Connect with us
Pubblicità

Arte e Cultura

Bentornata Piazza Dante

Sono stati spesi 815mila euro per riportare i giardini di Piazza Dante alla loro originaria bellezza. La parte sud è stata riaperta il 15 novembre e in questi giorni ospita la “città dei bambini” con tanto di Babbo Natale, casetta dei dolciumi e tante iniziative. Ma in quanti conoscono la storia di questo luogo?

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Sono stati spesi 815mila euro per riportare i giardini di Piazza Dante alla loro originaria bellezza. La parte sud è stata riaperta il 15 novembre e in questi giorni ospita la “città dei bambini” con tanto di Babbo Natale, casetta dei dolciumi e tante iniziative. Ma in quanti conoscono la storia di questo luogo?

Il progetto originario del giardino prevedeva già una sostanziale divisione in due parti: la parte più a nord fu la prima ad essere costruita, probabilmente prima del 1855, grazie al contributo del consigliere Lodron.

Questa zona era stata progettata come una vera e propria piazza urbana: uno slargo stradale caratterizzato da ampie aiuole circolari con piante piuttosto basse e, infatti era stata denominato, sul progetto generale dell’ing. Annibale Apollonio (1879), come Piazza della Stazione e successivamente come Piazza della Regione.

Pubblicità
Pubblicità

La parte a sud nasce dalle prime proposte dell’ing. Tamanini già come “Giardino all’Inglese”: tipo di giardino settecentesco che si distacca dal concetto di geometria, eliminando gli elementi che venivano usati per circoscrivere lo spazio, e accosta invece elementi naturali come cespugli, alberi secolari, ruscelli.

Proprio nella parte sud di Piazza Dante, infatti, passava un ruscello, chiamato “Adigetto”, in ricordo dell’alveo originale del fiume Adige. Questo ruscello è sopravvissuto fino agli anni ’60 quando è stato in parte interrato e sostituito con il laghetto tutt’ora esistente. Dell’interramento del canale rimangono poche tracce tra cui una parte di parapetto a lato della “Palazzina Liberty” (costruita intorno al 1920-21 la cui storia meriterebbe un approfondimento a sé), che ricorda una parte di ponte.

La nascita di questo parco rientra perfettamente nel trend urbanistico moderno progressista caratterizzato dalla creazione di nuovi spazi per il tempo libero. Gli spazi che si rifanno a questo spirito erano spesso caratterizzati da attrezzature come teatri, cinematografi, giardini zoologici con chiari intenti morali o educativi, ma anche padiglioni per i caffè e la musica.

Pubblicità
Pubblicità

La città stessa diventa luogo di cultura e spettacolo e gli spazi vengono spesso creati proprio con questo proposito e spesso adornati con busti e monumenti celebrativi. Indubbiamente il giardino di Piazza Dante si collocava in questa prospettiva, bastino solo a dimostrarlo i numerosi busti di personaggi illustri che lo caratterizzano e che nel progetto di riqualificazione vengono nuovamente messi in risalto.

Il parco non ha subito grosse variazioni fisiche negli anni se non il collocamento nel 1896 del monumento a Dante Alighieri (che dà il nome alla piazza), posizionato al posto di una palazzina prevista nel progetto originale e mai realizzata e una modifica nella parte nord, di fronte all’edicola sull’angolo tra Via Pozzo e Piazza Dante, che venne dotata di un vano interrato di ragguardevoli dimensioni che fungeva da bagni pubblici [adesso i bagni sono dietro la palazzina Liberty!].

Con il passare degli anni le due parti del giardino si sono progressivamente confuse perdendo l’iniziale distinzione e divenendo un unico parco, anche se diviso da un corridoio di forte passaggio come il Listone. Negli anni la città si è espansa intorno a questo luogo e lo scopo di “cerniera” a cui questo parco doveva originariamente adempiere ora non si riferisce più solo al centro storico, ma piuttosto alle nuove zone limitrofe: dalla “cittadella delle istituzioni”, ai punti di servizio urbano, al quartiere di S. Martino poco distante.

Il parco dovrebbe quindi diventare contemporaneamente sala d’aspetto per viaggiatori e pendolari, piazza dove incontrarsi, commerciare e divertirsi, zona di passaggio per arrivare in centro storico o nei quartieri limitrofi: tutti aspetti che si intrecciano spesso sovrapponendosi, ma che ci auguriamo possano effettivamente rivelarsi veri.

L’apertura della Palazzina Liberty porterà sicuramente nuovi usi per questo luogo e a noi piacerebbe immaginarla anche come giardino collegato alla biblioteca di via Roma.

Non ci resta che aspettare!

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento3 ore fa

Teatro di Villazzano, al via la gara per rinnovare la gestione

Trento3 ore fa

Concessione A22, il presidente Fugatti: finanza di progetto unica alternativa alla gara

Val di Non – Sole – Paganella4 ore fa

Un incendio da domare e delle persone bloccate: a Cis la manovra (con inaugurazione della nuova autobotte e del gommone) dei Vigili del Fuoco

Cui Prodest4 ore fa

Faust di Gounod alla Fenice di Venezia

Val di Non – Sole – Paganella4 ore fa

1920-2020(+2): la Banda Comunale di Tuenno festeggia 100 anni di storia

Trento4 ore fa

Coronavirus: 81 nuovi positivi, 54 pazienti ricoverati, di cui 3 in rianimazione

Bolzano4 ore fa

7.000 Schützen sfilano per il centro storico di San Martino in Passiria – IL VIDEO

Arte e Cultura5 ore fa

Finissage Depero New Depero: grande festa nel Giardino delle Sculture

Valsugana e Primiero5 ore fa

Follia in monopattino sulla statale 47 – IL VIDEO

Bolzano5 ore fa

Controllo dei passi: multato un centauro su tre

Vita & Famiglia5 ore fa

Pro Vita e Famiglia lancia l’allarme sulla Giornata sull’Omotransfobia: «Emergenza è fake news, no indottrinamento scuole»

Trento5 ore fa

Il 17 maggio si accende una luce sulle neurofibromatosi

Valsugana e Primiero5 ore fa

Lega Trentino: Mauro Piva e Aldo Chirico segretari di Borgo Valsugana e Levico Terme

Trento5 ore fa

Concerto di Vasco Rossi, ecco le vie e i parcheggi dove sarà vietata la sosta con rimozione forzata

Trento5 ore fa

Trentino Music Arena, Segnana: “Grande attenzione verso le persone con disabilità” in occasione del concerto di Vasco

Trento1 settimana fa

Mauro Ottobre perde anche in appello con La Voce del Trentino. Dovrà pagare altri 22 mila euro

Trento4 settimane fa

Coronavirus in Trentino: un decesso e salgono contagi e ricoveri nelle ultime 24 ore

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 170 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. Salgono ancora i ricoveri

Trento3 settimane fa

Coronavirus: contagi contenuti e nessun decesso nelle ultime 24 ore

Politica3 settimane fa

Nella prossima seduta consiliare in discussione 6 ddl, compreso quello sulla terza preferenza

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Orso a spasso tra i meleti di Mechel – IL VIDEO

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 107 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. Balzo in avanti dei ricoveri

Val di Non – Sole – Paganella4 settimane fa

Fiamme in centro storico a Denno – IL VIDEO

Italia ed estero4 settimane fa

L’ultima gaffe di Joe Biden: stringe la mano ai fantasmi. Il mondo s’interroga sullo stato di salute del presidente Usa

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 156 contagi e nuovo balzo in avanti dei ricoveri nelle ultime 24 ore

Trento3 settimane fa

Concerto Vasco Rossi: ecco la viabilità alternativa per minimizzare i disagi

Telescopio Universitario3 settimane fa

Ricerca, l’Europa premia ancora l’Università di Trento

Trento4 giorni fa

Coronavirus: un decesso e 326 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Spettacolo4 settimane fa

Lutto nel mondo dello spettacolo, è morta Catherine Spaak

Trento5 giorni fa

Coronavirus: contagi e ricoveri in calo nelle ultime 24 ore

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza