Connect with us
Pubblicità

Trento

«Operazione Todo Modo»: Padre Franco Decaminada accusato per il Maxibuco da 600 milioni

Padre Franco Decaminada originario di Cis in valle di Non era stato arrestato il 5 aprile del 2013 per emissione di fatture false, e accusato di aver sottratto illecitamente 4 milioni di euro dalle casse dell'Istituto Dermopatico dell'Immacolata di Roma. 

Pubblicato

-

Padre Franco Decaminada originario di Cis in valle di Non era stato arrestato il 5 aprile del 2013 per emissione di fatture false, e accusato di aver sottratto illecitamente 4 milioni di euro dalle casse dell'Istituto Dermopatico dell'Immacolata di Roma. 
 
Con lui in manette anche due imprenditori, Domenico Temperini e Antonio Nicolella. Le Fiamme Gialle della capitale, nell'ambito dell'inchiesta sul maxibuco finanziario da 600 milioni di euro dell'ente, avevano scoperto un sistema di raggiri, sprechi e ammanchi diffuso e costante. I tre arrestati dovevano rispondere di bancarotta fraudolenta, appropriazione indebita e fatture false. Padre Decaminada è accusato anche di aver tentato di inquinare le prove a suo carico.
 
Ora la Procura della Repubblica di Roma ha concluso le indagini preliminari e l’avviso di conclusione delle indagini riguarda ben 40 indagati, cui sono a vario titolo contestati 144 differenti capi di imputazione. Tale attività investigativa ha consentito di far luce sulle dinamiche gestionali della PICFIC – ente religioso cui fa capo il comparto “IDI Sanità” (comprensivo dell’Istituto Dermopatico dell’Immacolata – IDI, dell’Ospedale S. Carlo di Nancy e della Clinica Villa Paola) – che hanno generato un forte stato di decozione delle strutture sanitarie ed una marcata esposizione debitoria, la quale ha comportato, nel maggio 2013, il commissariamento dell’Ente e la sua ammissione alla procedura di amministrazione straordinaria (con dichiarazione dello stato di insolvenza), con conseguente sostituzione dei fornitori (ditte e professionisti) vicini a Padre Decaminada. 
 
Già nel febbraio 2013, inoltre, la Santa Sede aveva proceduto a nominare S.E. Rev.ma Card. Giuseppe Versaldi quale Delegato Pontificio alla gestione della Congregazione dei Figli dell’Immacolata Concezione, ente religioso civilisticamente riconosciuto, da cui la PICFIC dipende. Le investigazioni hanno consentito di ricostruire le reali cause del dissesto, che è risultato essere diretta conseguenza di molteplici condotte di spoliazione – proseguite anche allorquando la crisi finanziaria degli istituti di cura era ampiamente manifesta – consumate mediante diversificati sistemi, attuati, sotto la direzione prevalente di Padre Franco DECAMINADA (gestore delle aziende ospedaliere), da vari soggetti gravitanti nella sua orbita di influenza. 
 
Le Fiamme Gialle hanno accertato un passivo patrimoniale dell’ente pari a circa 845 milioni di euro, distrazioni di disponibilità per oltre 82 milioni di euro, un indebito utilizzo di fondi pubblici per oltre 6 milioni di euro e di segnalare all’Autorità Giudiziaria le responsabilità penali di 45 soggetti (di cui due deceduti nel corso del 2014 e 3 denunciati per reati connessi a violazioni alla normativa antiriciclaggio di competenza dell’A.G. meneghina) per false fatturazioni, infedele dichiarazione, occultamento e distruzione della contabilità, bancarotta fraudolenta, appropriazione indebita aggravata, riciclaggio, false comunicazioni sociali ed indebito utilizzo di fondi pubblici (malversazione), nonché di trarre in arresto, già nel 2013, 3 persone, sottoponendo a sequestro preventivo per equivalente numerosi beni, tra cui 36 immobili anche di pregio. 
 
I finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Roma, in particolare, hanno ricostruito distrazioni attraverso prelevamenti in contanti dalle casse dell’ente ad opera, prevalentemente, di Padre DECAMINADA e di Domenico TEMPERINI, nonché mediante il pagamento di fatture per operazioni in tutto o in parte inesistenti, emesse da professionisti (tra cui anche un notaio) e società compiacenti, quali fornitori della PICFIC, individuati dallo stesso DECAMINDA e dai suoi sodali secondo logiche di interesse personale. 
 
In tale contesto, sono emerse venti società e cinque professionisti (tutti risultati, a vario titolo, coinvolti nei fatti illeciti) organici al meccanismo architettato da Padre DECAMINADA e dai suoi complici. Siffatte imprese e professionisti, attraverso l’emissione di fatture fittizie e tramite un collaudato meccanismo di interposizione di schermi societari, drenavano le disponibilità finanziarie dell’ente religioso, per poi veicolare parte delle stesse a favore, oltre che di Franco DECAMINADA, anche di altri soggetti.
 
Sono stati intercettati flussi finanziari coinvolgenti Paesi a fiscalità privilegiata (Panama, Svizzera e Liechtenstein): in un caso, le investigazioni hanno fatto emergere fatturazioni da parte di una società inesistente statunitense, allo scopo di drenare risorse dalla PICFIC verso l’isola di Man. In merito, hanno concorso a fare piena luce sui fatti contestati, anche gli esiti di una rogatoria internazionale nei confronti del Liechtenstein richiesta dalla Procura capitolina. 
 
Alle predette operazioni di depauperamento della liquidità, si sono affiancati ulteriori fenomeni illeciti, aventi ad oggetto, tra l’altro, un finanziamento per circa 6,1 milioni di euro ricevuto dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR), affinché potesse essere realizzato, da parte della PICFIC, un progetto infrastrutturale e di ricerca in Calabria. In realtà tali fondi pubblici sono risultati da questa indebitamente destinati al pagamento degli stipendi del personale dipendente ed, in parte, addirittura, al saldo di fatture emesse da un professionista ed una società vicini a Padre DECAMINADA.
 
Le risultanze delle indagini hanno prodotto significativi riflessi anche sul piano fiscale, con la constatazione, tra l’altro, di una maggiore base imponibile ai fini delle imposte dirette ed IRAP per oltre 350 milioni di euro, di IVA (tra dovuta e non versata), per circa 16 milioni di euro, di ritenute fiscali non versate per oltre 88 milioni di euro, per un totale di materia imponibile recuperata a tassazione di circa 454 milioni di euro.
{facebookpopup}

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Una notte tra le Dolomiti e le stelle a 2055 metri di quota
    A pochi chilometri da Cortina tra cieli sconfinati e cattedrali rocciose esiste una camera che regala l’insolita emozione di ritrovarsi a dormire avvolti dall’affascinante magia di un paesaggio unico al mondo. La starlight Room, inclusa tra i dieci hotel più spettacolari del mondo, si trova infatti sopra al rifugio Col Gallina a 2055 metri in […]
  • “Vuoi costruire una piscina di pregio ma non sai bene da dove iniziare?” Comincia da qui
    Immagina un angolo di vacanza nel tuo giardino o terrazza, uno spazio accogliente e riservato dove poter dimenticare i problemi quotidiani e immergerti in momenti di benessere e relax da solo o con i tuoi cari. Magari è da un po’ che ci pensi ma qualcosa ti frena. Domande del tipo: “Da dove inizio? Mi […]
  • L’idea di rifugio si evolve in sostenibilità, design e tradizione
    Il giusto equilibrio tra sostenibilità, design e tradizione prende forma grazie all’innovativo progetto di due architetti italiani che, reinterpretando l’idea tradizionale di rifugio hanno progettato e realizzato “ The Mountain Refuge”. Si tratta di una piccola capanna modulare dalla forma semplice e minimale che vuole rievocare l’archetipo tradizionale mediante composizioni innovative e contemporanee. La struttura […]
  • Lindt realizza il sogno di ogni bambino: apre in Svizzera la Home of Chocolate
    La Lindt Home of Chocolate, in italiano “Casa del Cioccolato“, avrebbe dovuto aprire le porte al pubblico lo scorso maggio ma, a causa della pandemia di Covid-19 che sta ancora affliggendo la popolazione mondiale, Lindt ha dovuto rimandare questo dolce e atteso appuntamento al 10 settembre 2020. Questa Casa del Cioccolato, situata nella sede di Lindt& Sprüngli […]
  • Internet supera i confini del deserto con 30 palloni aerostatici
    Dal mondo della tecnologia arriva il primo passo verso una società più equa. Il 4G supera i confini del deserto e arriva in Kenya grazie a 30 palloni aerostatici alimentati ad energia solare per garantire una copertura di rete a 14 contee keniote altrimenti isolate. L’iniziativa è frutto di un accordo tra la compagnia telefonica […]
  • Percorso Kneipp: concludere le vacanze in Trentino in totale relax
    La strana e tanto discussa estate 2020 sta per giungere al termine. E, se ci si trova in Trentino Alto-Adige, cosa si può fare per concludere al meglio la propria vacanza? Una delle tappe da non perdere è sicuramente il Percorso Kneipp, Centro situato in Val di Rabbi, per la precisione nella Frazione S. Bernardo. Il […]
  • In Giappone trionfano le vacanze covid – Free, di girare il mondo su un aereo ma con la realtà virtuale
    Per ottemperare alle rigide restrizioni imposte per abbattere la pandemia da Coronavirus garantendo contemporaneamente l’emozione del viaggio in aereo, una compagnia aerea giapponese ha riconvertito la propria offerta proponendo ai clienti  eccentriche vacanze virtuali a bordo di aerei finti con occhiali per la realtà virtuale. L’ideatrice di questo stravagante progetto è la Tokyo First Airlines, che permette […]
  • Si viaggerà ad idrogeno anche in Italia: dal 2021 al via i nuovi treni
    Negli ultimi anni, le soluzioni green per il trasporto pubblico si sono moltiplicate e concretizzate sempre di più attraverso la produzione di treni riciclabili a basse emissione oppure con l’entrata in servizio di Bus ibridi. A questo si aggiunge l’ultimissimo accordo siglato tra uno dei maggiori colossi di infrastrutture energetiche, Slam e una delle più […]
  • La Nasa riprogramma la strada verso la Luna testando “il razzo più potente di sempre”
    Dopo l’ultima missione di Apollo del 1972, l’agenzia aerospaziale americana Nasa si prepara a riportare l’uomo sulla Luna, testando nel deserto di Utah quello che ha definito “ il razzo più potente di sempre”, lo Space Launch System. Questo razzo farà parte della missione Artemide che in un solo lancio riuscirà a portare l’equipaggio insieme […]

Categorie

di tendenza