Connect with us
Pubblicità

Trento

Truffa di alcuni stranieri ai danni dei Trentini: la Lega Nord denuncia

Se l'interrogazione/denuncia della Lega Nord corrispondesse al vero, si aprirebbero degli scenari polemici che probabilmente percorrerebero le piazze, i giornali e qualsiasi confronto politico in tutta la campagna elettorale per le elezioni comunali.

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Se l'interrogazione/denuncia della Lega Nord corrispondesse al vero, si aprirebbero degli scenari polemici che probabilmente percorrerebero le piazze, i giornali e qualsiasi confronto politico in tutta la campagna elettorale per le elezioni comunali.
 
«Dopo numerose battaglie, petizioni popolari, accuse di razzismo e demagogia, – esordisce Maurizio Fugatti – siamo qui per presentare all’Assessore competente alcuni fatti in merito all’erogazione di aiuti sociali, in particolar modo del reddito di garanzia stante alcune segnalazioni raccolte sul territorio».
 
Sembra che la Lega Nord sia incappata in qualcosa di grosso, infatti, i particolari riportati in una nota arrivata in redazione fanno pensare che le accuse possano essere fondate. Secondo alcune segnalazioni pare infatti che l’importo erogato per gli stranieri in taluni casi sia arrivato, tra aiuti erogati dalla Comunità di Valle e quelli della Provincia o altri Enti, a 2400 Euro.
 
«Oltre a ciò – e qui viene il bello – pare – continua Fugatti – che alcuni stranieri, non in possesso dei requisiti necessari per ottenere il reddito di garanzia, stiano truffando le Istituzioni per poterlo ottenere ugualmente. Come farebbero? Sappiamo bene che i criteri per accedervi siano quello di presentare un indicatore ICEF inferiore a 0,13, essere occupato con un reddito molto basso, aver perso il lavoro “per motivi non dipendenti dalla sua volontà ed ha maturato almeno due mesi di contribuzione obbligatoria a decorrere dal 1° gennaio dell'anno precedente la presentazione della domanda” oppure “è in cerca di occupazione da meno di 6 mesi a seguito di fuoriuscita dal nucleo di altro componente produttore di reddito da lavoro”».
 
Gli stranieri senza questi requisiti, dunque, – secondo Fugatti – avrebbero ovviato al problema avviando delle assunzioni tra di loro (amici e parenti) come collaboratori familiari con l’elaborazione pare di false buste paga con importi stabiliti a loro piacimento (ovviamente non troppo alti per timore di aumentare il reddito familiare; cosa che li escluderebbe in automatico dalla possibilità di accedere all’aiuto economico). 
 
Di tali buste paga non verrebbe erogato lo stipendio ma verrebbero pagati soltanto i contributi INPS obbligatori; cosa che, all’apparenza, gli permetterebbe di essere in regola.
 
«Pare che ultimamente alcuni stranieri, impiegati presso una grande azienda che avrebbe chiuso da poco lo stabilimento in Trentino, abbiano adottato tale metodo nonostante l’azienda avesse offerto loro un’ingente somma di denaro nel caso in cui si fossero licenziati autonomamente rinunciando alla cassa integrazione, mobilità o disoccupazione. Questi, – afferma il segretario della Lega Nord – pare non accontentandosi della somma proposta, sembra abbiano voluto aumentare i loro introiti grazie alla richiesta di disoccupazione che sarebbe stata ottenuta semplicemente grazie all’assunzione tra di loro per il periodo minimo necessario al quale si sarebbero sommati gli anni di lavoro fisso che pare abbiano abbandonato volontariamente, per ottenere la somma sopra citata, prima che l’azienda chiudesse».
 
«Lo stesso “giochetto”, ovvero quello delle assunzioni facili, sarebbe adottato per prorogare il permesso di soggiorno, per ottenere il reddito di garanzia e per altri aiuti, truffando così l’INPS, l’Agenzia del lavoro e la Provincia.
Ma quello che maggiormente preoccuperebbe sarebbe il fatto che vi sia qualcuno anche in Trentino che gioverebbe di vantaggi prodotti da tale sistema oppure farebbe finta di nulla dato che non è possibile credere che uno straniero senza lavoro possa assumere uno o più suoi concittadini come collaboratori familiari» termina Fugatti.
 
Alla luce di quanto affermato, che se confermato sarebbe clamoroso, Fugatti ha depositato un'interrogazione dove chiede quali somme siano state erogate negli ultimi tre anni secondo la legge provinciale n.13 del 2007, e quindi in termini di aiuti economici, quanto del totale sia andato a favore di richiedenti stranieri (comunitari e extracomunitari) per ogni anno, quanti siano stati per ogni anno i richiedenti trentini e stranieri. 
 
Fugatti chiede anche se corrisponde al vero che un nucleo familiare residente in Valle di Non riuscirebbe a percepire circa 2.400 Euro in aiuti sociali (circa 900 Euro da parte della Comunità di Valle e circa 1.500 Euro per assegni familiari) e se vista la gravità di quanto ci è stato segnalato, se la Provincia possa effettuare tutte le verifiche del caso per comprendere il fenomeno e arrivare a individuare gli eventuali truffatori.
 
Nel caso in cui quanto sopra descritto  – chiede ancora Fugatti nell'interrogazione – si verificasse realmente, come sia possibile credere che uno straniero senza lavoro possa assumere uno o più suoi concittadini come collaboratori familiari e addirittura far passare come normali assunzioni tra stessi personaggi;
 
L'interrogazione termina con una riflessione, «Se quanto sta accadendo risulta vergognoso, illecito e discriminatorio nei confronti di quei trentini che onestamente presentano domanda di aiuto (i cui dati vengono minuziosamente controllati prima di procedere all’erogazione, a differenza pare di quanto avvenga per gli stranieri) e spesso rimangono esclusi».
 
{facebookpopup}
 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento1 ora fa

Teatro di Villazzano, al via la gara per rinnovare la gestione

Trento2 ore fa

Concessione A22, il presidente Fugatti: finanza di progetto unica alternativa alla gara

Val di Non – Sole – Paganella2 ore fa

Un incendio da domare e delle persone bloccate: a Cis la manovra (con inaugurazione della nuova autobotte e del gommone) dei Vigili del Fuoco

Val di Non – Sole – Paganella3 ore fa

1920-2020(+2): la Banda Comunale di Tuenno festeggia 100 anni di storia

Trento3 ore fa

Coronavirus: 81 nuovi positivi, 54 pazienti ricoverati, di cui 3 in rianimazione

Bolzano3 ore fa

7.000 Scützen sfilano per il centro storico di San Martino in Passiria – IL VIDEO

Arte e Cultura3 ore fa

Finissage Depero New Depero: grande festa nel Giardino delle Sculture

Valsugana e Primiero3 ore fa

Follia in monopattino sulla statale 47 – IL VIDEO

Bolzano3 ore fa

Controllo dei passi: multato un centauro su tre

Vita & Famiglia3 ore fa

Pro Vita e Famiglia lancia l’allarme sulla Giornata sull’Omotransfobia: «Emergenza è fake news, no indottrinamento scuole»

Trento3 ore fa

Il 17 maggio si accende una luce sulle neurofibromatosi

Valsugana e Primiero3 ore fa

Lega Trentino: Mauro Piva e Aldo Chirico segretari di Borgo Valsugana e Levico Terme

Trento4 ore fa

Concerto di Vasco Rossi, ecco le vie e i parcheggi dove sarà vietata la sosta con rimozione forzata

Trento4 ore fa

Trentino Music Arena, Segnana: “Grande attenzione verso le persone con disabilità” in occasione del concerto di Vasco

Trento4 ore fa

Scomparsa del professor Onida, il ricordo della Provincia autonoma

Trento1 settimana fa

Mauro Ottobre perde anche in appello con La Voce del Trentino. Dovrà pagare altri 22 mila euro

Trento4 settimane fa

Coronavirus in Trentino: un decesso e salgono contagi e ricoveri nelle ultime 24 ore

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 170 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. Salgono ancora i ricoveri

Trento3 settimane fa

Coronavirus: contagi contenuti e nessun decesso nelle ultime 24 ore

Politica3 settimane fa

Nella prossima seduta consiliare in discussione 6 ddl, compreso quello sulla terza preferenza

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Orso a spasso tra i meleti di Mechel – IL VIDEO

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 107 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. Balzo in avanti dei ricoveri

Val di Non – Sole – Paganella4 settimane fa

Fiamme in centro storico a Denno – IL VIDEO

Italia ed estero4 settimane fa

L’ultima gaffe di Joe Biden: stringe la mano ai fantasmi. Il mondo s’interroga sullo stato di salute del presidente Usa

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 156 contagi e nuovo balzo in avanti dei ricoveri nelle ultime 24 ore

Trento3 settimane fa

Concerto Vasco Rossi: ecco la viabilità alternativa per minimizzare i disagi

Telescopio Universitario3 settimane fa

Ricerca, l’Europa premia ancora l’Università di Trento

Trento4 giorni fa

Coronavirus: un decesso e 326 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Spettacolo4 settimane fa

Lutto nel mondo dello spettacolo, è morta Catherine Spaak

Trento5 giorni fa

Coronavirus: contagi e ricoveri in calo nelle ultime 24 ore

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza