Connect with us
Pubblicità

Arte e Cultura

Le nuove politiche ambientaliste che diventano fonti di guadagno

Che il Trentino-Alto Adige sia una regione impegnata nella conservazione del territorio e nello sviluppo e valorizzazione delle politiche ambientali è un dato di fatto, che sia all'avanguardia anche nell'utilizzo e nella diffusione delle energie alternative anche, ma che qui la politica ambientalista possa diventare un'occasione di guadagno, oltre che di risparmio, è un'aspetto che spesso viene trascurato.

Pubblicato

-

Che il Trentino-Alto Adige sia una regione impegnata nella conservazione del territorio e nello sviluppo e valorizzazione delle politiche ambientali è un dato di fatto, che sia all'avanguardia anche nell'utilizzo e nella diffusione delle energie alternative anche, ma che qui la politica ambientalista possa diventare un'occasione di guadagno, oltre che di risparmio, è un'aspetto che spesso viene trascurato.

Per questo motivo il nostro giornale ha deciso di aprire la rubrica di approfondimento Smart Energy che tratterà le tematiche delle energie rinnovabili, ma anche e soprattutto su come molte scelte aziendali possano essere un valido supporto, per l'ambiente, ma anche per le aziende che, in tempi di crisi come quello che stiamo vivendo, abbiano la lungimiranza di vedere in esse un'occasione di migliorare i propri bilanci, oltre che dare l'esempio nel rispetto del nostro ambiente.

Per iniziare il nostro percorso informativo in questo ambito, abbiamo contattato una delle aziende leader in Italia per quanto riguarda la pianificazione e realizzazione di piani di efficentamento energetico, la NESCO, che ovviamente è nata qui a Trento e sta dimostrando come il risparmio energetico si possa tramutare in un guadagno economico per le aziende.

Pubblicità
Pubblicità

Presidente della NESCO è Roberto Valcanover, che lascia l'incarico nel settore pubblico per sviluppare l'idea alla base dell'azienda: dare all'ambientalismo un carattere economico forte e attrattivo per l'economia del nostro territorio e non solo.

Innanzitutto la ringraziamo della disponibilità viste queste feste natalizie. La prima domanda è personale: lei lascia un lavoro sicuro e remunerativo nel settore pubblico, per seguire un progetto imprenditoriale privato, cosa l'ha spinta a questo passo?

"Guardi, nella vita c'è qualcosa in più del guadagno fine a se stesso, certo, avrei potuto rimanere nel settore pubblico, ma sin da quando militavo nelle fila dei Verdi, l'ambiente e il risparmio energetico sono sempre state una mia priorità, morale e ora lavorativa, perché dal risparmio energetico ci possiamo guadagnare tutti e questo è il mio obbiettivo in NESCO: far capire ad Aziende ed Enti Pubblici, che curare l'ambiente tramite il risparmio energetico, è utile non solo per i nostri figli, ma anche per i nostri bilanci aziendali."

Pubblicità
Pubblicità

A proposito di risparmio energetico: il Protocollo di Kyoto, se ne parla molto e spesso, quando si è in tema di ambiente e di energia, ma effettivamente come funziona?

"E' molto semplice in realtà: le Nazioni che hanno sottoscritto il trattato, si impegnano a diminuire le emissioni di gas nocivi all'ambiente, la riduzione di queste emissioni è possibile in vari modi, uno dei quali è il risparmio energetico, se infatti riduco i costi in termini energetici, riduco anche l'inquinamento derivante dalla produzione di energia. Ovviamente lo schema del risparmio energetico si applica alle singole aziende che operano nelle diverse Nazioni, da qui il nostro lavoro d'informazione, consulenza e realizzazione di piani di risparmio energetico"

E qui la domanda viene spontanea: risparmiare energia, ovviamente si traduce in un risparmio delle spese energetiche per un'azienda, ma come può diventare un guadagno?

"In realtà è più facile di quanto si possa immaginare: premesso che nel Protocollo di Kyoto, come dicevamo prima, sono fissati degli obbiettivi precisi in fatto di riduzione delle emissioni, le aziende produttrici e/o distributrici di energia elettrica e di gas naturale, sono altrettanto obbligate a raggiungere degli obbiettivi prefissati di risparmio energetico, questi obbiettivi sono espressi in TEP, Tonnellate Equivalenti di Petrolio risparmiato. Quindi devono essere protagonisti primari del risparmio, proprio quelli che producono e vendono l'energia, non sempre però riescono a raggiungere questi obbiettivi con i loro progetti di risparmio energetico e quindi, per non incorrere in sanzioni, hanno la possibilità di comprare i Titoli di Efficienza Energetica, (detti anche Certificati Bianchi), dalle aziende che dimostrano la realizzazione di interventi rivolti a rendere più efficente il loro consumo energetico"

Quindi i distributori di energia elettrica acquistano questi Titoli di Efficienza Energetica dalle aziende?

"Esattamente. L'azienda che dimostra di aver migliorato e reso più efficente il suo consumo energetico, viene premiata con i TEE, questi poi vengono scambiati sul mercato per un valore che dipende dal mercato stesso, ma che attualemente è di circa 100 euro per Titolo."

Ma come fa un'azienda a dimostrare l'effettivo efficentamento dei suoi consumi energetici?

"Per questo esistono le ESCO, Energy Service Solution Company, come la nostra. Si tratta di aziende altamente specializzate che, oltre a fornire la consulenza sulle possibili strade per rendere più efficienti i consumi energetici, realizzano anche i progetti per ottenere i risultati migliori il tutto a proprie spese: il cliente finale non ha costi per la progettazione e realizzazione degli interventi. Ovviamente la certificazione dei TEE guadagnati da un'azienda, non dipende dalla ditta stessa, ma dalla ESCO che ha effettivamente sviluppato e realizzato i progetti."

La ringraziamo per questo primo incontro, nelle prossime settimane contiamo di distrurbarla ancora per approfondire il tema del Risparmio Energetico.

"Non c'è problema, sono sempre a vostra disposizione, soprattutto per parlare di un tema come questo che mi è molto caro, ma anche per far capire in che modo si possono raggiungere obbiettivi importanti, tramite interventi semplicissimi, dalle soluzioni micro idro elettriche allo sviluppo di software gestionali o all'utilizzo del telecontrollo o di telegestione, tutte soluzioni che stiamo sviluppando qui in Trentino e che presto verranno adottate in tutta Italia".

Si conclude così il nostro primo appuntamento con il mondo del risparmio energetico, non solo risparmio, ma soprattutto guadagno, per le generazioni future e per l'economia di oggi, perfetta congiunzione tra ambientalismo e imprenditoria, un altro fiore all'occhiello per il Trentino.

A cura di Lorenzo Galasso

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Affitto con riscatto, un’ottima opportunità per acquistare casa
    Una possibile alternativa per acquistare casa potrebbe essere l’affitto con riscatto. Negli ultimi anni, la mancanza di liquidità, le garanzie delle banche sempre più stringenti e gli alti tassi di intesse, incidono negativamente sull’acquisto di... The post Affitto con riscatto, un’ottima opportunità per acquistare casa appeared first on Benessere Economico.
  • Attivata la seconda sessione di contributi a fondo perduto per Associazioni sportive, come funziona
    Dopo i danni subiti dalle associazioni sportive a causa delle restrizioni dovute all’emergenza covid, il Dipartimento per lo Sport della Presidenza del CdM ha destinato un fondo di 50 milioni per Ssd e Asd. Contributi... The post Attivata la seconda sessione di contributi a fondo perduto per Associazioni sportive, come funziona appeared first on Benessere […]
  • Reddito di libertà, attivata la procedura per l’invio delle domande
    Dopo l’annuncio di qualche mese fa, il reddito di libertà ora è pronto per essere erogato a tutte le donne in difficoltà e vittime di violenza. Reddito di libertà, cos’è La misura che prevede un... The post Reddito di libertà, attivata la procedura per l’invio delle domande appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus idrico pronto, ma sito offline: le domande al via dal 2022
    Manca poco all’arrivo del Bonus idrico che permette di ricevere un rimborso di 1000 euro per chi sostituisce rubinetti di bagno e cucina. Ad oggi anche se sembra tutto pronto per l’avvio della nuova agevolazione,... The post Bonus idrico pronto, ma sito offline: le domande al via dal 2022 appeared first on Benessere Economico.
  • Il futuro corre verso un’economia circolare: nuovi modelli di rigenerazione e sviluppo
    Il futuro dell’economia, dovrà evolversi tenendo conto della missione che ormai accomuna tutti gli stati del mondo, la sostenibilità. Di fatto, per avvicinarsi verso un’economia circolare che riduca la produzione dei rifiuti, garantisca uno sviluppo... The post Il futuro corre verso un’economia circolare: nuovi modelli di rigenerazione e sviluppo appeared first on Benessere Economico.
  • Boom di adesioni per il Bonus Terme, cosa possono fare gli esclusi
    Dopo le difficoltà iniziali, il Bonus terme ha riscontrato un a grande affluenza, tanto da esaurire i fondi nel giro di poche ore. Un boom di adesioni che però ha lasciato milioni di italiani esclusi... The post Boom di adesioni per il Bonus Terme, cosa possono fare gli esclusi appeared first on Benessere Economico.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

Categorie

di tendenza