Connect with us
Pubblicità

Trento

Precarie scuola infanzia: si cerca una soluzione

Sette maestre d'asilo – in rappresentanza di oltre mezzo migliaio di colleghe, insegnanti precarie nelle scuole d'infanzia trentine – dopo aver presentato oltre 2.700 firme hanno incontrato nel primissimo pomeriggio di ieri i consiglieri provinciali, per rappresentare la situazione in cui saranno gettate dal concorso indetto in gennaio dalla Provincia per procedere a 60 assunzioni a tempo indeterminato.

Pubblicato

-

Sette maestre d'asilo – in rappresentanza di oltre mezzo migliaio di colleghe, insegnanti precarie nelle scuole d'infanzia trentine – dopo aver presentato oltre 2.700 firme hanno incontrato nel primissimo pomeriggio di ieri i consiglieri provinciali, per rappresentare la situazione in cui saranno gettate dal concorso indetto in gennaio dalla Provincia per procedere a 60 assunzioni a tempo indeterminato.
 
Ha parlato per prima Sara Fabbro, spiegando che il problema riguarda donne con 10-15 anni di precariato sulle spalle, trascorsi a catturare le giornate di chiamata e con la prospettiva stabile di rimanere comunque senza occupazione e senza copertura pensionistica nei due mesi di sospensione estiva delle lezioni.
 
Anni durante i quali le insegnanti hanno cresciuto ed educato schiere di bambini, cogliendo tutte le occasioni di formazione professionale e di aggiornamento finanziate e proposte dalla Provincia.
 
"Poi arriva questo concorso – ha spiegato l'insegnante – che apre a tutta Italia la selezione per i 60 posti fissi, di cui 30 riservati al progetto bilinguismo nelle scuole e quindi a chi ha la conoscenza certificata della lingua straniera. La prospettiva per noi, di fronte alla concorrenza dei giovani freschi di studio, è quella di non vincere il concorso e di finire anzi nelle parti basse della graduatorie da cui si attinge per le chiamate temporanee. I sindacati tacciono, noi intanto abbiamo raccolto in men  che non si dica 2700 firme di sostegno alla nostra causa, che ora sottoponiamo alla politica e alle istituzioni".
 
La scelta fatta dal governo provinciale – va chiarito – è stata quella di stabilizzare alcuni mesi fa 243 docenti precarie, aprendo invece il concorso per i 60 nuovi posti anche ai giovani, cui il presidente Ugo Rossi ha detto di non voler chiudere tutte le porte di accesso alla scuola trentina. L'unica chance importante per le precarie viene dal punteggio (10 su 30 complessivi) collegato a chi vanta almeno 8 anni di insegnamento.
 
All'incontro di ieri Claudio Civettini ha spiegato di avere pronta una mozione per l'aula consiliare, Rodolfo Borga ha ricordato di avere interrogato il presidente Rossi, ipotizzando l'illegittimità del bando di concorso e chiedendo in ogni caso che non si prevedano sistemi di punteggio tali da favorire oggettivamente chi è fresco di studi rispetto agli insegnanti più in là nell'età.
 
Claudio Cia ha chiesto una soluzione politica, Gianfranco Zanon ha detto che ci sono in ballo anche situazioni di precariato in atto da 22 anni. Manuela Bottamedi ha ricordato che la scelta del concorso ordinario per titoli ed esami come unica modalità di accesso alla docenza, risale alla legge finanziaria provinciale 2014.
 
La riunione – coordinata dal presidente del Consiglio, Bruno Dorigatti – si è conclusa con la scelta condivisa di affidare all'assessora Sara Ferrari (che era presente) la missione di riportare i termini del confronto al tavolo della Giunta provinciale, onde chiedere al presidente Rossi (titolare della competenza in materia di scuola) possibili correttivi e soluzioni. 
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Vestiti digitali: l’abito che compri, indossi ma non esiste
    Dietro al glamour e allo scintillio dei vestiti nuovi, appena usciti dai negozi, il mondo della moda si ritrova in una fase epocale di cambiamento trainata dalla trasformazione dei comportamenti di acquisto dei prodotti, dalle diverse esigenze dei consumatori e soprattutto dalla forte rivoluzione digitale. In ambito fashion infatti, i cambiamenti più significativi riguardano la […]
  • Gelato alla frutta o gelato alle creme? Questo è il dilemma
    Che estate sarebbe senza gelato? Colorato, fresco, gustoso e perfetto per una merenda golosa o per una serata davanti al ventilatore, il gelato è un must della bella stagione. I gusti ormai sono infiniti, si va dal dolce al salato, dal classico gelato al gelato fritto… insomma, ce n’è per tutti i palati! Ma è […]
  • Da aerei e droni, “bombe di semi” contro la deforestazione in Thailandia
    La fame di risorse naturali che portano alla riconversione di zone naturali in coltivazioni e zone urbane è un fenomeno storico, noto fin dalle origini antiche ma mai così sviluppato come nelle proporzioni attuali. La deforestazione infatti, è considerata uno dei più grandi mali della società moderna che, oltre ad aggravare una vasta gamma di […]
  • Isole Borromee: le tre incredibili ‘perle’ del lago Maggiore
    Incastonato tra i rilievi collinari e montuosi delle terre svizzere e quelle italiane, nelle regioni di Lombardia e Piemonte si aprono le meravigliose acque del Lago Maggiore, rese spettacolari dai tratti di costa punteggiata di castelli, ville monumentali e circondate dai rigogliosi e coloratissimi giardini. Dal favoloso clima, alle bellezze architettoniche, alla ricca eredità archeologica, […]
  • Eco Bonus 110% esteso anche alle seconde case
    Nonostante il tanto desiderato Super Eco Bonus del 110 %, il pacchetto di incentivi fiscali relativi alle detrazioni per le riqualificazioni energetiche e misure antisismiche sia entrato ufficialmente in vigore dal mese di luglio 2020, si pensa già ad un allargamento della platea per la super detrazione. È stata presentata infatti, una riformulazione di un […]
  • Ghiaccioli fatti in casa: mille gusti di golosità!
    Quando arriva l’estate nei nostri congelatori non mancano mai alcune scatole di ghiaccioli. Golosi, gustosi, colorati e adatti a tutti i gusti: i ghiaccioli possono essere l’ingrediente perfetto per una merenda tra amici, fresca e rigorosamente instagrammabile. Ma è davvero così complicato prepararli? Gli ingredienti per preparare i ghiaccioli sono davvero semplici e pochi: i […]
  • Garda See Charter: tra l’arte del navigare e un’avventura sportiva
    Venti che soffiano costanti e regolari, onde perfette e mai eccessivamente abbondanti, acqua celeste e leggermente illuminata dai caldi raggi del sole che rendono il clima mite tutto l’anno: queste sono solo alcune delle condizioni ideali per un’esperienza in barca a vela sulle acque del Lago di Garda. Quello del Lago di Garda, tra il […]
  • “Vivi internet, al meglio”: la piattaforma di Google per aiutare gli adulti a guidare i ragazzi sul web
    Dalla sua nascita l’immenso mondo del web ha concretizzato le necessità in facili possibilità ma con la sua inarrestabile evoluzione sta offrendo, sopratutto al pubblico più giovane, altrettante insidie e minacce. Secondo una ricerca commissionata da Google, nonostante l’85% degli insegnanti italiani intervistati non abbia i mezzi sufficienti per affrontare questo tipo di problematiche, il […]
  • Sacro Bosco di Bomarzo: un luogo tra sogno e realtà
    Non tutti sanno che nel cuore della Tuscia Laziale, in provincia di Viterbo, si trova un bosco dove immaginazione e paure prendono forma: il Sacro Bosco di Bomarzo, noto ai più come Parco dei Mostri di Bomarzo. In letteratura e nell’arte, il bosco è spesso visto come metafora di caos, turbamento, inquietudine, vita, perdita della […]

Categorie

di tendenza