Connect with us

Trento

Immigrazione: quale sarà il nostro futuro?

Che cosa ci spaventa di loro? Sotto la loro pelle di un colore diverso dalla nostra nascondono qualcosa o siamo noi che vediamo addosso a loro una minaccia? Come il flusso di un fiume la gente arriva nelle nostre città.

Pubblicato

-

Che cosa ci spaventa di loro? Sotto la loro pelle di un colore diverso dalla nostra nascondono qualcosa o siamo noi che vediamo addosso a loro una minaccia? Come il flusso di un fiume la gente arriva nelle nostre città.

Il flusso è inarrestabile, incontrollabile per chi osserva. La stessa barista del locale da dove osservo la fiumana di gente che va e viene dalla stazione e dal centro non è nata qui, è immigrata. Lo stesso proprietario del locale è straniero. Nel bene o nel male sempre più attività commerciali di proprietà non italiana o comunque non europea aprono nelle nostre città.

Prima erano i quartieri a ridosso delle stazioni ad essere teatro di immigrazione, così come nelle città di mare sono sempre state le zone vicino al porto quelle ad essere più ricche di scambi tra le diverse culture, poi ora la città intera inizia ad avere sempre più in vetrina la presenza di comunità diverse da quella autoctona. Forse stiamo assistendo progressivamente a quel fenomeno definito “integrazione”, forse stiamo vivendo un momento importante di fusione tra le diverse culture che iniziano a fondere se stesse all'interno del territorio, forse stiamo creando un tessuto sociale nuovo.

Pubblicità
Pubblicità

Non esiste integrazione senza immigrazione, ma esiste immigrazione senza integrazione. Ecco che qui nascono i timori, nasce la “Paura”. La ragazza del bar mi dice che la clientela è per lo più albanese,marocchina… Nelle scuole i giovani stranieri formano gruppi che poco interagiscono con i giovani Italiani e le ragazze straniere sopratutto rimangono in disparte, mi ha confidato un ragazzo delle Scuole Medie Bresadola di Trento.

Mondo diverso è quello del lavoro e dell'Università dove le persone hanno un contatto stretto ma poi finiscono con il salutarsi a fine giornata per poi tornare nelle proprie cerchie. Ecco che sorge il presentimento che “loro” si frequentino solo “tra di loro”. Sono numerosissimi i negozi alimentari che possono per esempio soddisfare i bisogni alimentari di quelle persone che vivono qui lontano dalle loro Nazioni.

La questione alimentare è importantissima (enormi sono le scritte : Carne halal, Prodotti halal) perchè permette di stabilire un legame con il Paese ospitante, ricreare un senso di appartenenza. Il bisogno di appartenenza è un una componente fondamentale del più ampio bisogno di socializzazione dell'uomo; in questo caso è il “gusto di casa” che lega le persone provenienti dagli stessi luoghi diversi dal nostro intorno al negozio che poi consente loro di creare una loro propria Comunità.

La Comunità creatasi si cementifica, crea un nucleo solido fatto di persone, incontri ed eventi sociali e religiosi che sì identifica con il Paese di provenienza e che non coincide realmente con il Paese ospitante. Socializzare, infatti significa riconoscere se stessi come un “noi” da contrapporre ad un “voi”. Un “noi” che si esprime non solo con il cibo, la lingua, ma con i valori, l'ideologia, la religione e i comportamenti sociali.

Tutto questo vuol dire nella vita reale che diversi modi di vivere vengono a contatto, possono convivere pacificamente uno accanto all'altro, ignorarsi è impossibile, oppure entrare in conflitto. Di nuovo allora sorge la “Paura” che viene zittita dal buonismo di molti e che viene fomentata dalla xenofobia di tanti.

Pubblicità
Pubblicità

Nell'Antica Grecia, la culla dell'essenza dell'Occidente il forestiero era protetto dalle leggi sacre di Zeus al tempo di quello che è definito Medioevo Ellenico; nell'Odissea ad Ulisse nella reggia dei Feaci nemmeno viene chiesto di rivelare l'identità prima di essere invitato a mangiare e riposare dopo il naufragio. Nella stessa Grecia, però, nella democratica Atene il forestiero che non contribuiva al benessere della città non poteva avere la qualifica di cittadino e contare qualcosa.

La grande civiltà della storia di Roma discende dai flussi migratori, dalla colonizzazione. Forse scongiuriamo la nascita di una nuova civiltà e tremiamo al pensiero di perdere i confini netti della nostra identità più della penetrazione fisica dei confini territoriali. Tutto questo dovrebbe far pensare. Temi come quelli dell'immigrazione sono tutt'altro che risolvibili con i centri di accoglienza aperti a tutti e tutto o con le politiche di chiusura, espulsione o respingimento.

La questione è sempre esistita, dall'alba dei tempi dell'esistenza del genere umano. I tempi sono diversi, tutto sembra più frenetico e senza un ordine che possa darci sicurezza. Il mio sguardo cade sul quotidiano che si trova sul bancone del bar, in prima pagina echeggia la minaccia dell'Isis. Mentre esco dal locale mi chiedo: “Quale sarà il nostro futuro?” Questa è la nostra sfida.

a cura di Arianna Marzatico

 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Coronavirus e stampanti 3D: Mercedes Benz pronta alla produzione di dispositivi medici
    Un periodo così instabile ed incerto come quello del recente allarme sanitario da Covid- 19, costringe ad una stretta coalizione internazionale che riesca a coinvolgere ed unire il maggior numero di forze e di aiuti possibili per riuscire contenere l’emergenza. Per questo, la nota casa automobilistica tedesca Mercedes Benz scende da protagonista in campo, mettendo […]
  • Fratellini soli a casa in quarantena: il Paese li aiuta “adottandoli”
    L’allarme sanitario che da settimane sta lasciando dolorose ferite, obbligando l’isolamento e la distanza dalle persone care, sta facendo riscoprire all’Italia un senso di vicinanza ed un’insaziabile bisogno di aiutarsi per riuscire ad arrivare il più velocemente possibile alla fine di un’emergenza che sta attraversando senza freni l’intero territorio nazionale. A confermare e dimostrare l’estrema […]
  • Dalle piume d’oca ai petali di fiori: La prima produzione di giacconi 100% naturali
    Esisteranno sempre alcuni capi di cui non se ne potrà mai fare a meno, e come non non si può affrontare il caldo estivo senza occhiali da sole e bermuda, così non si può superare il freddo invernale senza, il protagonista indiscusso dei mesi più gelidi: il piumino. Dalle classiche piume d’oca, alla più recente […]
  • Coronavirus: molto richiesti i saturimetri, a qualcuno servono davvero
    Dall’inizio dell’allarme coronavirus la corsa ai principali dispositivi di protezione individuale sembrava inizialmente limitarsi alle mascherine ed ai gel disinfettanti per le mani, diventati poi introvabili sia nelle farmacie che sui portali online, ma ultimamente il fenomeno parrebbe essersi allargato anche a strumenti prettamente sanitari come il saturimetro. Infatti, il particolare dispositivo a pinzetta facilmente […]
  • Coronavirus: L’Italia spegne i motori e i delfini tornano nei porti italiani
    La recente emergenza sanitaria ha reso l’Italia, Paese noto per la sua vivacità e il suo calore una penisola pressoché deserta obbligando negozi, centri commerciali e molte aziende a bloccarsi per intere settimane e costringendo milioni di italiani a guardare l’arrivo della primavera unicamente dalla finestra della propria abitazione. All’ombra di tutto questo, Madre Natura […]
  • Coronavirus: dalla Cina arrivano i caschi termoscanner per la polizia
    Da qualche mese, partendo dalla Cina e allargandosi come una macchia d’olio fino all’Italia, il mondo intero si è trovato improvvisamente a combattere una guerra contro un nemico veloce ed invisibile che non sta risparmiando niente e nessuno, colpendo non solo persone ma l’economia di interi Paesi, costringendo l’unione e l’impegno di tutte le forze […]
  • Coronavirus: 3 fasi per sanificare correttamente casa
    Candeggina, gel disinfettanti, alcol e spray si stanno rivelando i migliori alleati, nonché le armi più utilizzate in questo periodo per riuscire a combattere l’invisibile nemico che da settimane sta costringendo a casa milioni di italiani. Oltre alle ormai note raccomandazione di igiene emanate dal Governo, ai dispositivi di protezione individuale come le introvabili mascherine […]
  • Cascata “rosso sangue” in Antartide, uno spettacolo della natura
    Sono passato 109 anni dal primo avvistamento di questo macabro fenomeno situato nei pressi del lago (ovviamente ghiacciato) di Bonney, in Antartide. Nonostante questa cascata dal colore ramato fosse stata avvistata per la prima volta nel 1911 dal geologo Griffith Taylor durante una spedizione, soltanto qualche anno fa alcuni studiosi sono riusciti a risalire all’origine […]
  • Cenare sotto il mare: “Under” il primo ristorante sott’acqua d’Europa
    Attraversando i quattro angoli del mondo, sono molte sono le eccentricità dal punto di vista architettonico che si incontrano, ma pochi hanno lo stile e l’originalità del primo ristorante subacqueo di Baly, lungo le coste della Norvegia, candidato a diventare uno dei più spettacolari progetti architettonici mai concepiti in fondo al mare. “Under”si presenta come […]

Categorie

di tendenza