Connect with us
Pubblicità

Trento

Musei gratis per gli anziani

Con una convenzione firmata martedì mattina a palazzo Trentini, la Provincia accorda per tutta la legislatura l’ingresso gratuito nella propria rete museale ai gruppi di anziani e pensionati in visita all’istituzione del Consiglio provinciale.

Pubblicato

-

Con una convenzione firmata martedì mattina a palazzo Trentini, la Provincia accorda per tutta la legislatura l’ingresso gratuito nella propria rete museale ai gruppi di anziani e pensionati in visita all’istituzione del Consiglio provinciale.

Sono stati il presidente di quest’ultimo, Bruno Dorigatti, e l’assessore alla cultura Tiziano Mellarini, a siglare il documento, che riguarda un ampio ventaglio di strutture provinciali: Mart, Muse, Castello del Buonconsiglio, monumenti e collezioni della Pat, Museo degli usi e costumi della gente trentina.

“Con il decreto 174 del Governo Monti – ha spiegato ai giornalisti il presidente Dorigatti – l’assemblea legislativa non ha più titolo per sostenere spese relative a tappe di visita esterne alla sede consiliare. Un gran peccato, perché si avverte l’importanza di affiancare alla visita nel palazzo di via Manci a Trento e negli altri spazi del Consiglio provinciale, con momenti di arricchimento culturale e di conoscenza del patrimonio di tutti i trentini. Questa convenzione risolve brillantemente l’impasse, grazie alla disponibilità della Giunta e dell’assessorato”.

Pubblicità
Pubblicità

Direi che è un atto dovuto – ha commentato Mellarini – perché il passaggio nei nostri musei dei circoli di pensionati da tutte le nostre vallate è un valore prezioso da preservare. Abbiamo una rete di castelli che di recente si è arricchita anche con quelli di Caldès e di Ossana, abbiamo un museo di San Michele che merita di essere meglio apprezzato da tutti i trentini. Dobbiamo fare in modo che la nostra gente investa nell’approfondimento della propria identità culturale. E questa convenzione credo sia un bel passo in tal senso”.

Il presidente Dorigatti ha ricordato che per il Consiglio la consuetudine delle visite della “terza età” – affidate a personale formato allo scopo all’interno dell’Ufficio stampa – vanta da anni numeri importanti: 6.186 cittadini sono stati in via Manci nel 2014, rappresentando 196 circoli; 4.573 e 173 le cifre del 2013 (anno di fine legislatura), 6.695 e 177 nel 2012.

Gli ospiti hanno fatto conoscenza con le caratteristiche dell’istituzione consiliare, hanno visitato l’emiciclo dell’assemblea, hanno incontrato i consiglieri (ma anche il Difensore Civico), e per l’appunto hanno visitato musei, non escluse la Tridentum romana, il museo Caproni di Mattarello, Villa de Mersi a Villazzano, palazzo Lodron a Trento. 

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

di tendenza