Connect with us
Pubblicità

Trento

Sicurezza, va sempre peggio, De Eccher: «si ad assessorato competente»

Furti nelle abitazioni, nei garage, nelle macchine, nei cimiteri, borseggi, aggressioni, spaccio, degrado, accattonaggio, prostituzione. Sembra un bollettino di guerra le cui azioni sono sempre più al ribasso, già, al ribasso per i cittadini costretti a vivere in una città a «misura» di criminalità e insicurezza.

Pubblicato

-

Furti nelle abitazioni, nei garage, nelle macchine, nei cimiteri, borseggi, aggressioni, spaccio, degrado, accattonaggio, prostituzione. Sembra un bollettino di guerra le cui azioni sono sempre più al ribasso, già, al ribasso per i cittadini costretti a vivere in una città a «misura» di criminalità e insicurezza.
 
Alcuni dicono che è colpa della disperazione, altri invece che alla disperazione sono giunti i cittadini costretti a vivere nella paura e nella rassegnazione.
 
I dati disponibili non lasciano spazio a interpretazioni. I delitti nel comune di Trento nell’anno 2013 sono aumentati del 10%, con un impennata dei furti, più 17%, e dei reati connessi alla produzione e al traffico di stupefacenti, più 57%.
 
Anche dal confronto del Sole 24 Ore con gli altri 106 capoluoghi di Provincia, emerge con chiarezza che Trento non è assolutamente un isola felice; come qualità della vita, siamo infatti, ad esempio, 56esimi per scippi e borseggi, 37esimi per furti in abitazione, (fenomeno preoccupante in continua crescita a Trento) con un forte incremento della variazione totale dei reati 2007/2013 che ci pone al 56esimo posto della classifica (su 106).
 
«La città di Trento, nel corso di questa legislatura, ha vissuto un continuo trend di crescita delle problematiche di sicurezza e vivibilità urbana che hanno evidenziato l’incapacità dell’attuale Amministrazione di adottare una complessiva politica in materia in grado di contrastare i fenomeni di microcriminalità e illegalità» – così la pensa Manfred de Eccher di Fratelli d'Italia che traccia un impietosa situazione che negli ultimi anni si è di molto aggravata.  
 
De Eccher spiega il perchè si è arrivati a questa situazione che potrebbe ulteriormente sfuggire di mano: «All’immobilismo della nostra Amministrazione comunale si somma purtroppo l’incapacità del Governo Renzi che evidentemente non agevola l’operato degli Amministratori locali; una scellerata politica buonista sull’immigrazione, l’abolizione del reato di immigrazione clandestina e la depenalizzazione di alcuni reati “lievi”, lievi evidentemente non per chi li subisce, sono azioni che determinano chiaramente un peggioramento delle problematiche di coesione sociale e sicurezza urbana»
 
«Purtroppo – continua De Eccher – la sinistra, sia a livello locale che nazionale, non è culturalmente attrezzata per affrontare e risolvere questi problemi in quanto sempre orientata ad occuparsi di come riabilitare Caino, presunta vittima della società che lo ha costretto a delinquere, anziché pensare a come difendere Abele; ovvero, per esemplificare, l’immigrato clandestino che compie una rapina non è carnefice ma in un certo qual modo vittima che è stara costretta a delinquere dalla società, quindi la sua responsabilità non è personale ma se ne deve fare carico l’intera collettività».
 
Le proposte sono state molte, e qualcosa si è fatto. I controlli sul territorio da parte delle forze dell'ordine si sono intensificati e anche i singoli cittadini hanno messo a disposizione risorse e idee (vedi il comitato della Portela e molti cittadini del rione di Cristo – re, o i cittadini di Denno che hanno cominciato le ronde per difendere le proprie abitazioni dai furti), ma purtroppo questo non è basta.
 
Ormai nella comunità si percepisce chiaramente la paura e la consapevolezza della mancanza di sicurezza che sta diventando una sorta di rassegnazione per quanto sta succedendo nella provincia di Trento. 
 
Manfred De Eccher lancia un idea che affonda le sue radici nell'amministrazione comunale; creare un assessorato alla sicurezza, per consentire di dare risposte coordinate e precise alle singole problematiche, individuando di volta in volta la soluzione migliore. Ricordiamo che il sindaco Alessandro Andreatta detiene le deleghe per la sicurezza del capoluogo. 
 
«Ritengo dunque importante, in questo quadro, – afferma l'esponente di Fratelli d'Italia – ribadire quelle che sono le proposte di Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale per il comune di Trento. La nostra alternativa prevede l’adozione di una politica complessiva per la sicurezza urbana che abbia il suo coordinamento nell’Assessorato comunale alla sicurezza urbana e Polizia Locale, assessorato che, in un ottica di riduzione dei costi, potrebbe essere collegato ad altre deleghe».
 
Manfred de Eccher ritiene fondamentale una valorizzazione della Polizia Locale a tutela della sicurezza urbana , prevedendo l’introduzione dell’unità cinofila per il contrasto dello spaccio di droga in coordinamento con le Forze di Polizia, e l’eliminazione di quei servizi di viabilità non strettamente necessari in favore di servizi mirati al controllo del territorio e di tutela del cittadino.
 
«Servono poi misure mirate sulle singole problematiche presenti nella nostra città, dall’accattonaggio al collegato fenomeno degli accampamenti abusivi, dalla prostituzione giornaliera su strada alla vivibilità dei parchi cittadini. Queste problematiche potrebbero avere veloce soluzione in una città di dimensioni ridotte come Trento e mi limito in questa sede ad approfondire il tema dell’accattonaggio.
 
L’accattonaggio in città è purtroppo un fenomeno organizzato che crea una situazione di illegalità diffusa anche perché strettamente connesso con le occupazioni abusive che sono presenti sull’intero territorio comunale» – sottolinea De Eccher.

«Contrastare l’accattonaggio significa dunque contrastare lo sfruttamento e le occupazioni abusive. Attualmente il Regolamento di Polizia Urbana prevede una sanzione amministrativa pecuniaria in caso di accattonaggio in zone sensibili, quali chiese e ospedali, misura tuttavia inadeguata in quanto le sanzioni non vengono pagate e i controlli della Polizia Locale risultano dunque esclusivamente un perdita di tempo.

La soluzione è semplice, veloce, e a costo zero, basterebbe estendere il divieto sull’intero territorio comunale, prevedere la sanzione accessoria del sequestro del denaro oggetto dell’attività illecita e predisporre giornalieri servizi di controllo in borghese della Polizia Locale. Purtroppo – conclude De Eccher – manca la volontà, e questo, come altri fenomeni di illegalità, continueranno in questo modo a crescere nell’indifferenza dell’attuale Amministrazione».   {facebookpopup}
 
 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Vado a vivere in un faro!
    Quante volte, leggendo Virginia Woolf o Jules Verne, avete fantasticato su come potrebbe essere vivere in un faro con la sola compagnia del vento e del mare? I fari, nell’immaginario collettivo, sono luoghi straordinari al confine fra mito e realtà, unico baluardo di salvezza per i navigatori durante le notti di tempesta. In realtà, senza […]
  • Hotel e Ristorante Villa Madruzzo: dove ricaricare le batterie a pochi chilometri da Trento
    A quattro chilometri dal centro di Trento si trova uno degli hotel più gettonati del momento: Villa Mandruzzo. Complici anche il ristorante e la meravigliosa area benessere, Villa Mandruzzo è presto diventato uno degli hotel più raccomandati tra coloro che vogliono venire a Trento per godersi alcuni giorni di meritato relax o anche solo per […]
  • Viaggio in Grecia, scegli il fascino mistico di Rodi
    La Grecia è uno di quei luoghi da sogno che tutti dovremmo visitare almeno una volta nella vita. Uno di quei paradisi terrestri neanche troppo lontani dall’Italia che con la sua storia, la sua cultura, il paesaggio naturale, incanta tutti, senza distinzione. Dalle città che hanno fatto la storia come la capitale Atene, simbolo dei […]
  • HP Reinvent: arrivano i nuovi PC per lo smart working
    Grandi novità in arrivo da parte di HP, azienda leader nel settore tecnologico. Durante l’attesissimo evento HP Reinvent dedicato ai propri partner, l’azienda ha lanciato nuovi Pc destinati allo smart working. Ma non solo: l’evento è stato utile per svelare tanti nuovi dispositivi e soluzioni per aiutare le aziende ed i professionisti a migliorare la […]
  • Abbigliamento casual uomo, tutte le dritte per non sbagliare
    Tutti pazzi per l’abbigliamento casual che non è solo comodo ma è anche fashion. Non bisogna confondere, infatti, che casual non è il sinonimo di trasandato e di un abbigliamento approssimativo. Non c’è pensiero più sbagliato perché oggi indossare abiti casual vuol dire vestirsi alla moda, in chiave moderna e innovativa, con uno stile senza […]
  • Isola in Irlanda cerca custodi: l’occasione per cambiare stile di vita per sei mesi
    La meta ideale per chi vuole entrare a contatto con la natura più incontaminata, allontanarsi dai ritmi frenetici della città, godendosi contemporaneamente un’esperienza di vita unica, si trova a Great Blasket Island, al largo della costa irlandese, dove è stata data l’opportunità attraverso un annuncio di lavoro, di cambiare stile di vita per sei mesi. […]
  • Illuminazione stradale accesa dal vento delle auto con l’innovativa di Turbine Light
    Con l’aumento di strade, autostrade e di reti viarie che necessitano di essere illuminate l’intera giornata, il fabbisogno energetico risulta essere in continuo aumento, costringendo a cercare diverse alternative per soddisfare e integrare le mutevoli esigenze di mercato. Uno dei problemi principali nel coprire la gestione territoriale urbana di reti periferiche e di grandi autostrade, […]
  • Auto elettriche, ricarica rapida: arriva la batteria del futuro che “fa il pieno” in cinque minuti
    I veicoli elettrici con tutti i loro vantaggi legati ai livelli di prestazioni e di emissioni, stanno diventando una componente essenziale per affrontare la crisi climatica internazionale. Un passo da compiere quasi inevitabile e già avviato in molti Paesi con l‘avvio di sussidi per l’acquisto di veicoli elettrici, ma ancora scoraggiato dai lunghi tempi di […]
  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]

Categorie

di tendenza