Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

La forza del dubbio: Charlie Hebdo torna in edicola con un inno alla laicità

 

Grazie anche al papa, che ci ha consigliato di leggere la Bibbia ma che dovrebbe rileggere il Vangelo, perché un buon cristiano non darebbe mai un pugno a chi insulta sua madre, ma porge l'altra guancia”.

Pubblicato

-

Grazie anche al papa, che ci ha consigliato di leggere la Bibbia ma che dovrebbe rileggere il Vangelo, perché un buon cristiano non darebbe mai un pugno a chi insulta sua madre, ma porge l’altra guancia”.

È quanto si legge in una lunga lista di ringraziamenti pubblicata sul nuovo numero di Charlie Hebdo, in edicola da mercoledì. Il settimanale satirico francese riesce ancora a essere irresponsabile. Alleluia!

Il nuovo numero si apre con l’ennesima copertina irriverente, dove un cagnolino con in bocca una copia del settimanale è disegnato mentre fugge da un branco di cani inferociti, che hanno le sembianze di papa Francesco, della leader del Front National, Marine Le Pen, dell’ex presidente francese, Nicolas Sarkozy, e di un jihadista con in bocca un fucile.

Pubblicità
Pubblicità

Ma è con l’editoriale di Laurent “Riss” Sourisseau che “Charlie” spara i suoi colpi migliori. Il vignettista, ferito a una spalla durante l’attentato del 7 gennaio, imbraccia la sua penna contro le religioni che ancora sfidano le “regole democratiche non negoziabili” e si lancia in un appassionato quanto disperato inno alla laicità.

A cosa serve disegnare delle caricature? “A ridere e a far riflettere – risponde Riss – Le vignette dovrebbero sorprendere il lettore con un punto di vista originale”, diverso dall’opinione maggioritaria. In tal senso, l’irriverenza e l’eccesso spesso contestati a Charlie Hebdo non sarebbero altro che un modo “per addentrarsi su sentieri sconosciuti”.

Di questo avevano paura gli assassini del 7 gennaio”, continua Riss. Avevano paura di osare, hanno preferito chiudersi nel conforto della religione, che ha già tutte le risposte, che dispensa dal riflettere e dal dubitare. Perché il dubbio è il peggior nemico di ogni religione”, sentenzia il vignettista.

Pubblicità
Pubblicità

I vignettisti e i redattori di “Charlie”, al contrario, passano il loro tempo a dubitare. Su sé stessi, sul loro talento, sulla loro ispirazione. È questo che li rende ogni tanto un po’ noiosi. È questo che portò Georges Wolinski, uno dei membri della redazione ammazzati durante l’attentato, a chiedersi dopo l’incendio doloso del 2011 se il settimanale satirico fosse andato troppo in là.

Solo un uomo onesto si pone certe domande, mai un assassino – scrive Riss – Ecco perché un disegnatore non diventerà mai un assassino e perché è disonesto mettere sullo stesso piano le cosiddette ‘provocazioni’ dei vignettisti con la violenza degli assassini e dichiarare che se la sono cercata”.

Per Riss, gli attentati di Parigi e Copenaghen sono innanzitutto un assalto “contro una concezione moderna di rapporti tra gli individui, contro la pluralità delle idee e degli uomini”. L’epoca moderna sembrava aver trionfato sul tentativo plurisecolare delle religioni di soffocare il pluralismo. Ma era tutta un’illusione: gli attacchi di Parigi e Copenaghen sono lì a ricordarci che dovrà passare ancora molto tempo e scorrere molto sangue prima che la dimensione religiosa accetti di subordinarsi alle regole del gioco democratico.

Riss riconosce che “Charlie” sarà solo in questa battaglia. “Quanti avrebbero il coraggio di disegnare una vignetta blasfema? Pochissimi”. A detta del vignettista “la folla sostiene Charlie come si sostiene un toro nell’arena. Un toro che un giorno potrebbe soccombere sotto i colpi delle banderillas.

Tra gli applausi ammirati del pubblico.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Arriva il primo noleggio auto con rata decrescente e pagabile anche in bitcoin
    Dal lavoro alla vita privata, fino al tempo libero: flessibilità è sicuramente la parola dell’anno, tanto da arrivare ad influenzare anche il mondo del noleggio. Anche questo settore infatti, negli ultimi anni ha declinato la... The post Arriva il primo noleggio auto con rata decrescente e pagabile anche in bitcoin appeared first on Benessere Economico.
  • Come cambia il lavoro post-covid, le tendenze secondo il report McKinsey
    L’anno del Covid è stato anche l’anno dello smart working, un’autentica rivoluzione per molti lavoratori e l’Istituto Mckinsey fa luce sulle trasformazioni a cui il mondo del lavoro dovrà adeguarsi. Il report Mckinsey Alla crisi... The post Come cambia il lavoro post-covid, le tendenze secondo il report McKinsey appeared first on Benessere Economico.
  • Il Revenue management per il turismo, una soluzione di successo
    Le dinamiche di internet hanno ormai cambiato le logiche di progettazione e di prenotazione della vacanza. A questo, si aggiungono gli sconvolgimenti finanziari che sono alla base delle crisi economiche innescando meccanismo viziosi. Il mercato... The post Il Revenue management per il turismo, una soluzione di successo appeared first on Benessere Economico.
  • Verso la YOLO Economy, rischiare per cambiare lavoro: i motivi e i settori emergenti
    Il mondo cambia in fretta, a volte più velocemente di quanto previsto. In questo senso l’arrivo del Covid ha straordinariamente accelerato tutti i processi: da quelli economici, ai naturali fino a quelli lavorativi. Il lavoro... The post Verso la YOLO Economy, rischiare per cambiare lavoro: i motivi e i settori emergenti appeared first on Benessere […]
  • Il ritorno alla terra: ISMEA, un bando per agevolare i giovani imprenditori agricoli
    Negli ultimi anni gli imprenditori agricoli under 35 sono aumentati del 12%. Per facilitare questa transizione verso la terra esistono possibilità come ISMEA che permette di aiutare, anche economicamente i giovani che scelgono questa strada.... The post Il ritorno alla terra: ISMEA, un bando per agevolare i giovani imprenditori agricoli appeared first on Benessere Economico.
  • Addio alle buste delle bollette: un trucco per risparmiare
    La svolta crescente dell’online parla anche di risparmio e sostenibilità ecco perché le bollette cartacee sono ormai superate. L’arrivo del digitale ha convertito molti utenti ad entrare nel circuito delle bollette online, pagabili su rete... The post Addio alle buste delle bollette: un trucco per risparmiare appeared first on Benessere Economico.
  • Un ponte sottomarino galleggiante: l’incredibile scommessa della Norvegia
    Un tunnel che galleggia a mezz’acqua nel mezzo di un fiordo, con macchine che sfrecciano su entrambe le direzioni e poco sotto un abisso blu profondo oltre mille metri. Si tratta della scommessa della Norvegia, un progetto avveniristico essenziale per superare il principale problema di trasporto nel Paese. Lo studio realizzato da un team di […]
  • E’ consigliabile scegliere letture rilassanti, leggere brutte notizie fa male
    Leggere cattive notizie fa male. L’espressione che descrive la tendenza di continuare a guardare e navigare ossessivamente tra le notizie cattive anche se risultano tristi scoraggianti o deprimenti è stata rinominata dall’inglesismo: Doomscrolling. Il termine è composto da due parole: “doom” che riporta a tutto ciò che è catastrofico e, “ scrolling” si riferisce al […]
  • Le foreste rinascono dai fondi del caffè
    Troppe volte siamo stati abituati a gettare cose che, a differenza dall’aspetto, possono essere davvero utili per le persone, la natura e la vita. Così come risveglia milioni di persone in tutto il mondo, esattamente lo stesso può fare con le foreste: Il caffè o meglio il suo scarto può infatti essere davvero utile per […]
  • Vigilius Mountain Resort, dove purificarsi dallo stress della vita quotidiana
    Niente automobili, nessun rumore, niente stress. Solo natura e pace. Non ci sono strade che portano al Monte San Vigilio, si arriva solo dopo una breve salita in funivia. Qui l’aria sa di larice e di libertà. L’hotel a 5 stelle vigilius mountain resort si accoccola nella natura, diviene tutt’uno con essa, così semplice e […]

Categorie

di tendenza