Connect with us
Pubblicità

Trento

Il Trentino condanna il folle massacro di Parigi

Sdegno e condanna da parte di tutte le istituzioni trentine per la strage perpetrata vigliaccamente ai danni del giornale parigino Charlie Hedbo dove sono morte 12 persone assassinate al grido, «abbiamo vendicato il profeta Maometto»

Pubblicato

-

Sdegno e condanna da parte di tutte le istituzioni trentine per la strage perpetrata vigliaccamente ai danni del giornale parigino Charlie Hedbo dove sono morte 12 persone assassinate al grido, «abbiamo vendicato il profeta Maometto»
 
«L’attacco al giornale Charlie Hebdo è un attacco ai principi di libertà di espressione e di critica che sono la base del giornalismo e sono nel cuore dell'Europa moderna, si tratta di un atto gravissimo, che non può che gettare nello sgomento» – queste per prime parole del presidente della regione Chiara Avanzo appena appresa la notizia del terribile attentato di Parigi.
 
Avanzo conferma la solidarietà dell’intero Consiglio regionale alle famiglie delle vittime, ai collaboratori del giornale e a tutto il popolo francese.  «Di fronte a questi gesti, figli di un fondamentalismo irrazionale, non si deve tuttavia cadere nell'errore di interrompere il dialogo e lo scambio  tra tutte le componenti culturali, religiose e sociali che compongono il tessuto della nostra società e che rappresentano una straordinaria ricchezza» – conclude poi Chiara Avanzo.
 
Sulla stessa lunghezza d'onda le prime dichiarazioni del presidente del consiglio Bruno Dorigatti, «Davanti all’orrore suscitato dal barbaro attentato alla libertà di stampa e di opinione perpetrato oggi a Parigi, in nome di un estremismo cieco e brutale che nulla ha a che vedere con i valori religiosi e le differenze culturali, il Consiglio provinciale di Trento esprime uno sdegno profondo ed una vicinanza sincera alle vittime ed ai feriti di quest’orrenda azione criminale» – queste le prime parole del presidente del consiglio Bruno Dorigatti sulla strage della redazione del Charlie Hedbo Parigi.
 
«Stiamo assistendo – continua la nota – ad uno sviluppo repentino e drammatico di contrapposizioni che si cercano di contrabbandare come scontro fra civiltà ed altro non sono invece che l’espressione di una furia cieca ed omicida, che ferisce comunque l’umanità intera e colpisce al cuore il necessario dovere del dialogo e della reciproca comprensione».
 
Dorigatti si auspica che il dolore dei nostri concittadini francesi e dell’Europa tutta di fronte ad un gesto così crudele e feroce, non inneschi processi a catena dove azioni e reazioni si susseguono in un crescendo pericoloso.
 
«Confidiamo – termina la nota di Dorigatti – che la ragione trovi ancora motivi per dire di sé e per aprire nuovi spazi al confronto sereno ed all’incontro, nella consapevolezza che non può esserci altra via per ritrovare noi stessi e per progredire, nel rispetto delle opinioni di tutti e soprattutto della vita umana, che viene prima dell’affermazione di qualunque idea o ideologia».
 
«Quello di Parigi è un attentato e un crimine contro l'umanità intera e un danno grave non solo alle vittime e ai loro famigliari, ma anche ai valori della stessa religione islamica e ai musulmani che vivono in occidente». Lo afferma in una nota la Comunità islamica di Trento in cui esprime una "forte condanna senza mezzi termini e la solidarietà alle famiglie delle vittime, alla Francia e a tutta la stampa".
 
Intanto l'allerta è passata da quattro a cinque (il massimo) in tutta l'Europa, e negli Stati Uniti. Si temono infatti altri attentati che potrebbero innescarsi a catena. Sono in molti a chiedere la chiusura delle frontiere che grazie al «trattato di Schengen» sono ormai fuori controllo. «Siamo in guerra», «è l'undici settembre del giornalismo», «L'Islam vuole sottomettere l'occidente», questi sono solo alcuni degli articoli che stanno uscendo sui maggiorni quotidiani italiani in questi drammatici e convulsi momenti.
 
Sono in molti a chiedere la chiusura delle Moschee, dei luoghi di culto, dei siti internet islamici e che ricordano le profetiche parola di Oriana Fallaci. 
 
Oltre ai 12 morti ci sono 5 feriti in condizioni gravissime, quindi il bilancio potrebbe nelle prossime ore aggravarsi, tremila poliziotti stanno mettendo sotto sopra l'intera città alla ricerca degli assassini, rovistando casa per casa. 

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento3 settimane fa

Nel 2021 su «La Voce del Trentino» lette oltre 30 milioni di pagine da 8 milioni di lettori

Trento2 settimane fa

Coronavirus: una vittima e 972 nuovi contagi nelle ultime 24 ore

Trento2 settimane fa

Coronavirus: nuovo record di contagi nelle ultime 24 ore. Sempre stabili i ricoveri

Trento2 settimane fa

Coronavirus: 2.372 contagi e due morti nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento2 settimane fa

Coronavirus: due morti e 2.290 contagi nelle ultime 24 ore. Calano sensibilmente i ricoveri

Trento2 settimane fa

Coronavirus: due vittime e 807 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento2 settimane fa

Coronavirus: 408 nuovi casi e nessun decesso nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento2 settimane fa

Coronavirus: record di contagi in Trentino nelle ultime 24 ore. Morta una donna di 55 anni

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 1.307 nuovi contagi in Trentino nelle ultime 24 ore. Superato il milione di vaccinazioni

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 1 decesso e 938 contagi nelle ultime 24 ore. Calano i ricoveri in terapia intensiva

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 894 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. C’è anche una vittima. Stabili i ricoveri

Trento3 settimane fa

Coronavirus: altri 3 morti nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Fugatti: «Lupi grave problema di sicurezza, attendiamo l’approvazione del piano di gestione guida costruito per il Trentino»

Trento3 settimane fa

Coronavirus: nessun decesso e 139 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 3 vittime e 502 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Unico&Bello

Orient Express la Dolce Vita: in Italia un nuovo modo di vivere il Paese

A breve in Italia arriverà un nuovo modo di vivere e conoscere il Paese, in carrozze di lusso ispirate al design degli anni ‘60/’70. L’Italia si presenta al…

Vaia Cube e Vaia Focus: nuova vita agli alberi abbattuti da Vaia

Sono numerose le aziende ed i privati che hanno deciso, negli ultimi anni, di donare nuova vita e dignità ai 42 milioni di alberi abbattuti dalla tempesta Vaia…

2050: come ci arriviamo? Mobilità sostenibile, più pulita, più veloce, più sicura e per tutti

Dal 22 dicembre 2021 al MUSE – Museo delle Scienze di Trento, la mostra “2050: COME CI ARRIVIAMO? Mobilità sostenibile, più pulita, più veloce, più sicura e per…

L’Altopiano Tibetano e Nepal in due splendide mostre fotografiche virtuali

L’Altopiano Tibetano noto per alcuni dei pascoli più grandi al mondo, non consente lo sviluppo di una vera e propria attività agricola. Anche per questo le popolazioni dell’Altopiano…

Necrologi

Categorie

di tendenza