Connect with us
Pubblicità

Trento

Dialogo sopra i Massimi Progetti: Intervista ai candidati al rettorato.

Il 24 febbraio si aprirà il seggio elettorale per ricoprire il ruolo vacante di Rettore dell’Università degli Studi di Trento, per il mandato 2015/2021. 

Pubblicato

-

Il 24 febbraio si aprirà il seggio elettorale per ricoprire il ruolo vacante di Rettore dell’Università degli Studi di Trento, per il mandato 2015/2021. 

Il confronto è fra Paolo Collini, Prorettore alla didattica, e Stefano Zambelli, professore ordinario di Economia politica.

 

Pubblicità
Pubblicità

Collochiamoci nel Suo programma elettorale, indicandone i punti essenziali attraverso un’immagine o una parola chiave.

Prof. P. Collini: “In senso figurato una parola chiave potrebbe essere “mondo”, per l’estensione a cui l’Università dovrebbe aspirare. La ricerca non ha casa. Il mondo non ha più confini e perciò non dovrebbe averne nemmeno l’Università. Trento è la sede di un’ottima Università italiana, dobbiamo però essere consapevoli anche della dimensione europea e internazionale ”.

Prof. S. Zambelli: “La trasparenza per me è fondamentale: significa documentazione accessibile a tutti, ma anche rendiconto altrettanto agibile delle decisioni prese. Un’altra parola chiave è la Condivisione. L’Università deve avere la vocazione del servizio pubblico e in quanto tale deve essere aperta al mondo esterno. L’apertura quindi è la terza parola chiave. Trasparenza, condivisione e apertura contribuiscono all’efficienza che quindi indicherei come ultimo punto cardine.

Pubblicità
Pubblicità

Ulteriore operazione di sintesi: qualora vincesse le elezioni, quali sarebbero le priorità per cui mettersi immediatamente in moto?

 
Prof. S. Zambelli: “Una priorità è senz’altro il coinvolgimento e la motivazione del personale tecnico-amministrativo e degli studenti nei processi decisionali. Subito attuerei una prassi che porti a dare più peso al Consiglio degli studenti e al personale d’amministrazione. Al fine di raggiungere una maggiore efficienza attuerei un immediato processo di riforma dello statuto”.
 

 

Prof. P. Collini : “ Cercherei immediatamente di capire come uno studente di Copenaghen possa essere invogliato a studiare da noi, dando più visibilità possibile all’Università. Penserei al modo di impiegare la voglia d’innovazione e il patrimonio di idee e intraprendenza che possediamo, che rappresenta un patrimonio straordinario di ricchezza, in un epoca in cui la ricchezza finanziaria tende ad essere più scarsa. In ultimo semplificherei l’amministrazione interna, cercando di migliorarne l’efficienza”.
 
Biblioteche e sale studio: dove, perché e in che modo?
 

Prof. P. Collini: “ Il problema della biblioteca si trascina da dieci anni. Considerandone l’urgenza, la biblioteca alle Albere è una soluzione fattibile e immediata, mentre la biblioteca a San Severino impiegherebbe risorse economiche di gran lunga maggiori e tempi troppo lunghi, non compatibili con un paese moderno. Il risparmio che ne deriverebbe potrebbe essere utilizzato per rinnovare sedi inadeguate e vecchie, Povo e Mesiano, completare il progetto CIMEC, dotare l’edificio di economia di un’impiantistica moderna, concentrare la vita studentesca in sale studio realizzabili in tempi rapidissimi”.
 

Prof S. Zambelli: “Ho considerato molto grave che sia stata presa la decisione di trasferire la biblioteca alle Albere senza che ci fosse trasparenza e condivisione, appunto, della documentazione. Preso atto di questo, ci tengo a sottolineare che non è obbligatoriamente necessario ritornare sui propri passi, piuttosto bisognerebbe fare uno sforzo ulteriore per rendere le sale studio dei luoghi di ritrovo e incontro per gli studenti, accentrando possibilità e potenzialità nel campus cittadino. Il rischio della biblioteca alle Albere è quello che rimanga una sede periferica”.
 
Il Consiglio degli studenti ha proposto di introdurre un doppio libretto per gli studenti transessuali. Opinioni in merito?
 

 
Prof S. Zambelli: “Credo che i diritti delle persone debbano essere salvaguardati. Il doppio libretto tuttavia mi sembra una complicazione e una burocratizzazione della questione, che al contrario potrebbe essere potenzialmente discriminante. Personalmente faccio fatica a capire la ratio della proposta, ma sono aperto a una discussione specialmente con gli eventuali diretti interessati. Bisognerebbe assolutamente rivolgersi alla figura della Consigliera di fiducia e al Comitato etico”.

 
Prof P. Collini: “In verità vorrei abolire del tutto il libretto, perché non mi piace che i voti precedenti debbano essere mostrati all’esame. È chiaro che un tesserino di riconoscimento deve esserci. Il tema del doppio libretto è rilevante perché tocca la sensibilità di chi ha compiuto una scelta assolutamente legittima. I problemi giuridici sono complessi, ma se è possibile trovare il modo per rispettare e tutelare le scelte individuali e la privacy, questa possibilità dovrebbe essere attuata”.
 
Quale sarebbe il ruolo dello studente nella Sua amministrazione? Ci riferiamo ad un’organizzazione verticistica o orizzontale?
 

 
Prof. P. Collini: “Gli studenti sono degli interlocutori preziosi per la loro capacità propositiva e critica. Vorrei che fossero più coinvolti anche in Senato Accademico, valorizzando la loro presenza. Vedrei bene la presenza studentesca e del personale d’amministrazione nel Consiglio Accademico. Credo che attraverso una revisione degli organi accademici si possa rendere il corpo studentesco ancora più partecipe e attivo. Il rapporto studenti-Università dovrebbe realizzarsi su una linea orizzontale.”

 
Prof. S. Zambelli: Quello che ho notato è che gli Studenti sentono di avere un ruolo passivo. Per questo ho proposto l’introduzione del concetto delle Scuole, un organo di governo costruito con i vari direttori dei dipartimenti e i rappresentanti degli studenti, i quali avrebbero potere di voto. Le critiche degli studenti dovrebbero essere messe per iscritto e i responsabili dovrebbero obbligatoriamente rispondere. L’organizzazione sarebbe di tipo assolutamente orizzontale”.
 
Si parla spesso del rapporto tra Università e Territorio: in che modo dovrebbe articolarsi?
 

Prof S. Zambelli: Un rapporto franco, diretto. Per me il territorio è centrale, con un’apertura verso il Sistema Trentino della Ricerca. Tuttavia deve essere rispettata l’autonomia dell’Università come l’articolo 33 Cost. precisa. Il territorio non è solo quello locale, ma anche nazionale e internazionale. Deve essere un rapporto di cooperazione e non subalternità”.

 

 
Prof. P. Collini: “L’Universitas è nel mondo. Quindi ha due tipi di rapporto con lo spazio fisico, uno universale, dato che la conoscenza e la ricerca sono universali. L’altro rapporto è locale, perché l’Università deve molto al territorio che la ospita, e a sua volta restituisce molto. Diamo molto al territorio perché formiamo persone, trasferiamo conoscenza, attraiamo ricchezza economica e culturale, talenti, diversità culturale”.
 
 
Appello agli elettori…
 

 
Prof. P. Collini:Ognuno deve scegliere ciò che ritiene giusto. I due candidati esprimono due visioni diverse dell’Università, è un’occasione straordinaria per eleggere un Rettore che sia veramente il Rettore di tutti”.

 

 

Prof. S. Zambelli: “Il Professor Collini rappresenta la continuità rispetto al programma De Pretis. Il mio programma rappresenta forse un’alternativa che può permettere di vivere a pieno l’Università, di cui sottolineo ulteriormente la vocazione al servizio pubblico”.

 

A cura di Ludovica Tomasini 

 

 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Negozi online, come aprirli e gestirli
    Ad oggi, il commercio online è diventato un’abitudine sempre più consolidata, portandolo ad essere un settore un forte espansione. Di conseguenza aprire un negozio online potrebbe essere una buona occasione imprenditoriale e di auto impiego.... The post Negozi online, come aprirli e gestirli appeared first on Benessere Economico.
  • Legge di Bilancio 2022, qualche anticipazione delle misure
    Da pochi giorni è stato approvato il documento programmatico di bilancio che definisce le linee di intervento che verranno inserite nella manovra finanziaria, incidendo sui principali indicatori macroeconomici e di finanza. Legge di Bilancio 2022,... The post Legge di Bilancio 2022, qualche anticipazione delle misure appeared first on Benessere Economico.
  • RIPARTE L’ECONOMIA MA MANCA IL PERSONALE!
    Le soluzione di YWN – la rete nazionale delle imprese Il mondo del lavoro è oggi tormentato da una miriade di problemi ulteriormente aggravati dalla pandemia che ci accompagna ormai da quasi due anni. La... The post RIPARTE L’ECONOMIA MA MANCA IL PERSONALE! appeared first on Benessere Economico.
  • IL TEAM BUILDING AZIENDALE MOTORE DELLA RIPARTENZA
    La motivazione del personale strategia centrale nel business plan della ripresa. Condividere sorrisi, esperienze, riflessioni per consolidare lo spirito di squadra e la voglia di normalità negli ambienti di lavoro diventa oggi la leva principale... The post IL TEAM BUILDING AZIENDALE MOTORE DELLA RIPARTENZA appeared first on Benessere Economico.
  • Caro bollette, tutti gli aiuti approvati per contare gli aumenti
    Dal 1 ottobre, come annunciato, sono scattati gli aumenti in bolletta per gas ed elettricità rispettivamente del 14,4% e del 29,8% per la famiglia tipo. Per contenere l’emergenza, il Governo ha stanziato oltre 3 miliardi... The post Caro bollette, tutti gli aiuti approvati per contare gli aumenti appeared first on Benessere Economico.
  • Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero
    Il Ministero ha pubblicato le linee guida per accedere ai ristori riservati agli operatori del turismo. L’obiettivo del Ministero è quello di informare i potenziali beneficiari al fine di produrre la documentazione necessaria per fare... The post Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero appeared first on Benessere […]
  • Appartamenti moderni fatti in tubi di cemento, Hong Kong trova la soluzione per la crisi immobiliare
    L’improvviso aumento della popolazione, ha portato Hong Kong ad attraversare una crisi immobiliare dettata proprio dalla crescita della domanda di alloggi. Di conseguenza, con i prezzi immobiliari alle stelle e i sempre più scarsi spazi disponibili, l’architetto James Law ha trovato una soluzione davvero innovativa per risolvere il problema della carenza di appartamenti. L’architetto ha […]
  • Verso una caricabatterie universale per tutti i dispositivi mobili, la proposta dell’UE
    Da una proposta presentata dalla Commissione Europea, spunta la possibilità di un carica batterie universale e utilizzabile per qualsiasi dispositivo mobile. Con l’obiettivo di ridurre i rifiuti, la proposta punta quindi ad armonizzare i cavi di ricarica su una serie di dispositivi elettronici venduti nell’Unione Europea. In particolare, è stato proposto di puntare sull’utilizzo del […]
  • In Cile, il meraviglioso hotel interamente ecologico costruito con container ricilati
    Negli ultimi anni, il mondo dei viaggi tende sempre di più verso la sostenibilità e il rispetto per l’ambiente tanto che la ricerca di spostamenti meno inquinanti, i cottage o le casette in legno immerse nella natura, sono diventate una vera e propria tendenza. La ricerca di alloggi in strutture sempre più originali è in […]
  • Arriva la sedia per sedersi a gambe incrociate ed evitare fastidiosi mal di schiena
    Nonostante la frenesia che caratterizza ogni città, lo stile di vita sedentario di molte persone è piuttosto comune, visto che la maggior parte delle ore si passa fermi e seduti davanti alla scrivania. Questo con il tempo può portare danni più o meno seri al fisico. Infatti, il rischio di incorrere in spiacevoli mal di […]

Categorie

di tendenza