Connect with us
Pubblicità

Spettacolo

Oggi in biblioteca si parlerà dello spettacolo teatrale “Francamente me ne infischio” di Antonio Latella.

"Francamente me ne infischio" é lo spettacolo teatrale di Antonio Latella scritto assieme ai drammaturghi Federico Bellini e Linda Dalisin, liberamente ispirato al romanzo di Margaret Mitchell del 1936 portato al successo planetario dal film "Via col vento", che venerdì e sabato scorsi ha debuttato al Teatro Sociale di Trento.

Pubblicato

-

"Francamente me ne infischio" é lo spettacolo teatrale di Antonio Latella scritto assieme ai drammaturghi Federico Bellini e Linda Dalisin, liberamente ispirato al romanzo di Margaret Mitchell del 1936 portato al successo planetario dal film "Via col vento", che venerdì e sabato scorsi ha debuttato al Teatro Sociale di Trento.

Un progetto che nasce nel 2011 in cinque movimenti e sette ore complessive di spettacolo, e che dall'anno dopo è stato portato in scena in tantissimi teatri d'Italia con tre attrici meravigliose, che Antonio ha conosciuto quando dirigeva il Teatro Nuovo di Napoli.

Nessuna di loro, Valentina Vacca, Caterina Carpio e Candida Nieri, ha mai rubato la scena all'altra, un bilanciamento perfetto, una triade che ha dato vita ad uno spettacolo intenso, profondo, viscerale.

Pubblicità
Pubblicità

Attraverso il personaggio femminile, Rossella, che ha incantato generazioni di donne ed a cui molte di esse si sono identificate come modello femminile per la sua tenacia, per il suo carattere volitivo e per la sua forza, Antonio Latella ha voluto rappresentare la decadenza di un Paese, l'America, che per anni è stato visto come "vincente", come il Salvatore dei popoli, al grido di: "arrivano i nostri".

Una storia riscritta interamente, per raccontare l'altra faccia della bandiera a stelle e a strisce, una storia crudele di razzismo, di omofobia, un sogno infranto anche per le donne che riscoprono, nella pièce teatrale una Rossella diversa da quella conosciuta nel film, una donna capricciosa e calcolatrice, una cattiva madre pronta a tutto, pur di raggiungere i suoi obiettivi.

Durante i 3 atti, cinque nella versione originale, il personaggio femminile si sgretola pian piano così come un Paese che mostra il suo lato peggiore, l'America e le sue guerre per la pace che hanno causato tanti morti, l'America che ha annientato un popolo, gli indiani, che lo ha cacciato dalla propria terra, costringendolo a vivere nelle riserve, l'America che ha trattato i negri come schiavi ed anche nel cinema li ha sempre relegati in ruoli di basso profilo, come la governante di Rossella.

Pubblicità
Pubblicità

Un crescendo di emozioni si alternano durante la rappresentazione, lasciando lo spettatore incredulo e impaurito difronte all'orrore e agli errori di un Paese e mentre va a pezzi il mito americano, con le sue illusioni e le speranze di un futuro migliore, scopriamo l'infelicità di un popolo attraverso gli occhi di Rossella.

Il mito americano, il sogno del capitalismo si schianta, Rossella che sembra nel film un'anima ribelle, un'eroina pronta a lottare per la sua felicità altro non è che una insoddisfatta, infantile, razzista donna del suo tempo.

Tre donne sul palco, tre giganti che hanno dato tutto nei tre atti. Non si sono risparmiate, mettendo in scena anche il loro corpo e donandolo al pubblico senza riserve e senza veli.

Unico rammarico, la sensazione che si sarebbe potuto investire di più nella promozione dello spettacolo, ci racconta Michele Mele, management, di Antonio Latella, "si potevano coinvolgere di più le associazioni, e pubblicizzare con più determinazione lo spettacolo".

Per chi volesse conoscere meglio il teatro di Antonio Latella o confrontarsi sullo spettacolo potrà partecipare all'appuntamento, promosso dal Centro Culturale Santa Chiara ‘Spettatori ne parlanomartedi 31 marzo, ore 17.30 presso la Biblioteca Comunale di Trento.

Per dare spazio alla visione dello spettatore e mettere a fuoco la capacità del teatro di parlare di noi e del nostro tempo, nascono questi Gruppi di discussione, una sorta di forum di incontri e dibattito tra ‘spettatori’ accorti e curiosi dove, a partire dalla visione di uno spettacolo presente in Stagione, confrontano le proprie idee sulla rappresentazione teatrale e sul nostro tempo.

Il teatro contemporaneo spesso mette in crisi lo spettatore, offrendo letture inconsuete e scardinando consolidate convenzioni teatrali, suscitando tra il pubblico interrogativi sui significati di cui si caricano le parole, gli oggetti, i costumi e le azioni sulla scena.

Il ruolo dello spettatore, sta proprio nel raccogliere questa sfida, guardando allo spettacolo come un cantiere aperto di simboli, tra cui riconoscere i propri mondi e ridisegnando mappe storiche e culturali per mondi altri possibili.

Per questo nascono gli incontri tra spettatori, che si terranno una volta al mese, in coincidenza con appuntamenti dei cartelloni della Stagione di Prosa e Tendenze Prosa di Trento, e sempre nei giorni successivi allo spettacolo.

Ad ogni appuntamento, sarà invitato un ospite inatteso, che si svelerà mano a mano durante il dibattito e che, non occupandosi principalmente di teatro potrà regalare anche inattese letture dell’esperienza teatrale e dello spettacolo, fornendo ulteriori stimoli alla discussione con gli altri spettatori.

Gli incontri sono coordinati da Emanuela Rossini, consulente artistica della Stagione teatrale e Paolo Malvinni, responsabile delle attività culturali della Biblioteca.

Chi sarà l'ospite inatteso di questo incontro?

A cura di Minella Chilà

 

 

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento3 settimane fa

Nel 2021 su «La Voce del Trentino» lette oltre 30 milioni di pagine da 8 milioni di lettori

Trento2 settimane fa

Coronavirus: una vittima e 972 nuovi contagi nelle ultime 24 ore

Trento2 settimane fa

Coronavirus: nuovo record di contagi nelle ultime 24 ore. Sempre stabili i ricoveri

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 2.372 contagi e due morti nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Coronavirus: due morti e 2.290 contagi nelle ultime 24 ore. Calano sensibilmente i ricoveri

Trento3 settimane fa

Coronavirus: due vittime e 807 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 408 nuovi casi e nessun decesso nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Coronavirus: record di contagi in Trentino nelle ultime 24 ore. Morta una donna di 55 anni

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 1.307 nuovi contagi in Trentino nelle ultime 24 ore. Superato il milione di vaccinazioni

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 1 decesso e 938 contagi nelle ultime 24 ore. Calano i ricoveri in terapia intensiva

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 894 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. C’è anche una vittima. Stabili i ricoveri

Trento4 settimane fa

Coronavirus: altri 3 morti nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento4 settimane fa

Fugatti: «Lupi grave problema di sicurezza, attendiamo l’approvazione del piano di gestione guida costruito per il Trentino»

Trento4 settimane fa

Coronavirus: nessun decesso e 139 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 3 vittime e 502 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Unico&Bello

RSS Error: WP HTTP Error: cURL error 60: Peer's Certificate has expired.

Necrologi

Categorie

di tendenza