Connect with us
Pubblicità

Trento

Sciopero Trentino Trasporti: grande adesione e città paralizzata per 4 ore

Adesione del 90% allo sciopero dei dipendenti di Trentino Trasporti Esercizio, indetto contro la disdetta unilaterale del contratto integrativo aziendale di secondo livello, la perdita dei 24 minuti ad agente unico, (perdita dei quali comporterebbe un aumento del nastro lavorativo dei lavoratori con la conseguenza di un aumento dello stress) ma soprattutto la perdita dei dettami che regolano la formulazione dei turni. 

Pubblicato

-

Adesione del 90% allo sciopero dei dipendenti di Trentino Trasporti Esercizio, indetto contro la disdetta unilaterale del contratto integrativo aziendale di secondo livello, la perdita dei 24 minuti ad agente unico, (perdita dei quali comporterebbe un aumento del nastro lavorativo dei lavoratori con la conseguenza di un aumento dello stress) ma soprattutto la perdita dei dettami che regolano la formulazione dei turni. 
 
La città è rimasta paralizzata dalle ore 11.00 fino alle 15.00 e si sono avuti anche dei momenti di tensione quando il funzionario di Trentino Trasporti non ha voluto incontrare una delegazione dei sindacati. 
 
Un altro dei punti fondamentali della battaglia dei sindacati è il precariato, la conferma da parte di Trentino Trasporti dei 10 dipendenti è un primo risultato parziale dello sciopero, ma i sindacati dicono: «è solo la punta dell'iceberg, infatti all'interno della società vi sono 150 dipendenti con contratto a tempo determinato, sul cui futuro vi è una nebbia che non gli permette di programmare nulla».
 
Un'altra delle richieste alla base dello sciopero odierno è quella dell'avvio  di una trattativa per rinnovare il contratto aziendale, inserendoci una normativa aziendale che elimini l'allegato 4 del CCNL sul risarcimento del danno.
 
Durante lo sciopero si è svolto un presidio sotto la sede del Servizio Trasporti Pubblici, che ha gli uffici sopra la stazione delle autocorriere di Trento, ove si è chiesto un incontro con il dirigente del servizio il Dott. Roberto Andreatta, che però si è rifiutato di incontrare i lavoratori e si è barricato nel proprio ufficio chiudendo a chiave la porta.
 
Molto critici sul suo comportamento i sindacati: «lasciando i lavoratori fuori, e parlando successivamente solo con i giornalisti presenti, il dirigente ha dimostrato un comportamento arrogante e inaccettabile, che dimostra lo spregio nei confronti delle giuste e sacrosante rivendicazioni, inoltre ricordiamo a questo signore il ruolo che ha avuto nella stesura dell'accordo “capestro” rifiutato dai lavoratori».
 
Dal canto suo Andreatta ha ripetuto che lui sta seguendo solo le direttive dell'azienda. Bordate invece verso i sindacati confederati, «non possiamo esimerci dal rispondere a quanto affermano i sindacati confederali in relazione sia alla vertenza che allo sciopero e le sue ragioni; infatti con le dichiarazioni rilasciate alla stampa dimostrano la loro connivenza con la direzione aziendale (la sola disdetta unilaterale avrebbe dovuto farli salire sulle barricate a difesa dei diritti dei lavoratori) e che la loro credibilità è come la neve nel deserto, ovvero inesistente».- hanno affermato i vertici di USB, FAISA-CISAL, OR.S.A e SUL Comparto Trasporti
 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Nuove P.Iva: le regole per i contributi a fondo perduto
    Con l’arrivo delle nuove agevolazioni a fondo perduto per le partite Iva, scattano anche le regole per l’accesso al contributo. Le agevolazioni Le nuove attività ed imprese economiche hanno diritto ad un contributo a fondo... The post Nuove P.Iva: le regole per i contributi a fondo perduto appeared first on Benessere Economico.
  • Nasce l’Osservatorio Fiscale Europeo, passo verso una tassazione più equa
    Come noto, nell’Unione Europea alcuni Paesi attuano politiche fiscali aggressive a scapito di altri. Di conseguenza, questa mossa consente loro di attirare molti investitori con una tassazione favorevole. In questo sistema si inserisce l’Osservatorio fiscale... The post Nasce l’Osservatorio Fiscale Europeo, passo verso una tassazione più equa appeared first on Benessere Economico.
  • Accordo storico al G7: tassazione minima al 15% per le multinazionali, quali conseguenze
    Dopo anni di pressione dell’Unione Europea, Whasington cede e apre la possibilità di una tassa digitale globale per le multinazionali del web. Di cosa si tratta e come funziona L’accordo parla di un’imposta minima del... The post Accordo storico al G7: tassazione minima al 15% per le multinazionali, quali conseguenze appeared first on Benessere Economico.
  • Nuovo Portale di Reclutamento per la P.A.: l’unico spazio dove domanda e offerta si incontrano
    Con il nuovo Decreto varato dal Governo, esce anche il nuovo Portale del Reclutamento per la Pubblica Amministrazione, un luogo rivoluzionario dove si incontrerà domanda e offerta di lavoro pubblico. Di cosa si tratta All’interno... The post Nuovo Portale di Reclutamento per la P.A.: l’unico spazio dove domanda e offerta si incontrano appeared first on […]
  • Cresce la fiducia dei consumatori e delle imprese: Italia verso un trend positivo
    L’Italia rincorre la strada per la ripresa e cresce la fiducia dei consumatori che si riavvicina ai livelli pre-pandemia. I dati vengono confermati dall’Istituto nazionale di statistica, Istat che racconta di un’Italia più fiduciosa e... The post Cresce la fiducia dei consumatori e delle imprese: Italia verso un trend positivo appeared first on Benessere Economico.
  • Addio ai “furbetti” del Cashback, in arrivo avvisi per i pagamenti sospetti
    In previsione della chiusura del primo semestre del Cashback fissata per il 30 giugno 2021, gli utenti che hanno dato vita a movimento sospetti riceveranno un avviso. Cashback, il rimborso In quella data gli utilizzatori... The post Addio ai “furbetti” del Cashback, in arrivo avvisi per i pagamenti sospetti appeared first on Benessere Economico.
  • Valentino dice addio alle pellicce e corre alla ricerca di nuovi materiali
    Mentre a Parigi sfila l’alta moda,  la maison di Valentino si esibisce virtualmente a Roma a Galleria Colonna. Il contrasto tra sontuosità del luogo ed il minimalismo della collezione è netto e per la prima volta uomo e donna sfilano insieme, una moda che non ha bisogno di definizione. Una sfilata che racconta la celebrazione […]
  • Il futuro del mercato immobiliare passa dalla casa in legno: un’abitazione con molti vantaggi
    Il futuro del mercato immobiliare potrebbe spostarsi dal mattone ad un materiale tanto semplice quanto resistente e sostenibile, come il legno. In particolare, il legno è il materiale per eccellenza alleato della sostenibilità ambientale perché aiuta a raggiungere al meglio l’autosufficienza energetica, permettendo di ridurre gli sprechi. Infatti, grazie alla sua elevata capacità di isolare […]
  • Hotel Chalet Mirabell: lo spirito di Merano!
    Nell’esclusivo Hotel a 5 stelle Chalet Mirabell ad Avelengo vicino Merano è possibile trascorrere le giornate più belle dell’anno tra lusso e naturalezza alpina, ampi spazi aperti e natura incontaminata. “Qualche anno fa la nostra passione ci ha portati a trasformare il nostro residence alpino da 16 camere nell’hotel 5 stelle Mirabell in Alto Adige. Abbiamo […]
  • Tempo di vacanze: conoscete già l’Hotel Alpen Tesitin a Tesido?
    A Monguelfo si trova un eccezionale luogo di benessere e relax, dove ci si dedica ai piaceri della bella vita. Gli spazi inondati di luce e la piacevole sensazione di essere a proprio agio sono frutto dell’arte dell’accoglienza che si respira dal primo momento durante le vacanze in Val Pusteria all’Hotel Alpen Tesitin. La posizione […]

Categorie

di tendenza