Connect with us
Pubblicità

Spettacolo

Teatro di Pergine: Romeo e Giulietta per il capodanno più romantico

Si sa che gli eccessi servono a placare l’angoscia e che di angoscia a Capodanno, specialmente di questi tempi, ce n’è tanta. Ma se a qualcuno proprio non andasse di abbandonarsi a spese folli in cambio di cibo, alcol e lusso in eccesso? A Pergine un’alternativa c’è. 

Pubblicato

-

Si sa che gli eccessi servono a placare l’angoscia e che di angoscia a Capodanno, specialmente di questi tempi, ce n’è tanta. Ma se a qualcuno proprio non andasse di abbandonarsi a spese folli in cambio di cibo, alcol e lusso in eccesso? A Pergine un’alternativa c’è. 

I giovani gestori del teatro comunale hanno pensato di proporre una serata tranquilla e piacevole a un prezzo accessibile a tutti, con uno spettacolo di altissima qualità seguito dal tradizionale brindisi di mezzanotte e due chiacchiere in amicizia tra persone che l’angoscia cercano di superarla con un pizzico di romanticismo.

A 450 anni dalla nascita di Shakespeare, Romeo e Giulietta è probabilmente ancora la più grande storia d’amore mai raccontata. Acclamato a Broadway nell’anno appena trascorso come uno degli spettacoli più belli di sempre, il musical diretto da David Leveaux vede come protagonisti l'attore britannico Orlando Bloom (Pirati dei Caraibi, Il Signore degli Anelli) e la due volte candidata ai Tony Award, Condola Rashad.

PubblicitàPubblicità

Proiettato sul grande schermo del teatro comunale, il musical trasporterà il pubblico in una delle opere più amate del drammaturgo inglese, e in un 2015 all’insegna della grandezza d’animo e di una bellezza più forte di qualunque meschinità.

La serata inizierà alle 21.30 e si concluderà con il tradizionale brindisi di mezzanotte.

 

Pubblicità
Pubblicità

Spettacolo

Cinema sotto le stelIe al Castello del Buonconisglio

Pubblicato

-

Da martedì 23 luglio a martedì 30 agosto cinque famosi film nei giardini del castello tutti legati al tema della mostra ovvero i tessuti e relativi costumi di scena.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti. Sarà aperta anche la caffetteria del museo che proporrà aperitivi a tema.

In concomitanza con la mostra “Fili d’oro e dipinti di seta. Velluti e ricami tra Gotico e Rinascimento” il Castello del Buonconsiglio proporrà nelle giornate di martedì dal 23 luglio al 20 agosto cinque serate di cinema all’aperto con film famosi per una accurata ricerca storica dei costumi di scena.

Pubblicità
Pubblicità

Il reparto costume nel mondo del cinema ricopre un ruolo di grande importanza e molte volte è stato proprio il lavoro svolto dai costumisti a rendere credibili alcune delle figure più controverse e popolari del cinema internazionale.

Tutti i film sono ad ingresso libero fino ad esaurimento posti e prima dello spettacolo, per chi vorrà, la caffetteria del museo proporrà  aperitivi a tema.
Si inizierà martedì 23 luglio alle ore 21.30 con la pellicola “La lettera scarlatta” celebre film di Roland Joffè del 1995.

Nel 1667, la bellissima e indipendente Hester Prynne (Demi Moore) arriva dall’Inghilterra in una colonia puritana della baia del Massachusetts. La donna, che ha preceduto nel Nuovo Mondo il marito, il medico Roger Prynne (Robert Duvall), diventa immediatamente oggetto di pettegolezzo e riprovazione per il suo comportamento anticonformista e si ritrova tutti gli occhi della comunità puntati addosso.

Martedì 20 luglio alle 21.30 sarà proposto il celebre film “La ragazza con l’orecchino di perla” dove Griet, una ragazza olandese che vive a Delft nel 1665, sarà la protagonista. Il padre è un pittore di ceramiche divenuto cieco per un incidente sul lavoro; a causa delle difficoltà economiche familiari Griet manderà la figlia  a servire a casa del pittore Vermeer.

Martedì 6 agosto alle 21 sarà proposto “Il mestiere delle armi” di Ermanno Olmi.

Il 13 agosto sempre alle 21 l’appuntamento è con “La ragazza dei tulipani”.

Sophia è una fanciulla orfana cresciuta nel convento di Sant’Ursula nel XVI secolo. La badessa organizza per lei un matrimonio combinato con un ricco mercante vedovo di mezz’età di nome Cornelis Sandvoort e Sophia lascia così il convento per iniziare una nuova vita da moglie. Il matrimonio con Sandvoort prosegue, per Sophia, tra alti e bassi, senza alcuno slancio passionale.

La situazione ha una svolta quando Sandvoort decide di farsi ritrarre insieme alla giovane moglie da un talentuoso pittore squattrinato, tale Jan van Loos. Tra Sophia e l’affascinante artista nasce un’immediata passione che complicherà sia le loro vite.

L’ultima proiezione è il 20 agosto con “Il Gattopardo” di Luchino Visconti.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Spettacolo

Cinema in cortile: “Il viaggio di Yao”

Pubblicato

-

Secondo appuntamento di “Cinema in cortile“, rassegna di film sotto le stelle organizzata da Comune di Trento, Trentino Film Commission e Opera universitaria. Giovedì 11 luglio è in programma “Il viaggio di Yao“, regia di Philippe Godeau.

Il prezzo del biglietto è di 5 euro (intero) e 3 euro (ridotto per ragazzi fino a 15 anni), la proiezione inizia alle 21.30 nel cortile delle scuole Crispi di Trento, in caso di pioggia sarà sospesa; la vendita dei biglietti inizia alle 20.30.

Sinossi – Yao è un bambino che vive in un piccolo villaggio del Senegal. Ama i libri e le avventure.

Pubblicità
Pubblicità

Un giorno parte per Dakar alla ricerca del suo mito, Seydou, attore francese di grande successo in visita in Senegal. Seydou conosce Yao e colpito dal carattere del bambino, decide di riaccompagnarlo a casa. Il viaggio, pieno di rocambolesche avventure e situazioni divertenti, sarà per l’attore un ritorno alle sue radici.

Info – Ingresso: intero 5€, ridotto 3€

Cortile scuole Crispi – Bonporti, via S. Giovanni Bosco, Trento ore 21.30 fino a esaurimento posti. La vendita dei biglietti inizia un’ora prima della proiezione; in caso di pioggia la proiezione è sospesa.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Spettacolo

«Arrivederci professore», Johnny Depp ritorna al cinema tra ribellione e accettazione

Pubblicato

-

«Arrivederci professore», l’ultimo film interpretato da Johnny Deep, secondo film di Wayne Roberts, giovane regista americano, molto atteso, stupisce nella sua semplicità per tanti motivi, in particolare nel tema scelto dalla sceneggiatura, e per l’intensa interpretazione di Johnny Deep, nelle vesti di Richard Brown un professore del New England che si trova ad affrontare una situazione di vita inaspettata e drammatica.

Il New England costituisce il luogo per eccellenza di un certo mondo universitario americano fatto di tradizione, terra di Boston, Harward e Yale, simbolo di quell’America ricca, autorevole e repubblicana.

Qui la vita scorre in un mondo borghese e sofisticato, in cui il privilegio di una buona condizione economica, detta le regole per l’intera comunità, in cui tra ipocrisie e false rappresentazioni, si svolgono le vite dei protagonisti.

Pubblicità
Pubblicità

Richard è sposato con Veronica, interpretata da Rosemarie Dewitt, artista un po’ kitch e particolarmente interessata alle relazioni sociali.

La coppia ha una figlia, Claire, interpretata da Zoey Deutch, che vive la condizione di adolescente con la scoperta dell’amore “diverso”, i pregiudizi, e la relazione con i genitori. In particolare, il rapporto con il padre Richard, costituirà uno dei temi più importanti del film, proprio in funzione della vicenda tragica del padre e della scelta d’amore della figlia.

Una verità sconvolgente piomba nella brillante vita del professor Richard Brown, la prospettiva di vivere ancora solo sei mesi, massimo un anno con le cure del caso.

Questo fatto lo porta a cambiare tutte le sue priorità, a dare un calcio alla vita a modo suo, riflettendo e facendo riflettere tutti sia i protagonisti del film, sia gli spettatori, tra cui il sottoscritto.

Richard prende la decisione di vivere fuori dagli schemi precostituiti, per dare un senso tutto suo a quello che gli resta da vivere, e vuole cercare di trasmettere un messaggio che brilli tutta la vita e giunga al cuore dei suoi studenti. “Non vivete nella mediocrità’”, e approfittate del tempo che avete “come un volo d’uccello”, sembra siano questi i due motivi di riflessione che il professor Richard vuole esprimere.

Perché capire questo vuol dire capire il senso del vivere la vita fino in fondo e fin da subito, a dispetto di quelli che galleggiano sulla vita, invece che viverla totalmente. La vita va colta e riempita di esperienze, “ogni fottuto respiro va festeggiato”, è questo il messaggio agli studenti del suo corso.

Richard stravolge i programmi, in attesa di ottenere un anno sabbatico che gli permetta di affrontare la fine con una dignità e una preparazione intima, e profonda. Per questo propone di leggere un solo libro agli studenti, e poi esporlo in una sorta di abstract ai compagni, cercando di trovare “la chiave” che lo scrittore ha in mente, e proponendola al gruppo.

La condizione e le scelte di Richard sono il frutto di una valutazione, per cui se fossimo in grado di conoscere il giorno e l’ora della nostra morte, forse affronteremmo la vita in un altro modo.

E’ questo che sembra dirci Richard Brown.

E’ un inno alla vita, con la forza di chi sa di dover morire, e affronta il momento con uno spirito che rappresenta molto la condizione di precarietà umana. In questo sua ricerca, riesce a far emergere valori e contraddizioni del vivere, senza schemi e senza tabù.

In certi suoi monologhi, l’interpretazione di Johnny Deep si avvicina al pathos di Robin Williams ne “L’attimo Fuggente”.

Dal punto di vista stilistico, la trama malinconica ma densa di emozione, non trova la sua perfezione rappresentativa nelle locations del film, un po’ consuetudinarie e ripetitive.

Il film non ha una fine definita.

Nel viaggio che Richard si propone di seguire verso la dipartita, sottolinea “non lo so devo capire ancora qualche cosa”, lasciando così un velo di mistero, o di speranza verso una condizione che sembrava senza soluzione….

Titolo originale : The Professor

Regista: Wayne Roberts

Attori: Johnny Deep, Zoey Huston, Rosemarie Dewitt

Durata : 90 min.

Produzione: Notorius Pictures

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza