Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Colpo di stato in Yemen: un assist ad Al Qaeda

 

Lo Yemen ha un nuovo padrone. Dopo essersi barricato per due giorni nel palazzo presidenziale assediato dai ribelli sciiti Houthi, il presidente Abed Rabbo Mansur Hadi ha riconosciuto la sconfitta e ha rassegnato le dimissioni. Poco conta se il parlamento le ha respinte: la capitale Sana'a è ormai in mano ai combattenti sciiti.

Pubblicato

-

Lo Yemen ha un nuovo padrone. Dopo essersi barricato per due giorni nel palazzo presidenziale assediato dai ribelli sciiti Houthi, il presidente Abed Rabbo Mansur Hadi ha riconosciuto la sconfitta e ha rassegnato le dimissioni. Poco conta se il parlamento le ha respinte: la capitale Sana’a è ormai in mano ai combattenti sciiti.

Il colpo di mano degli Houthi getta il paese nel caos. La notizia è di quelle che fanno tremare l’Occidente. Il piccolo Yemen è, infatti, la roccaforte di Al Qaeda nella Penisola arabica, il gruppo jihadista che ha rivendicato l’attentato a Charlie Hebdo e che ha tutto da guadagnare dall’attuale situazione di anarchia.

I disordini degli ultimi giorni hanno radici lontane nel tempo. Fino al 1990, il paese era diviso in Yemen del nord, regno incontrastato di Ali Abdullah Saleh e Yemen del sud, controllato dai comunisti dalla Repubblica democratica popolare dello Yemen. Nel 1990, con l’unificazione, nasce il gruppo degli Houthi, detti anche “Ansar Allah” (Partigiani di Dio).

Pubblicità
Pubblicità

Gli Houthi nascono con l’intento di sostenere le istanze della minoranza sciita del paese. Una minoranza che rappresenta circa il 40% della popolazione e che appartiene a una variante minoritaria dello sciismo. Si tratta dei cosiddetti Zaydi, dal nome di Zayd bin Ali, pronipote di Maometto, a cui riconoscono il titolo di quinto Imam.

Lo scoppio delle tensioni tra gli Houthi e la maggioranza sunnita ha avuto inizio nel 2012, con la deposizione del presidente Saleh, al potere da oltre 30 anni. In quell’occasione, gli Houthi hanno scelto di unirsi alle forze democratiche, ostili a Saleh e al suo establishment. Questo non è però bastato a impedire ad Abed Rabbo Mansour Hadi, semi-sconosciuto vicepresidente con Saleh, di prendersi la carica più alta del paese.

Il gruppo sciita ha allora imbracciato le armi, in un logorante testa a testa con le forze governative. Già a settembre gli Houti erano alle porte di Sana’a. Nei giorni scorsi, poi, l’offensiva si è fatta dirompente: i combattenti sciiti si sono esibiti in uno spettacolare assedio dei centri del potere governativo, costringendo presidente e vicepresidente alle dimissioni.

Pubblicità
Pubblicità

Quella yemenita, purtroppo, non è soltanto l’ennesima “bega” tra sunniti e sciiti. Come avverte Riccardo Redaelli, professore di geopolitica all’Università Cattolica di Milano, un’ulteriore destabilizzazione del paese potrebbe avere conseguenze disastrose sia sul piano regionale che nella lotta al terrorismo internazionale.

Secondo Redaelli, a livello regionale bisogna fare i conti con le ossessioni dell’Arabia Saudita, terrorizzata dall’idea di trovarsi nel giardino di casa un governo guidato dagli Houti. Secondo Riyad, infatti, gli Houthi sarebbero alleati del suo arci-nemico, il governo iraniano.

Poco conta se Teheran smentisce seccamente. Rimane il “rischio concreto che quanto avviene a Sana’a distrugga tutti i faticosi, fragili tentativi per ridurre l’ostilità geopolitica fra Iran e Arabia Saudita, che ha devastato in questi anni tutto il Levante”, commenta il professore della Cattolica.

Lo scenario dipinto da Redaelli è dei peggiori: a suo avviso, una vittoria degli Houthi potrebbe spingere i sauditi a sostenere i movimenti sunniti più violenti nel paese, con l’obbiettivo di fiaccare i “presunti” alleati di Teheran. In tal senso, c’è il rischio che i sauditi finiscano per appoggiare Al Qaeda nella Penisola Arabica, nell’estremo tentativo di respingere l’avanzata degli Houthi.

Solo una pace in extremis potrà scongiurare la deriva qaedista.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Smart Working, verso sgravi contributivi per le aziende ed agevolazioni fiscali per i lavoratori
    Dal Governo si lavora a nuove regole per lo smart working post emergenza covid-19, tra queste la riduzione delle tasse in busta paga e sgravi per le imprese. Da luglio, Camera e Senato hanno presentato... The post Smart Working, verso sgravi contributivi per le aziende ed agevolazioni fiscali per i lavoratori appeared first on Benessere […]
  • Università, si allarga la no tax area: fino a 22 mila euro non si pagano le tasse
    Una delle novità anticipata dall’ex Ministro dell’università, Manfredi e concretizzata dall’attuale Cristina messa prevede ad allargare la no tax area per gli studenti universitari, comprendo i costi fino alla fascia reddituale di 22 mila euro.... The post Università, si allarga la no tax area: fino a 22 mila euro non si pagano le tasse appeared […]
  • Imprese, nuovi aiuti di Stato approvati dall’Unione europea: i dettagli
    Dall’Unione Europa arriva il via libera agli aiuti di Stato per le imprese italiane colpite economicamente dalla pandemia Covid-19. I gravi effetti economici causati dall’arrivo del Coronavirus stanno avendo ancora pesanti ripercussioni per le attività... The post Imprese, nuovi aiuti di Stato approvati dall’Unione europea: i dettagli appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus pubblicità 2021, per le aziende un risparmio pari al 50% sugli investimenti pubblicitari effettuati: tutti i dettagli e le novità
    Anche quest’anno torna il bonus pubblicità per le aziende puntano su investimenti pubblicitari, con l’invio delle domande che partirà dal 1 fino al 31 ottobre 2021. Bonus pubblicità 2021 Per il 2021 -2022, il credito... The post Bonus pubblicità 2021, per le aziende un risparmio pari al 50% sugli investimenti pubblicitari effettuati: tutti i dettagli […]
  • Aumentano i prezzi della revisione auto, arriva il bonus veicoli sicuri
    Da novembre 2021 i costi di revisione delle auto aumenteranno. Decisione concordata dai Ministeri dell’Economia e della Mobilità Sostenibile. Dal 1 novembre aumenti prezzi revisione auto L’aumento che inizialmente sarebbe dovuto partire il 30 gennaio,... The post Aumentano i prezzi della revisione auto, arriva il bonus veicoli sicuri appeared first on Benessere Economico.
  • Contributi per palestre e discoteche: attivato un fondo da 140 milioni di euro
    Il Ministro dello Sviluppo economico, Giorgetti ha attivato un fondo pari a 140 milioni di euro a sostegno delle attività rimaste chiuse in conseguenza delle misure restrittive anti-Covid. In dettaglio Il fondo avvivato dal Ministero... The post Contributi per palestre e discoteche: attivato un fondo da 140 milioni di euro appeared first on Benessere Economico.
  • La nuova vita dei treni notturni, viaggiare sostenibile e comodo
    Dopo anni i treni notturni tornano di moda. Ultimamente infatti, in Europa hanno rincominciato ad essere più frequentanti e richiesti i treni notturni che permettono di spostarsi tra le principali città durante la notte, dormendo in un vagone dedicato. L’aumento della domanda rispetto a questo servizio è stata tale da spingere molte imprese ferroviarie a […]
  • Panchine giganti in Italia: la ricerca di un’incredibile esperienza
    Colorate, grandi e affacciate su panorami mozzafiato. Si parla delle Big Bench, ovvero delle panchine giganti, un fenomeno ideato dal designer americano Chris Bangle che nel giro di pochi anni si è diffuso in tutto il Bel Paese. Queste installazioni fuori scala, posizionati in piccoli luoghi di sconosciuta bellezza, cambiano la prospettiva del paesaggio, rendendo […]
  • Allargare le braccia e toccare due continenti: le splendide possibilità dell’Islanda
    Per molti, l’America è quel continente lontano ore ed ore di volo, ma sulla Terra esiste un luogo dove Europa ed America sono talmente vicine da essere toccate contemporaneamente, semplicemente allargando le braccia. Questo luogo pazzesco si trova in Islanda ed è considerato uno dei luoghi più spettacolari del mondo. La Silfra Fissure, patrimonio naturale […]
  • L’Italia e i boschi incantati: alla scoperta di fate, gnomi e folletti
    Ogni stagione con i suoi profumi e i suoi colori, invita qualsiasi escursionista ad esplorare la natura che, tra vegetazione ed alberi si mostra in tutto il suo splendore. In particolare, l’Italia è nota per essere una miniera di patrimoni artistici e culturali inestimabili capaci di scatenare la curiosità di grandi e piccini, con la […]

Categorie

di tendenza