Mandorlini e i bianconeri di Domenico Di Carlo.

Gli scaligeri segnano tre reti con la doppietta dell’intramontabile Luca Toni e il goal di Juanito Gomez ma in undici minuti si fanno rimontare dalla caparbietà dei romagnoli.

Carlos Carbonero, Franco Brienza e Davide Succi sono gli artefici della risalita bianconera.

Il colombiano con un fendente destrorso, il fantasista direttamente da calcio piazzato e infine la destrezza dell’attaccante nativo di Bologna regalano un punto della speranza a mister Di Carlo.

Per la classifica capocannoniere, comanda Tevez con diciassette centri, podio d’argento per Menez con sedici timbri, piazza di bronzo per Icardi e Toni con quindici reti.

Emanuele Perego             www.emanueleperego.it              www.perego1963.it

 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Giudicarie e Rendena7 ore fa

Scontro moto – vettura sulla statale 237, feriti padre e figlia

Val di Non – Sole – Paganella7 ore fa

Parapendio precipita in valle dei Laghi, 28 enne di Ville d’Anaunia elitrasportato al santa Chiara

Trento10 ore fa

Praga e Trento: un gemellaggio che cammina da vent’anni

Trento10 ore fa

Coronavirus: 2 morti e 331 nuovi contagi. Boom di ricoveri nelle ultime 24 ore in Trentino

Vita & Famiglia11 ore fa

Oggi Giornata contro la droga. Pro Vita e Famiglia: no alla cannabis legale

Ambiente Abitare16 ore fa

Monitoraggio genetico dell’orso in Trentino, premiata tesista FEM

Valsugana e Primiero16 ore fa

Malattie renali: nuovo ambulatorio nefrologico all’ospedale di Borgo Valsugana

Riflessioni fra Cronaca e Storia16 ore fa

Grandi scienziati contro l’atomica e la manipolazione della vita

Trento16 ore fa

Kids Go Green: piccoli passi di mobilità sostenibile per 1.800 bambine e bambini di scuola primaria

Politica16 ore fa

6 italiani su 10 dice che il M5stelle sparirà presto. Per Di Maio il consenso è solo all’1%

Val di Non – Sole – Paganella17 ore fa

Nazareno Molesini dice addio alla lega: «Non mi riconosco più nei suoi ideali»

Trento17 ore fa

Pieve Tesino e Pellizzano vincitori del bando PNRR sui borghi, le congratulazioni di Bisesti e del Sottosegretario alla cultura Borgonzoni da Roma

Trento17 ore fa

Circonvallazione ferroviaria di Trento, firmata l’intesa per ottimizzare il cantiere

Trento18 ore fa

Arresto Mines Hodza: l’attentato era previsto in agosto a Riva del Garda

Trento18 ore fa

I presidenti dei Consigli comunali chiedono di contare di più e di poter portare la fascia

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 83 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 121 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 99 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. Calano i ricoveri

eventi3 settimane fa

Dal 17 al 26 giugno tornano a Trento le Feste Vigiliane

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 166 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Alto Garda e Ledro3 settimane fa

Stop alla viabilità a Riva del Garda: si girano le scene di un film americano

Valsugana e Primiero2 settimane fa

Sbanda, va in contromano e rischia di scontrarsi con altre auto prima di entrare in statale – IL VIDEO

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 49 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino con nessun positivo al molecolare

Trento3 settimane fa

Attimi di paura alla stazione delle corriere di Trento!

Società3 settimane fa

L’impresa di Melissa Mariotti tra lavoro in Germania e progetti turistici in Valbrenta

Trento2 settimane fa

Coronavirus: 267 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Le Vignette di Fabuffa3 settimane fa

Il 51% degli adolescenti italiani non capisce un testo scritto. Una scuola che fa acqua da tutte le parti

Politica2 settimane fa

Referendum, vittoria dei sì ma niente quorum. Amministrative: nei grandi comuni avanti il centro destra

Io la penso così…4 settimane fa

Protesta pronto soccorso di Arco: dov’erano i manifestanti quando governava il centro sinistra?

Rovereto e Vallagarina3 settimane fa

Rovereto, continuano gli atti vandalici: prese di mira le auto parcheggiate

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza