Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Elezioni presidenziali in Nigeria: Boko Haram le trasforma in un bagno di sangue

Lo scorso weekend si sono tenute in Nigeria le elezioni presidenziali e legislative di cui solo da poche ore si conoscono i risultati definitivi, ritardati a causa delle difficoltà che si sono incontrate durante la votazione e lo scrutinio delle schede.

Pubblicato

-

Lo scorso weekend si sono tenute in Nigeria le elezioni presidenziali e legislative di cui solo da poche ore si conoscono i risultati definitivi, ritardati a causa delle difficoltà che si sono incontrate durante la votazione e lo scrutinio delle schede.

Ieri mattina era stato scrutinato soltanto il 75% degli Stati nigeriani, 36 in tutto, ma oggi i risultati definitivi hanno confermato quello che tutti pronosticavano: la sconfitta del presidente uscente Goodluck Jonathan e la schiacciante vittoria del suo avversario, il generale islamista Muhammadu Buhari.

I candidati in realtà erano ben 14 ma tra tutti l’attenzione è stata sempre focalizzata sui due principali. Uno di questi era appunto il presidente uscente Goodluck Jonathan, un giovane presidente se consideriamo che oggi ha 57 anni ed è stato al potere fin dal 1999, leader del Partito Democratico Popolare e di religione cristiana.

Pubblicità
Pubblicità

Lo sfidante numero uno è stato invece il suo contrario. Molto più anziano, a 72 anni Muhammadu Buhari rappresenta la parte musulmana del Paese, reazionaria e conservatrice, sostenuta da tutti i partiti all’opposizione.

Con oltre 15 milioni di voti, contro i poco più di tredici del presidente uscente, il leader dell’opposizione si è aggiudicato la vittoria, forte anche della critica nei confronti di chi lo ha preceduto soprattutto dopo le ultime vicende legate alle stragi perpetrate dai terroristi di Boko Haram.

E Boko Haram è stato ancora una volta protagonista unico e assoluto anche in questa tornata elettorale, uno dei simboli per eccellenza della democrazia e del processo di democratizzazione che il Paese ha intrapreso.

Pubblicità
Pubblicità

O forse è più corretto dire aveva intrapreso. Le vicende degli ultimi mesi hanno segnato profondamente e in parte arrestato la corsa della Nigeria verso un futuro di migliori condizioni economiche e di un assetto democratico dello Stato.

E anche le elezioni di sabato e domenica sono state segnate dal pesante fardello che il più popoloso Stato africano porta con sé ormai da anni: la violenza di Boko Haram.

Le elezioni sono infatti state sconvolte da episodi efferati condotti dagli uomini del gruppo terrorista attivo in Nigeria. Ventitre persone sono state uccise, decapitate con motoseghe e poi bruciate vive nel Nord-Est del Paese dove, a causa della presenza dei terroristi islamici, l’affluenza alle urne è stata quasi nulla.

Altre tredici persone sono morte negli attacchi perpetrati contro i seggi elettorali dai miliziani di Boko Haram che hanno tentato in questo modo di impedire ai cittadini di esercitare un loro diritto. E tutto questo è avvenuto nonostante l’azione di monitoraggio e sicurezza portata avanti dalle Nazioni Unite.

La violenza era però annunciata. Già nei giorni precedenti le elezioni, erano stati dispiegati oltre 300.000 agenti di polizia e sono state create delle zone ad accesso limitato. Sono anche state chiuse le frontiere marittime e terrestri con alcuni Stati limitrofi per evitare il rischio di infiltrazioni di terroristi.

Da oggi per il Paese si apre una nuova fase, non meno difficile e ancor più delicata a causa del rischio di ritorsioni da parte dell’entourage del presidente uscente e dei suoi fedelissimi che avevano già prima del voto, minacciato un colpo di stato.

E mentre il nuovo presidente eletto Muhammadu Buhari riceve il sostegno della comunità internazionale e il fondamentale appoggio da parte degli Stati Uniti che, tramite il Dipartimento di Stato, ha fatto sapere di vedere di buon occhio il nuovo capo del Paese sostenendo che “la leadership dell'opposizione di Buhari ha dimostrato che si è impegnata per la democrazia; Buhari segue un processo che è iniziato nel 1999”.

Ma il compito di Buhari è davvero dei più difficili tra l’economia che ristagna dopo il crollo del prezzo del petrolio e una buona fetta di popolazione in fuga a causa della violenza del terrorismo di Boko Haram. Il Paese è in ginocchio; il suo compito è farlo alzare nuovamente.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Polizze assicurative per i turisti stranieri: previsto un fondo dal Ministero del Turismo
    Con l’arrivo della stagione estiva l’attenzione è puntata verso il turismo. Per questo, al fine di stimolare gli spostamenti, il Decreto Sostegni Bis prevede finanziamenti alle Regioni destinati al rimborso delle spese mediche ai turisti.... The post Polizze assicurative per i turisti stranieri: previsto un fondo dal Ministero del Turismo appeared first on Benessere Economico.
  • Il lavoro cambia e corre verso l’Hybrid Workplace, i vantaggi della “nuova normalità” e come introdurla
    Con la pandemia è emersa l’esigenza di trovare una nuova organizzazione del lavoro che cercasse di riadattare l’esperienza, trasferendo fuori dalla sede operativa la maggior parte delle attività lavorative. Questo processo ha iniziato a delineare... The post Il lavoro cambia e corre verso l’Hybrid Workplace, i vantaggi della “nuova normalità” e come introdurla appeared first […]
  • Aumentare le vendite online, consigli per migliorare le prestazioni del proprio e-commerce
    Il particolare periodo storico ha spinto molte attività a cercare soluzioni alternative per la vendita dei propri prodotti, una di queste è sicuramente l’apertura delle vetrina digitale con le vendita online. Qualsiasi imprenditore desideri aumentare... The post Aumentare le vendite online, consigli per migliorare le prestazioni del proprio e-commerce appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus affitto 2021: modifiche e novità per i beneficiari nel Decreto Sostegni bis
    Nei contributi a fondo perduto previsti dal Bonus affitto 2021 sono previsti nuovi beneficiari grazie all’ampliamento della platea dettata dal Decreto Sostegni Bis. Bonus affitto 2021, come funziona Definito dal Decreto Rilancio, il bonus affitto... The post Bonus affitto 2021: modifiche e novità per i beneficiari nel Decreto Sostegni bis appeared first on Benessere Economico.
  • Europa verso la limitazione di circolazione dei contanti: tetto a 10 mila euro
    La Commissione Europea sta lavorando ad un pacchetto di norme che limiterebbe la circolazione di contanti nei Paesi membri. Il pacchetto che potrebbe entrare in vigore nel 2024, propone di fissare in tutta Europa un... The post Europa verso la limitazione di circolazione dei contanti: tetto a 10 mila euro appeared first on Benessere Economico.
  • Indennità Covid una tantum per lavoratori autonomi e dipendenti: tutti i dettagli
    Fino al 30 settembre 2021 i lavoratori interessati potranno chiedere l’erogazione da parte dell’Inps della nuova indennità omnicomprensiva Covid-19 fin ad un massimo di 1600 euro una tantum prevista dal Decreto Sostegni Bis. Beneficiari dell’indennità... The post Indennità Covid una tantum per lavoratori autonomi e dipendenti: tutti i dettagli appeared first on Benessere Economico.
  • In Italia arriva la prima Beach SPA marina: un’offerta turistica naturale e consapevole
    Gli elementi naturali caratteristici della spiaggia del Salento legati all’acqua salina del mare e all’aria estiva, diventano dei veri percorsi benessere all’interno di una spa che nasce direttamente sulla costa, in spiaggia, all’aria aperta. Un’idea unica per chi ama il mare e l’aria aperta, ma non vuole perdere tutte le conseguenze rigenerati e vitalizzanti tipiche […]
  • Piccoli angoli di paradiso immersi nella natura incontaminata, una perfetta alternativa al mare
    La bellezza incontaminata della natura fatta di scrigni selvaggi e posti da favola, accende la passione per l’Italia e per le sue straordinarie mete che spesso, nascondono scenari incredibili. Non solo acqua di mare, ma anche fiumi, cascate e canyon diventano un luogo ed un’alternativa perfetta per fare il bagno e rilassarsi. Infatti, per chi vuole […]
  • Nuotare nel Reno: un’esperienza unica nel suo genere
    Dalle montagne spettacolari, agli immensi boschi fino alle gole selvagge, la Svizzera circondata dalla sua natura incontaminata diventa inevitabilmente sinonimo di sostenibilità. Questa attenzione si riflette sui consumi, sulla lungimiranza nel riciclaggio della popolazione, ma anche sul turismo. Infatti, il turismo svizzero spinge i suoi visitatori ad entrare quanto più possibile a contatto con l’ambiente […]
  • Kylie Skin, la linea beauty di Kylie Jenner
    “La cura della pelle e il trucco vanno di pari passo e Kylie Skin è qualcosa che ho sognato subito dopo Kylie Cosmetics. Ci ho lavorato per quella che sembra una vita, quindi non posso credere che sia finalmente arrivato! Costruire la mia linea di trucco da zero mi ha insegnato molto e sono così […]

Categorie

di tendenza