Connect with us
Pubblicità

Trento

Sicurezza, va sempre peggio, De Eccher: «si ad assessorato competente»

Furti nelle abitazioni, nei garage, nelle macchine, nei cimiteri, borseggi, aggressioni, spaccio, degrado, accattonaggio, prostituzione. Sembra un bollettino di guerra le cui azioni sono sempre più al ribasso, già, al ribasso per i cittadini costretti a vivere in una città a «misura» di criminalità e insicurezza.

Pubblicato

-

Furti nelle abitazioni, nei garage, nelle macchine, nei cimiteri, borseggi, aggressioni, spaccio, degrado, accattonaggio, prostituzione. Sembra un bollettino di guerra le cui azioni sono sempre più al ribasso, già, al ribasso per i cittadini costretti a vivere in una città a «misura» di criminalità e insicurezza.
 
Alcuni dicono che è colpa della disperazione, altri invece che alla disperazione sono giunti i cittadini costretti a vivere nella paura e nella rassegnazione.
 
I dati disponibili non lasciano spazio a interpretazioni. I delitti nel comune di Trento nell’anno 2013 sono aumentati del 10%, con un impennata dei furti, più 17%, e dei reati connessi alla produzione e al traffico di stupefacenti, più 57%.
 
Anche dal confronto del Sole 24 Ore con gli altri 106 capoluoghi di Provincia, emerge con chiarezza che Trento non è assolutamente un isola felice; come qualità della vita, siamo infatti, ad esempio, 56esimi per scippi e borseggi, 37esimi per furti in abitazione, (fenomeno preoccupante in continua crescita a Trento) con un forte incremento della variazione totale dei reati 2007/2013 che ci pone al 56esimo posto della classifica (su 106).
 
«La città di Trento, nel corso di questa legislatura, ha vissuto un continuo trend di crescita delle problematiche di sicurezza e vivibilità urbana che hanno evidenziato l’incapacità dell’attuale Amministrazione di adottare una complessiva politica in materia in grado di contrastare i fenomeni di microcriminalità e illegalità» – così la pensa Manfred de Eccher di Fratelli d'Italia che traccia un impietosa situazione che negli ultimi anni si è di molto aggravata.  
 
De Eccher spiega il perchè si è arrivati a questa situazione che potrebbe ulteriormente sfuggire di mano: «All’immobilismo della nostra Amministrazione comunale si somma purtroppo l’incapacità del Governo Renzi che evidentemente non agevola l’operato degli Amministratori locali; una scellerata politica buonista sull’immigrazione, l’abolizione del reato di immigrazione clandestina e la depenalizzazione di alcuni reati “lievi”, lievi evidentemente non per chi li subisce, sono azioni che determinano chiaramente un peggioramento delle problematiche di coesione sociale e sicurezza urbana»
 
«Purtroppo – continua De Eccher – la sinistra, sia a livello locale che nazionale, non è culturalmente attrezzata per affrontare e risolvere questi problemi in quanto sempre orientata ad occuparsi di come riabilitare Caino, presunta vittima della società che lo ha costretto a delinquere, anziché pensare a come difendere Abele; ovvero, per esemplificare, l’immigrato clandestino che compie una rapina non è carnefice ma in un certo qual modo vittima che è stara costretta a delinquere dalla società, quindi la sua responsabilità non è personale ma se ne deve fare carico l’intera collettività».
 
Le proposte sono state molte, e qualcosa si è fatto. I controlli sul territorio da parte delle forze dell'ordine si sono intensificati e anche i singoli cittadini hanno messo a disposizione risorse e idee (vedi il comitato della Portela e molti cittadini del rione di Cristo – re, o i cittadini di Denno che hanno cominciato le ronde per difendere le proprie abitazioni dai furti), ma purtroppo questo non è basta.
 
Ormai nella comunità si percepisce chiaramente la paura e la consapevolezza della mancanza di sicurezza che sta diventando una sorta di rassegnazione per quanto sta succedendo nella provincia di Trento. 
 
Manfred De Eccher lancia un idea che affonda le sue radici nell'amministrazione comunale; creare un assessorato alla sicurezza, per consentire di dare risposte coordinate e precise alle singole problematiche, individuando di volta in volta la soluzione migliore. Ricordiamo che il sindaco Alessandro Andreatta detiene le deleghe per la sicurezza del capoluogo. 
 
«Ritengo dunque importante, in questo quadro, – afferma l'esponente di Fratelli d'Italia – ribadire quelle che sono le proposte di Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale per il comune di Trento. La nostra alternativa prevede l’adozione di una politica complessiva per la sicurezza urbana che abbia il suo coordinamento nell’Assessorato comunale alla sicurezza urbana e Polizia Locale, assessorato che, in un ottica di riduzione dei costi, potrebbe essere collegato ad altre deleghe».
 
Manfred de Eccher ritiene fondamentale una valorizzazione della Polizia Locale a tutela della sicurezza urbana , prevedendo l’introduzione dell’unità cinofila per il contrasto dello spaccio di droga in coordinamento con le Forze di Polizia, e l’eliminazione di quei servizi di viabilità non strettamente necessari in favore di servizi mirati al controllo del territorio e di tutela del cittadino.
 
«Servono poi misure mirate sulle singole problematiche presenti nella nostra città, dall’accattonaggio al collegato fenomeno degli accampamenti abusivi, dalla prostituzione giornaliera su strada alla vivibilità dei parchi cittadini. Queste problematiche potrebbero avere veloce soluzione in una città di dimensioni ridotte come Trento e mi limito in questa sede ad approfondire il tema dell’accattonaggio.
 
L’accattonaggio in città è purtroppo un fenomeno organizzato che crea una situazione di illegalità diffusa anche perché strettamente connesso con le occupazioni abusive che sono presenti sull’intero territorio comunale» – sottolinea De Eccher.

«Contrastare l’accattonaggio significa dunque contrastare lo sfruttamento e le occupazioni abusive. Attualmente il Regolamento di Polizia Urbana prevede una sanzione amministrativa pecuniaria in caso di accattonaggio in zone sensibili, quali chiese e ospedali, misura tuttavia inadeguata in quanto le sanzioni non vengono pagate e i controlli della Polizia Locale risultano dunque esclusivamente un perdita di tempo.

La soluzione è semplice, veloce, e a costo zero, basterebbe estendere il divieto sull’intero territorio comunale, prevedere la sanzione accessoria del sequestro del denaro oggetto dell’attività illecita e predisporre giornalieri servizi di controllo in borghese della Polizia Locale. Purtroppo – conclude De Eccher – manca la volontà, e questo, come altri fenomeni di illegalità, continueranno in questo modo a crescere nell’indifferenza dell’attuale Amministrazione».   {facebookpopup}
 
 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Codacons, proposta di risarcimento per somministrazione Astrazeneca agli under 60
    Il caos generato intorno al siero anti-covid, Astrazeneca che ha gettato nel panico, nell’incertezza e nella cattiva informazione migliaia di italiani ha spinto Codacons a lanciare un’azione collettiva per il risarcimento. Il caso Astrazeneca Uno... The post Codacons, proposta di risarcimento per somministrazione Astrazeneca agli under 60 appeared first on Benessere Economico.
  • Criptovalute paragonate ai mutui subprime del 2008: l’allarme della Consob
    Il fenomeno criptovalute è così attuale e crescente, tanto da spingere il numero uno della Consob, Paolo Savona a lanciare un’allarme sulla situazione. La similitudine tra criptovalute e mutui subprime Savona infatti, ha dedicato un... The post Criptovalute paragonate ai mutui subprime del 2008: l’allarme della Consob appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus Irpef 2021, 100 euro in più in busta paga: a chi spetta
    Il vecchio Bonus Renzi da 80 euro si evolve e diventa un Bonus Irpef da 100 euro. Con l’ultima legge di Bilancio infatti, vengono riviste le regole e il nome del vecchio bonus. A chi... The post Bonus Irpef 2021, 100 euro in più in busta paga: a chi spetta appeared first on Benessere Economico.
  • Imu 2021: esenzioni ed agevolazioni previste
    Il Governo potrebbe estendere l’esenzione Imu, ampliando la categoria di soggetti che non saranno tenuti a versare la prima rata. Imu 2021, chi rientra nell’esenzione Un nuovo emendamento al Decreto Sostegni Bis potrebbe andare incontro... The post Imu 2021: esenzioni ed agevolazioni previste appeared first on Benessere Economico.
  • P. A, lo Stato dice addio ai ritardi e paga in anticipo i suoi debiti
    I ritardi, tipici della Pubblica Amministrazione potrebbero presto diventare un lontano ricordo. La notizia è stata raccontata dai dati diffusi dal Ministero dell’Economia e delle Finanze riguardo i tempi medi impiegati durante l’anno 2020 dallo... The post P. A, lo Stato dice addio ai ritardi e paga in anticipo i suoi debiti appeared first on […]
  • Ritorna il Bonus Sanificazione: tutti i dettagli e le novità
    Con le riaperture torna anche il Bonus Sanificazione e DPI anche per il 2021 per una ripartenza in sicurezza. Il Decreto Sostegni bis ripropone l’agevolazione per i titolari di partita Iva, seppur in una percentuale... The post Ritorna il Bonus Sanificazione: tutti i dettagli e le novità appeared first on Benessere Economico.
  • Nasce il primo superstore senza casse: Amazon conquista con l’innovazione
    All’interno dell’immensa panoramica della distribuzione organizzata, mette piede con estrema originalità il colosso Amazon che, potenziando ulteriormente la sua offerta apre il primo negozio senza cassa. Dall’idea senza dubbio originale e molto innovativa nasce un Fresh store in cui i clienti possono fare comodamente la spesa e uscire direttamente dalla corsia dedicata: “ senza pagare”. […]
  • Valentino dice addio alle pellicce e corre alla ricerca di nuovi materiali
    Mentre a Parigi sfila l’alta moda,  la maison di Valentino si esibisce virtualmente a Roma a Galleria Colonna. Il contrasto tra sontuosità del luogo ed il minimalismo della collezione è netto e per la prima volta uomo e donna sfilano insieme, una moda che non ha bisogno di definizione. Una sfilata che racconta la celebrazione […]
  • Il futuro del mercato immobiliare passa dalla casa in legno: un’abitazione con molti vantaggi
    Il futuro del mercato immobiliare potrebbe spostarsi dal mattone ad un materiale tanto semplice quanto resistente e sostenibile, come il legno. In particolare, il legno è il materiale per eccellenza alleato della sostenibilità ambientale perché aiuta a raggiungere al meglio l’autosufficienza energetica, permettendo di ridurre gli sprechi. Infatti, grazie alla sua elevata capacità di isolare […]
  • Hotel Chalet Mirabell: lo spirito di Merano!
    Nell’esclusivo Hotel a 5 stelle Chalet Mirabell ad Avelengo vicino Merano è possibile trascorrere le giornate più belle dell’anno tra lusso e naturalezza alpina, ampi spazi aperti e natura incontaminata. “Qualche anno fa la nostra passione ci ha portati a trasformare il nostro residence alpino da 16 camere nell’hotel 5 stelle Mirabell in Alto Adige. Abbiamo […]

Categorie

di tendenza