Connect with us
Pubblicità

Trento

Diventare cacciatore ora sarà più difficile

Saper maneggiare correttamente le armi da fuoco è condizione indispensabile per ottenere l'abilitazione all'esercizio venatorio.

Pubblicato

-

Saper maneggiare correttamente le armi da fuoco è condizione indispensabile per ottenere l'abilitazione all'esercizio venatorio.

Lo stabilisce la nuova disciplina, ora rivista e riordinata, per lo svolgimento degli esami di abilitazione previsti per chi vuole diventare cacciatore. L'aggiornamento delle norme relative alle prove d'esame è tra le decisioni assunte oggi, su proposta dell'assessore Michele Dallapiccola, che tra le proprie competenze ha anche quelle sulla caccia, dalla Giunta provinciale.

"La modifica delle modalità per lo svolgimento degli esami – spiega l'assessore – si rende necessaria alla luce dell'esperienza maturata al fine di migliorare la formazione dei candidati. A tal fine è stata anche prevista la possibilità di riconoscere dei crediti formativi ai candidati che abbiano partecipato a corsi facoltativi di formazione organizzati da soggetti accreditati presso il Servizio Foreste e fauna".

Pubblicità
Pubblicità

Tra le modifiche apportate, in particolare, una riguarda la prova pratica d'esame, che sarà articolata in tre fasi: maneggio dell'arma, tiro su bersaglio mobile, tiro su bersaglio fisso. La novità consiste nel fatto che non sarà più necessario superare positivamente tutte le tre prove ma sarà sufficiente superarne due, di cui una però costituita obbligatoriamente dal maneggio in sicurezza delle armi. Restano invece invariate, rispetto al passato, la prova orale e la prova scritta

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Trento

Raffica di furti e risse anche in questo week end a Trento e nei sobborghi

Pubblicato

-

Continuano i furti in appartamento a Trento e nei sobborghi. 

Molte le segnalazioni in un week end nero, dove molte case sono state «visitate» dai ladri.

Sulla collina di Trento è stato un autentico dramma.

Pubblicità
Pubblicità

Vengono infatti segnalati furti a Trento, Povo, Gabbiolo, Villazzano e Martignano. 

Presi di mira anche alcuni appartamenti di Sopramonte che sono stati visitati dalle 17.00 alle 20.30.

Nel paese da giorni erano state viste aggirarsi in paese persone sospette. 

In Via Maccani presso l’Eurocar, la ex concessionaria di automobili, ora abbandonata sono dovuti intervenire i vigili del Fuoco a seguito di un inizio di incendio scoppiato all’interno dove ormai da tempo abitano abusivamente alcuni magrebini che vengono visti andare avanti e indietro dalla struttura.

Pubblicità
Pubblicità

Per entrare nell’ex concessionaria è stato forzata una porta (foto).

Ma quella passata non è stata una settimana tranquilla nemmeno da punto di vista delle risse.

Mercoledì poco dopo le 19.00 in piazza Dante è esplosa una violenta rissa fra magrebini. Due di loro sono rimasti a terra contusi e praticamente quasi nudi. Entrambi sono stati ricoverati al santa Chiara di Trento in codice rosso. Sul posto sono intervenute due ambulanze e gli agenti della polizia Locale

Il giorno dopo nuova rissa, questa volta davanti al punto d’incontro di Via Travai dove alcuni stranieri dopo gli insulti e le minacce sono passati alle vie di fatto dandosele di santa ragione. In questo caso per sedare la rissa sono intervenuti i Carabinieri.

Un bollettino di guerra insomma in attesa del prossimo week end.

 

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Trento

Affittava in nero a studenti camere di 7 metri quadrati e il bagno in cortile per 350 euro al mese

Pubblicato

-

Emergono altri particolari in riferimento alla maxi operazione delle fiamme gialle Trentine contro gli affitti in nero in regione.

Questi riguardano gli affitti di immobili in nero agli studenti che molti affittuari scorretti trasformano in un vero business.

A Trento i prezzi per una camera singola variano dai 250 ai 350 euro mensili più spese.

PubblicitàPubblicità

Dalle indagini della Guardia di Finanzia si è scoperto che si può trovare qualsiasi cosa spacciata per camera singola.

Nei dintorni di Trento un immobile rurale è stato trasformato in alloggio per studenti con camere di 7 metri quadrati e il bagno in cortile.

Per tale alloggio, se si può definire così, l’affittuario chiedeva anche 350 euro al mese senza dichiarare nulla al fisco.

Sempre a Trento il proprietario di due palazzine e di un capannone affittava gli appartamenti a studenti e turisti senza dichiarare nulla al fisco.

Pubblicità
Pubblicità

Tra i casi più singolari, quello del proprietario di più immobili (sia abitazioni, che locali commerciali), siti in provincia di Trento, che tra il 2013 e il 2018, aveva “dimenticato” di dichiarare al Fisco oltre 1 milione di euro di canoni di locazione percepiti.

Trattandosi di “evasore totale” ed avendo superato le soglie previste dalla legge, è stato, anche, denunciato per omessa dichiarazione

E’ stato anche scoperto il caso di cittadini stranieri residenti all’estero che attraverso dei portali dedicati affittavano degli immobili in località trentine altamente turistiche.

Per esempio a Riva del Garda un evasore delle Mauritius e residente nel Regno Unito ha redatto regolari contratti d’affitto senza però dichiarare nulla dei canoni di locazione percepiti.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Trento

La Voce del Trentino: nella giornata di ieri lette 102.608 pagine da oltre 53 mila lettori

Pubblicato

-

Ieri il nostro giornale ha superato le 102 mila pagine lette (sotto il report di Google Analytics).

In 24 ore sono stati 53.710 i lettori che hanno sfogliato oltre 102 mila pagine grazie a 68.803 sessioni. 

Siamo lontani dal record di pagine lette stabilito il giorno 30 luglio 2019 dove i lettori sfogliarono quasi 213 mila pagine in sole 24 ore ma di certo è la dimostrazione che il nostro giornale viene letto molto e in maniera costante grazie alla fidelizzazione di molti lettori.

Pubblicità
Pubblicità

In costante crescita anche i «mi piace» sulle 5 pagine facebook e sul profilo di Twitter riconducibili alla testata che hanno superato i 59 mila utenti.

Un giornale che dalle 4 milioni di pagine lette del 2016 è passato alle oltre 11 milioni del 2017 e ai 14 milioni del 2018.

Le pagine lette nel 2019, rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, sono oltre due milioni in più.

Un’escalation senza nessun cedimento che continua a crescere ininterrottamente dal momento dell’apertura della testata che è stata iscritta al Tribunale di Trento il giorno 5 febbraio 2013 dopo essere stata diffusa come «magazine» per due anni

Pubblicità
Pubblicità

Sono inoltre migliaia anche gli iscritti alla nostra Newsletter giornaliera gratuita (clicca qui se vuoi iscriverti) che invia per 3 volte al giorno in tempo reale oltre 50 notizie realizzate dai quasi 30 collaboratori dislocati su tutto il territorio.

Da ricordare che grazie al percorso indicato dall’ODG in questi anni sono diventati giornalisti pubblicisti ben 16 collaboratori. (con altri 4 in procinto di diventarlo).

Aumentano anche i contatto dei lettori al nostro numero WhatsApp 3922640625

I dati certificati di Google Analytics della giornata di ieri

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza