Connect with us
Pubblicità

Trento

Case per i migranti: Lega Nord e CasaPound furibonde

Dopo l'annuncio (leggi qui) comparso sul sito web del Dipartimento salute e solidarietà sociale Cinformi, dove viene riportato che la provincia di Trento sta cercando degli alloggi e degli immobili adatti ad ospitare i migranti che lo Stato invierà per tutto il 2015 e con ogni probabilità anche dopo sono cominciate a fioccare le critiche.

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Dopo l'annuncio (leggi qui) comparso sul sito web del Dipartimento salute e solidarietà sociale Cinformi, dove viene riportato che la provincia di Trento sta cercando degli alloggi e degli immobili adatti ad ospitare i migranti che lo Stato invierà per tutto il 2015 e con ogni probabilità anche dopo sono cominciate a fioccare le critiche.
 
«Nonostante l'estrema difficoltà degli italiani nel trovare casa e a mantenerla, pagando con sacrificio gli affitti, è proprio a loro che oggi si chiede disponibilità ad offrire alloggi agli extracomunitari»afferma Castaldini di CasaPound
 
«Ancora una volta – continua l'esponente di CasaPound Trentino – le necessità dei nostri concittadini vengono messe al secondo posto rispetto a quelle degli immigrati. Se osserviamo la richiesta di case Itea, possiamo vedere che, solo nelle Giudicarie, ci sono 141 aspiranti agli alloggi, dei quali 54 italiani. Secondo alcune statistiche del 2013, inoltre, solo il 10% dei richiedenti ottiene effettivamente un alloggio. Purtroppo gli italiani senza casa e senza lavoro sono cittadini invisibili agli occhi dello Stato e della Provincia, troppo concentrata sulle necessità degli stranieri, ma noi non saremo mai stanchi di difendere i nostri cittadini e di batterci perché vengano loro garantite le tutele e i servizi basilari che spettano loro per primi».
 
Anche la Lega Nord ha dimostrato piena contrarietà su un'iniziativa che si legge su una nota «discriminerebbe tutti quei cittadini trentini che da tempo sono in attesa di una dimora e coloro che, a causa di un indicatore economico considerato pare erroneamente o ingiustamente elevato, si vedrebbero esclusi da agevolazioni e contributi pubblici».
 
Ma la Lega critica il comunicato della Provincia anche nei suoi contenuti: «come se ciò non bastasse, – si legge sulla nota della Lega Nord – all’interno della comunicazione, si fa presente che l’immobile “deve essere localizzato all'interno del territorio provinciale, possibilmente in prossimità di centri abitati di grandi dimensioni e ubicato in zona facilmente accessibile alla rete viaria, servita da mezzi di trasporto pubblico urbano e/o extraurbano.”; “La tipologia dell’immobile è preferibilmente quella “cielo-terra”, autonoma senza vincoli o pertinenze condominiali. La disponibilità di spazi esterni significativi è di interesse.”; gli spazi “concernenti gli immobili” devono presentare un “impianto elettrico e di illuminazione a norma” (cosa pare non possibile per molti cittadini trentini che abitano in alcune case ITEA e che da tempo ne chiederebbero la riqualificazione); “impianto TV-SAT in almeno un locale” (quando vi sono cittadini trentini che non possono nemmeno permettersi un televisore); “possibilmente arredati con cucine e letti” (nel caso in cui non lo fossero, se ne occuperà l’amministrazione pubblica?)».
 
«Una serie di richieste – tuona la Lega Nord – che parrebbe più una sorta di pretese; una comodità che nemmeno ai trentini, a volte, viene data. Ma per tutti quei clochard trentini, le nuove povertà, i padri e madri separati, i disoccupati, gli esodati e cassa integrati cosa ha previsto la Provincia? Quanto ancora l’assistenzialismo dovrà prevalere sul buon senso e la logica? Quanto tempo ancora i trentini dovranno farsi carico di queste persone e vedersi discriminati, pare, nell’assegnazione di numerosi aiuti sia materiali sia economici? I trentini contano soltanto al momento di riscuotere le tasse»?
 
La Lega ha presentato subito un'interrogazione chiedendo per quale motivo tali annunci vengono fatti soltanto per ospitare i migranti e non per aiutare i trentini in difficoltà; secondo quale principio si sono stabiliti i requisiti degli immobili da destinare; chi stabilirà, nel caso, il corrispettivo dovuta alla disponibilità dell’offerente di prestare il servizio di accoglienza in forma diretta; qual è il numero degli immobili che si punta ad ottenere grazie a questa “inserzione”; e quanti profughi arriveranno ancora sul nostro territorio e fino a quando rimarranno quelli presenti; Cosa prevede la Provincia di Trento per tutti quei clochard trentini, le nuove povertà, i padri e madri separati, i disoccupati, gli esodati, e cassa integrati in termini di edilizia e se i requisiti stabiliti per gli immobili da destinare ai migranti siano presenti anche in tutti gli immobili di ITEA.
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Val di Non – Sole – Paganella5 minuti fa

Il Giro d’Italia passa in Val di Non: le indicazioni per la viabilità

Bolzano2 ore fa

Era scomparsa nel 1990: risolto dopo 32 anni il giallo dell’altoatesina Evi Rauter

Trento3 ore fa

Il sindaco Ianeselli e il commissario del Governo Bernabei hanno firmato questa mattina il “Patto sicurezza Trento”

Trento3 ore fa

7 consiglieri della maggioranza chiedono un Consiglio straordinario per l’esame del ddl di Masè sulla terza preferenza

Trento4 ore fa

Il vicesegretario generale dell’Ocse Yoshiki Takeuchi, in visita in Trentino, è stato ricevuto stamani dal presidente Fugatti

Trento4 ore fa

Sono gravissime le condizioni della bimba investita da un’auto a Mezzolombardo

Trento4 ore fa

Coronavirus: 284 nuovi positivi, 55 il totale dei ricoverati di cui 4 in rianimazione

Val di Non – Sole – Paganella4 ore fa

Furioso incendio a Segno

Valsugana e Primiero4 ore fa

Fiamme avvolgono un macchinario nello stabilimento industriale: molte le squadre di vigili del fuoco per spegnere le fiamme

Trento5 ore fa

Tutti gli inquinanti sotto i limiti previsti: ad Aprile in Trentino è buona la qualità dell’aria

Trento6 ore fa

Ancora attivi i contributi provinciali cumulabili a quelli statali per l’acquisto di auto elettriche

Alto Garda e Ledro6 ore fa

Scoperta a Mori una rarissima orchidea

Val di Non – Sole – Paganella6 ore fa

Francesco Antonio Ciarleglio è il nuovo direttore di chirurgia a Cles

Musica7 ore fa

Rovereto rende omaggio a Jan Novák

Italia ed estero7 ore fa

Hacker russi KIlnet di nuovo in azione: bloccati diversi siti ufficiali italiani

Trento1 settimana fa

Mauro Ottobre perde anche in appello con La Voce del Trentino. Dovrà pagare altri 22 mila euro

Trento4 settimane fa

Coronavirus in Trentino: un decesso e salgono contagi e ricoveri nelle ultime 24 ore

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 170 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. Salgono ancora i ricoveri

Trento3 settimane fa

Coronavirus: contagi contenuti e nessun decesso nelle ultime 24 ore

Politica3 settimane fa

Nella prossima seduta consiliare in discussione 6 ddl, compreso quello sulla terza preferenza

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Orso a spasso tra i meleti di Mechel – IL VIDEO

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 107 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. Balzo in avanti dei ricoveri

Val di Non – Sole – Paganella4 settimane fa

Fiamme in centro storico a Denno – IL VIDEO

Italia ed estero4 settimane fa

L’ultima gaffe di Joe Biden: stringe la mano ai fantasmi. Il mondo s’interroga sullo stato di salute del presidente Usa

Trento3 settimane fa

Concerto Vasco Rossi: ecco la viabilità alternativa per minimizzare i disagi

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 156 contagi e nuovo balzo in avanti dei ricoveri nelle ultime 24 ore

Telescopio Universitario3 settimane fa

Ricerca, l’Europa premia ancora l’Università di Trento

Trento5 giorni fa

Coronavirus: un decesso e 326 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento6 giorni fa

Coronavirus: contagi e ricoveri in calo nelle ultime 24 ore

Spettacolo4 settimane fa

Lutto nel mondo dello spettacolo, è morta Catherine Spaak

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza